BIG LIST OF WEBSITES

List of Top Websites Like I-mezzo.net

Top 250 Websites Like I-MEZZO.NET

Download the Top 250 Websites to PDF

Last updated on Jun 1 2019.
Here are the best websites we found: i-mezzo.net • siciliafan.it • ottoemezzoviaggi.it • carrozzeriabertozzi.it • acidcamera.wordpress.com • inaureamediocritatis.wordpress.com • carrozzeriabertozzi.it • iviaggidellacosta.it • emailparrucchieri.it

Press CTRL-D to bookmark this list - BigListofWebsites.com
Rank
Url
Preview
Tags
Score
◆めっつぉ:スクエニ&ガジェットニュース | スクエニなどのゲーム情報とデジタルガジェットのニュースサイト. スクエニなどのゲーム情報とデジタルガジェットのニュースサイト
Alexa Rank
1,000,001
Sicilia Fan – la vera Sicilia passa da qui.. Se ami la Sicilia, dai un'occhiata a Sicilia Fan, il punto di riferimento per i Siciliani che commentano, parlano e discutono sulla Sicilia. Scopri Ora!
Alexa Rank
72,166
Otto e Mezzo Viaggi: Tour Guidati Nel Mondo. Otto e Mezzo Viaggi è la tua agenzia on-line, affidabile e sicura, capace di offrirti i migliori tour guidati in lingua italiana in tutte le nostre destinazioni del mondo ai prezzi più bassi disponibili.
Alexa Rank
1,000,001
Carrozzeria Bertozzi Reggio Emilia | Professionisti con ogni mezzo. L’Autocarrozzeria Bertozzi Mauro, opera a Reggio Emilia da oltre 25 anni, nata per risolvere i problemi legati alla verniciatura dell’auto e alla riparazione della carrozzeria, ha sempre cercato di stare al passo con le nuove tecnologie per dare sempre un servizio più rapido, efficiente senza perdere in qualità.
Alexa Rank
1,000,001
VITA DA REPORTER | Nessuno di noi è un eroe nè ha la vocazione di diventarlo. Si va in guerra, sembra banale, come si va in qualsiasi altra parte del mondo a “raccontare”: può essere una festa e può essere l’inferno. La cosa strana è che continuiamo a sentirci dei privilegiati, solo per il fatto di stare in mezzo all’evento, occhi e anima di tutti gli altri. Molti purtroppo pagano la grande curiosità, questa voglia di capire. [Pino Scaccia]. Nessuno di noi è un eroe nè ha la vocazione di diventarlo. Si va in guerra, sembra banale, come si va in qualsiasi altra parte del mondo a “raccontare”: può essere una festa e può essere l’inferno. La cosa strana è che continuiamo a sentirci dei privilegiati, solo per il fatto di stare in mezzo all’evento, occhi e anima di tutti gli altri. Molti purtroppo pagano la grande curiosità, questa voglia di capire. [Pino Scaccia]
Alexa Rank
1,000,001
Aurea Mediocritas | "il giusto mezzo". "il giusto mezzo"
Alexa Rank
1,000,001
Carrozzeria Bertozzi Reggio Emilia | Professionisti con ogni mezzo. L’Autocarrozzeria Bertozzi Mauro, opera a Reggio Emilia da oltre 25 anni, nata per risolvere i problemi legati alla verniciatura dell’auto e alla riparazione della carrozzeria, ha sempre cercato di stare al passo con le nuove tecnologie per dare sempre un servizio più rapido, efficiente senza perdere in qualità.
Alexa Rank
1,000,001
I Viaggi Della Costa. I Viaggi Della Costa.
Alexa Rank
1,000,001
Email Parrucchieri - GLOBElife - i parrucchieri e le email. Email Parrucchieri, In questo sito puoi trovare tutte le email dei parrucchieri che stai cercando per richiedere informazioni su trattamenti, orari e prezzi del salone che vuoi visitare. Oggi le email vengo utilizzate come mezzo di comunicazione, essendo uno degli strumenti informatici in grado di raccogliere dati ed informazioni strategiche può fare la differenza tra un’attività in grado di crescere ed una che si limita a sopravvivere. Ogni salone di bellezza, al giorno d''oggi possiede un indirizzo email tramite il quale, i clienti e non, possono prendervi appuntamento per un veloce taglio di capelli o per una piega all''utlima moda. Da Milano a Palermo, tutti gli indirizzi email che cerchi rientarno in questa sezione.
Alexa Rank
1,000,001
Kreos – kawa, słodycze i akcesoria nie tylko ze Szwecji - sklep internetowy Kreos. Kreos – kawa, słodycze i akcesoria nie tylko ze Szwecji - sklep internetowy Kreos - Znajdziesz u nas marki jak Zoega's, Gevalia, Lofbergs, Arvid Nordquist, Marabou, Cloetta
Alexa Rank
1,000,001
Kreos – kawa, słodycze i akcesoria nie tylko ze Szwecji - sklep internetowy Kreos. Kreos – kawa, słodycze i akcesoria nie tylko ze Szwecji - sklep internetowy Kreos - Znajdziesz u nas marki jak Zoega's, Gevalia, Lofbergs, Arvid Nordquist, Marabou, Cloetta
Alexa Rank
1,000,001
日々のお役立ち情報ブログ | 生活のお役立ち情報&スマホゲームの攻略情報を紹介します. 千葉県で屈指の人気を誇るのが海を背景に花火と音楽とのコラボレーションが売りの幕張ビーチ花火フェスタです。 今回は幕張ビーチ花火フェスタ2019の日程と見どころ、穴場やおすすめホテルなどを詳しくご紹介したいと思います。 
Alexa Rank
1,000,001
日々のお役立ち情報ブログ | 生活のお役立ち情報&スマホゲームの攻略情報を紹介します. モエレ沼芸術花火は北海道札幌市で開催される花火大会で、2012年からスタートしたばかりで今年で8周年を迎えます。 他では見られない特徴を多く持ったモエレ沼芸術花火2019の日程と見どころ、穴場、有料席の詳細などを詳しくご紹介したいと思います。 
Alexa Rank
1,000,001
Mezzo Lovero Suites - Κίμωλος - Κυκλάδες. Τουριστικές επιπλωμένες κατοικίες - Mezzo Lovero Suites - Kimolos Island - Greece
Alexa Rank
1,000,001
Lia, in onore di Maria Santissima – I Progetti di Dio sull'uomo, via che conduce alla salvezza per mezzo di Maria Santissima, nostra Mediatrice. I Progetti di Dio sull'uomo, via che conduce alla salvezza per mezzo di Maria Santissima, nostra Mediatrice
Alexa Rank
1,000,001
prenderelamotoeandare – Una passione: i viaggi…Un mezzo:la moto…Un blog: per raccontare le nostre avventure e trarre ottimi spunti!. Una passione: i viaggi...Un mezzo:la moto...Un blog: per raccontare le nostre avventure e trarre ottimi spunti!
Alexa Rank
1,000,001
BeinMatch - Non ci importa da dove vieni se sei venuto qui per scaricare alcuni file ti daremo I file. Perché facciamo ciò che dobbiamo fare. Abbiamo raccolto due milioni e mezzo di file sul nostro sito web. Quindi non importa quale file ti serva, puoi comunque visitare il nostro sito web.. Non ci importa da dove vieni se sei venuto qui per scaricare alcuni file ti daremo I file. Perché facciamo ciò che dobbiamo fare. Abbiamo raccolto due milioni e mezzo di file sul nostro sito web. Quindi non importa quale file ti serva, puoi comunque visitare il nostro sito web.
Alexa Rank
1,000,001
Calabria Food: da mezzo secolo facciamo Salsa di pomodoro e conserve tipiche calabresi -. È da mezzo secolo che la famiglia Crispino garantisce prodotti che riportano alla memoria i sapori di casa. Merito dell''alta qualità delle materie prime utilizzate e di un processo produttivo rispettoso dei segreti che si tramandano di padre in figlio. Generazione dopo generazione, quell’idea dei fratelli Crispino, continua ad essere realtà.
Alexa Rank
1,000,001
Muson di Mezzo - coltivatori di canapa. Muson di Mezzo è un’azienda agricola, siamo coltivatori di canapa e trasformiamo direttamente i nostri prodotti della filiera fitoterapica e alimentare
Alexa Rank
1,000,001
Alexandra Hughes | Mezzo Soprano, Activist, Lecturer, Writer. Welcome to my website ! I am slowly putting this together but please read on. There are several "chapters" and the first is all about my career and joy in the world of music . ..and how I got there. Stay tuned as this summer I am going to start a blog . Today I…
Alexa Rank
1,000,001
Click si gioca! - I migliori giochi di carte in un click. Sfida altri giocatori a Scopa, Burraco, Briscola, Tresette, Scala 40, Peppa, Bestia, Cirulla, Poker 5 carte, Asso Pigliatutto, Bestia, Scopone, Sette e mezzo, Telesina. Conosci nuovi amici e chatta con chi vuoi. Scopri i nostri servizi come i regali virtuali, messaggi privati, e il nostro Club.
Alexa Rank
1,000,001
Click si gioca! - I migliori giochi di carte in un click. Sfida altri giocatori a Scopa, Burraco, Briscola, Tresette, Scala 40, Peppa, Bestia, Cirulla, Poker 5 carte, Asso Pigliatutto, Bestia, Scopone, Sette e mezzo, Telesina. Conosci nuovi amici e chatta con chi vuoi. Scopri i nostri servizi come i regali virtuali, messaggi privati, e il nostro Club.
Alexa Rank
1,000,001
I Falconieri di Sua Maestà. I Falconieri di Sua Maestà nascono nel 2004, sono una coppia di falconieri professionisti, Dino e Anna, innamorati del loro lavoro. Collocati nella provincia di Milano, esattamente a Pessano Con Bornago, in mezzo alla natura e grandi spazi verdi, hanno di recente aperto una vera e propria tenuta dedicata a queste meravigliose creature,
Alexa Rank
1,000,001
Dal disegno al prodotto – P.i. Antonio GARERI spe. Meccanica. Per ME che da sempre sono in eterno conflitto tra il volermi nascondere agli occhi del mondo perché giudica senza che nessuno possa giudicarlo MAI e il voler gridare al mondo che ESISTO nella semplice quotidianità di ogni STRAORDINARIO giorno Questo sito rappresenta la VIA DI MEZZO Dove raccontarmi al mondo Alla condizione necessaria Che…
Alexa Rank
1,000,001
Penelope Spa | 50 anni di passione per i tessuti. Penelope vanta oltre mezzo secolo di esperienza nella produzione di tessuti greggi in lana e misto lana, a cui si sono aggiunti prodotti in lana compact, nylon, cotone, lino, viscosa, seta e fibre nuove.
Alexa Rank
1,000,001
Incredibile Visu - i Mini Me e Selfie 3d a Milano. A Milano le statuette MiniMe le puoi fare in negozio. Basta mezzo secondo
Alexa Rank
1,000,001
史塔夫科技事務所 | 科技玩生活 生活享科技. 在遊輪上有滿滿的活動和美食之外,玩累了最重要的當然就是好好的休息,在歌詩達郵輪上的艙房也值得一看,依照等級可以分為標準艙房、高級內艙房、高級海景房、高級全景陽台套房、豪華陽台套房、至尊全景陽台套房、豪華海景套房,從字面上就相當令人好奇,現在就跟著我們開箱郵輪上的艙房吧! 延伸閱讀: 這次旅程就搭郵輪吧!歌詩達新浪漫號滿滿大秀、和帥哥共舞還有夜店Party all night 郵輪上也有米其林餐廳!歌詩達新浪漫號絕讚美食探訪 標準艙房 一般而言在艙房內都提供電熱水壺、小冰箱、吹風機、電話、保險箱等設備,不過因為倡導環保所以在客艙房間內都不提供牙膏、牙刷、睡衣等備品 。標準艙房內提供兩張單人床,一進艙房也可以看到免費提供的迎賓酒、水果、礦泉水,另外雖然郵輪行進之中會有搖晃,不過特派員N意外的睡得不錯,但是也有同行的團員有暈船的情形,因此如果有暈船情況的乘客,要規劃郵輪行就需要提早做好準備。 至尊全景陽台套房 這是歌詩達新浪漫號最高等級的至尊全景陽台套房,房間面積大約是28坪,特別的是擁有相當大的獨立客廳空間,擺放一張雙人床之外也有床邊閱讀燈,另外在海景陽台的空間也比起其他艙房要大上很多,也擁有大片落地窗的設計,果然是最頂級的艙房。 豪華海景套房 豪華海景套房的配置和至尊全景陽台套房有些類似,差別在於獨立客廳與臥房要小一些,並採用可旋轉式電視座設計,另外在浴室當中可以看到浴缸,除了淋浴之外還可享受泡澡,有落地窗設計但沒有獨立陽台,若是擔心小朋友安全可以選擇這間艙房。 豪華陽台套房 若是覺得以上的房型太過奢華,也可以選擇豪華陽台套房,擁有相當大的私人陽台,提供兩張單人床的設計,而浴室空間也相當大,比起標準艙房來空間要更大也高級一些。 高級全景陽台套房 高級全景陽台套房與豪華陽台套房的配置相似,高級全景陽台套房的裝潢要再更簡約一些,同樣也是有兩張單人床的配置,而私人的陽台配置也是必備的。 高級海景房 高級海景房沒有獨立陽台設計,而是以巧妙的設計觀景懸窗,在床上也可以享受窗外的無敵海景,空間大約只有5坪,相當充分利用空間。 高級內艙房 高級內艙房可說是性價比最高的一個房型,想要的配備設施一應俱全,沒有窗戶設計配備有24小時的空氣清新系統,適合想要花比較多時間在船上和岸上參加戶外活動的乘客。 Hotel Director:Benedetto Minuto 酒店總監專訪 此趟航程的酒店總監Benedetto Minuto接受媒體們的專訪時說明,歌詩達新浪漫號是歌詩達旗下最最精緻的郵輪,目前已經有27年的歷史,在2012年也將新浪漫號進行大翻修,才看到目前的樣貌。Benedetto Minuto也說,因為新浪漫號的宗旨是要讓乘客住得舒適,因此郵輪上的艙房空間相當寬敞,某些艙房內還有按摩浴缸,並且有獨立陽台可以欣賞無敵海景,甚至要比起陸地上許多的公寓套房空間還要大上許多。 緊急事件與「奧客」的因應 如果乘客有疾病發作,或是其他的緊急事件郵輪會如何處理呢?Benedetto Minuto說明,他們在地3層甲板有醫療室,可以進行小手術與簡單的包紮處理,要室乘客出現像是心臟病發等重大疾病發生,郵輪會透過醫療小艇接送至最近的醫院,或者也會透過直升機緊急接送病人至醫院。 不同國家的乘客文化不同,對於郵輪的服務或許會有不滿意的地方,Benedetto Minuto說,他們一般情況會先透過客戶關係經理了解與滿足乘客的特殊需求,還是無法解決酒店總監就會聯絡岸上的歌詩達郵輪公司進一步滿足客戶需求。歌詩達郵輪相當注重乘客安全,一般情況也是非常歡迎乘客登船旅遊,但如果是乘客曾經在郵輪上發生過偷竊、飲酒過量或是性侵等重大事件,乘客有可能會被列入黑名單禁止登上歌詩達郵輪,或者乘客在郵輪上威脅到其他乘客的安全,船長也有權利將乘客送下船,另外一種情況則是乘客如果是航點的黑名單無法入境海關,乘客也只能待在郵輪無法下船。 史塔夫短評:在郵輪上不只是搭乘交通工具,也是開始一趟旅程,實在是相當有趣,就像酒店總監說的,來郵輪上就是盡情的放鬆!
Alexa Rank
164,506
MONDO BIRRA PUNTO ORG- Un sito pieno di risorse dedicato al mondo della birra. il sito di mondo birra, un portale sulla birra, e sul mondo che la circonda, i sottobicchieri, le lattine, i bicchieri, le bottiglie, le birra alla spina, il collezionismo, l''homebrewing
Alexa Rank
372,874
Tatuaggi e Piercing da Studio Sedici a Pescara. I tatuaggi sono un mezzo per lasciare un segno di momenti vissuti, esperienze, emozioni e persone. Scegli il tuo Stile da Studiosedici a Pescara.
Alexa Rank
1,000,001
Video porno e sesso amatoriale italiano gratis, mpipro. Su mpipro.net offriamo solo i migliori video porno italiani gratis di casalinghe troie selezionati da youporn mpipro.net
Alexa Rank
1,000,001
Vendita camion usati Ravenna - consegna in tutta Italia Btv Truck. Camion usati Ravenna ⭐️ Btv Truck ⭐️ con consegna veicoli in Italia e isole garantisce prezzi imbattibili anche su rimorchi motrici e autocarri
Alexa Rank
1,000,001
Accademia Italiana Fitness. Accademia Italiana Fitness offre a professionisti, istruttori, personal trainer e gestori di centri fitness, formazione tecnica completa per mezzo di corsi formativi regolarmente sostenuti da professionisti del settore e riconosciuti ufficialmente. Gli attestati rilasciati al termine di ogni corso, qualificano i partecipanti, favorendone il collocamento in ambito lavorativo. La durata e la qualità dei percorsi formativi, porta al rilascio del diploma Europeo EHFA e del diploma MSP riconosciuto dal CONI e aderente allo SNAQ della Scuola dello Sport del CONI. Il diploma rilasciato alla fine del corso ha validità Nazionale ed Europea. Le lezioni didattiche vengono condotte da medici, fisioterapisti, nutrizionisti e tecnici qualificati che, con le loro competenze e la loro esperienza, agevoleranno e faciliteranno le fasi di comprensione, apprendimento e superamento dei corsi affrontati.
Alexa Rank
1,000,001
Parco Media Valle del Lambro. Il Parco della Media Valle del Lambro si estende per circa 300 ettari lungo il corso del fiume Lambro, tra i comuni di Brugherio, Cologno Monzese e Sesto San Giovanni. Costituisce una formidabile “cerniera” di un sistema verde di scala metropolitana: a nord si collega, attraverso i terreni della Cascinazza, con il centro di Monza e poi con il Parco della Villa Reale; a sud confina con il parco del nuovo quartiere di via Adriano, e si collega, attraverso il Canale Martesana, con il centro di Milano; a ovest, attraverso il parco previsto sulle aree Falck, arriverà a poche centinaia di metri dal Parco Nord; ad est, sempre attraverso la Martesana, si collegherà al Parco Est Cave recentemente riconosciuto.
Alexa Rank
1,000,001
Tagliapietra | Le eccellenze del mare. Da oltre mezzo secolo, selezioniamo con passione il miglior pesce nei mari più puliti e lo portiamo nelle vostre tavole offrendovi prodotti al 100% naturali
Alexa Rank
1,000,001
marie-laure coenjaerts. mezzo-soprano chanteuse lyrique www.marielaurecoenjaerts.com D.I.V.A.
Alexa Rank
1,000,001
Wher - Mappe e città a misura di donna. Un modo nuovo di muoversi libere e sicure nei contesti urbani. Un progetto che crede nella condivisione come mezzo per aumentare la sicurezza personale in città.
Alexa Rank
1,000,001
Carpano, 230 anni di un’eccellenza italiana | Carpano.comCarpano | Il primo Vermouth. Il vermouth è un pregiato vino aromatizzato, uno dei più interessanti e tipici vini di lusso italiani. I cocktail creati dai migliori bartender Carpano ...
Alexa Rank
1,000,001
Idee regalo personalizzate. PERSONALIZZIAMO.BIZ stampa idee regalo personalizzate con la vostro foto preferita, acquistabili online e consegnate a mezzo corriere oppure ritirate presso il nostro negozio di Torino.
Alexa Rank
1,000,001
Home - Studio Legale Avvocato Mirco Minardi. Forniamo assistenza giudiziale e stragiudiziale in materia di diritto di famiglia curando i procedimenti di separazione giudiziale e consensuale, di divorzio e di affidamento condiviso dei figli. Vertenze di licenziamento e di commercio elettronico.
Alexa Rank
1,000,001
ITALIAN TELEVISION NETWORK. La televisione dell'' eccellenza italiana .qui è possibile trovare programmi su cibo, makeup, moda,turismo, cibo. Espressamente sul made in Italy.Capitani in mezzo al mare, truccoone, cucinoone, viaggione. Programmi con Stefano Tacconi, Roberto Onofri,Viviana Ramassotto.
Alexa Rank
1,000,001
video. Da mezzo secolo Girarrosti Santa Rita è il punto di riferimento per chi vuole mangiare il migliore pollo allo spiedo della città. Siamo presenti A Torino (città e cintura) e a Milano
Alexa Rank
1,000,001
Noleggia auto, pullman e camper in tutta Italia | noleggio360.com. Vuoi noleggiare una auto, suv, minivan e molto altro, trovi i migliori noleggi a breve e lungo termine su... noleggio360.com
Alexa Rank
1,000,001
AGRITURISMO - ComeBack Agriturismo Bergamo. Un agriturismo a Bergamo pensato per le famiglie, nel silenzio della campagna ma a due passi da tutto, con camere nuove e spaziose con tutti i confort, aperto tutto l'anno, con spazi esterni e pargheggio custodito, attività, prima colazione contadina con prodotti biologici.
Alexa Rank
1,000,001
Poesia Bar | Il blog di Barbara. Mi chiamo Barbara Bracci e sono nata il 27 a primavera, nelle campagne umbre che mi hanno ispirato la prima poesia, dedicata a una quercia in mezzo al campo che ora non c’è più. La poesia da allora ha continuato a scorrermi dentro, come un fiume sotterraneo e dissetante, per poi riaffiorare durante gli anni,…
Alexa Rank
1,000,001
Carpano, 230 anni di un’eccellenza italiana | Carpano.comCarpano | Il primo Vermouth. Il vermouth è un pregiato vino aromatizzato, uno dei più interessanti e tipici vini di lusso italiani. I cocktail creati dai migliori bartender Carpano ...
Alexa Rank
1,000,001
Il Gelso e le Rose: bed and breakfast in Sicilia Orientale. B&b familiare in campagna vicino i paesi di Carlentini, Lentini e Francofonte: in ottima posizione per escursioni in tutta Sicilia orientale.
Alexa Rank
1,000,001
Agriturismo CASCINA GIROLDA a Peschiera del Garda. Ai massimi livelli dell'accoglienza, nella campagna di Ottella offre ambienti rustici per un soggiorno rilassante in mezzo alla natura.
Alexa Rank
1,000,001
Noleggia auto, pullman e camper in tutta Italia | noleggio360.com. Vuoi noleggiare una auto, suv, minivan e molto altro, trovi i migliori noleggi a breve e lungo termine su... noleggio360.com
Alexa Rank
1,000,001
Agriturismo e Agricampeggio a Milazzo - Il Gelsomino Ritrovato. Il nostro Agriturismo è un''oasi verde a Milazzo, a due passi dal mare. Offre i servizi di un Hotel e dispone di ampie aree attrezzate per Camper e Caravan
Alexa Rank
1,000,001
Piccolo Friuli Vieste - Centro Vacanze con Piscina nel Gargano - Piccolo Friuli Vieste. Villaggio Turistico in una zona tranquilla e riservata in mezzo alla natura a due passi dal mare di Vieste in Gargano Puglia
Alexa Rank
1,000,001
Tagliapietra | Le eccellenze del mare. Da oltre mezzo secolo, selezioniamo con passione il miglior pesce nei mari più puliti e lo portiamo nelle vostre tavole offrendovi prodotti al 100% naturali
Alexa Rank
1,000,001
Andi. i like depeche mode
Alexa Rank
1,000,001
Fotografia per e-commerce, DAM gestione immagini. Alphashot e Orbitvu, sistemi per automatizzare la fotografia dei prodotti per e-commerce, Ajaris, DAM per archiviare e gestire i flussi di immagini e video per la comunicazione multi-canale, PolyPattern CAD per disegnare e sviluppare modelli d''abbigliamento, StyleOffice software per disegnare le collezioni
Alexa Rank
1,000,001
Appartamenti Pedrana Livigno - Affitti, Vacanza Relax, Benessere, Montagna. GRUPPO PEDRANA LIVIGNO: Appartamenti in affitto a Livigno. Suddivisi in zone e tipologie diverse, dal monolocale al quadrilocale. Gli appartamenti sono molto confortevoli per passare una vacanza in totale relax in mezzo alla natura e alle piste da sci.
Alexa Rank
1,000,001
CRISTIANA DANILA FORMETTA scrittrice & blogger – Il mio visual journal su erotismo e letteratura.. Cristiana Danila Formetta è scrittrice e blogger. Tra i suoi libri “La vita sessuale dei camaleonti” (Coniglio Editore), “Fetish Sex” (Ed. L’Orecchio di Van Gogh), il galateo erotico “Sesso senza vie di mezzo” (Pendragon), e il nuovo “Manuale di Tecniche e Strategie di Scrittura Erotica” (Falco Editore, 2017). Ha scritto per le riviste Blue e…
Alexa Rank
1,000,001
Appartamenti San Cassiano Alta Badia - Agriturismo Lüch de Tlara. Scoprite l’agriturismo Lüch de Tlara a San Cassiano in Alta Badia: appartamenti di nuova costruzione, posizione panoramica e svariate attività in mezzo alla splendida natura alpina.
Alexa Rank
1,000,001
TOTH provider di servizi internet dal 1996. Creazione di siti web rivolti al commercio elettronico. Piani di marketing di supporto al sito web. Servizi di Hosting e di Housing. TOTH è provider di servizi internet dal 1996.,Da sempre interessati al mondo dei servizi telematicamente fruibili abbiamo creato, nel tempo, le strutture e le realizzazioni più all''avanguardia sfruttando la più avanzata tecnologia, sempre ''piegandola'' all''uso naturale del mezzo...,La tecnica è il media mediante il quale raggiungere un fine, non è l''applicazione della risorsa umana mezzo della tecnica, dall''evoluzione deve derivare una maggiore libertà dell''essere umano non un suo regredire a succube del sistema...,Nel 1996 siamo partiti collaborando con il progetto: ''''Video On Line'''' attivando un provider internet nel piccolo distretto telefonico di Susa (provincia di Torino), da quel momento siamo progrediti nella gestione della rete in tutto il Piemonte.,Nel 1999 i problemi derivanti dal millenium bug e dalla conversione verso la valuta unica europea ci porta alla scoperta del mondo MainFrame e alla sua integrazione con il neo-affermato WEB; da questi presupposti nasce la collaborazione con Systema S.r.l. divenuta poi Elsag Banklab (gruppo Finmeccanica). ,2001 è l''anno del ritorno al Providing di servizi di connettività con Davide.it, provider pubblico per accesso filtrato ad internet, specifico per minori.,Dal 2003 fino ad oggi l''obiettivo diviene il commercio elettronico e il suo sviluppo sia a livello software che a livello di marketing di promozione, svariate decine sono le soluzioni approntate fino ad oggi utilizzando sempre applicazioni Open Source e legate principalmente alla licenza GPL.
Alexa Rank
299,252
Free Passion |. È stato emozionante, dopo una assenza di oltre cinque mesi, ritrovarsi davanti il pannello di controllo del sito; temevo di aver ormai dimenticato le varie funzioni e il loro utilizzo, ma mi sono resa conto che è un po' come andare in bicicletta: una volta imparato non si scorda più. Il mio ritorno su questi schermi, in realtà, è una toccata e fuga, semplicemente perché non potevo mancare di fare a tutte quante voi i miei migliori auguri di Buone Feste e, come tutti i Babbo Natale che si rispettano, o una Befana in anticipo - fate un po' voi - non vengo a mani vuote, ma vi porto in dono un bellissimo racconto inedito... ...dedicato proprio a questo particolare momento dell'anno, per non dimenticare mai quel magico scintillio che a Natale rende tutto possibile. Per questo racconto dovete ringraziare la mia amica Bianca, una new entry che ha deciso di condividere insieme a voi una delle favole contenute nel suo cassetto dei sogni. Per lei un bacio e un abbraccio per questo splendido e inatteso regalo, mentre a voi vanno i miei migliori auguri di Buone Feste seguiti, come sempre, dall'immancabile... Buona Lettura IL MIO REGALO DI NATALE di Bianca Visentin Sola, unica presenza umana lungo tutta la lingua di sabbia bagnata, affondo i passi nella rena intrisa di mare e mi godo la strisciante malinconia che questo paesaggio al di là del tempo mi offre. Sollevo lo sguardo sul grande faro bianco sferzato dalla risacca di onde enormi, sulla sua lanterna nera che per secoli ha illuminato la rotta a tanti naviganti, ai pescatori, alle baleniere che, proprio come la Pequod, salpavano da qui, dal porto di Nantucket, alla ricerca del miraggio di una balena bianca. Ho accettato questo nuovo lavoro perché non sopportavo più Boston, non ne sopportavo i ricordi. Da quando Richard se ne è andato, ogni angolo, ogni via, ogni palazzo mi ricordava una vita che non avevo più e tutto quello che avevo perduto. Due mesi fa mi è arrivata la proposta: direttore del Nantucket Historic District Commission, il lavoro che sognavo. Occuparmi del ripristino di antichi quartieri, preservare le abitazioni costruite dai primi coloni e conservare intatto l'aspetto che quest'isola ha mantenuto nei secoli era il mio sogno dai tempi del college, ciò che ha fatto di me un architetto. Ho accettato perché non ho nessun legame: vivere qui o altrove non fa differenza. Affretto il passo e raggiungo la mia nuova casa prima che le poche gocce ghiacciate si trasformino in una tempesta di neve. Sono un po' agitata, non dovrei… l'ho fatto anche l'anno scorso. E due Natali fa. Me lo sono imposto. La prima volta è stata una sfida, non volevo passare da sola un'altra Vigilia. È andata bene, lui aveva la mia età, se non ricordo male. Bello, alto… tutto muscoli e dalla risata facile, di origini latine. È stato divertente, una piacevole ginnastica da camera. Mi aveva messo a mio agio ed era stato soddisfacente. L'anno scorso, invece, avevo scelto un tipo un po' troppo giovane, ventitré, forse ventiquattro anni, un biondino stile Golden boy, ma con l'intelligenza di un microcefalo. La noia della serata è stata compensata dalla resistenza, anche se sospetto avesse ingoiato qualche pillolina blu per non deludere le aspettative e guadagnarsi la parcella. Quest'anno la cifra è più che triplicata perché oltre al trasferimento sull'isola e al pernottamento, ho dovuto mettere in conto la tariffa natalizia: non tutti sono disposti a trascorrere le feste lontano da casa e ho faticato a organizzare, ma alla fine uno l'ho trovato, anche se forse è troppo giovane e ho già appurato che non mi trovo molto in sintonia se hanno qualche anno in meno di me, ma non posso permettermi di fare la schizzinosa. Non voglio un uomo, non dopo Richard, neppure una breve relazione, o incontri occasionali. Non voglio nessuno. Nessuno! A Natale però voglio bere, devo stordirmi. Non voglio ricordare che mi ha lasciato proprio quella notte. Voglio fare sesso, voglio sentirmi sporca e cattiva. Ecco, suonano alla porta. Questa sensazione di paura e aspettativa che mi prende le viscere è intensa e mi fa sentire viva, fibrillante. Spavalda. Poso il bicchiere su uno degli scatoloni ancora chiusi e apro con il cuore in gola: mi trovo davanti una figura alta, di spalle, infagottata in un voluminoso parka blu con il cappuccio. Il vento ulula e insieme al nevischio trasporta i boati del mare in tempesta; una folata violenta fa mulinare un vortice di gocce ghiacciate, raffreddando l'ingresso. L'uomo si volta e resto un istante immobile a studiarne il volto seminascosto dalla pelliccia del cappuccio. «Ciao, sei Page?» Una voce profonda mi sorprende e mi avvolge in un abbraccio, sensuale e ruvido al contempo, mentre il suo sguardo intenso e sorridente mi incatena a un paio di occhi più chiari della bufera che imperversa fuori. «Sì.» Rispondo con un monosillabo. «Vieni dentro. Si gela.» Lui entra, si toglie il cappuccio e si sbottona il parka. «Dammela» chiedo, indicando la giacca; aspetto che la scrolli fuori dalle gocce in eccesso prima di richiudergli la porta alle spalle. È più alto di quanto mi aspettassi dalla sua scheda. Ed è anche più vecchio: i venticinque li ha passati da un bel pezzo, direi una quindicina d'anni, se non erro. Ho bevuto un po' e potrei non essere molto lucida, ma non sembra il soggetto per cui ho preso accordi, però io questo tipo lo conosco, o meglio, conosco il suo viso, l'ho visto in foto. Sul sito. Credo ci sia stato un cambio di programma. Probabilmente mi hanno avvisato ma non c'è connessione per via del maltempo, così sarà venuto lui. Deve essere uno di quelli che avevo scartato per l'età: mi sento più sicura con un uomo più giovane. In una situazione come questa non voglio sentirmi in soggezione. Voglio tenere in mano io le redini del comando e con uno così non è facile: potrebbe sembrare una contraddizione, ma troppo giovani mi annoiano, maturi m'inquietano. A guardarlo bene non so se il cambio mi dispiaccia, però glielo devo dire: «Non sei Brandon» osservo con disappunto. «No. Mi chiamo Nate.» Sorride. «Sono qui per…» «So bene perché sei qui. Ti è arrivato l'accredito?» «Sì, tutto a posto.» Si guarda intorno mentre io osservo lui. Ha un paio di pantaloni di cotone spesso blu e un maglione Ralph Lauren a collo alto. Veste griffato… farà i soldi a palate. Uno così sarà richiestissimo dalle cougar piene di dollari perché non è solo bello, ha fascino. Parecchio fascino. E io non voglio sentirmi attratta da lui. Da solo ha occupato tutto lo spazio del salone come l'abete di Natale pieno di lucine. Abete che non ho, ovviamente: odio il Natale, lo odio con tutto il cuore. «Hai cenato?» Chiedo per cortesia e spero di non dovergli preparare qualcosa. Deve aver fatto una traversata sfiancante, con questo tempaccio, ma non ho voglia di essere io a rifocillarlo. Il lato positivo di vivere sola è proprio questo, non dovermi preoccupare di un'altra persona. «Sì, grazie. Ho mangiato qualcosa al pub, giù allo scalo.» "Bene!" penso e vado alla ricerca dei bicchieri ancora imballati negli scatoloni e ne prendo uno. «Bevi qualcosa?» Gli mostro la bottiglia di Appleton. L'Appleton è un'altra delle mie tradizioni natalizie, cioè allontanare i cattivi pensieri con il rum invecchiato. «Sì, grazie» ripete e mi mostra un sorriso smagliante. Ho la sensazione che sia comparsa anche la scintilla tra i denti; mi pare di sentire il din di un campanellino, come nei cartoni animati. Questo tipo mi irrita. «Non ti sei ancora sistemata, vedo.» Ha preso il bicchiere che gli ho porto e ne ha trangugiato metà. Regge bene, penso. «Acuto!» Non lo pago duemila dollari per una notte per fare conversazione. E neppure l'atteggiamento da seduttore mi interessa granché, anzi lo detesto. Lo guardo irritata ma lui continua a fare il piacione, ammiccando. «Non hai bisogno di sedurmi» esordisco, poso il bicchiere sul ripiano della cucina a vista e mi dirigo verso la stanza da letto. «Quelle che ti assoldano probabilmente apprezzano finti corteggiamenti, attenzioni e convenevoli. E hanno bisogno di complimenti, io no. Risparmia la fatica. Se non ti serve altro, ti aspetto in camera» continuo altera. Spero di essere stata chiara. O forse no, perché mi guarda con un'espressione stralunata. Gli è caduta la mascella, ha sgranato quegli occhi più chiari di uno specchio di mare delle Antille. E gli è morto il sorriso, constato con soddisfazione. Devo mostrarmi fredda e spavalda. Non voglio farmi vedere debole, sono io che ho richiesto i suoi servigi, è vero, ma mi aspettavo un ragazzo, invece ho davanti un uomo, che molto probabilmente di solito soddisfa donne anziane, per cui dovrebbe solo ringraziare per la fortuna che gli è capitata. Un uomo normale lo farebbe. Sono bella e lo so: sono sempre andata fiera del mio aspetto, sto bene con il mio corpo e il mio viso mi piace molto. Piaccio agli uomini, piacevo a Richard… Solo che non voglio nessuno nella mia vita. Nessuno! Capisco che sia difficile da comprendere per i miei amici e colleghi che ci provano da anni e alla fine si sono arresi all'idea che una donna di trent'anni – trentadue, per l'esattezza − non voglia relazioni. Strano, eppure è così. Innamorarsi è una sciagura perché la vita porta con sé solo dolori, io lo so bene. Mi concedo questa unica licenza, un incontro a pagamento una volta l'anno… e chi mi capita? Uno che avrà dieci anni più di me! Lo spedirei indietro con il primo traghetto, ma temo che fino a che non cessi la tormenta non facciano salpare neanche una barchetta telecomandata, e qui a Nantucket, se non ricordo male, c'è una lunga tradizione di naufragi: la Essex, l'Andrea Doria e per non parlare dei naufragi letterari, il brigantino di Gordon Pyms, fatto colare a picco niente po' po' di meno che da Edgard Allan Poe e neppure Achab se l'è passata tanto bene. Non voglio averlo sulla coscienza. Potrei spedirlo giù in città alla locanda, ma mi sa tanto che mi accreditino pure il costo del pernottamento. E per di più dovrei passare la notte più brutta dell'anno da sola. No, no, meglio consumare con il vecchietto, qua, che sembra Tom Brady. Tom Brady moro… Ha pure la fossetta sul mento. Ora glielo chiedo, se gioca a football. «Giochi a football?» Intanto, in camera, mi spoglio velocissima. «No, giocavo a basket» risponde, mentre m'infilo nuda sotto la coperta. Ho solo il reggiseno e sgancio pure quello. È rimasto sulla soglia, tentennante. Devo averlo spiazzato. È uno della vecchia guardia, mi dico, sarà abituato ai convenevoli e ai preliminari. Penso proprio che le cougar apprezzino. Non pretenderà mica che gli faccia lo spogliarello, spero! «Che fai, non ti spogli?» lo esorto. Mi guarda, alza il sopracciglio e si toglie il maglione, e prima che la testa rispunti dal collo alto della maglia mi ha già mostrato una serie di pettorali da primato e una coppia di bicipiti degni di un pugile dei pesi medi. Resto a osservarlo mentre slega gli scarponi, li scalcia, si cala i pantaloni e… È già in erezione, noto, un'erezione non proprio completa ma sta sbocciando. Sono abbastanza lusingata perché non credo siano stati i miei modi dolci e maliziosi, né la situazione dall'alto tasso erotico a eccitarlo. Gli piace ciò che vede. Si avvicina, nudo, o quasi. «Per favore, togliti le calze» dico con disappunto. «Ai tuoi ordini, bellezza, sono a tua disposizione.» Si siede sulla sponda del letto, mi prende il mento tra il pollice e l'indice e cerca di avvicinare la bocca per baciarmi. «No!» sbraito perentoria. «Niente baci.» Su questo sono categorica. «Questo no, quell'altro nemmeno: mi puoi lasciare un po' di spazio di manovra? Sono ben intenzionato a soddisfarti, signora, ma se continui così, finisce che mi smonti» ribatte sorridendomi. Ha proprio un bel sorriso, denti bianchi e regolari da perfetto maschio americano. La sua mano è rimasta sul mio viso e mi accarezza: ha le mani callose, curate ma con grandi calli nel palmo e sulla nocca dell'indice. Chissà che lavoro fa, oltre a questo, mi chiedo. Non è che mi importi che cosa faccia lui oltre a soddisfare donne bisognose, non sono curiosa… Okay, un po' sono curiosa ma non devo instaurare nessun tipo di rapporto con costui… O meglio, un rapporto lo voglio, lo voglio disperatamente ora che le sue labbra mi stanno sfiorando il viso. «Dal momento che non vuoi fare conversazione, né vuoi essere baciata, provo a conoscerti così», mormora e mi sfiora, mi annusa. Sento il suo tocco sul corpo e ormai sono annegata tra le sue braccia. Tutta la mia audacia, tutta la mia spavalderia sono state sedate e sono inebriata dal suo odore di uomo, un profumo amaro mescolato all'essenza della sua pelle. Sono inebriata perché è un odore onirico, mi fa sentire a mio agio, a casa. Adesso, quasi quasi, un bacio lo vorrei, in questa posizione, da lui che mi abbraccia da dietro, mi avvolge con il suo corpo, una coscia infilata tra le mie. Sento le sue mani lievemente ruvide stringermi il seno. Il suo tocco è conforto, non solo piacere, è quasi familiare. Sento il suo respiro nell'orecchio, la lingua che si insinua delicatamente dentro, leccando e sospirando, e io sono pronta a trasgredire, fra le sue braccia, trasgredire sul serio, mi sento strana… È una sensazione pericolosa: in questo momento mi sento così calda e languida che vorrei solo che mi prendesse, invece fa scivolare le sue dita in mezzo alle mie gambe e centra al primo colpo il punto perfetto che scatena il mio piacere. Affonda un dito ruvido dentro di me, cerca i miei umori per continuare una carezza bagnata che mi fa scorrere il piacere sottopelle, mi infiamma in un modo… in un modo tale che sono costretta a girare il viso per trovare il suo volto, maschio e intenso, perfetto, voglio vedere quei suoi occhi chiari e voglio… Dischiudo la bocca, spero che capisca, che non debba chiedergli… «Ho voglia di baciarti, Page, spero che non mi fermerai», mi sussurra con le labbra a lambire le mie, una scossa che mi percorre tutta donandomi un piccolo assaggio di orgasmo. Non rispondo ma mi giro di più e mi avvicino, solo un po', un pochino e… Una scossa di piacere e un'onda di calore si propagano dentro di me quando sento il suo sapore di rum dolce e uomo, ricordi lontani e voglia di qualcosa di sopito. È molto di più di un bacio, è nostalgia per qualcosa che quasi non ricordavo di aver vissuto. "È questo un bacio?" Sono spaventata dall'intensità delle sensazioni e dall'emozione che un contatto così semplice e candido porta con sé. Non voglio ricordare… non devo! Devo uscire da questa situazione pericolosa, mi stacco e ordino: «Scopami!» «Signorsì, signora!» risponde pronto. Sento le sue labbra allargarsi in un sorriso mentre abbandonano le mie e percorrono la mia guancia lasciando una scia di dolci brividi. Mi mordicchia il lobo e mi mormora all'orecchio: «Imperdonabile da parte mia, lo so, ma ho dimenticato i preservativi.» «Apri quel cassetto, c'è una scatola nuova». Si solleva e cerca nel comodino, armeggia e tira fuori un flacone. «Vedo che sei ben attrezzata» osserva mostrandomi il tubetto di lubrificante e lo appoggia sul comodino. «Sì, non si sa mai, potrei non essere ispirata». Mi infila di nuovo la mano tra le cosce, mi accarezza piano e sorride. «Al contrario, mi sembri ispiratissima. Mi piace pensare di essere io la fonte di cotanto estro» e ride. Vorrei rispondere a tono ma mi ritrovo sotto di lui, il suo viso maschio a qualche centimetro dal mio, mi sta studiando con un'espressione famelica che mi fa perdere l'uso della favella, mi sento tanto "gattina in calore" e non mi piace, però dentro di me sto urlando: "Sì, per favore, scopami, scopami! Che aspetti?" Devo trattenermi, sto per miagolare! Ho il suo pene duro che preme e si struscia, non ne posso più. Allargo le gambe perché ne ho bisogno, lo voglio dentro, sento un vuoto doloroso che deve essere colmato, dopo tanto tempo… e non è solo il bisogno fisico di un uomo dentro di me, è qualcosa di più intenso che mi prende anche la testa. "Dài, ti prego…" Ma lui niente, è sopra di me, mi prende il viso tra le mani e mi guarda intensamente con quei suoi occhi limpidi… Perché non ho spento la luce? Non voglio che mi guardi in questo modo. Non voglio che mi spii dentro! «Page, sei bellissima. Sono stato molto fortunato a incontrarti questa sera.» Se voleva farmi arrabbiare, c'è riuscito! «Voglio sesso!», piagnucolo, chiudo gli occhi per rompere il contatto con quei due cristalli che mi ha piantato nell'anima e scrollo il capo, da un lato all'altro sul cuscino, ma le sue mani mi trattengono la testa. «Sei sicura? Una donna non vuole mai soltanto sesso.» Riapro gli occhi. «Sono sicura sì! Voglio fare l'amore» protesto. «Ecco, sì, così va meglio» sorride, mi bacia ed entra. Lo accolgo e mi placo, accolgo anche la sua bocca che succhia la mia, accolgo le spinte contro il mio ventre che ondeggia e gli va incontro e pian piano sento inopportune due lacrime che mi colano lungo le tempie. Mi arrendo, lo abbraccio anch'io, infilo le dita tra i suoi capelli morbidi ancora un po' umidi per la tempesta che imperversa fuori ed è rimasta imbrigliata insieme al profumo del vento e della neve tra i fili argentei che ha sulle tempie, solo qualche stria brillante che luccica in una massa morbida di ciocche scure. Mi lascio cullare dalle sue spinte, dalle carezze e dai baci, non voglio pensare quanto mi sia mancato, in questi cinque anni, un uomo vero, un uomo mio. Non voglio pensare che ormai Richard è lontano, sbiadito. Accetto l'orgasmo che fa tremare il mio corpo e si riverbera nel ventre, nel petto, sulle labbra, arriva alle tempie e mi sconvolge i pensieri. Grido, un urlo soffocato dalla sua lingua sconosciuta persa nella mia bocca. Gli tiro i capelli mentre mi strizza il seno serrato nel suo palmo e vi affonda le dita; vado incontro ai suoi fianchi che mi percuotono con colpi brutali per arrivare all'apice e assaporo i miei ultimi spasmi. Ansima, geme, sento che sta per godere e non stacca la sua bocca dalla mia, finché non ruggisce un lamento più profondo, tremando sul mio corpo. Si placa, apro le braccia e lo libero ma non si muove, addolcisce solo il suo bacio, da prepotente diventa languido. Finisco di nuovo per perdermi nel suo abbraccio, carezzandogli i fianchi. «Fantastico» mi sussurra sulle labbra prima di darmi un altro bacio. «Fantastico» ripete fra sé mentre si sposta di lato e si alza. Si sfila il preservativo e, sicuro, si dirige in bagno, mostrandomi il lato posteriore del suo corpo statuario. Mi ha stordito. Tutta la spavalderia che avevo faticosamente accumulato negli anni e che credevo sarebbe bastata per farmi vivere un'altra di queste esperienze occasionali si è vaporizzata sulle sue labbra. Mi alzo e mi infilo il cardigan di Richard, quello mélange fatto a maglia, di lana morbida e grossa, che mi scalda con una tiepida carezza. Mi ci avvolgo come in un abbraccio e vado alla ricerca di un profumo che dopo cinque anni non riesco più a ricordare. Mi accomodo nella poltroncina di velluto e assumo la posizione del loto. Devo meditare. Nei pochi secondi che il mio regalo di Natale si prenderà per sé chiuso in bagno, devo meditare. Dovrei sbatterlo fuori nella tormenta, mi dico. Sì, è la cosa più saggia! Ma il mio cinismo, che in questo giorno sdolcinato riesce a superare anche le vette del Grinch, non mi permette di arrivare a tanto. Che gli dico? Una voce sarcastica e molesta mi suggerisce la più appetibile delle soluzioni: "Niente, non dirgli niente e fatti dare la seconda ripassata." L'idea non è così male, ma prima deve ricaricare le batterie. E io nel frattempo che faccio? Di che parlo? No, no. No! È un soggetto pericolosissimo! Devo riprendere in mano la situazione e ho già quasi un piano: lui che passa il resto della notte sul divano e… Ah, eccolo! Esce dal bagno con quel sorriso smagliante da pubblicità del dentifricio. Nudo… in erezione… Ancora?! Deve essersi calato qualcosa, alla sua età. Probabilmente usa la "Pillola del Weekend", così glielo chiedo: «Usi il Cialis?» «Come, scusa?» «Il Cialis, la Pillola del Weekend. Tipo Viagra, sai…» Solleva il sopracciglio, infastidito. «Ancora non ne sento la necessità» e noto l'impercettibile movimento dei fianchi. «Lo prendono anche i giovani» spiego. «Ti sembro così decrepito?» mi attacca, risentito. Gli si è smorzato il sorriso piacione e ha un cipiglio arrogante che gli si addice di più dell'aria da seduttore della domenica. Ammetto che è sexy, anzi così sexy da perderci la testa. E io con lui sono stata davvero acida. «No, non sei decrepito» inizio, ma non sto migliorando la situazione, neanche un pochino. «Sei abituata ai toyboy?» Fa una smorfia che vorrebbe essere ironica. Non mi piacciono le sue insinuazioni, quindi ribatto: «Non accetto la morale, non da te. Siamo sulla stessa barca, mi pare.» Solleva il sopracciglio, non risponde, quindi continuo: «È così difficile per voi uomini capire la differenza?» «Quale differenza, scusa?» «Non voglio essere corteggiata, non voglio un uomo, neanche il rimorchio di una sera.» «E quindi paghi?» «Sì, pago per un servizio. Nessuno così può accampare il benché minimo diritto; nessuno può anche solo pensare che si tratti di una conquista, nemmeno la conquista effimera da una botta e via: chiaro? Quindi nessun toyboy per me» sbotto, indignata. «In pratica paghi una puttana.» Mi guarda con malcelata disapprovazione. «Non vorrei sminuire il tuo lavoro, ma sì, più o meno è questo il concetto.» Come se ci fosse differenza tra un gigolò e una prostituta, e glielo dico: «Una cosa che vuoi uomini fate abitualmente, cioè pagare una donna per qualche minuto di sesso.» Mi alzo dalla poltroncina per continuare la discussione da una posizione più elevata, mi sento a disagio con lui che torreggia su di me con le mani posate sui fianchi, nudo, e un sorriso divertito che è tornato a spuntargli su quella bella faccia. «Io non pago le donne.» «Eh, già. Io invece sì, una volta l'anno: e tu saresti il mio regalo di Natale.» «Non ti vanno bene un paio di orecchini o una borsa nuova?» Ride. «Se proprio ci tieni» ribatto, sciorinando tutto il mio sarcasmo, «te ne farò recapitare un paio: li vuoi col pendente? O preferisci una borsetta, una Swagger di Coach, magari? Di che colore?» «Capisco perché sei sola: sei dolce come un limone della California.» «Sono sola perché sono vedova» rispondo di getto. "Accidenti! Accidenti! Accidenti!" Mi è uscita così, non avrei voluto dire nulla, non l'ho mai fatto con nessuno. Non parlo mai di Richard, mai! Mai! Mai. Lui spalanca gli occhi, indietreggia di un passo. «Vedova?» «Sì, vedova, ma non è morto per il mio veleno. Non l'ho ucciso io, se è quello che stai pensando.» «Non era riportato sulla tua scheda.» Sembra perplesso. «Non metto i manifesti, né tantomeno vado a scriverlo nel form di un sito equivoco.» Se ora mi dice che gli dispiace lo sbatto fuori nella tormenta. Invece si siede sul letto come mamma l'ha fatto, senza la minima intenzione di coprire le proprie nudità – ma d'altra parte ci deve essere abituato, è la sua divisa d'ordinanza – appoggia i gomiti sulle ginocchia, solleva il suo sguardo indagatore su di me. «Quindi è morto la notte di Natale…» Ma come cavolo fa a saperlo?! «Come fai a saperlo?» domando, perplessa. «Perché farei la stessa cosa. Cercherei di non pensare, di non ricordare.» Allunga un braccio e agguanta il mio polso, mi attira a sé e mi costringe a sedere sulle sue ginocchia. Non oppongo resistenza. Mi bacia, afferrandomi in mento in una stretta decisa. Cerco di sfuggirgli, ma non riesco… forse non voglio. Decisamente non voglio… Insinua le sue mani sotto il maglione di Richard, a cercare la mia pelle da accarezzare, sotto questo ricordo tangibile che ho infilato quasi fosse una barriera fra me e lui. Fra me e… qualcosa di nuovo. «È di questo che hai bisogno» mi dice, carezzandomi i fianchi con mani calde e delicate, un tocco confortante e familiare. «Sono qui per questo» sento che mi sussurra con le labbra premute sul mio collo. «Un incidente…» Le parole mi escono così, un riflesso involontario. «Avevamo lavorato entrambi senza sosta fino alla Vigilia al progetto di un nuovo grattacielo e non avevamo fatto l'albero. Richard è uscito per comperarne uno, per avere il nostro primo abete di Natale nella casa nuova… Un'auto sulle strisce… Un ubriaco che era appena uscito dalla festa degli auguri del suo ufficio. Odio il Natale. Lo odio con tutto il cuore» sbotto e mi esce anche un singhiozzo. Lui mi stringe, forte, e io inizio a singhiozzare sul serio, nascondendo la faccia nell'incavo del suo collo. È la prima volta che piango, dopo quella maledetta notte. E sono passati cinque anni. Piango, mi sfogo. Lui tace e mi tiene stretta. Questi gigolo devono essere anche un po' psicologi, perché appena riesco di nuovo a parlare continuo: «La cosa terribile è che il dolore resta vivo, ma il ricordo… il suo viso sta svanendo, non è più nitido.» Quest'uomo è perfetto, perché mi aspettavo che mi dicesse che il mondo va avanti, che sono giovane e bella e che ho tutta un'esistenza da vivere. Che anche Richard avrebbe voluto che mi rifacessi una vita, che accettassi un altro uomo al mio fianco, mi facessi una famiglia e tutta la serie di infinite banalità che mi hanno propinato in questi anni. Invece mi fa sdraiare sotto le coperte, mi sfila il maglione, mi abbraccia, mi dà un bacio sulla fronte e dice solo: «Una mattina ti sveglierai, penserai a lui come ogni altra mattina, e ti spunterà sul viso un bel sorriso. Quel giorno, e solo quel giorno, sarai pronta ad andare avanti.» «Dici? E come fai a saperlo?» Sembra quasi che ci sia passato. «Ho perso i miei in un incidente aereo quando avevo sedici anni. C'è voluto un po', ma alla fine sono rimaste solo le cose belle.» Mi sveglio. C'è silenzio e tutto è ovattato. Mi alzo e vado alla finestra. Nel cielo splende un bel sole invernale e poche nuvole scure e sottili, basse sull'orizzonte ad accarezzare il mare ormai calmo, sono l'unico ricordo della tempesta gelida di ieri. Spio fuori il paesaggio selvaggio: il prato all'inglese della grande dimora padronale che, ieri, a causa della bufera non si distingueva, ora è spruzzato di bianco, neve quasi sciolta dal vento di mare e dalla salsedine. Adoro queste case grigie dagli infissi bianchi tipiche di quest'isola. La villa dei padroni di casa, oltre a essere un antico edificio storico è posizionata in un luogo meraviglioso, appena fuori dal centro, un po' isolata su un basso promontorio da cui si vede il mare, punteggiato da piccole barche, e il faro vicino svetta e veglia su quest'isola dal sapore antico. Anche questo piccolo cottage è bello, grigio e bianco, ma è una dépendance di recente costruzione. Mi hanno offerto questo alloggio in affitto per una cifra ragionevole, non ho potuto rifiutare. Mi piace starmene per conto mio. Tranne la notte di Natale, s'intende. Nate sta dormendo. È stato… è stato splendido questa notte. Avevo ragione a diffidare degli uomini maturi, sono pericolosi… Esco dal bagno in silenzio per non svegliarlo. Questa notte ha faticato parecchio per soddisfarmi e guadagnarsi la parcella. Dopo il mio sfogo, pian piano abbiamo ricominciato. Il terzo round è iniziato all'alba. «Ti faccio vedere di cosa è capace un vecchio rudere» mi ha detto svegliandomi. Era ancora buio, ho faticato un po' a capire che ora fosse e che voleva continuare, ma non ero stupita di avere un estraneo dentro al letto, inconsciamente sapevo che era lui, una presenza confortante. Mi piacerebbe che non se andasse. Non oggi. Ma non dirò nulla, ovviamente. Meglio così, è quello che volevo, solo che… In cucina preparo il caffè, mi sono infilata il maglione di Richard: maldestra, scontro la caraffa e rovescio il filtro. Il caffè mescolato all'acqua crea una poltiglia che imbratta il bancone, la polvere si spande sul maglione, mi entra nelle narici e comincio a starnutire… «Sei una frana» sento una voce lontana, persa nei ricordi, la voce di Richard. Non si era arrabbiato quella volta, eppure l'avevo combinata grossa, avevo macchiato un suo disegno importante, così da allora teneva i suoi progetti lontani da me e dai ripiani della cucina. Sorrido ripensando a Richard, al suo sorriso e soprattutto alla sua faccia da cartone animato quando aveva visto la polvere scura colorare il frutto di cotanta fatica. Sorrido, mi volto e vedo Nate sulla soglia della stanza. È vestito e ha gli scarponi ancora slacciati. «Buongiorno.» «Buongiorno a te e buon Natale» gli auguro, distratta. «Vuoi un caffè? È quasi pronto.» «Buon Natale», replica con un sorrisetto scaltro. «Sì, grazie, con piacere» e si siede sullo sgabello davanti a me. Il suono del campanello ci sorprende. Ci voltiamo entrambi in direzione della porta. Sollevo le sopracciglia, stupita. Mi guardo, il maglione di Richard mi arriva sopra al ginocchio, sono quasi presentabile ma sono indecisa se andare ad aprire. «Che fai, non apri?» «Non so… magari sono i vicini.» «Hai paura che mi trovino qui? Se vuoi vado di là, anche se dubito che qualcuno di quest'isola venga a farti visita la mattina di Natale, e a quest'ora per giunta, per darti il benvenuto». «No, stai pure lì.» Vado alla porta. Sbircio attraverso i riquadri a vetri dell'ingresso e noto un ragazzo palestrato. Apro. «Ciao. Buon Natale.» «Buon Natale…» Lascio in sospeso la domanda. Chi è costui? «Sono Brandon» mi delucida. «Mi spiace ma ieri tutti i collegamenti per l'isola erano interrotti, te l'ho scritto nella mail che non sarei riuscito ad arrivare in tempo al nostro appuntamento e sarei venuto stamattina con il…» Mi volto di scatto verso Nate, mentre Brandon continua a parlare, spiegare, sempre fermo sulla porta. Sbarro gli occhi e guardo l'uomo con cui ho vissuto una notte di folle, intensa e insperata passione che mi sta sorridendo, appoggiato con noncuranza al bancone. «Chi diavolo sei?» sbraito. «Brandon!» mi risponde il ragazzo che nel frattempo è entrato nel mio salone. Io tengo i miei occhi a lanciafiamme puntati sul soggetto numero uno che si è alzato e si è avvicinato al nuovo ospite. «Ciao Brandon, buon Natale» gli dice e lo prende per il gomito. Lo fa girare su se stesso e lo guida verso l'ingresso. «Sono quasi le dieci: se ti sbrighi fai in tempo a prendere il traghetto delle dieci e trenta e fra un'ora e mezza sei di nuovo a Hyannis» gli spiega, sbattendolo fuori. «Di' a Margareth, alla biglietteria, che sei amico mio, ti rimborserà i soldi del biglietto.» «Amico di chi?» chiediamo praticamente in coro io e Brandon. «Dille che ti manda Nate, Nathan McKinnon, e di richiamarmi.» Sento che gli dice ancora qualcosa ma io ho la testa in panne. Mi sta fumando. «Nathan McKinnon?» ripeto il suo nome tra le labbra. E mi tremano le gambe. McKinnon è il presidente del Nantucket Historic District, in pratica l'uomo che mi ha assunto. Nonché il padrone di casa: quello a cui ho pagato tre mesi di affitto anticipato con un bel bonifico da tremila dollari. Il McKinnon delle McKinnon Cruises, la compagnia di traghetti che collega Nantuket e Martha's Vineyard a Cape Cod e mezzo Massachusetts. Vorrei urlare! «Oh, mio Dio…» biascico, mentre Brandon, che ho visto solo di sfuggita, è già scomparso dal mio raggio di azione. Non so neppure se sia bello o brutto, se mi piaccia o meno, ma sono terribilmente sollevata che sia stato liquidato così in fretta. E non da me. Ma questo non significa che passi sopra a quello che ha fatto lui! «Ma come ti sei permesso?!» inveisco contro Nate che ha appena chiuso la porta. «Come mi sono permesso? Non è che mi hai lasciato molta scelta.» «Sciacallo!» «Che avrei dovuto fare, scusa? Il mio sogno erotico si è materializzato sotto forma di regalo di Natale: Gisele Bundchen che mi invita in camera, si spoglia nuda e mi fa spazio nel suo letto. E io secondo te mi sarei dovuto perdere in convenevoli?» «Ovvio che sì!» urlo. «Avresti dovuto dirmi chi eri! E che non eri Brandon!» «Te l'ho detto che non ero Brandon, e poi hai fatto tutto tu. Non mi hai fatto aprire bocca.» Si giustifica, ma ride. Mi sta prendendo in giro. Mi sento umiliata. Io odio il Natale, non può succedere niente di buono a Natale, neppure gli incontri occasionali riescono a finire bene il giorno di Natale! Sono veramente arrabbiata! … Ha detto Gisele Bundchen? Secondo lui le assomiglio? «Hai detto Gisele Bundchen?» «Sì, ma di faccia sei più bella.» «Non mi blandire!» «Non ti blandisco, ma puoi biasimarmi se ho accettato il tuo cortese invito? E dopo non mi è sembrato più il caso di interrompere il nostro idillio, così ho…» Si scansa velocemente per evitare il primo libro che ho preso da uno degli scatoloni e gli ho lanciato addosso. Prende al volo il secondo e ride. «"La via zen per la felicità"» sogghigna leggendo il titolo del terzo proiettile, che ha afferrato con la mano libera. «Perché sei venuto?» gli urlo. «Buon vicinato» mi spiega e si china a legare gli scarponi. «Volevo fare la tua conoscenza. Presentarmi, vedere se ti eri sistemata e sapere se avevi bisogno di qualcosa. Il vivere civile, insomma.» Si solleva e mi guarda in viso. «Ma ammetto» continua, «che la tua accoglienza mi ha sorpreso, e l'ho trovata infinitamente più piacevole. Ah, sono venuto anche a invitarti al party di Natale, alla villa» e indica casa sua, al di là del prato. «Per inciso, quest'anno sarai l'ospite d'onore.» «Io non ci vengo! Scordatelo!» «Figuriamoci! Ti aspettano tutti, non farti pregare. È una consuetudine, il party di Natale a casa mia, e quest'anno ci sarà mezzo paese perché tutti vogliono conoscerti.» «Ho detto che non ci vengo! Non ci penso proprio, anzi, me ne torno a Boston! Non voglio avere nulla a che fare con un truffatore come te!» «Alle dodici, puntuale» mi ammonisce senza ribattere. «Se ritardi anche solo di un minuto vengo qui a prenderti di peso, ti carico sulle spalle e ti porto al party come un sacco di patate.» «Non oserai.» «Vuoi mettermi alla prova? Oppure ti piace presentarti alla gente in modo inconsueto, per fare in modo che si ricordino di te? Se è così, ti accontento: ti faccio fare un'entrata trionfale.» «Non oserai!» Alzo la voce. Lui ride. Sì, credo proprio che oserebbe. Oserà… Ha preso il suo parka abbandonato sui cartoni ieri sera e apre la porta. «Ora devo andare perché mi aspettano quelli del catering.» Torna indietro, mi afferra per la vita, mi attira a sé senza che io riesca a opporre resistenza e mi stampa un bacio sulle labbra. «Puntuale, mi raccomando.» Al party, "quel party", sono arrivata puntuale. Ho conosciuto tutta Nantucket. La cosa buona è che non mi sono sentita sola, non ho pensato a Richard nemmeno per un momento. Nella grande casa, tutta decorata come la residenza di Babbo Natale al Polo Nord, è riuscita a entrare, stipata, tutta Nantucket. A stento ho ricordato il nome, sì e no, di una decina di persone nella moltitudine di gente che si è presentata. Il buffet era enorme, gestito da un catering di Martha's Vineyard e supervisionato da quella che, al mio arrivo sull'isola, pensavo fosse la padrona di casa, invece era solo la governante. "Solo" si fa per dire, visto che è un prezioso factotum, la mia salvezza, un angelo piovuto sulla terra per dispensarmi di generosi doni e aiuto provvidenziale. Sì perché senza Vera non sopravvivrei alle mie tre pesti, con un altro in arrivo… "Siate fecondi e moltiplicatevi": lui ha preso alla lettera il comandamento della Genesi, infatti sono passati cinque anni e stiamo aspettando il nostro quarto figlio. Il primo è arrivato quasi subito, e le due femmine, a onor del vero, sono arrivate insieme, perché nella sua famiglia c'è predisposizione gemellare. Ora stiamo aspettando un altro maschio. Come ogni anno apro i pacchetti, dobbiamo fare in fretta perché stanno per arrivare quelli del catering. So già che cosa ci sarà in due di quelli destinati a me: una borsa e un paio di orecchini. Fa lo spiritoso, tutti gli anni. Anche la prima volta. Quel Natale mi ha fatto trovare una Swagger di Coach: non so come abbia fatto a scovarne una così in fretta, ma a Nantucket tutti fanno quello che lui chiede, ogni suo desiderio viene esaudito. Fatto sta che mi ha fatto trovare il regalo sotto il grande albero del suo salone e mentre tutti si scambiavano i doni, lui mi ha presentato il suo. «Io non ti ho fatto nulla, non so come ricambiare» gli ho detto imbarazzata. «Se è per questo, mi devi ancora la parcella per le prestazioni di stanotte» ha ribattuto lui ridendo. «Tu vaneggi» gli ho risposto. «No, per niente, anzi, ho in mente proprio un bel regalo, qualcosa che desidero profondamente: dovresti ricambiare…» Insomma, da quella notte abbiamo diviso il letto, esattamente come la notte precedente… per sempre. Non che sia stato semplicissimo, perché si sono messe in mezzo tutte le sue ex: le più tenaci si sono rivelate due sorelle di Martha's Vineyard e la sua ex moglie, che ha cercato di accampare ancora dei diritti dopo ben tre anni dal divorzio. Divorzio che aveva voluto lei, visto che aveva mollato Nate per un nuovo marito, di New York, ben più ricco e introdotto nel jet-set. Peccato che avesse preso l'abitudine di tornare a Nantucket per rinverdire il passato di passione con quello che ora è il mio, di marito. Ovvio che quando mi ha visto all'orizzonte non l'ha presa bene. Io, però, sono un tipo tosto, e ho sventato tutti i loro subdoli attacchi volti a farmi tornare l'allergia al Natale. Ma questa è un'altra storia… Ora mi godo i miei cuccioli che spacchettano i regali, e spero che a Nate piacerà il mio, di dono, un tosaerba ultramoderno, proprio quello che voleva, anche se so, so perfettamente che lui preferisce quello che ci scambiamo ogni anno chiusi in camera, io e lui, da soli, il regalo giusto per dimostrarmi che qualcosa di buono, il Natale, lo riserva pure a me. Questo racconto inedito pubblicato è un'opera di fantasia scritta in esclusiva per Stella e pubblicata solo sul sito Free Passion nella rassegna "Racconti di Natale – Edizione 2018" © Riproduzione riservata. Proprietà intellettuale dell'autrice Bianca Visentin . Vietata la riproduzione di questi contenuti o parte di essi. Il mio regalo di Natale - Racconto - Copyright © 2018 – Bianca Visentin
Alexa Rank
1,000,001
Free Passion |. È stato emozionante, dopo una assenza di oltre cinque mesi, ritrovarsi davanti il pannello di controllo del sito; temevo di aver ormai dimenticato le varie funzioni e il loro utilizzo, ma mi sono resa conto che è un po' come andare in bicicletta: una volta imparato non si scorda più. Il mio ritorno su questi schermi, in realtà, è una toccata e fuga, semplicemente perché non potevo mancare di fare a tutte quante voi i miei migliori auguri di Buone Feste e, come tutti i Babbo Natale che si rispettano, o una Befana in anticipo - fate un po' voi - non vengo a mani vuote, ma vi porto in dono un bellissimo racconto inedito... ...dedicato proprio a questo particolare momento dell'anno, per non dimenticare mai quel magico scintillio che a Natale rende tutto possibile. Per questo racconto dovete ringraziare la mia amica Bianca, una new entry che ha deciso di condividere insieme a voi una delle favole contenute nel suo cassetto dei sogni. Per lei un bacio e un abbraccio per questo splendido e inatteso regalo, mentre a voi vanno i miei migliori auguri di Buone Feste seguiti, come sempre, dall'immancabile... Buona Lettura IL MIO REGALO DI NATALE di Bianca Visentin Sola, unica presenza umana lungo tutta la lingua di sabbia bagnata, affondo i passi nella rena intrisa di mare e mi godo la strisciante malinconia che questo paesaggio al di là del tempo mi offre. Sollevo lo sguardo sul grande faro bianco sferzato dalla risacca di onde enormi, sulla sua lanterna nera che per secoli ha illuminato la rotta a tanti naviganti, ai pescatori, alle baleniere che, proprio come la Pequod, salpavano da qui, dal porto di Nantucket, alla ricerca del miraggio di una balena bianca. Ho accettato questo nuovo lavoro perché non sopportavo più Boston, non ne sopportavo i ricordi. Da quando Richard se ne è andato, ogni angolo, ogni via, ogni palazzo mi ricordava una vita che non avevo più e tutto quello che avevo perduto. Due mesi fa mi è arrivata la proposta: direttore del Nantucket Historic District Commission, il lavoro che sognavo. Occuparmi del ripristino di antichi quartieri, preservare le abitazioni costruite dai primi coloni e conservare intatto l'aspetto che quest'isola ha mantenuto nei secoli era il mio sogno dai tempi del college, ciò che ha fatto di me un architetto. Ho accettato perché non ho nessun legame: vivere qui o altrove non fa differenza. Affretto il passo e raggiungo la mia nuova casa prima che le poche gocce ghiacciate si trasformino in una tempesta di neve. Sono un po' agitata, non dovrei… l'ho fatto anche l'anno scorso. E due Natali fa. Me lo sono imposto. La prima volta è stata una sfida, non volevo passare da sola un'altra Vigilia. È andata bene, lui aveva la mia età, se non ricordo male. Bello, alto… tutto muscoli e dalla risata facile, di origini latine. È stato divertente, una piacevole ginnastica da camera. Mi aveva messo a mio agio ed era stato soddisfacente. L'anno scorso, invece, avevo scelto un tipo un po' troppo giovane, ventitré, forse ventiquattro anni, un biondino stile Golden boy, ma con l'intelligenza di un microcefalo. La noia della serata è stata compensata dalla resistenza, anche se sospetto avesse ingoiato qualche pillolina blu per non deludere le aspettative e guadagnarsi la parcella. Quest'anno la cifra è più che triplicata perché oltre al trasferimento sull'isola e al pernottamento, ho dovuto mettere in conto la tariffa natalizia: non tutti sono disposti a trascorrere le feste lontano da casa e ho faticato a organizzare, ma alla fine uno l'ho trovato, anche se forse è troppo giovane e ho già appurato che non mi trovo molto in sintonia se hanno qualche anno in meno di me, ma non posso permettermi di fare la schizzinosa. Non voglio un uomo, non dopo Richard, neppure una breve relazione, o incontri occasionali. Non voglio nessuno. Nessuno! A Natale però voglio bere, devo stordirmi. Non voglio ricordare che mi ha lasciato proprio quella notte. Voglio fare sesso, voglio sentirmi sporca e cattiva. Ecco, suonano alla porta. Questa sensazione di paura e aspettativa che mi prende le viscere è intensa e mi fa sentire viva, fibrillante. Spavalda. Poso il bicchiere su uno degli scatoloni ancora chiusi e apro con il cuore in gola: mi trovo davanti una figura alta, di spalle, infagottata in un voluminoso parka blu con il cappuccio. Il vento ulula e insieme al nevischio trasporta i boati del mare in tempesta; una folata violenta fa mulinare un vortice di gocce ghiacciate, raffreddando l'ingresso. L'uomo si volta e resto un istante immobile a studiarne il volto seminascosto dalla pelliccia del cappuccio. «Ciao, sei Page?» Una voce profonda mi sorprende e mi avvolge in un abbraccio, sensuale e ruvido al contempo, mentre il suo sguardo intenso e sorridente mi incatena a un paio di occhi più chiari della bufera che imperversa fuori. «Sì.» Rispondo con un monosillabo. «Vieni dentro. Si gela.» Lui entra, si toglie il cappuccio e si sbottona il parka. «Dammela» chiedo, indicando la giacca; aspetto che la scrolli fuori dalle gocce in eccesso prima di richiudergli la porta alle spalle. È più alto di quanto mi aspettassi dalla sua scheda. Ed è anche più vecchio: i venticinque li ha passati da un bel pezzo, direi una quindicina d'anni, se non erro. Ho bevuto un po' e potrei non essere molto lucida, ma non sembra il soggetto per cui ho preso accordi, però io questo tipo lo conosco, o meglio, conosco il suo viso, l'ho visto in foto. Sul sito. Credo ci sia stato un cambio di programma. Probabilmente mi hanno avvisato ma non c'è connessione per via del maltempo, così sarà venuto lui. Deve essere uno di quelli che avevo scartato per l'età: mi sento più sicura con un uomo più giovane. In una situazione come questa non voglio sentirmi in soggezione. Voglio tenere in mano io le redini del comando e con uno così non è facile: potrebbe sembrare una contraddizione, ma troppo giovani mi annoiano, maturi m'inquietano. A guardarlo bene non so se il cambio mi dispiaccia, però glielo devo dire: «Non sei Brandon» osservo con disappunto. «No. Mi chiamo Nate.» Sorride. «Sono qui per…» «So bene perché sei qui. Ti è arrivato l'accredito?» «Sì, tutto a posto.» Si guarda intorno mentre io osservo lui. Ha un paio di pantaloni di cotone spesso blu e un maglione Ralph Lauren a collo alto. Veste griffato… farà i soldi a palate. Uno così sarà richiestissimo dalle cougar piene di dollari perché non è solo bello, ha fascino. Parecchio fascino. E io non voglio sentirmi attratta da lui. Da solo ha occupato tutto lo spazio del salone come l'abete di Natale pieno di lucine. Abete che non ho, ovviamente: odio il Natale, lo odio con tutto il cuore. «Hai cenato?» Chiedo per cortesia e spero di non dovergli preparare qualcosa. Deve aver fatto una traversata sfiancante, con questo tempaccio, ma non ho voglia di essere io a rifocillarlo. Il lato positivo di vivere sola è proprio questo, non dovermi preoccupare di un'altra persona. «Sì, grazie. Ho mangiato qualcosa al pub, giù allo scalo.» "Bene!" penso e vado alla ricerca dei bicchieri ancora imballati negli scatoloni e ne prendo uno. «Bevi qualcosa?» Gli mostro la bottiglia di Appleton. L'Appleton è un'altra delle mie tradizioni natalizie, cioè allontanare i cattivi pensieri con il rum invecchiato. «Sì, grazie» ripete e mi mostra un sorriso smagliante. Ho la sensazione che sia comparsa anche la scintilla tra i denti; mi pare di sentire il din di un campanellino, come nei cartoni animati. Questo tipo mi irrita. «Non ti sei ancora sistemata, vedo.» Ha preso il bicchiere che gli ho porto e ne ha trangugiato metà. Regge bene, penso. «Acuto!» Non lo pago duemila dollari per una notte per fare conversazione. E neppure l'atteggiamento da seduttore mi interessa granché, anzi lo detesto. Lo guardo irritata ma lui continua a fare il piacione, ammiccando. «Non hai bisogno di sedurmi» esordisco, poso il bicchiere sul ripiano della cucina a vista e mi dirigo verso la stanza da letto. «Quelle che ti assoldano probabilmente apprezzano finti corteggiamenti, attenzioni e convenevoli. E hanno bisogno di complimenti, io no. Risparmia la fatica. Se non ti serve altro, ti aspetto in camera» continuo altera. Spero di essere stata chiara. O forse no, perché mi guarda con un'espressione stralunata. Gli è caduta la mascella, ha sgranato quegli occhi più chiari di uno specchio di mare delle Antille. E gli è morto il sorriso, constato con soddisfazione. Devo mostrarmi fredda e spavalda. Non voglio farmi vedere debole, sono io che ho richiesto i suoi servigi, è vero, ma mi aspettavo un ragazzo, invece ho davanti un uomo, che molto probabilmente di solito soddisfa donne anziane, per cui dovrebbe solo ringraziare per la fortuna che gli è capitata. Un uomo normale lo farebbe. Sono bella e lo so: sono sempre andata fiera del mio aspetto, sto bene con il mio corpo e il mio viso mi piace molto. Piaccio agli uomini, piacevo a Richard… Solo che non voglio nessuno nella mia vita. Nessuno! Capisco che sia difficile da comprendere per i miei amici e colleghi che ci provano da anni e alla fine si sono arresi all'idea che una donna di trent'anni – trentadue, per l'esattezza − non voglia relazioni. Strano, eppure è così. Innamorarsi è una sciagura perché la vita porta con sé solo dolori, io lo so bene. Mi concedo questa unica licenza, un incontro a pagamento una volta l'anno… e chi mi capita? Uno che avrà dieci anni più di me! Lo spedirei indietro con il primo traghetto, ma temo che fino a che non cessi la tormenta non facciano salpare neanche una barchetta telecomandata, e qui a Nantucket, se non ricordo male, c'è una lunga tradizione di naufragi: la Essex, l'Andrea Doria e per non parlare dei naufragi letterari, il brigantino di Gordon Pyms, fatto colare a picco niente po' po' di meno che da Edgard Allan Poe e neppure Achab se l'è passata tanto bene. Non voglio averlo sulla coscienza. Potrei spedirlo giù in città alla locanda, ma mi sa tanto che mi accreditino pure il costo del pernottamento. E per di più dovrei passare la notte più brutta dell'anno da sola. No, no, meglio consumare con il vecchietto, qua, che sembra Tom Brady. Tom Brady moro… Ha pure la fossetta sul mento. Ora glielo chiedo, se gioca a football. «Giochi a football?» Intanto, in camera, mi spoglio velocissima. «No, giocavo a basket» risponde, mentre m'infilo nuda sotto la coperta. Ho solo il reggiseno e sgancio pure quello. È rimasto sulla soglia, tentennante. Devo averlo spiazzato. È uno della vecchia guardia, mi dico, sarà abituato ai convenevoli e ai preliminari. Penso proprio che le cougar apprezzino. Non pretenderà mica che gli faccia lo spogliarello, spero! «Che fai, non ti spogli?» lo esorto. Mi guarda, alza il sopracciglio e si toglie il maglione, e prima che la testa rispunti dal collo alto della maglia mi ha già mostrato una serie di pettorali da primato e una coppia di bicipiti degni di un pugile dei pesi medi. Resto a osservarlo mentre slega gli scarponi, li scalcia, si cala i pantaloni e… È già in erezione, noto, un'erezione non proprio completa ma sta sbocciando. Sono abbastanza lusingata perché non credo siano stati i miei modi dolci e maliziosi, né la situazione dall'alto tasso erotico a eccitarlo. Gli piace ciò che vede. Si avvicina, nudo, o quasi. «Per favore, togliti le calze» dico con disappunto. «Ai tuoi ordini, bellezza, sono a tua disposizione.» Si siede sulla sponda del letto, mi prende il mento tra il pollice e l'indice e cerca di avvicinare la bocca per baciarmi. «No!» sbraito perentoria. «Niente baci.» Su questo sono categorica. «Questo no, quell'altro nemmeno: mi puoi lasciare un po' di spazio di manovra? Sono ben intenzionato a soddisfarti, signora, ma se continui così, finisce che mi smonti» ribatte sorridendomi. Ha proprio un bel sorriso, denti bianchi e regolari da perfetto maschio americano. La sua mano è rimasta sul mio viso e mi accarezza: ha le mani callose, curate ma con grandi calli nel palmo e sulla nocca dell'indice. Chissà che lavoro fa, oltre a questo, mi chiedo. Non è che mi importi che cosa faccia lui oltre a soddisfare donne bisognose, non sono curiosa… Okay, un po' sono curiosa ma non devo instaurare nessun tipo di rapporto con costui… O meglio, un rapporto lo voglio, lo voglio disperatamente ora che le sue labbra mi stanno sfiorando il viso. «Dal momento che non vuoi fare conversazione, né vuoi essere baciata, provo a conoscerti così», mormora e mi sfiora, mi annusa. Sento il suo tocco sul corpo e ormai sono annegata tra le sue braccia. Tutta la mia audacia, tutta la mia spavalderia sono state sedate e sono inebriata dal suo odore di uomo, un profumo amaro mescolato all'essenza della sua pelle. Sono inebriata perché è un odore onirico, mi fa sentire a mio agio, a casa. Adesso, quasi quasi, un bacio lo vorrei, in questa posizione, da lui che mi abbraccia da dietro, mi avvolge con il suo corpo, una coscia infilata tra le mie. Sento le sue mani lievemente ruvide stringermi il seno. Il suo tocco è conforto, non solo piacere, è quasi familiare. Sento il suo respiro nell'orecchio, la lingua che si insinua delicatamente dentro, leccando e sospirando, e io sono pronta a trasgredire, fra le sue braccia, trasgredire sul serio, mi sento strana… È una sensazione pericolosa: in questo momento mi sento così calda e languida che vorrei solo che mi prendesse, invece fa scivolare le sue dita in mezzo alle mie gambe e centra al primo colpo il punto perfetto che scatena il mio piacere. Affonda un dito ruvido dentro di me, cerca i miei umori per continuare una carezza bagnata che mi fa scorrere il piacere sottopelle, mi infiamma in un modo… in un modo tale che sono costretta a girare il viso per trovare il suo volto, maschio e intenso, perfetto, voglio vedere quei suoi occhi chiari e voglio… Dischiudo la bocca, spero che capisca, che non debba chiedergli… «Ho voglia di baciarti, Page, spero che non mi fermerai», mi sussurra con le labbra a lambire le mie, una scossa che mi percorre tutta donandomi un piccolo assaggio di orgasmo. Non rispondo ma mi giro di più e mi avvicino, solo un po', un pochino e… Una scossa di piacere e un'onda di calore si propagano dentro di me quando sento il suo sapore di rum dolce e uomo, ricordi lontani e voglia di qualcosa di sopito. È molto di più di un bacio, è nostalgia per qualcosa che quasi non ricordavo di aver vissuto. "È questo un bacio?" Sono spaventata dall'intensità delle sensazioni e dall'emozione che un contatto così semplice e candido porta con sé. Non voglio ricordare… non devo! Devo uscire da questa situazione pericolosa, mi stacco e ordino: «Scopami!» «Signorsì, signora!» risponde pronto. Sento le sue labbra allargarsi in un sorriso mentre abbandonano le mie e percorrono la mia guancia lasciando una scia di dolci brividi. Mi mordicchia il lobo e mi mormora all'orecchio: «Imperdonabile da parte mia, lo so, ma ho dimenticato i preservativi.» «Apri quel cassetto, c'è una scatola nuova». Si solleva e cerca nel comodino, armeggia e tira fuori un flacone. «Vedo che sei ben attrezzata» osserva mostrandomi il tubetto di lubrificante e lo appoggia sul comodino. «Sì, non si sa mai, potrei non essere ispirata». Mi infila di nuovo la mano tra le cosce, mi accarezza piano e sorride. «Al contrario, mi sembri ispiratissima. Mi piace pensare di essere io la fonte di cotanto estro» e ride. Vorrei rispondere a tono ma mi ritrovo sotto di lui, il suo viso maschio a qualche centimetro dal mio, mi sta studiando con un'espressione famelica che mi fa perdere l'uso della favella, mi sento tanto "gattina in calore" e non mi piace, però dentro di me sto urlando: "Sì, per favore, scopami, scopami! Che aspetti?" Devo trattenermi, sto per miagolare! Ho il suo pene duro che preme e si struscia, non ne posso più. Allargo le gambe perché ne ho bisogno, lo voglio dentro, sento un vuoto doloroso che deve essere colmato, dopo tanto tempo… e non è solo il bisogno fisico di un uomo dentro di me, è qualcosa di più intenso che mi prende anche la testa. "Dài, ti prego…" Ma lui niente, è sopra di me, mi prende il viso tra le mani e mi guarda intensamente con quei suoi occhi limpidi… Perché non ho spento la luce? Non voglio che mi guardi in questo modo. Non voglio che mi spii dentro! «Page, sei bellissima. Sono stato molto fortunato a incontrarti questa sera.» Se voleva farmi arrabbiare, c'è riuscito! «Voglio sesso!», piagnucolo, chiudo gli occhi per rompere il contatto con quei due cristalli che mi ha piantato nell'anima e scrollo il capo, da un lato all'altro sul cuscino, ma le sue mani mi trattengono la testa. «Sei sicura? Una donna non vuole mai soltanto sesso.» Riapro gli occhi. «Sono sicura sì! Voglio fare l'amore» protesto. «Ecco, sì, così va meglio» sorride, mi bacia ed entra. Lo accolgo e mi placo, accolgo anche la sua bocca che succhia la mia, accolgo le spinte contro il mio ventre che ondeggia e gli va incontro e pian piano sento inopportune due lacrime che mi colano lungo le tempie. Mi arrendo, lo abbraccio anch'io, infilo le dita tra i suoi capelli morbidi ancora un po' umidi per la tempesta che imperversa fuori ed è rimasta imbrigliata insieme al profumo del vento e della neve tra i fili argentei che ha sulle tempie, solo qualche stria brillante che luccica in una massa morbida di ciocche scure. Mi lascio cullare dalle sue spinte, dalle carezze e dai baci, non voglio pensare quanto mi sia mancato, in questi cinque anni, un uomo vero, un uomo mio. Non voglio pensare che ormai Richard è lontano, sbiadito. Accetto l'orgasmo che fa tremare il mio corpo e si riverbera nel ventre, nel petto, sulle labbra, arriva alle tempie e mi sconvolge i pensieri. Grido, un urlo soffocato dalla sua lingua sconosciuta persa nella mia bocca. Gli tiro i capelli mentre mi strizza il seno serrato nel suo palmo e vi affonda le dita; vado incontro ai suoi fianchi che mi percuotono con colpi brutali per arrivare all'apice e assaporo i miei ultimi spasmi. Ansima, geme, sento che sta per godere e non stacca la sua bocca dalla mia, finché non ruggisce un lamento più profondo, tremando sul mio corpo. Si placa, apro le braccia e lo libero ma non si muove, addolcisce solo il suo bacio, da prepotente diventa languido. Finisco di nuovo per perdermi nel suo abbraccio, carezzandogli i fianchi. «Fantastico» mi sussurra sulle labbra prima di darmi un altro bacio. «Fantastico» ripete fra sé mentre si sposta di lato e si alza. Si sfila il preservativo e, sicuro, si dirige in bagno, mostrandomi il lato posteriore del suo corpo statuario. Mi ha stordito. Tutta la spavalderia che avevo faticosamente accumulato negli anni e che credevo sarebbe bastata per farmi vivere un'altra di queste esperienze occasionali si è vaporizzata sulle sue labbra. Mi alzo e mi infilo il cardigan di Richard, quello mélange fatto a maglia, di lana morbida e grossa, che mi scalda con una tiepida carezza. Mi ci avvolgo come in un abbraccio e vado alla ricerca di un profumo che dopo cinque anni non riesco più a ricordare. Mi accomodo nella poltroncina di velluto e assumo la posizione del loto. Devo meditare. Nei pochi secondi che il mio regalo di Natale si prenderà per sé chiuso in bagno, devo meditare. Dovrei sbatterlo fuori nella tormenta, mi dico. Sì, è la cosa più saggia! Ma il mio cinismo, che in questo giorno sdolcinato riesce a superare anche le vette del Grinch, non mi permette di arrivare a tanto. Che gli dico? Una voce sarcastica e molesta mi suggerisce la più appetibile delle soluzioni: "Niente, non dirgli niente e fatti dare la seconda ripassata." L'idea non è così male, ma prima deve ricaricare le batterie. E io nel frattempo che faccio? Di che parlo? No, no. No! È un soggetto pericolosissimo! Devo riprendere in mano la situazione e ho già quasi un piano: lui che passa il resto della notte sul divano e… Ah, eccolo! Esce dal bagno con quel sorriso smagliante da pubblicità del dentifricio. Nudo… in erezione… Ancora?! Deve essersi calato qualcosa, alla sua età. Probabilmente usa la "Pillola del Weekend", così glielo chiedo: «Usi il Cialis?» «Come, scusa?» «Il Cialis, la Pillola del Weekend. Tipo Viagra, sai…» Solleva il sopracciglio, infastidito. «Ancora non ne sento la necessità» e noto l'impercettibile movimento dei fianchi. «Lo prendono anche i giovani» spiego. «Ti sembro così decrepito?» mi attacca, risentito. Gli si è smorzato il sorriso piacione e ha un cipiglio arrogante che gli si addice di più dell'aria da seduttore della domenica. Ammetto che è sexy, anzi così sexy da perderci la testa. E io con lui sono stata davvero acida. «No, non sei decrepito» inizio, ma non sto migliorando la situazione, neanche un pochino. «Sei abituata ai toyboy?» Fa una smorfia che vorrebbe essere ironica. Non mi piacciono le sue insinuazioni, quindi ribatto: «Non accetto la morale, non da te. Siamo sulla stessa barca, mi pare.» Solleva il sopracciglio, non risponde, quindi continuo: «È così difficile per voi uomini capire la differenza?» «Quale differenza, scusa?» «Non voglio essere corteggiata, non voglio un uomo, neanche il rimorchio di una sera.» «E quindi paghi?» «Sì, pago per un servizio. Nessuno così può accampare il benché minimo diritto; nessuno può anche solo pensare che si tratti di una conquista, nemmeno la conquista effimera da una botta e via: chiaro? Quindi nessun toyboy per me» sbotto, indignata. «In pratica paghi una puttana.» Mi guarda con malcelata disapprovazione. «Non vorrei sminuire il tuo lavoro, ma sì, più o meno è questo il concetto.» Come se ci fosse differenza tra un gigolò e una prostituta, e glielo dico: «Una cosa che vuoi uomini fate abitualmente, cioè pagare una donna per qualche minuto di sesso.» Mi alzo dalla poltroncina per continuare la discussione da una posizione più elevata, mi sento a disagio con lui che torreggia su di me con le mani posate sui fianchi, nudo, e un sorriso divertito che è tornato a spuntargli su quella bella faccia. «Io non pago le donne.» «Eh, già. Io invece sì, una volta l'anno: e tu saresti il mio regalo di Natale.» «Non ti vanno bene un paio di orecchini o una borsa nuova?» Ride. «Se proprio ci tieni» ribatto, sciorinando tutto il mio sarcasmo, «te ne farò recapitare un paio: li vuoi col pendente? O preferisci una borsetta, una Swagger di Coach, magari? Di che colore?» «Capisco perché sei sola: sei dolce come un limone della California.» «Sono sola perché sono vedova» rispondo di getto. "Accidenti! Accidenti! Accidenti!" Mi è uscita così, non avrei voluto dire nulla, non l'ho mai fatto con nessuno. Non parlo mai di Richard, mai! Mai! Mai. Lui spalanca gli occhi, indietreggia di un passo. «Vedova?» «Sì, vedova, ma non è morto per il mio veleno. Non l'ho ucciso io, se è quello che stai pensando.» «Non era riportato sulla tua scheda.» Sembra perplesso. «Non metto i manifesti, né tantomeno vado a scriverlo nel form di un sito equivoco.» Se ora mi dice che gli dispiace lo sbatto fuori nella tormenta. Invece si siede sul letto come mamma l'ha fatto, senza la minima intenzione di coprire le proprie nudità – ma d'altra parte ci deve essere abituato, è la sua divisa d'ordinanza – appoggia i gomiti sulle ginocchia, solleva il suo sguardo indagatore su di me. «Quindi è morto la notte di Natale…» Ma come cavolo fa a saperlo?! «Come fai a saperlo?» domando, perplessa. «Perché farei la stessa cosa. Cercherei di non pensare, di non ricordare.» Allunga un braccio e agguanta il mio polso, mi attira a sé e mi costringe a sedere sulle sue ginocchia. Non oppongo resistenza. Mi bacia, afferrandomi in mento in una stretta decisa. Cerco di sfuggirgli, ma non riesco… forse non voglio. Decisamente non voglio… Insinua le sue mani sotto il maglione di Richard, a cercare la mia pelle da accarezzare, sotto questo ricordo tangibile che ho infilato quasi fosse una barriera fra me e lui. Fra me e… qualcosa di nuovo. «È di questo che hai bisogno» mi dice, carezzandomi i fianchi con mani calde e delicate, un tocco confortante e familiare. «Sono qui per questo» sento che mi sussurra con le labbra premute sul mio collo. «Un incidente…» Le parole mi escono così, un riflesso involontario. «Avevamo lavorato entrambi senza sosta fino alla Vigilia al progetto di un nuovo grattacielo e non avevamo fatto l'albero. Richard è uscito per comperarne uno, per avere il nostro primo abete di Natale nella casa nuova… Un'auto sulle strisce… Un ubriaco che era appena uscito dalla festa degli auguri del suo ufficio. Odio il Natale. Lo odio con tutto il cuore» sbotto e mi esce anche un singhiozzo. Lui mi stringe, forte, e io inizio a singhiozzare sul serio, nascondendo la faccia nell'incavo del suo collo. È la prima volta che piango, dopo quella maledetta notte. E sono passati cinque anni. Piango, mi sfogo. Lui tace e mi tiene stretta. Questi gigolo devono essere anche un po' psicologi, perché appena riesco di nuovo a parlare continuo: «La cosa terribile è che il dolore resta vivo, ma il ricordo… il suo viso sta svanendo, non è più nitido.» Quest'uomo è perfetto, perché mi aspettavo che mi dicesse che il mondo va avanti, che sono giovane e bella e che ho tutta un'esistenza da vivere. Che anche Richard avrebbe voluto che mi rifacessi una vita, che accettassi un altro uomo al mio fianco, mi facessi una famiglia e tutta la serie di infinite banalità che mi hanno propinato in questi anni. Invece mi fa sdraiare sotto le coperte, mi sfila il maglione, mi abbraccia, mi dà un bacio sulla fronte e dice solo: «Una mattina ti sveglierai, penserai a lui come ogni altra mattina, e ti spunterà sul viso un bel sorriso. Quel giorno, e solo quel giorno, sarai pronta ad andare avanti.» «Dici? E come fai a saperlo?» Sembra quasi che ci sia passato. «Ho perso i miei in un incidente aereo quando avevo sedici anni. C'è voluto un po', ma alla fine sono rimaste solo le cose belle.» Mi sveglio. C'è silenzio e tutto è ovattato. Mi alzo e vado alla finestra. Nel cielo splende un bel sole invernale e poche nuvole scure e sottili, basse sull'orizzonte ad accarezzare il mare ormai calmo, sono l'unico ricordo della tempesta gelida di ieri. Spio fuori il paesaggio selvaggio: il prato all'inglese della grande dimora padronale che, ieri, a causa della bufera non si distingueva, ora è spruzzato di bianco, neve quasi sciolta dal vento di mare e dalla salsedine. Adoro queste case grigie dagli infissi bianchi tipiche di quest'isola. La villa dei padroni di casa, oltre a essere un antico edificio storico è posizionata in un luogo meraviglioso, appena fuori dal centro, un po' isolata su un basso promontorio da cui si vede il mare, punteggiato da piccole barche, e il faro vicino svetta e veglia su quest'isola dal sapore antico. Anche questo piccolo cottage è bello, grigio e bianco, ma è una dépendance di recente costruzione. Mi hanno offerto questo alloggio in affitto per una cifra ragionevole, non ho potuto rifiutare. Mi piace starmene per conto mio. Tranne la notte di Natale, s'intende. Nate sta dormendo. È stato… è stato splendido questa notte. Avevo ragione a diffidare degli uomini maturi, sono pericolosi… Esco dal bagno in silenzio per non svegliarlo. Questa notte ha faticato parecchio per soddisfarmi e guadagnarsi la parcella. Dopo il mio sfogo, pian piano abbiamo ricominciato. Il terzo round è iniziato all'alba. «Ti faccio vedere di cosa è capace un vecchio rudere» mi ha detto svegliandomi. Era ancora buio, ho faticato un po' a capire che ora fosse e che voleva continuare, ma non ero stupita di avere un estraneo dentro al letto, inconsciamente sapevo che era lui, una presenza confortante. Mi piacerebbe che non se andasse. Non oggi. Ma non dirò nulla, ovviamente. Meglio così, è quello che volevo, solo che… In cucina preparo il caffè, mi sono infilata il maglione di Richard: maldestra, scontro la caraffa e rovescio il filtro. Il caffè mescolato all'acqua crea una poltiglia che imbratta il bancone, la polvere si spande sul maglione, mi entra nelle narici e comincio a starnutire… «Sei una frana» sento una voce lontana, persa nei ricordi, la voce di Richard. Non si era arrabbiato quella volta, eppure l'avevo combinata grossa, avevo macchiato un suo disegno importante, così da allora teneva i suoi progetti lontani da me e dai ripiani della cucina. Sorrido ripensando a Richard, al suo sorriso e soprattutto alla sua faccia da cartone animato quando aveva visto la polvere scura colorare il frutto di cotanta fatica. Sorrido, mi volto e vedo Nate sulla soglia della stanza. È vestito e ha gli scarponi ancora slacciati. «Buongiorno.» «Buongiorno a te e buon Natale» gli auguro, distratta. «Vuoi un caffè? È quasi pronto.» «Buon Natale», replica con un sorrisetto scaltro. «Sì, grazie, con piacere» e si siede sullo sgabello davanti a me. Il suono del campanello ci sorprende. Ci voltiamo entrambi in direzione della porta. Sollevo le sopracciglia, stupita. Mi guardo, il maglione di Richard mi arriva sopra al ginocchio, sono quasi presentabile ma sono indecisa se andare ad aprire. «Che fai, non apri?» «Non so… magari sono i vicini.» «Hai paura che mi trovino qui? Se vuoi vado di là, anche se dubito che qualcuno di quest'isola venga a farti visita la mattina di Natale, e a quest'ora per giunta, per darti il benvenuto». «No, stai pure lì.» Vado alla porta. Sbircio attraverso i riquadri a vetri dell'ingresso e noto un ragazzo palestrato. Apro. «Ciao. Buon Natale.» «Buon Natale…» Lascio in sospeso la domanda. Chi è costui? «Sono Brandon» mi delucida. «Mi spiace ma ieri tutti i collegamenti per l'isola erano interrotti, te l'ho scritto nella mail che non sarei riuscito ad arrivare in tempo al nostro appuntamento e sarei venuto stamattina con il…» Mi volto di scatto verso Nate, mentre Brandon continua a parlare, spiegare, sempre fermo sulla porta. Sbarro gli occhi e guardo l'uomo con cui ho vissuto una notte di folle, intensa e insperata passione che mi sta sorridendo, appoggiato con noncuranza al bancone. «Chi diavolo sei?» sbraito. «Brandon!» mi risponde il ragazzo che nel frattempo è entrato nel mio salone. Io tengo i miei occhi a lanciafiamme puntati sul soggetto numero uno che si è alzato e si è avvicinato al nuovo ospite. «Ciao Brandon, buon Natale» gli dice e lo prende per il gomito. Lo fa girare su se stesso e lo guida verso l'ingresso. «Sono quasi le dieci: se ti sbrighi fai in tempo a prendere il traghetto delle dieci e trenta e fra un'ora e mezza sei di nuovo a Hyannis» gli spiega, sbattendolo fuori. «Di' a Margareth, alla biglietteria, che sei amico mio, ti rimborserà i soldi del biglietto.» «Amico di chi?» chiediamo praticamente in coro io e Brandon. «Dille che ti manda Nate, Nathan McKinnon, e di richiamarmi.» Sento che gli dice ancora qualcosa ma io ho la testa in panne. Mi sta fumando. «Nathan McKinnon?» ripeto il suo nome tra le labbra. E mi tremano le gambe. McKinnon è il presidente del Nantucket Historic District, in pratica l'uomo che mi ha assunto. Nonché il padrone di casa: quello a cui ho pagato tre mesi di affitto anticipato con un bel bonifico da tremila dollari. Il McKinnon delle McKinnon Cruises, la compagnia di traghetti che collega Nantuket e Martha's Vineyard a Cape Cod e mezzo Massachusetts. Vorrei urlare! «Oh, mio Dio…» biascico, mentre Brandon, che ho visto solo di sfuggita, è già scomparso dal mio raggio di azione. Non so neppure se sia bello o brutto, se mi piaccia o meno, ma sono terribilmente sollevata che sia stato liquidato così in fretta. E non da me. Ma questo non significa che passi sopra a quello che ha fatto lui! «Ma come ti sei permesso?!» inveisco contro Nate che ha appena chiuso la porta. «Come mi sono permesso? Non è che mi hai lasciato molta scelta.» «Sciacallo!» «Che avrei dovuto fare, scusa? Il mio sogno erotico si è materializzato sotto forma di regalo di Natale: Gisele Bundchen che mi invita in camera, si spoglia nuda e mi fa spazio nel suo letto. E io secondo te mi sarei dovuto perdere in convenevoli?» «Ovvio che sì!» urlo. «Avresti dovuto dirmi chi eri! E che non eri Brandon!» «Te l'ho detto che non ero Brandon, e poi hai fatto tutto tu. Non mi hai fatto aprire bocca.» Si giustifica, ma ride. Mi sta prendendo in giro. Mi sento umiliata. Io odio il Natale, non può succedere niente di buono a Natale, neppure gli incontri occasionali riescono a finire bene il giorno di Natale! Sono veramente arrabbiata! … Ha detto Gisele Bundchen? Secondo lui le assomiglio? «Hai detto Gisele Bundchen?» «Sì, ma di faccia sei più bella.» «Non mi blandire!» «Non ti blandisco, ma puoi biasimarmi se ho accettato il tuo cortese invito? E dopo non mi è sembrato più il caso di interrompere il nostro idillio, così ho…» Si scansa velocemente per evitare il primo libro che ho preso da uno degli scatoloni e gli ho lanciato addosso. Prende al volo il secondo e ride. «"La via zen per la felicità"» sogghigna leggendo il titolo del terzo proiettile, che ha afferrato con la mano libera. «Perché sei venuto?» gli urlo. «Buon vicinato» mi spiega e si china a legare gli scarponi. «Volevo fare la tua conoscenza. Presentarmi, vedere se ti eri sistemata e sapere se avevi bisogno di qualcosa. Il vivere civile, insomma.» Si solleva e mi guarda in viso. «Ma ammetto» continua, «che la tua accoglienza mi ha sorpreso, e l'ho trovata infinitamente più piacevole. Ah, sono venuto anche a invitarti al party di Natale, alla villa» e indica casa sua, al di là del prato. «Per inciso, quest'anno sarai l'ospite d'onore.» «Io non ci vengo! Scordatelo!» «Figuriamoci! Ti aspettano tutti, non farti pregare. È una consuetudine, il party di Natale a casa mia, e quest'anno ci sarà mezzo paese perché tutti vogliono conoscerti.» «Ho detto che non ci vengo! Non ci penso proprio, anzi, me ne torno a Boston! Non voglio avere nulla a che fare con un truffatore come te!» «Alle dodici, puntuale» mi ammonisce senza ribattere. «Se ritardi anche solo di un minuto vengo qui a prenderti di peso, ti carico sulle spalle e ti porto al party come un sacco di patate.» «Non oserai.» «Vuoi mettermi alla prova? Oppure ti piace presentarti alla gente in modo inconsueto, per fare in modo che si ricordino di te? Se è così, ti accontento: ti faccio fare un'entrata trionfale.» «Non oserai!» Alzo la voce. Lui ride. Sì, credo proprio che oserebbe. Oserà… Ha preso il suo parka abbandonato sui cartoni ieri sera e apre la porta. «Ora devo andare perché mi aspettano quelli del catering.» Torna indietro, mi afferra per la vita, mi attira a sé senza che io riesca a opporre resistenza e mi stampa un bacio sulle labbra. «Puntuale, mi raccomando.» Al party, "quel party", sono arrivata puntuale. Ho conosciuto tutta Nantucket. La cosa buona è che non mi sono sentita sola, non ho pensato a Richard nemmeno per un momento. Nella grande casa, tutta decorata come la residenza di Babbo Natale al Polo Nord, è riuscita a entrare, stipata, tutta Nantucket. A stento ho ricordato il nome, sì e no, di una decina di persone nella moltitudine di gente che si è presentata. Il buffet era enorme, gestito da un catering di Martha's Vineyard e supervisionato da quella che, al mio arrivo sull'isola, pensavo fosse la padrona di casa, invece era solo la governante. "Solo" si fa per dire, visto che è un prezioso factotum, la mia salvezza, un angelo piovuto sulla terra per dispensarmi di generosi doni e aiuto provvidenziale. Sì perché senza Vera non sopravvivrei alle mie tre pesti, con un altro in arrivo… "Siate fecondi e moltiplicatevi": lui ha preso alla lettera il comandamento della Genesi, infatti sono passati cinque anni e stiamo aspettando il nostro quarto figlio. Il primo è arrivato quasi subito, e le due femmine, a onor del vero, sono arrivate insieme, perché nella sua famiglia c'è predisposizione gemellare. Ora stiamo aspettando un altro maschio. Come ogni anno apro i pacchetti, dobbiamo fare in fretta perché stanno per arrivare quelli del catering. So già che cosa ci sarà in due di quelli destinati a me: una borsa e un paio di orecchini. Fa lo spiritoso, tutti gli anni. Anche la prima volta. Quel Natale mi ha fatto trovare una Swagger di Coach: non so come abbia fatto a scovarne una così in fretta, ma a Nantucket tutti fanno quello che lui chiede, ogni suo desiderio viene esaudito. Fatto sta che mi ha fatto trovare il regalo sotto il grande albero del suo salone e mentre tutti si scambiavano i doni, lui mi ha presentato il suo. «Io non ti ho fatto nulla, non so come ricambiare» gli ho detto imbarazzata. «Se è per questo, mi devi ancora la parcella per le prestazioni di stanotte» ha ribattuto lui ridendo. «Tu vaneggi» gli ho risposto. «No, per niente, anzi, ho in mente proprio un bel regalo, qualcosa che desidero profondamente: dovresti ricambiare…» Insomma, da quella notte abbiamo diviso il letto, esattamente come la notte precedente… per sempre. Non che sia stato semplicissimo, perché si sono messe in mezzo tutte le sue ex: le più tenaci si sono rivelate due sorelle di Martha's Vineyard e la sua ex moglie, che ha cercato di accampare ancora dei diritti dopo ben tre anni dal divorzio. Divorzio che aveva voluto lei, visto che aveva mollato Nate per un nuovo marito, di New York, ben più ricco e introdotto nel jet-set. Peccato che avesse preso l'abitudine di tornare a Nantucket per rinverdire il passato di passione con quello che ora è il mio, di marito. Ovvio che quando mi ha visto all'orizzonte non l'ha presa bene. Io, però, sono un tipo tosto, e ho sventato tutti i loro subdoli attacchi volti a farmi tornare l'allergia al Natale. Ma questa è un'altra storia… Ora mi godo i miei cuccioli che spacchettano i regali, e spero che a Nate piacerà il mio, di dono, un tosaerba ultramoderno, proprio quello che voleva, anche se so, so perfettamente che lui preferisce quello che ci scambiamo ogni anno chiusi in camera, io e lui, da soli, il regalo giusto per dimostrarmi che qualcosa di buono, il Natale, lo riserva pure a me. Questo racconto inedito pubblicato è un'opera di fantasia scritta in esclusiva per Stella e pubblicata solo sul sito Free Passion nella rassegna "Racconti di Natale – Edizione 2018" © Riproduzione riservata. Proprietà intellettuale dell'autrice Bianca Visentin . Vietata la riproduzione di questi contenuti o parte di essi. Il mio regalo di Natale - Racconto - Copyright © 2018 – Bianca Visentin
Alexa Rank
1,000,001
Sistema Innovazione - home. Sistema Innovazione - conoscenze esperienze strategie visioni per competere una creazione di Iannelli+C - Produzioni contenuti multimediali by Iannelli+C - Multimedia content provider, Ruolo dei New Media sulla formazione dell''opinione pubblica, Dinamiche delle folle, comportamento autonomo e indotto in occasione di eventi in un grande stadio, Profiling nei trasporti a rischio: una tecnica basata sull’analisi comportamentale per migliorare la sicurezza, Commedia divertente alla Woody Allen in salsa californiana, Architetture ESB (Enterprise Service Bus): come integrare tecnologia e cooperazione, Discriminazioni sul lavoro: è questione d''età?, Il processo comunicativo nel linguaggio, nelle dinamiche non verbali, nel lavoro e oltre, La nuova frontiera del marketing "relazionale": le comunità virtuali come strumento di business, Globalizzazione e libertà individuali tra egemonie e nuovi equilibri internazionali, Rapporto tra criminalità informatica, finanziaria e terrorismo, Videosaggio documentario sulle premesse filosofiche del concetto di Rete e Networking, Il networking: una necessità "socio-logica" Le aziende hanno imparato ad usare Internet per fare business, ma non sempre sono consapevoli della natura profonda di questo mezzo e delle radici sociali che si nascondono dietro il bisogno di lavorare “in rete”. Intervento di Manuel Castells, docente di Sociologia all’Università di Berkley impegnato nello studio del fenomeno internet, sulla logica alla base del networking e sulla sua applicazione pratica tramite il caso di Cisco Systems., Impresa rete e reti di impresa, modelli ed evoluzioni a cura di Elena Cartotto, Il Grid Computing è davvero la nuova frontiera per ottimizzare le risorse?, l’innovazione come attitudine, Nuova generazione, web 2.0 rivoluzione economica, rivoluzione sociale, Rapporto tra sicurezza civile e sociale, stato sociale/welfare vs mercato, modelli economici europeo e statunitense a confronto., La figura del prosumer e la "peer production" tramite internet, K. Mitnick, il re degli hacker: come carpire informazioni riservate, Tre facce della sicurezza in rete. sicurezza, privacy e proprietà intellettuale., Contenuti, funzionalità e utilizzi delle reti mobili, Tutorial animati, articoli e interviste scritte e video su S.O.A, linguaggio XML e UBL, I vantaggi della telefonia via Internet, Un appuntamento unico in Italia che riunisce le tutte le novità del settore sicurezza aziendale, Cresce la cultura di Risk Management per il raggiungimento degli obiettivi di business., Scenari e strategie per il futuro dell''''Italia per rimanere competitivi e innovativi, Carr, Strassman, Aparo, Gens su complessità ed entropia dell''odierno sistema economico, La misurabile leggerezza dell''intangibile., Non solo "compliance". Il futuro è delle emozioni, non della tecnologia o della regolamentazione., L''evoluzione delle architetture dei sistemi IT, "L''innovazione? Cultura, eterogenità. open source, cratività e rischio", Le reti TLC di nuova generazione come motore di sviluppo del mercato e del paese, Don Tapscott presenta la Wikinomics: come la collaborazione di massa cambia tutto, Implicazioni economiche e politiche della globalizzazione secondo la Banca Centrale Europea, Governare la globalizzazione: Trichet, Chang, Mieli, Profumo, Rodrik, Spence, Monti, Cosa insegna la crisi: Homquist, Savorelli, Sikka, Sunder, Reti intelligenti, energie rinnovabili e impatto ambientale, La sfida ambientale: modelli economici e nuove tecnologie per uno sviluppo sostenibile. Differenze USA-UE, Come si finanzia l''innovazione oggi in Italia?, Come possono contribuire le tecnologie ICT ai processi di innovazione?, Priorità per tornare a crescere, R. Masiero, Presidente di IDC EMEA, presenta il Rapporto Annuale del Forum dell'' Innovazione Digitale su Competivitià, Innovazione e Territorio, Le nuove tecnologie dell''informazione sono il reale fattore di crescita della società contemporanea, Seminario sullo sviluppo del piano d''innovazione a cura di Aldai Federmanager, I meccanismi base della economia e della finanza spiegati da esperti e attraverso animazioni. risparmio denaro investimenti borsa finanza titoli, Sistema Innovazione è il magazine multimediale e web-tv sulla Innovazione nei vari ambiti, prodotta dalla omonima Associazione per la promozione dell'' Innovazione ed economia partecipativa e dallo studio editoriale e di comunicazione multimediale Iannelli&Partners. Comprende centinaia di contributi inediti e esclusivi, testuali/ audiovisivi dell'' intellighentia mondiale tecnologica, economica, scientifica, oltre a videocorsi e tutorial animati di informatica e telecomunicazioni, sicurezza, innovazione, inglese, economia, comunicazione, fruibili in streaming/download con ogni mezzo e commentati dal vivo da esperti on line via audio-conferenza. Il progetto editoriale è una concreta iniziativa di responsabilità sociale e di comunicazione innovativa interna ed esterna per le imprese interessate a contribuire alla divulgazione delle pratiche innovative e a comunicare attraverso i contenuti editoriali e di formazione.
Alexa Rank
1,000,001
Casa Editrice Edizioni Paguro - 089.821723 Vuoi pubblicare il tuo libro? Pubblica il tuo libro. Cerchi una Casa Editrice Selezioniamo Inediti da Pubblicare. Scrittore emergente Siamo la Casa editrice per esordienti, la Casa Editrice Edizioni Paguro e un''Associazione Culturale e Casa Editrice con sede a Mercato San Severino in provincia di Salerno che nasce con 10 scopo di praticare e propagandare tutte Ie attivita di natura culturale ed intellettuale legate al tessuto socia Ie, culturale, artistico ed economico. Edizioni Paguro cura ta redazione e I''edizione di libri, testi e rivi ste che trattano ogni campo del sapere, tanto umanistico quanto scientifico. Pubbtica volumi di ca rattere accademico e non in materia di arte, diritto, econo mia, filosofia, sto ria, politica, sociologia, antropologia, letteratura, narrativa, poesla, matematica, fisica, biologia e molto altro ancora. Edizioni Paguro si impegna a promuovere, pubblicizzare, distribuire e commercia lizzare i diversi prodotti e servizi di natura editoria le e non realizzati e erogati per mezzo di una rete ben strutturata di canali tradizionali, reti informatiche e telematiche. All''editoria tradizionale, Edizione Paguro affianca, su esplicita commissione dei propri auto ri, una serie di attivita e servizi correlati quali marketing d''auto re, produzione di materia Ie promozionale segnalibri customizzati, bigliettini da visita, locandine, manifestL ecc., o rganizzazione diretta elo indiretta di manifestazioni, convegni, dibattiti, seminari e corsi di formazione e di studio per enti pubblici elo privati, noncM mostre ed esposizioni di ogni genere. Edizioni Paguro fa della liberta di espressione e di divulgazione delle idee il proprio credo, e sostiene, nel limite delle proprie possibilita, tutti coloro che vogliono dare inchiostro at proprio pensiero, purche 10 facciano con rispetto, responsabilita e passione. Come Scrivere un Libro, la Casa Editrice Edizioni Paguro un''Associazione Culturale e Casa Editrice con sede a Mercato San Severino in provincia di Salerno che nasce con lo scopo di praticare e propagandare tutte Ie attivit di natura culturale ed intellettuale legate al tessuto sociale, culturale, artistico ed economico. Edizioni Paguro cura la redazione e I''edizione di libri, testi e riviste che trattano ogni campo del sapere, tanto umanistico quanto scientifico. Pubblica volumi di carattere accademico e non in materia di arte, diritto, economia, filosofia, sto ria, politica, sociologia, antropologia, letteratura, narrativa, poesia, matematica, fisica, biologia e molto altro ancora. Edizioni Paguro si impegna a promuovere, pubblicizzare, distribuire e commercializzare i diversi prodotti e servizi di natura editoria le e non realizzati e erogati per mezzo di una rete ben strutturata di canali tradizionali, reti informatiche e telematiche. All''editoria tradizionale, Edizione Paguro affianca, su esplicita commissione dei propri autori, una serie di attivit e servizi correlati quali marketing d''auto re, produzione di materiale promozionale segnalibri customizzati, bigliettini da visita, locandine, manifesti ecc., organizzazione diretta eo indiretta di manifestazioni, convegni, dibattiti, seminari e corsi di formazione e di studio per enti pubblici eo privati, con mostre ed esposizioni di ogni genere. Edizioni Paguro fa della libert di espressione e di divulgazione delle idee il proprio credo, e sostiene, nel limite delle proprie possibilit, tutti coloro che vogliono dare inchiostro al proprio pensiero, purch lo facciano con rispetto, responsabilit e passione.
Alexa Rank
1,000,001
Home | Pizzeria Rosticceria da Asporto a Brescia | Cristal 2.0. La Pizzeria Rosticceria Cristal 2.0 di Brescia ti propone le sue specialità d''asporto: Pizze Classiche, pizze bianche, pizze speciali, pizze con pesce, pizze con bufala DOP, pizza mezzo metro, i panuozzi di Gragnano, i calzoni fritti, fritture miste di pesce, fritture di calamari, crocchette di patate, arancini, olive ascolane, patatine, mozzarelline impanate.
Alexa Rank
1,000,001
Decorcasa Caliri Non Solo Rifiniture d''interni ...... OPERIAMO NEL SETTORE DA PIU'' GENERAZIONI PROPONENDO PRODOTTI & SOLUZIONIPER INTERNI ED ESTERNI.ESPONI LA TUA PROBLEMATICA E SE RIENTRA NELLE NOSTRE COMPETENZE DI MERCATO, TI FORNIREMO TUTTE LE INFORMAZIONI NECESSARIE - FORNIAMO ASSISTENZA DIRETTA TELEFONICA IN TEMPO REALE !!! Visiona il catalogo on-line Puoi prenotare i tuoi prodotti e ritirarli direttamente in negozio o riceverli a mezzo corriere in tutta Italia direttamente a casa tua; Si effettuano consegne a domicilio per Messina e Provincia o Isole Eolie a condizioni particolari.
Alexa Rank
1,000,001
Mezzo3 Laupheim. Mezzo - Mode für Ihr Kind
Alexa Rank
1,000,001
Mezzo3 Laupheim. Mezzo - Mode für Ihr Kind
Alexa Rank
1,000,001
Notizie Ultime - GLOBElife - Parrucchieri: moda, bellezza, gossip, curiosità e ultime tendenze.. Notizie Ultime, Tutte le ultime notizie dal mondo della moda capelli, dai saloni degli hairstylist più famosi del mondo, le nuove acconciature fashion che lanceranno la moda capelli 2015. In linea generale, soprattutto per i tagli lunghi, si seguirà un trend wild and free, ovvero sfoggiare una chioma ribelle e volutamente mossa o sciolta. Le chiome lunghe, saranno libere di esprimersi con disinvoltura puntando a lunghezze esagerate. Le ultime notizie dai parrucchieri per i tagli di capelli corti, invece, si ispirerà agli anni ''70; gli short cut saranno minimali e puliti, senza però rinunciare a quel tocco di libertà che caratterizza questo stile. Le onde e i capelli sciolti caratterizzano per lo più le lunghezze esagerate, che diventano spettinate e free. Insieme ai capelli sciolti, sono le acconciature, diventate fondamentali, a determinare i tagli per questa primavera. Le ultime notizie per le acconciature basse e spettinate, come può essere uno chignon adornato da una riga in mezzo, oppure un pratico look da spiaggia che può essere seducente anche in poche mosse e senza troppa cura. Secondo gli esperti e i parrucchieri, essere trendy portando un taglio lungo, vuol dire puntare ad onde spettinate, piene di riflessi glossy e senza sbavature. Lunghezze maxi e onde senza styling caratterizzano, quindi, i capelli lunghi che ora più che mai possono essere portati dalle donne di ogni età, trovando la giusta dimensione. Tendenze opposte, ma altrettanto interessanti, sono quelle che riguardano i capelli corti. La moda arriva tutta dallo street-style e regala l''immagine di una donna moderna e contemporanea. I tagli, in questo caso denotano un look piuttosto minimal con nuche rasate e sfilature leggere, senza rinunciare comunque alle onde. Troviamo, ad esempio, tra i tagli più belli del momento, quelli ultra lisci ed essenziali; si tratta di un simil pixie cut che dà rigore e volume nello stesso tempo. Bellissimo è il taglio corto e asimmetrico, che mixa ciuffo e lunghezze scalate sui lati, perfetto proprio per non rinunciare a nulla nell''hairstyle. Suggestivo, infine, è il taglio di chiara ispirazione anni ''70 che punta ad un mood moderno e cromatico; la pettinatura rimane liscia e spettinata sui lati con un ciuffo abbondante che ricade sulla fronte.
Alexa Rank
1,000,001
Sito Di Giacomo Sanesi - thanks to Loro Sanesi. Il sito che vorrei costruire � un sito che cerca di diffondere le cose che ho imparato dalla vita e dalle esperienze avute in giro per il mondo. Viaggi, lavori manuali, informazione libera, storia, progetti di cooperazione e mostre fotografiche gratuite per aiutare associazioni e cooperative straniere sono i miei hobby. Lavoro all''aeroporto come operatore prm e gestisco insieme a mio fratello un bed & breakfast a Roma. Il b&b ''Andrea''s Rome'' � di nuovissima ristrutturazione ed � situato in un palazzo signorile e tranquillo, dotato di ascensore, circondato dal verde, in un grande appartamento con esposizione su tre lati che affacciano sul grande e bel giardino condominiale con piante e alberi di alto fusto. La sua struttura e la sua posizione particolarmente riservata garantiscono il massimo della privacy, del relax e della tranquillit�! La nostra idea � quella di conciliare una calda ospitalit� familiare con una tranquilla e discreta eleganza, arricchita da conforts di alta qualit� e da attenzioni tipiche di un''accoglienza a 5 stelle. Giacomo Sanesi... VIAGGIO IN SUDAMERICA Attraverso luoghi e popoli, alla ricerca di un messaggio di pace. Un obiettivo: partire da Buenos Aires (Argentina) ed arrivare a Quito (Ecuador). Un ragazzo intraprende un viaggio. Un viaggio per capire, per imparare, per conoscere altri punti di vista, per crescere. Si tratta di turismo? Forse. Qualora fosse, sarebbe un turismo responsabile, attento alla natura e propenso alla redistribuzione delle ricchezze. Paesaggi mozzafiato si susseguono a colorati momenti di vita quotidiana e a discorsi riguardanti gli ordinamenti politici, gli usi ed i costumi dei paesi attraversati. Il tutto coronato da un''esperienza di volontariato sulle Ande. ...alla ricerca di un messaggio di pace da diffondere al mondo intero. Quale mezzo migliore di un programma televisivo per diffondere questo messaggio? Un reality-trip che ha per protagonista il Sudamerica! Una striscia ''quotidiana'' fatta di eveline. Riprese estemporanee, senza montaggio, senza dialoghi prestabiliti, senza censure. Soltanto un canovaccio composto dall''itinerario di viaggio e dalle descrizioni dei luoghi che verranno visitati. Se avete commenti e/o suggerimenti scrivete a [email protected]
Alexa Rank
1,000,001
Arci Milano | da sessantanni sempre aperti!. Sabato 8 giugno, presso il circolo Arci Umanitaria, via Solari 40, Milano, dalle 10.30 alle 18 si svolgerà un laboratorio gratuito per giovani tra i 18 e i 30
Alexa Rank
1,000,001
.:: Ristorante Scacciaguai - Barga (Lucca). Nel centro storico di Barga, antico borgo medievale, davanti al Teatro dei Differenti potete trovare il Ristorante Scacciaguai. I fratelli Chiara, Riccardo e Nicola hanno aperto questo locale il 20 maggio 2007, dopo averlo completamente ristrutturato. L''idea di riportare alla luce due fondi ormai sfitti e morenti, per ridare gloria a due locali un tempo magici per l''atmosfera di Barga Castello, è parsa subito proibitiva! Là dove una volta c''era una latteria (La latteria dell''Ilva Pierallini) e là dove ancora prima c''era un caffè (L''Antico Caffè dell''Onelia), oggi sorge il Ristorante. L''origine del nome nasce da una scultura popolare che si trova all''esterno del ristorante e che porta con sè la leggenda di scacciare la sfortuna e tutti i guai, ai tempi medievali le molte credenze popolari e gli spiriti maligni. Il nostro modo di interpretare il cibo cerca di abbinare gli antichi sapori e profumi della cucina toscana insieme a prodotti di alta ristorazione (tartufo,foie gras), con il nuovo modo di creare ed elaborare i piatti della cucina moderna. Lo staff di cucina inoltre, cura la produzione del pane, della pasta fresca e della pasticceria.
Alexa Rank
1,000,001
Arci Milano | da sessantanni sempre aperti!. Sabato 8 giugno, presso il circolo Arci Umanitaria, via Solari 40, Milano, dalle 10.30 alle 18 si svolgerà un laboratorio gratuito per giovani tra i 18 e i 30
Alexa Rank
1,000,001
Musical Theatre Recommendations. I'm Meg, and I'm a professional actor and singer, here to help you with auditions, roles, and any other questions about performing. Please note: I can't give recs for college/conservatory auditions or...
Alexa Rank
1,000,001
Garnì b&b La Rua Pescocostanzo (AQ) Abruzzo Italy - Garnì b&b La Rua Pescocostanzo (AQ) Abruzzo Italy. La Rua piccolo hotel b&b Pescocostanzo centro, Rivisondoli a 2km, Roccaraso a 5km. Pescocostanzo uno dei borghi più belli d''Italia, meglio conservati. I comuni di Pescocostanzo Rivisondoli e Roccaraso negli Altopiani Maggiori d''Abruzzo, rappresentano il comprensorio turistico montano tra i più importanti e completi del centro e sud Italia sia estivo che invernale. Pescocostanzo è il luogo ideale nella stagione estiva per chi ama il trekking, mountain bike e attività all''aria aperta, nella bellissima faggeta del bosco di San Antonio, sui sentieri del Parco Nazione della Maiella e del Parco Nazionale d''Abruzzo, mentre nella stagione invernale un vero paradiso per chi pratica gli sport invernali, escursioni con le ciaspole, lo sci, sia di fondo (bosco San Antonio) che di discesa (Vallefura, Pratello, Pizzalto e Aremogna)...
Alexa Rank
1,000,001
MONDO BIRRA PUNTO ORG- Un sito pieno di risorse dedicato al mondo della birra. il sito di mondo birra, un portale sulla birra, e sul mondo che la circonda, i sottobicchieri, le lattine, i bicchieri, le bottiglie, le birra alla spina, il collezionismo, l''homebrewing
Alexa Rank
1,000,001
www.Ovindoli.tv. Prenota con Ovindoli.tv la tua Vacanza sull'altipiano delle Rocche. Tutti i servizi ed i divertimenti di cui hai bisogno.
Alexa Rank
1,000,001
Vacanze in Bulgaria , Sunny Beach e Golden Sands. Capodanno 2018 in BULGARIARegalati un capodanno 2016 diverso in una delle città più ricche di storia e fascino di tutta Europa o in uno dei Restort Sciistici piu’ famoso in Europa in mezzo alla neve : BanskoSofia: moderinissima capitale della Bulgaria , a meno di due ore di volo dall’ Italia, sa offrirti tutto cio’ di cui hai bisogno durante una vacanza : Cultura, Storia, Divertimenti, Escursioni, Ristoranti Bar e Locali, Terme e Centri Spa, Casinò e Vie per lo Shopping..e tanto altro…Vi proponiamo il Nostro Capodanno 2018 a Sofia in piu’ soluzioni…dalla piu economica , alla lussuosa…Con inclusa la visita privata in Italiano di Sofia città nei nostri pacchetti light , oppure per chi voglia andare a scoprire i Patrimonio Unesco della Bulgaria, come la Chiesa di Boiana ed il Monastero di Rila il nostro esclusivo pacchetto Patrimoni UnescoBansko :sede di gare di coppa del mondo si sci, immerso nel parco naturale del Pirin, offre tutto ciò che puoi sognare per la tua vacanza sulla neve : sport, divertimento , ristoranti , centri spa, escursioni , ecc ,ecc
Alexa Rank
1,000,001
Circolo Chakra. Il Circolo CHAKRA organizza corsi di Hatha Yoga, Tai Chi Chuan, Kung Fu Shaolin, ed intende promuovere e diffondere le discipline orientate verso lo sviluppo, biofisico, psicologico e spirituale degli individui a mezzo delle discipline bio psichiche, psicosomatiche e filosofiche sia nella pratica diretta che negli aspetti tecnici.
Alexa Rank
1,000,001
Ristorante Pizzeria Cristal a Brescia - Specialità Piatti di pesce e di carne - Pizze classiche e napoletane. Vi proponiamo tra le nostre specialità sia piatti di pesce che di carne. Nel nostro menù trovate antipasti di pesce, primi piatti a base di pesce o propri della tradizione mediterranea e bresciana. Tra i secondi spiccano i piatti di pesce e di carne accuratamente selezionate. Il Cristal Vi offre una vasta scelta di gustose pizze.
Alexa Rank
1,000,001
LAUREN HAYES - Lauren Hayes - Home Page. Originally from the San Francisco Bay Area, Lauren is currently a New York City based actress and singer. I hold a BS in chemistry from Stanford University and am currently a member of The Bats, the resident acting company at The Flea Theater.
Alexa Rank
1,000,001
Ryethe. An art blog. _:(´ཀ`」 ∠):_ Main→emmikin I do not allow edit, use, or reproduction of these images.
Alexa Rank
1,000,001
Romana Passione. SOLDI E GIOCATORI PER ARRIVARE AD UN BIG!;''Ora è diventato un genio...'';''Il ragazzini ha portato scompiglio e Dzeko...'';ECCO I RISCHI!;''Roma? tre gol, altrimenti...'';ECCO QUANTO VALE L''ACCESSO AI QUARTI DI FINALE;
Alexa Rank
1,000,001
Home Page - asdcastelfrancokarate. Associazione sportiva senza scopo di lucro che opera nei comuni di Castelfranco Emilia (MO) presso la palestra Paolo Ferranti della località Cavazzona, presso la nuova palestra di Manzolino e presso la palestra delle scuole Mazzini di Vignola, insegnando a tutte le età e divulgando la pratica del karate e promuovendo non solo l'aspetto agonistico ma anche quello tradizionale.Lo scopo non è quello di formare dei campioncini in tenera età, bensì di realizzare un piano di promozione sportiva che risponda agli orientamenti e requisiti tecnici previsti dalla scuola nazionale CONI.L'attività di karate mira a sviluppare le capacità psicofisiche di tutti i ragazzi indirizzandoli verso un modello comportamentale positivo in cui identificarsi. Siamo convinti dello scopo educativo e formativo insostituibile dello sport in generale e del Karate in particolare, soprattutto in età giovanile. Oltre a gestire le attività nelle varie palestre, la nostra società promuove organizzando stage, manifestazioni e gare in Emilia Romagna, camp e allenamenti estivi mettendo a disposizione uno staff per allenamenti collettivi al sabato e partecipando a campionati e trofei.
Alexa Rank
1,000,001
IOmisposo.com Noleggio Smoking Tight Affitto Frac Abiti da Sposo Wedding Hire OUTLET ABITI DA SPOSA VESTITI DA CERIMONIA Tuxedo Rental Morning Suit Rental smoking verleih Festival del Cinema Teatro Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. Noleggio e vendita on line di smoking, tight, frac, Outlet abiti da sposo e da cerimonia. Entra nell''Outlet Sposa, Abiti da Sposa, vestiti da Cerimonia delle migliori marche a prezzi di fabbrica da € 200,00 a € 950,00 max! E inoltre il nostro Outlet Sposo ed elegante uomo ricco di occasioni nuove tutti i giorni!
Alexa Rank
1,000,001
Nastri adesivi, fustellature, espansi, adesivi e gomme | TheMa | The-ma. Distributore di Nastri adesivi, fustellature, espansi, adesivi e gomme. Esegue lavorazioni di fustellatura totale e fustellatura a mezzo taglio.Opera a Pordenone in Friuli a Padova in Veneto a Bologna in Emilia oltre ad avere una rete vendita nelle Marche a Pesaro, in Toscana, in Piemonte e in Lombardia
Alexa Rank
1,000,001
TRICICLI DA CARICO, Wagon Bike  e CARGO BIKE da TRASPORTO per ZTL e Centri Storici. La Bicicletta da Carico per il Lavoro è un Triciclo con Cassone Anteriore. CARGO BIKE e Wagon Bike, e Tricicli da Carico e Trasporto per Consegne a Domicilio. Il Triciclo ecologico ideale per i Corrieri Espresso che fanno consegna pacchi in ZTL e centro storico.Rimorchio Carrello Posteriore per Bicicletta, Triciclo a pedali ed elettrico ideale adatto ad essere usato come base meccanica per allestimenti di carretti gelato, mini autonegozio,vendita ambulante,servizio ecologico e manutenzione, carrello per imprese di pulizie,trasporto bagagli e valige,bicicletta da reparto per trasporto attrezzature da lavoro,giardinaggio, movimentazione a terra, triciclo pubblicitario per promozione eventi o prodotti, veicolo per campeggi e villaggi turistici, raccolta rifiuti, bicicletta pubblicitaria, alternativa alla Golf Car da trasporto, per spostare Casse bottiglie tra magazzino e Chiosco Bar nell''isola pedonale, bicicletta per bike sharing, carrello per trasporto della spesa, bici taxi, risciò, trasporto disabili, vendita tricicli al Negozio CARGO BIKE FUERZA 7, a Crema (CR) in Via Brescia 76, Consegna a domicilio a Lodi,,a Piacenza,a Milano,a Pavia,a Cremona,a Vigevano,in Lombardia, Distribuzione di Biciclette Elettriche a Milano, Lodi, Piacenza, Bergamo, Brescia, Pavia, Cremona, Firenze, Vicenza, Verona, Padova, Mestre, Treviso, Pisa, Arezzo, Viareggio, Rimini, Riccione, Ravenna, Bologna, Parma, Ferrara, Rovigo, Mantova, Alessandria. Italycargobike, italycargobike unico triciclo costruito in Italia,
Alexa Rank
1,000,001
Legal RC Service | Recupero Crediti, Gestione del Credito, Mediazione Civile e Commerciale - Home. La Legal Service si occupa di gestione, monitoraggio e recupero dei crediti commerciali e finanziari nonchè Organismo di Mediazione Civile e Commerciale è in grado di offrire la risoluzione di controversie civili e commerciali.
Alexa Rank
1,000,001
Meilogu notizie, storia e cultura dal centro del Logudoro. Meilogu notizie, storia e cultura dal centro del Logudoro
Alexa Rank
1,000,001
distributor modnich znacek. Kožené kabelky a doplňky značka vyrábí již od roku 1978. Všechny její výrobky jsou oceněny lukrativním certifikátem 100% handmade in Italy. Rodinná trdiční výroba z Florencie Vás uchvátí nejen dokolými kůžemi a spracováním, ale i nadčasovým designem. Jejich potištěná kůže je unikátním vzorem, který žádná jiná značka nepoužívá.
Alexa Rank
1,000,001
Il Misterioso Mondo | Percorso pratico e spirituale che ti permetterà di ottenere ciò che veramente desideri. La Chiave della Ricchezza. Ho ricevuto in regalo, molto tempo fa, una bellissma scatola ,che come sfondo ha il disegno di un Cielo azzurro con qualche nuvola bianca a decorarlo ,cosí come i fiori lo fanno in un giardino .Lí ci metto le cose piú importanti per me , i miei quaderni , ricordi impressi in fotografie e lettere di amici indimenticabili, momenti felici.. che oggi sembrano cosí lontani, come appartenenti ad una vita passata.span> Poi racchiudo i miei pensier scritti e raccolgo quello che imparo con i miei libri piú cari, che sono i maestri e beniamini della mia mente. A volte aprendo la scatola, la associo alla Vita che immagino essere un momento, che si trasforma in uno spazio…in una scatola appunto! In cui noi esseri umani collochiamo tutte le nostre esperienze, in questo caso , non selezionate,perché niente si perde di quello che facciamo, pensiamo o sognamo… I nostri desideri ,programmi che faccciamo ,miracoli che ci accadono, le disgrazie ,tragedie ,commedie,momenti sublimi ed altri orribili… Tutto a scorrere lungo una linea, e noi a creare molteplici deviazioni …per poi arrivare al traguardo finale…e dopo aver avuto il coraggio di vivere,chiudiamo la scatola arricchita della nostra energia , gli conferiamo il nostro aroma o essenza, e la lasciamo repleta di tanti sogni, molti di questi mai vissuti … Poi, dopo il trapasso la scatola si colloca in un'altra Maggiore, ancora piú bella , piú ricca ,perché ne contiene altre, e a sua volta altre ancora e cosí via… Immagino come alla fine siamo geometrie che si succedono concentriche all'infinito... Uno spazio contenente una variopinta danza di eventi e manifestazioni… …. Cosí vola il mio pensiero ogni volta che mi fermo ai piedi di un ricordo importante e lo raccolgo in un punto della mia anima. E mi lascio andare in vaneggi riflettendo sul significato della mia esistenza… Siamo come spinti da una forza che ci sostiene e che non riusciamo a comprendere. Ci insegnano fin da bambini ad usare il nostro cervello per comprendere le cose, catalogarle e nominarle, mettendole in un ordine sequenziale…Poi da questa specie di collage costruito, ne tiriamo un' interpretazione piú o meno condizionata dall'ambiente circostante e questa é la nostra visione delle cose e della vita, durante molto tempo o per tutta la sua durata. Piccola fessura , per guardare attraverso essa, tremendamente limitante per uno spirito infinito che gioca al buio in uno scenario nuovo, in una dimensione sconosciuta , dove la regola di partenza é l'oblio. Non é cosí facile! Un'arma l' avremmo, sarebbe la nostra capacitá di pensare, e farci quindi le domande certe, alcune di quelle che provocano un'apertura che offrono alcune piste …tipo bónus in un vídeo games. Crediamo che la nostra vita sarebbe molto piú bella e soddisfacente,senza tutti gli ostacoli e difficoltá. Eppure questi abbondano cosí tanto! Ma ci siamo mai chiesti veramente cosa siano?Le giudichiamo sempre come intralci indesiderati,messi lí da qualcuno che non siamo mai noi,dalla cattiveria della societá, dalla disonestitá dello stato , dalla corruzione dei politici, dalla perfidia del vicino o dal falso amore di un familiare… Le nostre tribolazioni riflettono un contrasto ,un continuo sopraffarsi delle due versioni opposte,la felicitá e la disperazione, l'allegria e la tristeza, il successo e il fracasso…tutto di pari passo ..sempre un'ombra che per quanto tentiamo sfuggire sappiamo benissimo che rimane dientro di noi,come una minaccia, che ci ripete lo stesso messaggio. Mi sono chiesta tante volte: Perché? In un Universo di Abbondanza, proviamo la carestia. Nell'Amore assoluto, noi viviamo il relativo. Nella immortalitá ,noi viviamo la malattia e la morte. Nell'Allegria suprema ,qui arriviamo a sentire la peggiore della tristezza e solitudine. Che strano…sembra che qualcuno ci prenda in giro offrendoci e illudendoci con la possibilitá di un benestare sfuggente… Se questo contrasto fa parte del gioco di vivere ,come si participa realmente? I saggi e i maestri del passato hanno trovato la Pace nell'accettazione ,e nella consapevolezza di che alla fine la nostra esperienza, qui nella matéria non passa di una illusione.No nel senso che non esista nulla di quello che sai la nostra realtá, ma che sia mal percepita ,o meglio dire, percepita in una forma molto limitata.. La fessura stretta attraverso la quale lo spirito limita troppo la visione. Forse al di lá della questione di bene e male,abbiamo l'urgenza di capire qualcosa che é sempre palese e che non vogliamo vedere. Nemmeno vogliamo fare lo sforzo di questionarci su alcune cose che prendiamo come dati di fatto ,ma che sono la barriera che veniamo qui ad imparare ad ultrapassare. Sfidare la visione della nostra vita molto stereotipata é anitpatico, perché destabilizza troppo ,ma quando lo faccio come in questo momento, recupero sapori e significati nuovi.Penso che se riuscissimo ad uscire dal contesto concettuale in cui inquadriamo la nostra vita, usciremmo dai parametri fissi e da determinate definizioni,riusciremmo a rompere i nostri paradigmi ed i paradigmi sociali compiendo un grande miracolo, quello del cambio di percezione. Poter rinterpretare i fatti sotto un'altra luce , da la possibilitá di vedere molti aspetti nuovi, che prima ci passavano davanti …completamente inosservati e quindi inesistenti . A volte arrivo a vedere realtá diametralmente opposte alle precedenti, penso a quel punto, quando riesco a farlo, di essere pazza o di essere stata sempre cieca! Mi sento completamente incoerente, peró preferisco esserlo,ho sbattuto la testa tante volte ,invertendo la mia energia a rigettare tutto quello che non mi viene a tono e che intralcia i miei piani e le mie illusioni! Ho deciso quindi ,di non definire piú la mia realtá,sentendo questa come qualcosa di troppo relativa e dependendo da molteplici fattori, fondamentalmente neutra alla quale risulta quasi inutile cercare di attribuirne dei giudizi, quindi ho scelto di giocare a farmi domande nuove… Cerco una guida nuova per percorrere la mia strada, forse é vero che che dovremmo farci condurre dal cuore,cioé dai sentimenti, per capire cosa sia favorevole, o no, per noi, ma abbiamo tanto prostituito questa parte di noi stessi ,che adesso non ci fidiamo nemmeno piú di quello che sentiamo ed abbiamo bisogno di qualcuno che ci dica cosa fare…. Ma ci sará mai qualquno che possa sapere questo al posto nostro? Lo strumento percettivo é dentro di oguno di noi e ognuno ha il suo, del tutto peculiare. Cosa é buono e cosa non lo é per una persona ovviamente puó non esserlo per un'altra, l'esperienza é una cosa ,l'atto di giudicare e di dare quindi un'interpretazione a questa ,é un'altra. Sperimentiamo la vita attraverso la totalitá del nostro essere, ma vogliamo definirla con un mezzo limitato come la logica ,il raziocinio , che sono facoltá mentali utilissime, ma grazie a Dio ne possediamo molte altre, che disgraziatamente ci dimentichiamo di usare. Che peccato hanno commesso i genitori del passato tutte le volte che hanno silenziato queste parti fondamentali nei propri figli come l'immaginazione e l'intuizione, che offrono una voce piú completa della percezione di noi stessi! Giustificando questo con la necessitá di inculcare rispetto e di educare. Che peccato commettiamo noi, nuovi genitori, al educare i nostri figli non sapendo che cosa sia la libertá e volendo offrirla a loro senza averla ancora conquistata,desvirtuando nuovamente, ma in un'altra forma, il rispetto per se stessi… Beh , penso che ci sia una trágica compensazione ,un gioco di squilibri che dovranno necessariamente riequilibrarsi ,non oscillare troppo lontano dal centro,come si dovrebbe fare forse in tutte le cose. Viviamo in un época in cui ,credo che ,tutti un giorno si questionino sul significato della própria vita come sto facendo ora io,essendo questa , diventata sterile e grigia per la maggioranza. Certo ,mi dico! Noi mettiamo nello schema spazio- temporale una monotona ripetizione di eventi .Nell'único momento reale ci piazziamo un cerchio, come quelle ruote dei criceti, e assomigliandoci ad essi, giriamo vorticosamente,sempre piú in fretta, pensando che stiamo andando da qualche parte, ma nella corsa e nell'ansia, nemmeno ci accorgiamo che stiamo fermi nello stesso tempo e nello stesso punto oltretutto a stancarci…. E poi diciamo che siamo stufi di questa vita e di fare sempre le stesse cose o di vedere sempre lo stesso tipo di persone,o di avere sempre gli stessi problemi. Come scendere da questa giostra,e quindi cambiare? Moltissime volte rimango incastrata in questo circolo , ma poi qualcosa mi dice: - No, non puoi continuare cosí, questo non funziona..! La noia e l'inquietudine sono forse le mie migliori amiche,perché mi costringono a cercare qualcosa in piú . Ed eccomi interiorizzata a riesaminare il mio tempo e la mia vita, e come rotta orientativa mi rifaccio a quella dei grandi uomini del passato. Come pensavano ,come hanno risolto la loro monotonia, e che cosa li rendeva speciali e felici. Credo,come molti suggeriscono, che tutto quello che mi succeda sia una progezione della mia mente e che se sto vedendo determinate situazioni o tipo di persone ad agire in modo assurdo,é perché le sto pregettando da dentro di me , quindi il progettore sta facendo girare un cortometraggio ,quell'antico collage che cominciamo a costruire in tenera etá ,con il libreto d'istruzioni del montaggio offertoci ,o meglio dire, imposto dall'ambiente e dai familiari. Una volta accortami di questo…posso trovare una forma nuova di stare al mondo. Mi rifiuto di pensare di essere una vittima di un destino prestabilito, che vengo a fare qui se non posso interagire con questo? Siccome questa domanda giá me la pongo ormai da anni, ho capito che la risposta non ce l'há la mia mente cosciente , perché intellettualmente e logicamente o revistato tutte le parti di quel qualcosa che chiamiamo mente. Dov'e´ il mio progettore?Chi sta raccogliendo silenziosamente queste credenze e mi influenza ,anche senza la mia autorizzazione cosciente? Faccio parte di quelle persone che pensano che la mente non sia di certo locallizzata in un organo físico specifico ed isolato come puó essere il cervello per esempio… Allora indago sull'antico collage costruito con le mie credenze, i miei valori, i miei pensieri di base,e comprendo che non é cosí di facile accesso. Immagino la Mente umana, un qualcosa di collettivo e individuale allo stesso tempo, come lo hanno immaginato giá molte persone del passato. Come diceva uno dei miei maestri preferiti, Carl Gustav Jung, c´é qualcosa nella psiche umana di ancestrale, che viene passato da un umano all'altro oltre il tempo e oltre le distanze… Ci sono cose come disegni Archetipici tracciati profondamnente nella nostra mente che ci impulsano ad attuare in deteminati modi. Alcuni di questi che sono alla base della nostra struttura umana hanno carattere numinoso e reverente , come il concetto di Dio che risuona dentro di noi, e ci spinge a cercarlo a viverlo e… a perderlo ogni volta che vogliamo capirlo e scegliamo di non sentirlo. Il maestro assoluto che ,anche sotto forma di ricordo profondo come il nostro inconscio ,nascosto in un passato ultraremoto, ci spinge a sentire la vita e quindi non a pensarla! Ritorna naso al fatto che il nostro cervello capta vibrazioni e le traduce in forma pensiero per noi conscie ed altre inconsce,cerco allora, la maniera di accedere alla parte inconscia…dove si nasconde il mio collage e il mio progettore… Gli esperti in matéria dicono che questa parte di noi dimenticata e inaccessibile, funziona un pó come un bambino di circa otto anni che raccoglie tutte le nostre memorie in una forma pittorica, simbólica ,com immagini e com parole esatte ,semplici, come affermazioni che diventano comandi indiscutibili. Se la mente e il subconsciente sono campi che non possiamo percepire consciamente attraverso la nostra parte logica ,allora come decidere cosa voler vivere e cosa no?Come cambiare la nostra percezione se questa ad un determinato momento non ci soddisfa piú..?Che cosa possiamo fare per accedere, per comprenderlo?Per influenzarlo? Non possiamo attuare in questo territorio, come lo facciamo nella nostra vita ordinaria,ma possiamo sentire quello che ci fa stare bene e quello che ci fa sentire incomodi e spaventati. La mente subconsciente ha la maggior parte delle informazioni…quele vibrazioni,pensieri svelati da ogni singola vita,da ogni singolo momento,che si muovono in uno spazio invisibile,come nuvole e tessono paesaggi di varietá infinite formando scenari nuovi, attratti dallo sguardo di chi cerca, anche inconsciamente, determinati colori,tradotti in scene che potranno essere progettate attraverso la mente, nella vita di colui che a "scelto "di riviverli e rivelarli. Le sensazioni che attraggono queste vibrazioni e tendenze archetipiche operano molte volte alla soglia del nostro cosciente,e poi si traducono nelle nostre esperienze,in noi che abbiamo anestetizzato i sensi e non stiamo attenti a quello che sentiamo, ma dormiamo un sonno piú o meno profondo ,che ci conduce alle porte di un incubo,fino quando finalmente siamo risvegliati spesso da uno spavento.Riusciamo a renderci conto che non stiamo vivendo la nostra vita,ma di qualcuno a noi estraneo. Comunque sia la causa di questa specie di risveglio, un'istante di tale profonditá e chiarezza, ci permette di riprendere in mano la nostra vita …ritorniamo in noi,tutto si accende, il corpo rivive, ripopolato da un'anima assopita da tanto tempo! Um momento di riflessione é capace di regalarci l'onore di essere vivi. Come ció che sto provando ora ,in questo sacro raccoglimento dei miei pensieri. É un rendersi conto che facevano fino ad ora quasi tutto in automático e che le cose possono andare in un 'altra maneira! Una maneira determinata dalla nostra volontá personale e attivata quando siamo risvegli dentro di noi , nei sensi, e nelle percezioni , e quando sotto a tutte queste sensazioni riusciamo a distinguere un sentimento di Pace e di benessere che ci invita a restare lí ,per ricevere i miracoli dell'essere presente in quell'istante,in quello spazio ,in quell'infinito ORA. Da bambini ci rimanevamo ricordo! Almeno la maggior parte dei bambini , quelli che hanno avuto la fortuna di avere un' infanzia. Nell'epoca della fanciullezza, le preoccupazioni non incidevano tanto in noi , a volte ci spaventavamo e ci bloccavamo , ma la frescura dell'essere fluiva nonostante tutto e ci regalava il piacere della vita. Poi, piano piano l'Ego si struttura solido ,le inibizioni ed i blocchi vengono spediti nella parte piú lontana dai sensi,perché dobbiamo preoccuparci con altre cose.Ci confrontiamo con il peso della societá,con il peso e la visione globale ,la media dei pensieri di tutti.Si cerca di allinearsi con questi per poter partecipare alla gara della riuscita sociale , e poco a poco ci si dimentica di quella sensazione , di quello che ci guidava per il cammino proprio autocrescimento,e, di quello che era l'uso delle funzioni essenziali dei nostri strumenti magici, il cervello e il próprio cuore inteso come mezzo di comunicazione percettiva di sentimenti e emozioni. Le nuove tendenze olistiche di oggi e le varie terapie alternative, ci inviatano a ritornare sui nostri passi e ricordarci di questa benevole sensazione che ci riporterebbe a casa tra le braccia dell'Allegria se ci impegnassimo a seguirla tutti i giorni. Ci dicono che il cammino di ritorno é legato alla percezione ,che si modifica quando cambiamo le nostre credenze di base limitanti,quella specie di comandi inconsci che il bambino che é in noi ha interorizzato con tutta la sua fragilitá ,con tutta la sua fidúcia, la sua fede in quello che gli arrivava attraverso i nostri sensi…e reagisce spaventandosi il piú delle volte , tutte le volte, come lo ha fatto nella prima ocasione, quando é entrato nella sensazione del buio, della separazione della presa di coscienza che l'ego recentemente há conquistato, proferindo le parole io sono. Ha tanta paura oggi , che la prima cosa che facciamo é difenderci o attacare e l'allegria é sparita tra i veli spessi dell'insicurezza. Come glielo spieghiamo ora a quel bambino di non avere paura? Non seguiró un filo lineare e razionale, partendo dal presupposto che la Vita mi vive.Di certo ho capito che la mia piccola volontá del tal "Io sono " é sprovvista del potere di farmi respirare , di farmi vedere le cose ,di avere la sensibiltá del mio intorno, di far battere il mio cuore…ecc. Mi rivolgo a lei ,alla magia della vita, impregnata di un vento di Forze che operano ordinate ed obbiedienti ad un comando di pura perfezione e d'Amore.Tanto invisibile ao nostri occhi quando lo cercano con la vista, e tano evidente ..quando usiamo gli occhi del cuore, che riceve e traduce la Luce sotto forma di sentimenti, e attraverso di questi entriamo nel giardino perduto. In un dialogo intimo gli chiedo: Vita mia, ricordami il cammino che percorrí e fammi recuperare la visione dell'orizzonte delle mie possibilitá! -Adesso sono qui , ci sono sempre stata, peró ora, sono ritornata da un grande pellegrinaggio nella terra della desolazione… E Lei mi conduce attraverso questo pensiero alla bambina che fui, e mi manda a cercarla… -dove sei mia parte bambina che cominciaste il cammino? Un respiro profondo mi riporta a vagare tra i miei ricordi e… la ritrovo lí inocente, rivedo il brillo dei suoi occhi, cosí bella e dolce! L' abbraccio e gli racconto la mia storia, e lei la sua, fino al momento in cui le due storie coincidono, e lei teneramente mi riconosce. In me, si rivede adulta e capisce che abbiamo giocato al gioco del "fare finta che.." Ridiamo tutt'e due come matte,mi rimetto a cantare come lei faceva per la strada, con quello sguardo magnetico che rubava le immaggini di tutto ció che la circondava rendendo eterno ogni momento. Recupero quello sguardo vivo e qualla voglia di qualcosa di piú dalla vita… Grazie Vita mia ,mi hai risposto e mi hai fatto vedere, nel mondo infinito della meditazione che il gioco é vero e reale. Io e parti di me ,che pensavo ormai perse nel passato,abbiamo capito che nonostante tutto siamo piú vive che mai , siamo passate per laceranti delusioni e abbiamo imparato che le aspettative,non sono nostre alleate. Abbiamo esplorato tutti i nostri difetti attraverso i difetti che abbiamo trovato negli altri, e visto che sono le nostre paure ad infondere le difese meschine del piccolo ego, quando é convinto che comanda lui il gioco. Abbiamo compreso quanto é importante amare, sempre e comunque, anche quando ci rifiutano, anche quando ci maltrattano e quando il nostro cuore sembra non poterne piú, perché l'amore, che si progetta in un ' intenzione di benevolenza verso gli altri, é la nostra sostanza, e quanto piú offriamo di quello che siamo, piú creiamo il nostro vero corpo, fatto di luce e vibrazioni, e possiamo compiere attraverso questo, un atto d'intrega incondizionale facendo ricordare alle altre persone che solo siamo attori in un dramma temporário. Insegniamo l'uno all'altro gli errori ,le veritá, le realtá ,le illusioni…e ci rispecchiamo increduli il nostro próprio volto,fino all'ultima disperazione che c'impone di guardare finalmente piú in alto e vedere le pareti del palcoscenico ,e al di la di queste, percepire la testura dell'essere. Finalmente, capisco a che cosa serve tanta disperazione,comprendo che lottare contro di lei,ci fa sentire perennementi sconfitti ,perché perdiamo la nostra energia in qualcosa che non é la nostra vera guerra. Rinnegarla fa aumentare segretamente la paura di vivere,e ci fa smarrire la nostra anima che si paralizza nel timore di perdere quello o quelli, che non impariamo ad amare per causa dei nostri apeghi. La guardo negli occhi allora,e la questiono, ma l'abbraccio perché anche lei fa parte delle quattro esili pareti di questa dimensione, fosse ne é la vera protagonista,e nonostante tutto riesco a respirare libera perché finalmente ho visto un Cielo aperto … Ho percepito come la mia mente é infinita , cosí come la mia Vita….sempre e quando cosí riesca ad immaginarlo. Corrono i miei pensieri, in questo istante e viaggiando velocemente nel tempo, ho accesso a stanze nuove , aperte della mia anima, luoghi dove sento che sono io a deciderne i colori e le forme, e in cui scelgo di entrare…o no. E in questo spazio,incredibilmente ampio, capto queste considerazioni sulla vita… Materializzati sotto forma di lettere e parole su questo quaderno che proteggeró nella mia scatola color del Cielo … Chiaro immagino che quando la scatola sará messa nella grande …. racconterá questo momento di vaneggio alle altre guardiane dei segreti dell'anima,e spanderá questa vibrazione. Qualcuno un giorno vibrando in modo simile, lo assorberá e lo materializzerá sotto forma d'idea,che spunterá quindi in un'altro cervello come é successo a me,e lo stesso paesaggio si aprirá in quella mente che lo osserverá ..lo contemplerá. E tutto a causa di piccole domande ..domande aperte fatte per esplorare… Chissà ,magari l'attore questa volta invece di scriverlo ,deciderá di catturarlo in una pittura o lo trasformerá in note musicali che daranno vita ad una melodia o ancora qualquno lo fermerá in una fotografia…comunque sia questo momento speciale vivrá per sempre perché niente si perde di questa vita , nemmeno un singolo pensiero… …tanto meno il prodotto dell'immaginazione che soliamo rigettare con la nostra allenata logica, catalogandolo un vano sognare ad occhi aperti, ma che in realtá ,offre il miracolo di una nuova percezione. Facoltà magica capace di aprire mondi meravigliosi tutte le volte che voliamo un pó piú in alto con la nostra fantasia ed entriamo in una mente piú ampia,disponibile dall'altra parte della porta chiusa dai nostri limiti. Basta un cuore coraggioso che si'inoltri nella terra inesplorata,e non si limiti ad osservare,ma ad usare la fede della sua visione per ricevere in quello spazio la pioggia della creativitá. Inventarsi quindi la propria vita, scoprendo il próprio potere e il dono piú grande che abbiamo, quello della nostra libertá,che aspetta di essere conquistato,ansioso di offrirci la felicitá che ci conduce piú leggeri in questo eterno gioco del vivere e morire. Scritto da Nadia Caroti Prime 2 immagini Quadri di Nadia Caroti
Alexa Rank
1,000,001
Home-page - Giorli Paolo - Teloni, tende, reti, ombrelloni, gazebo, strutture, zanzariere - Poggibonsi. Giorli Paolo - Tende e tendaggi - La nostra azienda produce chiusure laterali per strutture di ogni tipo, per mezzo di teli in PVC di vari colori. I teli possono essere finestrati per mezzo di teli in cristal; le dimensioni sono a piacimento del cliente. I teli possono essere scorrevoli o fissi per mezzo di carrucole o binari. Ogni chiusura viene personalizzata in base alle esigenze del cliente. Effettuiamo sopralluoghi e preventivi gratuiti. Su richiesta del cliente effettuiamo messa in opera.
Alexa Rank
1,000,001
Spazzarte.net. L''arte del riciclo per abitare i tuoi spazi in modo ecosostenibile e con gusto;Cambiare si può! Per un pianeta ecosostenibile è fondamentale far rivivere vecchie cose riciclandole dal passato e dalla memoria. Restituir loro nuove funzionalità con attenzione all''estetica e al buon gusto è il nostro hobby. In questo modo riduciamo massa inquinante e aumentiamo le risorse. Riprendiamoci l''idea del valore,il valore delle cose. ''S''pazzo...pensiero “Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. E’ nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere ‘superato’. Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e difficoltà, violenta il suo stesso talento e dà più valore ai problemi che alle soluzioni. La vera crisi, è la crisi dell’incompetenza. L’inconveniente delle persone e delle nazioni è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie di uscita. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non c’è merito. E’ nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze. Parlare di crisi significa incrementarla, e tacere nella crisi è esaltare il conformismo. Invece, lavoriamo duro. Finiamola una volta per tutte con l’unica crisi pericolosa, che è la tragedia di non voler lottare per superarla”. (da Il mondo come io lo vedo di Albert Eistein) Pensaci! Prima di liberarti di qualsiasi oggetto, se credi possa ritornare utile a te o ad altri, o hai un''idea ma non hai tempo nè voglia di realizzarla, parlane con noi, restituiremo al tuo oggetto nuova vita e avrai contribuito attivamente alla salvaguardia di un pianeta che non può più aspettare ! Homemade;articoli fatti a mano;artigianato;arredamenti;oggettistica;complementi d''arredo;tavolo;tavolo;scacchiera;scacchiera;scacchiera con sedie;sedie;Benvenuti in casa di gatti;Mensola porta candele;tavolo da te;tavolo da tea;tavolo da the;lanterne colorate;sgabello bar;camera da letto;portacandele;espositore vini;futon;futon modulare;portaincensi;lampadario;lamadario a faretti;faretti scatolette;banco bar;maglieria bimbi;coure dono;parete attrezzata;cuori di gatto;radica di ulivo;armadio;armadio 4 stagioni;campanelli nipponici;zen;giardini zen;cassapanca in lengo;piccolo popolo di cartapesta;gabbietta;cassapanca drippinstyle;collane e orecchini;testiera matrimoniale;portabiancheria;portabiancheria-tiragraffi;stelle;stelle scacciaguai;secchiello;secchio;legnetti mare;Pianoforte;piano;pianoforte inglese 1920;pianoforte george russell;maglieria teen-agers;secchio pietre fiume;fare e disfare lana cotone;cappelli;sciarpe;scaldacollo;scarpine;scarpe da notte;lana e cotone;rami;rami appendiabiti;rami appendi-cose;giochi all''uncinetto;giochi a crochet;atmosfera con conchiglie;atmo-sfera con concighie;sfera con conchiglie;scatole;scatola di latta foglie; foglie secche;tappeto di foglie; autunno;crest;crest di cartapesta; crest irlanda;crest scozia;clan;portapiante vetro foglie;vaso decoupage;shabby;foglie secche;bastoni tende;legni campagna;recupero bastoni tende;canne;canneto;tendenaturali;tendejuta;arredamento;riciclo;arte;arredamento;architettura;complementi;arredo;spazzatura;artespazzatura;spazzate;stile;design;desin;estetica;bellezza;salvaguardare;slavare;proteggere;abitare;spazi;gatto;gatti;Amici;mici;randagi;randagio;randagismo;ristrutturare;restaurare;rimodernare;modernariato;casa;sala da pranzo;sala da tea;sala da te; soggiorno;cucina;cuoco;chef;alimentazione;croccantini;pollo;recupero;valori;economia;green-economy;decrescita felice;capitalismo;debiti;crisi;disoccupazione;FARE;fare;arte del fare;condividere;condivisione;gusto;pallet;pallett;pellett;legno;noce;antico;arte;povera;artigianato;cultura;salvaguardia;eco;ecosostenibile;ecosostenibilità;ecosistema;pianeta;risorse;carta;plastica;vetro;legnami;bancali;scatolette;gatti;cibo;tonno;colonia;felina;Lecce;salento;puglia;Italia;Puglia;lusulelu;mare;luientu;taranta;nottedellataranta;pizzica;nottedellatranata;mobili;mobilia;suppellettili;maglieria;sciarpe;cappelli;scaldapolpacci;scaldacollo;lana;cotone;crochet;knitting;ferri;lavorare;lavorareamaglia;lavorareaiferri;amigurumi;gioielli;gioielliinlatta;gioielliartigianali;gioielli;riciclati;Bar;bancobar;futon;camera;cameretta;cameradaletto;campanelli;nipponici;secchio;secchiello;latta;fantasia;creatività;tiragraffi;portabiancheria;cassapanca;soffitta;cantina;spazzatura;risulta;scarto;scarti;assi;tavole;legnetti;salsedine;mare;spiaggia;fiume;pietre;sasssi;tempo;ricordi;sfera;palla;atmosfera;cristallo;bicchieri;calici;mimimmi;vecchio;vecchia;vecchi;vecchie;sedie;foglie;secche;cartoni;tamponi;vernici;smalti;atossici;atossiche;noce;scoro;arancio;wenghe;shabby;hobby;hobbi;hobbyes;hobbistidelladomenica;lepricano;pluricauno;sirena;mermaid;orecchini;collane;rospo;dreamhunter;cassonetto;panca;cassette;cassette frutta;canne;canneto;mensole;reggimensola;lanterne; Un''intervista ai gatti di Spazzarte.net : Cos''è Spazzarte? Spazzarte.net è un sito e-commerce creato da gatti, quindi non perseguibile per legge. Scherzi a parte... diciamo subito che volevamo aprire un sito in cui vendere o scambiare i nostri prodotti, ma anche sensibilizzare al recupero delle vecchie cose come facciamo noi. Ci siamo subito scontrati con la normativa italiana. Per alcuni articoli del Codice Civile, la compravendita di manufatti “artistici” o le opere di “ingegno” non sarebbero vincolati agli oneri fiscali; per altri norme, che rimandano al atri comma di altri articoli, quello che sta succedendo con le piattaforme grosse di scambio commerciale tipo E_bay sarebbe regolamentato(nel senso un po'' aleatorio del termine)in modo tale che se uno voglia vendere un suo prodotto, usato o nuovo che sia, una-tantum, non ha l''obbligo di avere, per esempio, una partita IVA e un''iscrizione alla camera di commercio o artigianato; se lo si fa in maniera continuativa si. Ora ci rendiamo conto, in quanto gatti, che il tentativo di “normalizzare” ciò che non si presta molto alle norme, cioè la creatività, sia sempre arduo, fatto sta che dopo un accurato studio delle leggi italiane in materia, ci è sembrato di capire quanto segue. Se un privato cittadino svolge una qualsiasi attività in modo NON CONTINUATIVO ( e per non continuativo si intende non più di trenta giorni in un anno) e non supera il limite massimo di 5000 euro annui, può tranquillamente vendere i suoi manufatti e opere di ingegno senza obblighi fiscali e partita IVA, rimanendo persona fisica e non giuridica.. Ora, forse noi persone fisiche non lo saremo mai...ci teniamo a sottolinearlo, ma si poneva comunque il problema di voler fare questo sito nel modo più onesto possibile. Non ci resta che chiedervi di acquistare qualche nostro prodotto e darci una mano ad aprirla questa partita Iva! Al momento il sito è in fase di sperimentazione e tale rimarrà fintantoché non supereremo quel limite imposto per legge. Ci siamo posti come scadenza un anno....il tempo necessario per indicizzare il sito e farci conoscere. Se non dovessimo farcela per tale scadenza, riterremo questo esperimento fallito. Ma parliamo di quel limite. In effetti aprire e chiudere(in caso di fallimento dell''esperimento)la partita Iva avrebbe un certo costo. A che pro poi?Noi non abbiamo un magazzino con degli articoli in deposito, in realtà non stiamo di fatto vendendo nulla, o quantomeno non ne abbiamo l''impellenza dettata dai ritmi di rientro imposti da qualsiasi attività commerciale. Ci siamo limitati a fotografare quella che è la nostra casa e le nostre cose, tutte fatte da noi, a mano, e con tanto entusiasmo e con la potenzialità di poterle ri-fare per un potenziale acquirente. Siamo dell''idea che questo “entusiasmo”, da solo, non basti ad aprire una posizione INPS ,INAIL, iscrizione alla camera di commercio e quant''altro. Vogliamo semplicemente “provarci” nella massima trasparenza, ma senza darci in pasto a leggi quanto mai chiare in merito. Se poi dovesse diventare questa la nostra fonte di sostentamento principale (cioè superare i 5000euro annui), oltre ad essere dei gatti molto felix , non avremmo nessun problema a pagare le tasse allo stato italiano. Certo qualche dubbio su come sia stata impostata questa legge ci resta: se uno supera i 5000 euro all''anno è in grado, di fatto, di sostenersi ?e addirittura affrontare le spese e i rischi di chi è titolare di partita IVA? Siamo gatti, rinunciamo a capirvi, ma anche un randagio questa legge l''avrebbe fatta meglio! Da cosa nasce quindi il bisogno di questo esperimento? Potremmo dire perché siamo gatti senza lavoro e con tanta voglia di lavorare, ma enuncerei un falso. In realtà facciamo parte di quei gatti che al lavoro non credono più, ma hanno tanta voglia di FARE, e c''è una bella differenza. Di questo ne parleremo dopo per chi volesse continuare con la lettura di questa intervista. Per ora, diciamo che il tutto nasce da un''esigenza in realtà molto più profonda, un''esigenza di cambiamento nostra e uno stimolo a cambiare per gli altri. Il discorso è molto semplice, e il tutto può nascere per gioco. Prendiamo 4 amici per esempio, 4 persone con diverse culture, diverse attitudini, diverse abilità...c''è chi suona, chi sa cucinare, chi sa fare la maglia, chi è bravo a “smanettare” coi computer ecc. Oggigiorno ognuno di noi ha imparato a muoversi in questo mondo così diverso, così tecnologico, affinando più o meno delle conoscenze specifiche, non necessariamente corrispondenti alla professione che esercita. Mettiamo il caso(abbastanza probabile visti i tempi) che restino tutti senza lavoro, o che semplicemente vogliano cambiare vita. Si mettono giù delle idee, si scattano delle foto e si apre un sito internet, anche questo sito è una nostra produzione. Il gioco è fatto, non resta che vedere se funziona, nella peggiore delle ipotesi ci si è divertiti a FARE, ci si è sentiti un po'' meno inutili e mettendo in pratica questo gioco, spesso si sono scoperte attitudini e capacità che neanche si sperava di avere. Noi gatti siamo dell''idea che chiunque di voi umani abbia questo dono, la gallery di spazzarte.net è solo una parte delle cose che sappiamo fare. Se dovesse funzionare abbiamo già in mente di spaziare in altri settori: la musica(siamo anche dei musicisti e compositori e ci piacerebbe condividerla) l''enogastronomia...(tra di noi c''è uno chef che ha promesso di dedicarsi al cibo dei gatti ...chissà quali leccornie), non vediamo l''ora! Quindi la classica vetrina per avere un po'' di visibilità in rete e vendere i propri prodotti ma sotto l''aurea dell''eco-sostenibile e della sensibilizzazione del prossimo,non avete pensato ad un''associazione culturale? Per definizione non crediamo molto alle Onlus, e alle raccolte di fondi, tanto meno alle associazioni culturali non a sfondo di lucro(tranello per permettere ai soliti furbi di lucrare con la coscienza apposto), ci basta vedere quello che succede alle raccolte fondi per i nostri amici gatti randagi: alla fine, dopo tutto quel parlare, a loro rimane la fame, e se qualcuno dei nostri randagi mangia è per il buon senso di qualche umano singolo che, anziché buttare gli avanzi della cena, li porta giù in strada; non certo per le associazioni e le propagande di sensibilizzazione. Credo che lo stesso valga per le associazioni umanitarie. Spazzarte.net è un progetto eco-sostenibile vero!Nonché un sito, in cui proviamo a monetizzare le nostre abilità, come alternativa all''improduttiva ed estenuante ricerca di un lavoro. Le immagini e i prodotti che vedete nella gallery, sono le cose che noi ci siamo costruiti e che usiamo, e che saremmo abili a riprodurre in modo artigianale. Non vuole assolutamente essere una vetrina del tipo “guardate come siamo bravi”, “guardate cosa sappiamo fare”, questo ci preme dirlo, alcuni dei nostri oggetti e manufatti sono più riusciti di altri (non siamo professionisti in quanto approcciamo in modo prettamente hobbistico) e il tutto nasce, in primis, dalla voglia di condividere un concetto, più che i prodotti della gallery: chiunque può mettersi in gioco e FARE. Non c''è lavoro? Non è un buon motivo per non “fare cose” che è un''idea ben diversa dall''”occupazione” ,ce ne rendiamo conto, ma potrebbe rivelarsi addirittura più entusiasmante e sana. La gallery è lì, queste sono le cose che sappiamo fare,le cose che viviamo, gli spazi che abitiamo, non sono molte(in fin dei conti siamo 4 gatti per ora) ma sono lì e se qualcuno proprio è negato a fare, non ha manualità, e vorrebbe acquistarle o scambiarle (prendiamo in considerazione anche il baratto) non ha che contattarci, gli diremo il prezzo, o meglio, il valore della cosa... Questo sito vuole sensibilizzare sopratutto la riscoperta del valore delle cose, del loro valore intrinseco, prima ancora di quello commerciale. Perché questo nome? Intanto perché ci piaceva il suono, poi perché è pieno di significanti: Spazza-arte :spazzare via l''arte(intesa come mercato dell''arte) e in qualche modo riacquistare il gesto del fare, che è di tutti; S''pazza-arte perché ogni arte deve essere un po'' pazza, anche l''arte di sopravvivere col coraggio necessario che quest''epoca impone a noi giovani(gatti); Arte-Spazza(tura) perché buttiamo via troppa roba, e malgrado non abbiamo particolari velleità artistiche, crediamo fermamente che l''arte “maggiore” debba occuparsi di più di riciclare i materiali che altrimenti finirebbero in discarica, e che un artista, ma anche un artigiano, ”arti minori”, che voglia esprimersi nel suo tempo, debba “strizzare gli occhi” alla spazzatura. Molti già lo fanno, spesso artisti più o meno blasonati, foraggiati da galleristi, incoraggiati dallo spirito della provocazione. Molti architetti, interior designer, studi di progettazione ai massimi livelli lo fanno, sfruttano l''ondata eco-sostenibile, a loro dire, di moda, e loro si, ci sanno fare, vi ammanettano completamente il cervello e acquistate un pezzo di legno recuperato da una qualche soffitta, a migliaia di euro ...perché ha il loro nome e la loro firma. Noi siamo gatti, e per noi un pezzo di legno resta un qualcosa su cui affilarsi le unghie, un qualcosa di estremamente utile. Qui noi non vogliamo provocare niente e nessuno, e l''arte con la A maiuscola, la lasciamo agli addetti al settore, ma è nostro desiderio sensibilizzare al recupero, al riciclo e all''arte (quella tipica di noi italiani) di sapersi arrangiare e rimboccarsi le maniche, che deve essere prerogativa e missione di tutti. Artisti, artigiani, bricoler, hobbisti della domenica e chiunque abbia un po'' di manualità e voglia di fare, avrebbe il dovere di salvare questo pianeta dalla catastrofe che sta vivendo , smetterla col far finta di non vedere e non capire e controvertire la pratica disumana dell''usa e getta, a cui vi hanno abituato. Questa prerogativa non può essere relegata solo agli intellettualismi accademici delle biennali, o delle loro spettacolarizzazioni, tanto meno deve essere vuoto chiacchiericcio dei talk-show televisivi e mediatici in genere, ma deve essere desiderio reale di tutti, e l''urgenza di farlo lo è già da un pezzo. L''artista del suo tempo quindi è l''artista che ricicla materiali di risulta? Come ricicla un gatto? Non esattamente, qui non devono esserci dubbi. Spazzarte.net non vuole criticare l''arte e il lavoro degli artisti, il nome del sito risulterebbe ovviamente altisonante e errato, se letto in questi termini. Spazzarte.net vuole essere una ventata di ottimismo a chiunque passi da questo spazio virtuale e vuole dare esempio di quante potenzialità inespresse abbia l''uomo, sia esso artista o semplice manualista della domenica. Certo, la nostra critica investe l''arte in quanto mercato dell''arte, non è mai stato artista l''autore di qualcosa, ma quell''autore che ha incontrato i canali giusti per poter arrivare al grande pubblico , ma anche alla piccola committenza...locale. La critica investe l''impatto ambientale che avrebbe, per assurdo, la stessa opera dell''artista attento all''eco-sostenibilità. Sembra che ormai oggi tutto ciò che paghiamo e acquistiamo produca inquinamento. Uno spazio espositivo si paga, un gallerista che ti spinga si paga, i colori, gli strumenti, le vernici, le colle, i supporti materiali e quelli multimediali si pagano, sono frutto dell''industria, che inquina; uno spot in TV inquina, il monitor su cui state leggendo quest''intervista a dei gatti...sta inquinando. Tutto ciò che pagate produce scarto, ciò che recuperate no. Se lo recuperate con buon gusto, donandogli una nuova funzionalità, una nuova vita e sottraendolo dalla discarica, probabilmente non produrrete un''opera d''arte, ma col saper riciclare, abilità di cui tutti sareste detentori, contribuirete a rallentare il processo di esaurimento di questo pianeta. Allora perché non guardare in quella spazzatura che ogni giorno produciamo e vederla la risorsa? Spazzarte.net lo fa, ma lo fa senza troppi voli di fantasia. Si chiede solo se è vero che la bellezza cambierà davvero il mondo. A volte la bellezza la calpestiamo. Avete tutti presente un tappeto di foglie, lo avrete calpestato tutti, bene, noi gatti diciamo che quelle foglie dovreste guardarle da vicino, vedere tutte le sfumature, vedere come si accostano i colori, noi gatti sosteniamo che la vera arte risiede nella meravigliosa anarchica consapevolezza del bello che è propria della natura, e che malgrado l''essere umano si sforzi, non riuscirà mai ad eguagliare. Già averne rispetto sarebbe tanto. Poi un''artista dovrebbe raccontare la sua epoca, almeno così è sempre stato, e oggi come mai anche l''aria che respiriamo sembra essere uno scarto dell''era industriale, sarà il caso che qualche artista in più inizi a parlarne, fuori dai denti e fuori dai dettami delle mode e dai soliti clichet. Noi gatti forse non siamo abili come voi umani a riciclare, ma non inquiniamo, voi sareste abili , ma non lo fate, siete quasi più snob di noi...! Un progetto artistico globale? A volte sono le stesse parole a portarci in altri dove... Un progetto artistico globale è un''idea potente, sicuramente per esprimerla servirebbero delle “parole”. In questo voi esseri umani siete limitati, avete bisogno delle parole e di un logos per esprimervi. Spesso ci riuscite, altre volte vi incartate nella vostra stessa dialogica. Avete studiato, siete dottori in scienze delle comunicazioni , e questa scienza a cosa ha portato? A comunicare meglio la vendita di un prodotto, ad ottenere più profitto. Avete smesso di progredire e vi siete fermati ad uno stadio di passivi fruitori dell''inutilità comunitaria. Burattini radiocomandati da un potere che sperpera le vostre energie e gode delle vostre ricchezze. Oggi ormai non comprate più ciò che vi serve, ma ciò che vi impongono di comprare. Tutta la comunicazione studia solo un modo per aumentare i profitti dei grossi interessi, legando al marchio sempre più soldatini inermi e inerti. La comunicazione-tipo, oggi, non è centrata sull''utilità di un prodotto, ma sul fatto che ci si debba sentire degli appestati a non averlo, vivere il disadattamento nel non averlo, vivere col senso di colpa di non essere riusciti a meritarsi quel prodotto. La comunicazione tra voi umani sta cambiando in quel senso da anni, sembrate burattini con un nastro registrato, dite tutti le stesse cose, avete tutti gli stessi sogni, siete omogenei come mai nella storia. Qualcuno ci prova ad uscirne, ma viene inglobato dal sistema, perché il sistema comunicativo creato, vi permette anche di essere ribelli, almeno finché la vostra ribellione si limiti a dire che non è giusto fare una cosa, e poi di fatto la fate. Vivete nella reiterazione di un incubo, non siete più bombardati dai media, ormai siete voi i media. Hanno vinto loro, i grandi scienziati della comunicazione, l''epoca che vivete è pura comunicazione , è un racconto, un racconto terribile in cui siete rimasti incantati, è il paese delle meraviglie...delle meraviglie del potere. Quando si tratta di dover esprimere le sensazioni, invece, lì la vostra scienza delle comunicazioni non vi aiuta affatto. Siete una frana. Per noi gatti è più semplice, noi facciamo le fusa! Voi umani avete imparato ad odiare col sorriso sulle labbra, noi non riusciremmo mai farlo, se facciamo le fusa siamo felici, non sappiamo essere ipocriti, voi lo siete profondamente con voi stessi e con i vostri simili. Lei mi chiede con aria piccata e provocatoria: un progetto artistico globale? Siete esseri umani non sareste in grado di portarlo avanti, altre specie probabilmente si: le api, le formiche...comunicano con la telepatia, non hanno bisogno di parole e non si fraintendonoloro hanno già nel DNA la loro sopravvivenza come codice “comunitario”, noi gatti riusciamo a leggervi nel pensiero e spesso vi leggiamo distruttivi, guerrafondai, poco inclini a godervi la vita, ossessionati dal lavoro, sia chi il lavoro ce l''ha e dovrebbe disintossicarsene un po'' probabilmente, sia chi non ce l''ha e lo cerca spasmodicamente... cerca un impiego, cerca di essere “collocato” a tutti i costi, controllato e iscritto all''INPS. Siete una razza strana, noi gatti siamo il vostro opposto per certi versi, sicuramente la vita ce la godiamo senza ansie da prestazione. Spazzarte.net nasce dal fatto che noi gatti non crediamo sia possibile che la razza umana possa perseguire uno scopo “comune” , non ci siete mai riusciti. Lungi da noi dal voler essere un punto di partenza . Non ci scommetteremmo neanche una manciata di croccantini...ma se Spazzarte.net potesse riuscire a portare qualcuno a sposare la nostra causa, se servisse a redimere almeno uno di voi umani, sarebbe già un ottimo risultato. Poi chissà (un lavoretto oggi, un riciclo domani) che riusciate a svincolarvi da questa gabbia ideologica che vi siete creati e a contribuire ad un progetto artistico globale. Sappiamo bene quello che siamo. Chi saremo? È bello pensare che saremo quel progetto, sarebbe del tutto inaspettato a giudicare da come vanno le cose oggi, ma perché non sperare? Anche questa domanda può sembrare provocatoria ma forse non lo è: prendere quindi esempio dai gatti nell''era post-ideologica? Quando sentiamo parlare di era post-ideologica ci viene da sorridere. Voi un''ideologia imperante ce l''avete, ed è si globale, e si chiama capitalismo. E'' questa la gabbia! Un gatto, un uomo dovrebbero esistere per essere liberi! Perseguire un''idea per voi è un concetto svuotato da ogni significato, sembra non esistere più idea che non sia strettamente legata al lavoro, e sembra che senza un “impiego” in qualcosa che dia un reddito fisso, non riusciate a pensarvi come esseri viventi. Dall''era degli antichi egizi ci venerate come dei in terra, qualche verità in più di voi probabilmente la avremo no? Tutto sta a saperci osservare. Mai avrei pensato da giornalista di chiedere un consiglio di natura economica e sociale ad un gatto.Quale la soluzione quindi? Un dio non da soluzioni, non si cercano risposte in teologia, un dio non lavora!Questo è sicuro... Infatti dicevamo, tutto sta a saperci osservare, non a chiederci, non avremmo risposte per voi. Voi umani ci adorate, ci coccolate, alcuni di noi sono davvero fortunati, ci avete messo nelle vostre case a cui siamo ormai tremendamente affezionati, nei vostri salotti, nella vostra vita, vi ricambiamo... Solo chi ha la fortuna di avere un gatto in casa sa in che modo riusciamo a ricambiare, poi però andate via, ci lasciate soli per un certo numero di ore, diciamo 8-10 ore al giorno, un'' assurdità! Per carità, noi ce la godiamo comunque eh, solo ...ci fate tanta pena. Dove andate? A far cosa? Potreste restarvene a casa, lavorare a casa vostra, fare delle cose utili all''umanità oltre che a voi stessi, avere dei ritmi più...”gatteschi”, soffermarvi a godervi un raggio di sole, rilassarvi, oziare, recuperare questo concetto potentissimo:l''ozio! L''ozio è creativo, è linfa vitale per noi, rigenera la mente, ricarica le pile della creatività, ritempra il cervello dalle fatiche del procacciarsi il cibo, rende onore a quel cibo! Voi uscite la mattina per entrare in quella catena di montaggio che chiamate lavoro, che chiamate ...vita? Vi facciamo noi una domanda: Per cosa lo fate? Noi lo vediamo, vi osserviamo, lo sappiamo il perché , ma non capiamo né lo capiremmo mai. Se siete senza lavoro siete disperati, e spesso ci trattate con disinteresse...sembrate avere tutte le disgrazie del mondo pendere sulla vostra testa, e per noi gatti, non c''è nulla di più offensivo del vostro disinteresse. Se siete “impiegati” in un lavoro, che voi siate dipendenti o “liberi”(?) professionisti, ciò che fate non vi basta mai, perché in realtà è ciò che guadagnate che non vi basta mai. Allora uscite la mattina per perdere di vista la vostra vita, i vostri sogni veri, i vostri veri affetti e le cose che contano e ritrovate tutto la sera , stanchi (dopo una giornata di lavoro in cui siete stati “occupati” a fare cose che la vostra ideologia imperante vi impone), troppo stanchi per vivere. Uscite per fare cose...spesso diverse dalle vostre più intime attitudini, cose che voi reputate UTILI e condizioni necessarie per poter proseguire la vostra esistenza. Quindi alla fine mese farete i vostri conti, avrete guadagnato dei soldi (sempre pochi...siete sempre più incazzati a fine mese) e con quei soldi cercherete di organizzare la vostra esistenza per il mese successivo, e con quei soldi comprerete delle altre cose... Cose da mangiare , cose per vestirvi, cose per recarvi al lavoro, cose per il divertimento, cose per curarvi ( e ti credo con la vita che fate...)cose per la casa...insomma ….cose. Il fatto che ci sembra davvero assurdo è vedere con i nostri occhi e constatare con le nostre vibrisse, che la maggior parte delle cose che acquistate a caro prezzo( e la vostra vita è il prezzo) potreste tranquillamente costruirvele da soli a casa, noi vi terremmo compagnia. Questo proprio non ci torna: spendete una vita per accumulare soldi che vi servono per comprare cose, per esempio una sedia. Per quella sedia (lo capiamo bene che è di design, nessuno meglio di noi gatti sa riconoscere il bello anche se poco funzionale) avete lavorato dai 2 ai 20 giorni circa(dipende dalla vostra busta paga o incasso giornaliero). L''avreste costruita voi in un giorno !! Con noi a farvi le fusa intorno e in completo relax! E magari sarebbe stata anche molto più bella e molto meno funzionale....praticamente perfetta e divertentissima! Voi sapreste farla in tantissimi materiali quella sedia, noi le vediamo le vostre potenzialità, ma c''è dell''altro, se impiegaste un mese della vostra esistenza per FARE , costruire semplicemente tutte le cose che vorreste acquistarvi, vi rendereste conto, per esempio, che in un mese vi sareste arredati la casa, senza il bisogno di andare a lavorare un anno per farlo! E per farlo in che modo, poi? I soldi non vi basterebbero comunque, quindi per acquistare l''arredamento della vostra casa accendereste un mutuo che vi obbliga a continuare a lavorare per il resto della vostra esistenza, le cose che comprereste sono concepite per non durare nel tempo, i materiali sono scadenti, e presto vi rimarrebbe il mutuo, da pagare, per qualcosa che già non vi piace più, vi siete stancati di vedere in casa o semplicemente non funziona più o vi hanno comunicato che è fuori moda. Ciò che vi resta è solo l''obbligo di ritornare a lavorare per pagare quel debito. Magari cercardo di passare inosservati se non vestite come la comunicazione del potere vi impone. Ma siete pazzi? Saremo anche pazzi ma è difficile cambiare ormai, e poi quei soldi servono anche per acquistare i vostri croccantini, le scatolette di cibo. Sicuramente la vostra è una visione romantica della vita, ma la realtà sono le bollette da pagare, i figli (quelli umani non quelli pelosi ) da mandare a scuola, promettergli un futuro migliore con alti standard di qualità della vita. Non credete che questa “decrescita felice” di cui parlate, sia poco attuabile al giorno d''oggi? Siamo gatti, vediamo al buio e a noi, la luce del sole è tutto ciò che serve. Non per nulla superiori a voi esseri umani eh... Voi avete bisogno dell''energia elettrica a quanto pare, e lo capiamo perfettamente, ma perché pagarla tanto? Parlate e ri-parlate di energia alternativa ma non sapete come si fa a scaldare l''acqua? Senza uno stato che vi dica come e cosa fare siete persi. Senza quel buon cane pastore della comunicazione di massa, che vi allinei, siete delle pecore impazzite, senza capacità alcuna di discernimento, e senza più la benché minima istintuale capacità di orientarvi. Le leggi e i paletti ve li siete fatti da soli eh?! Noi non potremmo incanalare l''energia del sole(anche perché a noi basta rotolarci nei suoi raggi) voi potreste farlo ma non lo fate perché vi siete legiferati contro. A voi non è permesso sperimentare, non vi rendete conto che vi hanno tolto il sogno dalle mani. La praticità dell''uomo, ciò che ha portato l''uomo alla sua evoluzione è stato il saper inventare cose che lo facessero vivere meglio. Oggi tutto è legiferato e “normalizzato” da norme, non potete più farlo, e sopratutto potete solo inventare cose inutili e lavorare come muli per comprarvele, a quanto pare! Produci compra crepa! Questo è l''unico interesse dei poteri forti, e chi comanda oggi? Facciamo un esempio, per chiarire meglio il concetto? Il vostro Leonardo da Vinci. Ora qualcuno vi “comunica”che forse non era umano e veniva da chissà quale altro pianeta! Credere a questa assurdità è il modo migliore per smentire voi stessi e la vostra unica vera essenza, quella dell''uomo che getta la palla oltre il confine e inventa un mondo nuovo... La vostra essenza sarebbe ancora quella, ma il potere ne ha paura e allora intanto vi “comunica” che ...forse... Leonardo era un grigio...ed è così che funziona, la comunicazione è subdola, la butta lì...poi sta al popolo fare il passaparola e far si che effettivamente da qui a qualche anno Leonardo sia trattato come un mistero, un uomo venuto da chissà quale galassia, e si parli di lui solo in un improbabile trasmissione televisiva sugli UFO. Ciò che viviamo è pura comunicazione e siamo sudditi obbedienti alle sue leggi purtroppo. Quindi diciamolo ancora, finché siamo in tempo: Leonardo era un uomo, un essere umano in carne ed ossa, amava i gatti, la ribollita e voleva tra l''altro volare, non aveva la tecnologia per farlo, o meglio ,la tecnologia che non aveva la inventava, ma gli mancava l''energia propulsiva, in quanto le scoperte tecniche di allora non gli permettevano di averne abbastanza. Dopo aver studiato(e scritto un trattato) sul volo degli uccelli, lui si dedicò a costruire la sua macchina per volare e con una serie di tiranti e di corde cercava di dare il moto necessario a muovere quelle ali. L''uomo avrebbe dovuto muovere mani, piedi, braccia e collo e testa a destra e sinistra per creare “moto”, per creare energia cinetica che potesse dare a quelle ali la spinta necessaria per alzarsi in volo. Ecco a noi gatti piace pensare all''uomo moderno così: cristallizzato in quell''immagine in qui si dimena in tutti i modi per poter volare, finanche sbattendo la testa e girando il collo repentinamente a destra e a sinistra, come fosse ancora punto da quella bramosia del volo. Ma l''uomo è rimasto a terra e quella bramosia del volo si è trasformata in una malattia parkinsoniana... ma nella ricerca del denaro e del potere... sbatte per nulla. L''uomo ha provato a volare con caduta libera, planando, o prendendo aerei di compagnie intercontinentali che lo portano in tutto il pianeta(a suo rischio e pericolo e inquinando un tantino... diciamolo per dovere di cronaca) ma l''uomo non vola, non può sbattere le ali e spiccare il volo...può solo cadere in una caduta più o meno regolata o planata o sedere comodamente, ben legato al suo posticino numerato, su un jet e schizzare nel cielo a velocità inumane. Il fatto che sia rimasto a terra è emblematico del sogno privatogli dal potere. Il potere lo vuole a terra, a continuare a strisciare, a trascinarsi in aeroporto e spendere i soldi che guadagna per poter ”viaggiare volando” e guardando quel cielo da un finestrino senza mai toccarlo, senza mai sentirne l''odore e il vento tra i capelli e a recarsi ogni giorno al posto di lavoro, ben “collocato” nel sistema debito, ben “collocato” nella catena di montaggio che lo perseguita finanche nel dopo lavoro, in famiglia, nelle relazioni coi figli e con gli altri, la catena di montaggio che snatura l''uomo e lo perseguita anche nell''entusiasmo per le cose... L''uomo ormai non fa nulla perché vive il senso di colpa di togliere tempo al lavoro e se non lavora e non guadagna, si sente inutile alla società, si suicida e se arriva alla pensione(chi ci arriva) si suicida due volte per mancanza di interessi ,perché ormai il lavoro gli ha tolto tutto. Ma facciamo un salto mentale a quei disegni di Leonardo, dove ancora l''entusiasmo per una scoperta non era mediato da quel senso di colpa opprimente? Se oggi voleste prendere quei disegni, di quella macchina per volare, proprio quella di Leonardo, avreste migliaia di possibilità tecnologiche per poter sbattere le ali ed alzarvi in volo, quella bramosia frenetica cristallizzata nel tempo che sbatte gambe, braccia e collo probabilmente sarebbe sostituita da un piccolo motore a scoppio o elettrico o a energia solare per produrre l''energia necessaria . Avete la tecnologia WI, potreste per esempio indossare dei guanti che quando apri le mani spalancano le ali, quando chiudi sbattono vorticosamente, quando pieghi i polsi si mettono in posizione di frenata, quando fai una lievissima pressione nel guanto con una delle dita si chiudono e scendi in picchiata, quando la pressione viene da un altro dito nel guanto si attiva un impulso elettromagnetico che stabilizza il volo dopo la picchiata...e c''è di più, la tecnologia moderna riuscirebbe a breve a fare tutto questo senza neanche l''ausilio delle nostre mani, ma semplicemente pensandolo e trasmettendo il tutto a un decodificatore di impulsi neuronali che comanderebbe il volo!!! Uomo, oggi la tecnologia WI la usi con tuo figlio per rimanere incollato alla TV e a muoverti dentro casa come un manichino radiocomandato, come se non lo facessi abbastanza fuori casa. Sono riusciti a stabilire e decidere anche come e quanto ti devi divertire, quanto dedicare al soddisfacimento delle tue pulsioni ludiche, come di tutte le altre. Di fatto non spiccherai mai il volo semplicemente aprendo le braccia, che peccato però, proprio ora che finalmente avresti potuto farlo! Non sta a noi gatti dire se questo sia giusto o sbagliato, che siano davvero cambiate le vostre esigenze? Che non ve ne importi più nulla di volare? Strano, quando siete cuccioli è ancora una delle cose che vi affascinano di più, guardate un uccello nel cielo azzurro, e noi ce ne accorgiamo, poi siete distratti subito da altre cose, é vero, ma noi quella meraviglia ve la vediamo ancora negli occhi. La sua domanda poi verteva sull''istruzione da dare ai figli, prometter loro alti standard qualitativi di vita... non sapremmo proprio cosa risponderle in merito, la nostra unica scuola è sempre stata la natura... ma forse...in parte... le abbiamo già risposto. Rispondiamo invece su una cosa che ci sta molto a cuore, le scatolette e i croccantini. Ci avete abituato voi così, ciò che ci date da mangiare è frutto dell''industria, sanno come rendercelo appetibile, ma ci state uccidendo, non facciamo che ammalarci anche noi sempre più spesso, di intestino, di reni ed altre patologie e diavolerie, l''industria farmaceutica purtroppo non si disinteressa neanche di noi! Il potere vi controlla e noi ci andiamo di mezzo, fate qualcosa! Quanto sarebbe più sano se cucinaste per noi? 10 scatolette di pollo costano quanto un''ora(di una busta paga oraria media di un operaio) del vostro lavoro, diciamo 10 euro. In dieci minuti potreste far bollire un petto intero di pollo (che costerebbe esattamente la metà)e riempireste 50 vasetti dello stesso peso delle scatolette, e non diteci che non sapete cucinare....siete ridicoli. Qui non si tratta più di essere economisti. State perdendo il lume della ragione! Il fatto che, quella che voi chiamate decrescita felice sia poco attuabile, dipende da quello che accennavamo prima riguardo le norme che vi siete dati da soli! Non è più attuabile perché siete schiavi di voi stessi, ormai. Qualsiasi attività un uomo voglia fare è regolamentata da leggi che favoriscono i grossi interessi e penalizzano o mortificano il piccolo o lo terrorizzano addirittura. Se uno volesse decidere di cambiar vita, allevare polli, e fare vasetti di pollo bollito perfettamente biologico(mi viene l''acquolina) come cibo per noi gatti, andrebbe in contro a tante di quelle ostruzioni dal sistema(da voi stessi creato), di carattere burocratico, igienico-sanitario, amministrativo, di carte bollate e tasse da pagare, che gli passerebbe la fantasia ...al punto in cui siete arrivati. Eppure, far bollire del pollo, metterlo in dei vasetti e farli ribollire per sterilizzarli è un gesto antico che voi uomini avete imparato da tanto eh.... ma non potete farlo, così come non potreste costruirvi un pannello solare e provarlo sul vostro tetto senza infrangere le vostre stesse leggi, così come non potreste inventarvi un nuovo mezzo di locomozione per spostarvi senza infrangere le norme della strada, così come non potreste costruirvi una casa senza dover avere un parere tecnico e un benestare dal...potere. Non potete far nulla che non passi attraverso una banca, il suo finanziamento, in parte magari a fondo perduto (altra assurdità) e un''ipoteca bella e buona sulla vostra vita. Non siete per nulla svegli, a volte ci chiediamo perché stiamo ancora a perdere tempo con voi, se la vostra realtà sono solo le bollette da pagare. Questo gatto lo vorrei come ministro dell''economia e del lavoro subito! In teoria potremmo farlo, la legge ormai tutela i vostri amici a quattro zampe come cittadini. Ma diciamo subito che in quanto cittadini italiani sentiamo il bisogno di fare il punto su quello che la nostra costituzione al primo articolo conclama: ART.1 L''Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. Bene, in quanto sovrani di questa Repubblica democratica, in questo spazio web dal nome SPAZZARTE.NET, fondato nel 2014, nelle forme e nei limiti della nostra Costituzione, vogliamo esercitare il nostro diritto al lavoro “creativo”. E'' dura, lo sappiamo, è una repubblica in cui il primo articolo, quello fondante, viene smentito da uno dei più alti tassi di disoccupazione in Europa, e ultimamente viene violentato da un sentimento di rassegnazione al non-lavoro , inteso come non-voler-fare dei giovani, alimentato o spento da qualche altalenante promessa della classe politica e dirigente di questo Paese. Un italiano su due non lavora, quelli che lavorano, quindi quel 50 per cento “buono” o che almeno non fa aumentare il tasso di disoccupazione, è costituito da statali, grossi imprenditori(sempre meno), piccoli imprenditori(che stanno abbandonando le aziende) e un foltissimo numero di precari. Poi c''è l''altro 50 per cento del popolo, che non lavora e si sostiene grazie alle risorse della famiglia(per chi ce l''ha) che possiamo considerare l''unico vero ammortizzatore sociale, ma non inesauribile. Si fa presto a capire che, chi se la passa dignitosamente , in questo paese, è da ricercare altrove...non certo nella gente che lavora. E si fa presto anche a capire che siamo tutti coinvolti, in questa Res-pubblica fondata sul lavoro, ad essere sovrani solo di quel forte senso di colpa, quello si, del tutto incostituzionale! Ma non ci diamo per vinti!Crediamo ancora sia possibile un modo migliore. COME? Semplicemente dando fondo a noi stessi, alle nostre peculiarità, al nostro saper fare, alle nostre arti, hobby, sport, attitudini, mettendo in piazza tutto, tutto ciò che ci possa salvare. Crediamo fortemente che non esista un solo uomo sulla faccia della terra a non avere delle “qualità” da giocarsi e da far fruttare. Inventiamoci un nuovo mondo, un modo migliore di scambiare le merci, ma sopratutto iniziamo a pensare che la “decrescita felice” non sia solo una delle possibilità, ma l''unica da attuare. In conclusione ,la decrescita felice come scelta umanista? oltre che come nuovo assetto economico mi sembra di capire... Qui non si tratta più di amare l''uomo o odiarlo per quello che fa. Siamo gatti e vi ameremo sempre, anche se a giudicare da quello che state combinando col vostro pianeta, e a come vi state avvelenando, guardando alla vostra storia, dovremmo salvare davvero poco dell''uomo, ci piace ciò che eccede l''uomo, l''uomo che supera se stesso...ma se dovessimo giudicarvi globalmente come razza vi vediamo distruttivi, una muffa che ha invaso il pianeta riducendolo ad un cumulo do spazzatura maleodorante, saremmo in tal caso dei gatti molto misantropi. Non amiamo gli slogan , tanto meno quelli economici. Ogni slogan sarebbe generalista e renderebbe grazia ad una parte del popolo a dispetto dell''altra. In generale però si può affermare che così non si può andare avanti, il pianeta soffre, ci sono Stati in via di sviluppo che guardano al capitalismo come unica via d''uscita e ci sono le nuove leve , i giovani di quasi tutti gli Stati del mondo che si affacciano al “moderno” ,che non trovano un posto in cui impiegare i loro studi o le loro capacità, quindi, di fatto, non riescono ad “agganciarsi” a questa giostra in movimento. Il movimento è poi dettato da spinte sempre più schizofreniche dai mercati, dalle speculazioni, dalle borse, e da tutto quel circuito virtuale che sposta ricchezze “virtuali”ogni giorno. Ormai oltre ad aver perso di vista il valore delle cose che acquistiamo, stiamo perdendo anche la capacità di discernere il perché le compriamo e da dove provenga la nostra moneta di scambio. Un ministero del tesoro che per esempio debba pagare la pubblica amministrazione e i suoi dipendenti non ha che spostare dei numeri, ”cifre a video” , soldi di fatto virtuali. da una casella ad un''altra, da un conto ad un altro. Lo stesso dicasi per ciò che succede giorno e notte nei mercati di borsa di tutto il mondo...numeri virtuali che si muovono e indebitano uno Stato e ne salvano un altro. E'' lì che i poteri forti si intensificano, è lì che trovano terreno fertile alle loro speculazioni sia che un titolo vinca o perda, guadagnano sulla vincita di un titolo o di uno Stato, guadagnano, scommettendo, sulla sua perdita o fallimento. Basterebbe entrare nei conti dei cittadini e aggiungere due cifre...un paio di zeri al saldo finale...si risolleverebbe la crisi economica e non ne parlereste più! E'' sicuro che la decrescita felice non farebbe comodo a chi specula sulla situazione attuale insomma, e sui poteri forti, ma dobbiamo sapere che quei poteri sono l''un per cento della popolazione mondiale! Uno stato è fatto di persone, e purtroppo il sistema scommette e vince sempre, sia che un giovane viva e produca e apporti sapere e conoscenza , sia che si impoverisca e muoia di inedia. Questo è bene metterlo come inciso. Parlando di lavoro poi, che come si è visto, è diventato il cliché dei poveri disadattati e la coperta di Linus di miliardi di nuove larve da laboratorio mediatico, bisogna semplicemente che smettiate di credere a chiunque parli di “occupazione” e di “posti di lavoro”. Anche questa è pura comunicazione, può portare un po'' di voti in una classe politica di uno schieramento piuttosto che in un altro, ma non risolverà mai il problema del lavoro, in quanto il problema lavoro non esiste. Negli anni ''80 in pieno boom economico le aziende, hanno licenziato manodopera perché sostituita da macchine perfettamente in grado di svolgere il lavoro meglio dell''uomo. Quello doveva essere il vostro momento. Capire che voi umani , nel pieno del vostro processo evolutivo, eravate ormai in grado di inventare una macchina che potesse dispensarvi dal lavoro; lo avete fatto per migliorare la vostra vita, non certo per arrivare oggi, ad odiare quelle macchine e rinnegare il vostro progresso! Il problema del lavoro non esiste in quanto la disoccupazione odierna è una disoccupazione tecnologica, frutto di ciò che l''uomo ha inventato , risultante determinante di quel progresso mentale che però, solo l''un per cento della popolazione mondiale, sta sfruttando a suo favore, di fatto affamandovi. Di cosa vi lamentate voi umani esattamente? Come dicevo prima avete potenzialità inespresse e quelle che avete espresso vi hanno dato modo di compiere rivoluzioni, di creare Stati e società democratiche, di ridurre lo spazio tra di voi, di ridurre il tempo, di studiare come funziona l''universo, di inventare qualcosa che vi dispensi dal lavoro per essere liberi da esso e cosa volete ora? Il lavoro? Ribadisco, ma siete pazzi? Cosa chiedete di più? Cosa rivendicate esattamente? La decrescita felice è un altro concetto vuoto di significato se non si approccia al nuovo stato di cose con il sano ottimismo e con un modo diverso di pensarvi come esseri viventi, non “lavoranti”. Siete essere umani, sapete fare cose che noi gatti neanche ci sogneremmo, siete riusciti ad alzare lo sguardo su tutte le altre specie del pianeta terra, avete la possibilità di costruirvi un mondo e una società migliore, potete farlo! Fatelo! Sai come vi vedremmo noi gatti? Ad oziare, lasciando che i macchinari svolgano il lavoro per voi, macchine che tosano l''erba nei prati, robot che vi costruiscono casa, macchinari che vi organizzino i vostri tempi in città eco-sostenibili, con il vostro tempo e la vostra vita a diretto contatto con la natura, con la riscoperta della generosità di essa. Basterebbe in una società tale,un paio d''ore di volontariato al giorno di ognuno di voi, per far funzionare il tutto, per far funzionare quel bene comune a tutti. La disoccupazione non esiste, il fatto che voi stiate così male è pura comunicazione. Datevi da fare e se siete arrivati fin qui nella lettura, oltre ad essere degli eroi, vi siete meritati uno sconto su uno dei nostri articoli. Ma sopratutto avrete contribuito, per noi gatti pazzi e per voi umani, dandoci e dandovi una mano, ad esistere. Rindossate quelle ali!
Alexa Rank
1,000,001
Giandomenico Mazzocato | .   VISITA IL MIO PROFILO FACEBOOK: Gian Domenico Mazzocato  LEGGI IL MIO ULTIMO ROMANZO IL CASTRATO DI VIVALDI ROMANZO, PAGINE 375 BIBLIOTECA DEI LEONI, COLLANA DIRETTA DA PAOLO RUFFILLI http://www.bibliotecadeileoni.com/shop/narrativa/il-castrato-di-vivaldi/ Angelo Sugamosto nasce il primo ottobre 1720 in un miserabile Polesine, assediato dalla fame e dall’acqua. Ha una voce bellissima e il suo parroco, don Mira, decide che la deve conservare. E lo porta a Venezia per farlo castrare. Mai, se si esclude una novella di Balzac, il castratismo è entrato nella lettura occidentale. Angelo ha vita avventurosa, amori pieni e amori deludenti. Vivaldi è il suo maestro. Conosce i Tiepolo, Goldoni, Händel, Casanova. Vive a Venezia, Parigi, Londra. La sua vicenda si intreccia con mille altre. Un affresco inedito del Settecento veneto ed europeo. Il mondo dell’inquisizione e della stregoneria. La Parigi sotterraneo e la Senna, universo dei recuperanti e dei contrabbandieri. Venezia, il carnevale, i teatri, le taverne, il gioco d’azzardo. Romanzo di colori, odori. Di sangue e di gioia. Di dolore e di redenzione. Per saperne di più clicca qui: scheda informativa del romanzo e prime pagine della narrazione.   IL BASTONE DELLA PIOGGIA UNA POESIA PER LA SOLIDARIETÀ Una mia lirica, IL BASTONE DELLA PIOGGIA, appare nell’antologia POESIE IN CONCERTO 2019, edita dalla trevisana cooperativa sociale onlus SOLIDARIETÀ. Felice di partecipare, di essere utile. Ho raccontato la forza inarrestabile della vita, la forza prorompente della natura. Ho rievocato uno sciamano dagli occhi di pietra e antichi popoli americani. Partendo da un oggetto rituale presente in molte culture, il bastone della pioggia. Un ramo cavo (può essere anche una canna) riempito di semi e poi sigillato. Io ne possiedo uno bellissimo e molto lungo, costruito da un indio messicano. Ho imparato a far scorrere piano i chicchi all’interno, imitando il ritmico tamburo della pioggia. Ho capito che è una forma di preghiera, una comunicazione con i meccanismi misteriosi e segreti della natura. Perfino un modo di parlare col trascendente. Per leggere la poesia clicca qui.   IPSE DIXIT, LATINO E LATINORUM Tutti ricordiamo Renzo Tramaglino che si reca, nelle prime pagine dei manzoniani Promessi sposi, da don Abbondio per definire gli ultimi particolari del suo imminente matrimonio. E il prete, atterrito dal divieto ricevuto dai bravi di don Rodrigo, gli oppone una muraglia di parole latine. E Renzo risponde con la più famosa frase antilatinista: “Che vuol ch’io faccia del suo latinorum?”. Ho scritto questo volumetto, Ipse dixit, proprio mettendomi dalla parte del latinorum. Perché la cosiddetta lingua morta è più viva che mai. E non solo perché l’italiano e tutte le lingue neolatine ne rappresentano la naturale evoluzione e dunque noi in realtà parliamo il latino del XXI secolo. Ma anche perché sono davvero infinite le parole e le espressioni latine che quotidianamente pronunciamo o leggiamo, senza nemmeno rendercene conto. Un volume fuori schema, ricco di informazioni, suggestioni, locuzioni e modi di dire ad uso quotidiano. Con un dizionario alternativo e divertente. La frase giusta da tirar fuori al momento giusto. Non solo per chi è già pratico di questa lingua, ma anche per chi il latino non l’ha mai studiato a scuola. Per saperne di più e per leggere il primo capitolo (fantastoria pura!) clicca qui.   FINALE DI MESSICO 70 L’ITALIA BATTE IL BRASILE E SI LAUREA CAMPIONE DEL MONDO L’ucronìa (cioè “in nessun tempo” così come utopia vuol dire “in nessun luogo”, detta anche storia alternativa, allostoria o fantastoria, ) è un genere di narrativa fantastica basata sulla premessa generale che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo rispetto a quello reale. Capita che un manipolo di scrittori, radunati da Andrea Pelliccia, 46enne ingegnere napoletano con la grande passione della scrittura, si metta insieme per riscrivere la storia dello sport. Io ho raccontato perché e come non è vero quello che si legge sugli annuari. E che cioè, nella finale di Messico 70, l’Italia di Valcareggi  fu sconfitta per 4 a 1 dal Brasile di Pelè. La finale l’Italia la vinse. Eccome. Disposto a giurarlo. Io ve lo racconto per filo e per segno, compresi inediti retroscena. In questa avventura (LA VITTORIA IMPOSSIBILE), ho avuto splendidi compagni di viaggio, sempre coordinati dal curatore della raccolta Andrea Pelliccia: Simone Cola e Marco di Grazia, lo stesso Andrea Pelliccia, Giampietro Stocco, Simone Galeotti, Andrea Bacci, Carlo Martinelli, Stefano Piazza, Emanuela Valentini, Alessio Cecchin, Pietro Nardiello, Antonio Magrì, Lorenzo Crescentini. Ognuno con un racconto/rivelazione imperdibile in una silloge edita da Delos Digital (https://delos.digital/). Ha scritto una memorabile prefazione Darwin Pastorin. PER LEGGERE LA PREFAZIONE DI DARWIN PASTORIN CLICCA QUI.   GLI ATTI DEL CONVEGNO INTERNAZIONALE SUL BEATO ENRICO DA BOLZANO (9 OTTOBRE 2015) Il 22 giugno 2018 è stato presentato, nella sala Longhin del seminario vescovile di Treviso, il volume degli atti del convegno sul Beato Enrico da Bolzano. La prefazione è di monsignor Stefano Chioatto che ha pure firmato un intervento su I Pangirici sul Beato Enrico.  Gli altri scritti: Società e istituzioni a Treviso dall’avvento della signoria di Gherardo da Camino (1238) al tempo del beato Enrico da Bolzano (Dario Canzian); Migrazioni e insediamenti tedeschi nella pianura padano-veneta dell’ultimo medioevo (Uwe Israel); Eremiti, penitenti e devoti a Treviso tra Duecento e Trecento (Giampaolo Cagnin);  L’iconografia del beato Enrico dal XIV secolo all’età contemporanea (Ivano Sartor). Alfredo Michielin pubblica per la prima volta nella sua forma integrale la vita del santo patrono  da Pietro da Baone. Una restituzione che conferisce pregio assoluto al volume. Il mio intervento è di taglio piuttosto eccentrico. Si intitola: Arrigo e Martellino (Decameron, II, 1), Giovanni Boccaccio tra illustratori, critici e falsari. Per leggerlo integralmente clicca qui.   GIANNI AMBROGIO, SELVAGGIO RAFFINATO Così lo definì Giorgio Di Genova. Treviso e il suo territorio tributano al grande artista trevisano  (1928 – 2016) un memorabile omaggio con ben tre mostre, aperte fino al 5 agosto 2018,  presso il museo Bailo (TV), presso  casa Robegan (TV), presso la Fondazione Gianni Ambrogio (Mareno di Piave). Edito anche un ponderoso catalogo (curato da  Maurizio Pradella, curatore anche delle mostre). Ospita saggi di Sandro Gazzola, Eugenio Manzato, Maurizio Pradella, Giorgio Russi. C’è anche un mio saggio nato dallo studio degli scritti di Ambrogio, LA PITTURA, QUESTO IMMENSO AMORE. Questo l’incipit. “Dare un senso alla vita significa usarla come mezzo di conoscenza. Una meravigliosa avventura alla ricerca di qualche verità. Se si rivolge soltanto, come oggi accade, al profitto finanziario, rimane strumento arido e promotore di perfidie e delitti. L’incontro col sapere ti fa più soffrire ma anche più godere!”. Gianni Ambrogio ha raccolto in due agende gli ultimi scritti della sua vita di uomo d’arte e di pensiero. Circa 260 fogli. Appunti, disegni, schizzi… Per leggere il testo integrale del mio saggio clicca qui.   SALONICCO, LA BELLA Straordinario viaggio nella Grecia del nord. Salonicco, città cosmopolita e tollerante; il mondo fuori del tempo delle  Meteore; i ricchissimi siti archeologici della Tessaglia. Un itinerario nella storia e nella bellezza. Religiosità e radici mediterranee. Giorni di intensità assoluta, illuminati da una guida, Lilì, che ha trasmesso cultura, amore per la sua terra, senso profondo di apertura e tolleranza. Incontro indimenticabile con una cultura antica. Una scoperta, anche. Veniamo tutti da una storiografia che ci presenta il popolo macedone, gli stessi Filippo e Alessandro, come rozzi e incolti. Alessandro e il suo disegno di dominare il mondo (fermato solo da una morte prematura), lo comprendiamo subito, sono il punto alto di una civiltà che ha maturato per secoli un progetto politico, sociale, artistico. E le Meteore: una religiosità (e dunque una visione del mondo) che solo salendo gli ardui scalini che conducono ai monasteri si può intuire. Esperienza vitale. Per leggere tutto il diario di viaggio e vedere le foto clicca qui.   PASQUA 2018 SUL LAGO MAGGIORE Egle ed io abbiamo trascorso i giorni della Pasqua sul lago Maggiore, dopo la bella esperienza di un anno fa sul lago d’Orta. Abbiamo fatto base, col nostro camper, a Baveno nel camping Parisi proprio in riva al lago. E lì ci siamo imbarcati per la minicrociera tra le isolo Borromee (isola Madre, isola dei Pescatori, isola Bella). Un mondo piccolo e dilatato insieme. Da una di queste isole (isola Bella) partì, nel finale del fogazzariano Piccolo mondo antico, Franco Maironi. E naturalmente Mario Soldati proprio qui girò gli esterni del film tratto dal romanzo. Tanta storia, tanti innamorati di questi luoghi. Da Gustave Flaubert ad Alexandre Dumas. Per leggere il diario di viaggio clicca qui.   GLI INQUIETI GIARDINI DI ANDREA GRANZIERO È in libreria, con mia prefazione, INQUIETI GIARDINI, silloge di liriche di Andrea Granziero. Libro notevole. Dalla prefazione. La poesia di Andrea Granziero circoscrive una geografia gentile e rarefatta. Ma non troppo. Già il titolo indica un luogo. Che è fisico e mentale insieme. Il giardino, molti giardini anzi. Proposti, programmaticamente, con la forza abrasiva dell’ossimoro. Il giardino suggerisce immagini di pace, tranquillità. Il luogo del respiro, della pausa, del verde vivo primaverile, del grigio autunnale. Del rinnovamento e del declino, alba e crepuscolo. Qui l’ansia si dovrebbe placare o almeno trovare un equilibrio. E invece i giardini sono inquieti, quasi percorsi da una vibrazione segreta. Da una domanda che mette in tensione e talora allarma. L’enigma del confine, l’angoscia del fuori. Per leggere il testo integrale della prefazione clicca qui.   C’È  UN SANTO PER TUTTO E PER TUTTI Qualcuno ha chiesto se si tratta di un libro religioso. No e sì. Nel senso che in questo libro continua il mio discorso e la mia indagine sulla cultura veneta. Questa volta da un angolo di visuale particolarissimo, quello della religiosità  popolare. Patroni, santoli, santi protettori. È una storia immensa, addirittura infinita. L’idea è piaciuta subito ad Angelo Pastrello titolare della Editoriale Programma. Ed ecco qui il risultato. Che esce, ovviamente, in concomitanza con la festa di Ognissanti. Un lavoraccio, nel senso della fatica, ma grande soddisfazione. I patroni dei 981 comuni di Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli e qualche volta delle singole parrocchie. E poi i patroni di tutte le categorie, i patroni da invocare in mille situazioni diverse, i patroni che tengono lontane le malattie. Penso, in tutta onestà, che sia l’elenco più completo al mondo. E una infinità di storie e di episodi.Per leggere altro clicca qui.   ROBE VECE, IL NOSTRO IMMAGINARIO Torno a parlare di mercatini, di antiquariato, di collezionismo e collezionisti. Grazie all’amico Angelo Pastrello di Editoriale Programma ho pubblicato questo ROBE VECE (dopo lunga discussione se scrivere vece o vecie, con la i) in cui percorro questo mondo bello e particolare. Ho attinto al mio archivio fotografico che conta ormai migliaia di immagini, ho raccolto la mia più che trentennale esperienza nel settore, maturata in tanti mercatini d’Italia e di tutta Europa. Racconto le mie manie, sicuro che non sono solo mie. Con tanti consigli e suggerimenti. In ROBE VECE si trovano anche tutti i mercatini del Triveneto (ovviamente con indicazioni utili) e anche altri fuori regione che ogni tanto frequento (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna). Assicuro piacevole lettura e tante, tante foto (alcune, giuro, incredibili). Per leggere altro clicca qui.   FRANCESCO PIAZZA, SEGNO E COLORE Nel 1948 Francesco Piazza ha 17 anni. Vive i giorni della ricerca e delle curiosità. Prova tecniche e linguaggi. Dipinge a olio su tele di sacco. Sperimenta colori a tempera su tavolette che trova qua e là. Le mette in forno ad invecchiare. Dice che così fa trasalire i colori. Abita in una soffitta, al centro di Asolo. La casa odora e puzza di colle, di latte ammuffito, di chiara d’uovo e di bitume. L’aria si impregna dell’acido nitrico delle prime, spericolate morsure. Piazza è in dialogo serrato e libero con la materia del rappresentare, con i supporti fisici della sua ricerca. Il colore, la tela. Comincia così IL CILICIO E L’ESTASI, il saggio che ho scritto per FRANCESCO PIAZZA, SEGNO E COLORE, catalogo della grande mostra che, nel decennale della morte, la città di Treviso dedica al grande artista di cui ho avuto la fortuna di essere fraterno amico e confidente. Per me Francesco Piazza era (ed è, lo sento vivo e magistrale più che mai) semplicemente Checco. Nel catalogo, che propone oli e incisioni che documentano splendidamente il percorso artistico di Piazza, figurano anche scritti di Eugenio Manzato, Paolo Ruffilli, Marco Goldin, Giovanni Barbisan, Luigi Pianca, Sandro Zanotto. Presentazioni di Giovanni Manildo, Luciano, Franchin, Emilio Lippi, Paolo Bornello, Andrea Bellieni, Gianni Tosello. Per il testo integrale del mio saggio clicca qui.   LA GRANDE POESIA DI FRANCESCO PIAZZA È uscito Se vivere è un camminare leggero, silloge delle poesie inedite di Francesco Piazza. Ne ho curato l’edizione e ne ho scritta la prefazione. Francesco Piazza (Venezia 1931 – Treviso 2007) ha pubblicato i libri di liriche Alberi Anime (1985, ed.  Circolo Culturale Teorema) e Mendicavamo canti di usignoli (1992, ed. La Stamperia dell’Ariete). Dopo la sua morte, dal riordino dell’archivio di casa Piazza, è emerso un poderoso corpus di versi inediti. La poesia di Piazza è dotata di una sua specifica sigla. Vigorosa, splendidamente e luminosamente originale. La traccia di una forte personalità artistica e di una geniale e inquietante capacità di riflettere sull’uomo e suoi misteri esistenziali. Clicca qui per leggere la prefazione. Presentazione martedì 24 ottobre, ore 18 presso il Museo Bailo in Treviso.   ALSAZIA E LORENA, IL TRIONFO DEL GOTICO Una settimana in Alsazia e Lorena. Le grandi cattedrali dalle impressionanti vetrate, i robusti vini (soprattutto bianchi), i paesini che esibiscono i davanzali fioriti, la storia della civiltà europea. Lo spettacolo unico della chiesa di Notre-Dame a Strasburgo: il più straordinario gotico del pianeta con la sua guglia alta 142 metri. I fiumi carichi di storia e poesia. In Francia si sta bene. Viabilità ordinaria magnifica (ovvio, si evitano le autostrade altrimenti non si vede niente) e campeggi (frequentissimi) sempre attorno ai venti euro. Soprattutto il gusto per il decoro urbano. Ogni rotonda è curata. Ogni via è un’esplosione di fiori. Anche il centro più piccolo ha un suo Ufficio del Turismo, ricco di stampati e suggerimenti. Ottima base per conoscere e iniziare a visitare un territorio. Noi abbiamo conosciuto così l’indirizzo dell’azienda dalla quale siamo andati a rifornirci di vini. A me secca proprio che non sia così anche da noi. Clicca qui   IO DONNA NATURA DI SILVANA DEL CERO La poetessa (veronese di nascita, bassanese di adozione) Silvana Dal Cero propone per i tipi di Pegasus, IO DONNA NATURA, il suo terzo libro di liriche, dopo Il passo e l’orma e I giorni e l’ombra. Silvana mi ha chiesto di scriverle la prefazione. La pubblico integralmente. La poesia di Dal Cero è “un ovunque, un sopra e sotto, un di fianco e di lato. Elenca: tenace ulivo / stella inesplosa / nera civetta / bianca farfalla. Aggettivo e sostantivo, il più semplice dei sintagmi, quello che non ha bisogno di predicato verbale perché si esaurisce già tutto nell’oggetto visto e posseduto. Nella visione, nel fotogramma, nel film. Si sostanzia in quel dentro/fuori che è la corteccia/corpo. Immagine mirabile che fa una cosa unica dell’involucro e del contenuto. In ultima analisi di significato e significante (allampanate immagini/dei miei respiri)”. Clicca qui   SUI MARI DI OMERO Egle ed io in questi primi giorni di giugno 2017 abbiamo fatto, per la prima volta, un’esperienza di crociera. Non parlerò dell’ospitalità ricevuta in nave (la Costa Deliziosa, ospitalità peraltro eccezionale, basata su gentilezza e organizzazione minuziosa e rigorosa, non ci si annoia di sicuro), ma delle mete del nostro viaggiare. Volevamo, dopo l’esperienza nella Grecia continentale, correre tra le isole del mare greco. In pratica abbiamo disceso l’Adriatico. Con partenza da Venezia. Ci siamo fermati a Bari (con l’immagine bella delle donne che nei vicoli fanno le mitiche orecchiette), poi Corfù, periplo del Peloponneso, Santorini e Myconos. Al ritorno sosta nel gioiello Dubrovnik, la veneziana Ragusa, sull’estrema punta meridionale della Croazia. Clicca qui   LA PATAGONIA DI FRANCO VIVIAN Ho avuto il privilegio di presentare il bel libro di FRANCO VIVIAN, PATAGONIA FIN DEL MUNDO. La location è stata quella della chiesa di San Gregorio, nel cuore di Treviso. Luogo straordinario e suggestivo. Daniela Barzan, presidente di SeLALUNA, ha letto alcune pagine. Ha completato la serata la proiezione di alcune dia commentate dall’autore. È venuto a portare il suo saluto Luciano Franchin, assessore alla cultura di Treviso. Sala piena, coinvolta. Il libro di Vivian è forse il più bello ed emozionante che lo scrittore trevigiano abbia mai prodotto. Comunica voglia di andare. Franco è un grande amico e, come già era successo per un altro suo libro, DOVE URLA IL VENTO, mi ha chiesto di scrivergli la prefazione. Anche questo un privilegio. Per leggere la prefazione clicca qui   BOCCACCIO E I SUOI CENSORI MARTELLINO E IL BEATO ERICO DA BOLZANO Ho pubblicato sulla rivista STUDI SUL BOCCACCIO (volume XLIV; la rivista è stata fondata e diretta da VITTORE BRANCA, mio grande maestro a Padova; l’attuale direzione è composta da GINETTA AUZZAS, CARLO DELCORNO, MANLIO PASTORE STOCCHI) un mio saggio: MARTELLINO RISCRITTO: A PROPOSITO DEL DECAMERON RIFORMATO DAL CIECO D’ADRIA. Riguarda un mio studio nato in margine al convegno trevisano incentrato sulla figura del beato Erico da Bolzano. Come è noto, Giovanni Boccaccio dedicò una novella del Decameron (giornata II, novella I) ad una beffa messa in scena subito dopo la morte del santo patrono di Treviso (10 giugno 1315). Una sorta di pseudomiracolo. Mi soffermo in modo particolare sulla riscrittura che di questa novella fece una singolare figura di intellettuale, Luigi Groto, il Cieco d’Adria. Il problema era che la grandezza del blasfemo e licenzioso (ovviamente agli occhi della censura ecclesiastica) Boccaccio s’imponeva a tal punto che, pur di farlo leggere e diffondere la sua magistrale lezione narratologica e linguistica, lo si “correggeva”. Con esiti più o meno felici. L’immagine è un particolare della litografia che l’incisore agordino Vico Calabrò ha dedicato alla narrazione boccacciana. Il grande artista immagina che il corpo del beato, attorno al quale si accalcava la folla che implorava miracolose guarigioni, fosse esposto in piazza Duomo, davanti al Battistero. In realtà l’esposizione delle spoglie mortali avvenne all’interno del Duomo. Per leggere il saggio clicca qui   LAGO D’ORTA E L’ISOLA DI SAN GIULIO Pasqua 2017 in riva al lago d’Orta, il lago …sbagliato. Racconto il motivo in questo diario di viaggio in un luogo che in realtà è un paradiso. Orta col suo Sacro Monte, patrimonio dell’UNESCO, con gli stretti vicoli su cui si affacciano negozietti caratteristici, con la piazza ariosa dominata dal Palazzotto, antica sede municipale. La mistica isola di san Giulio dove Giuseppe Tornatore ha girato La corrispondenza. I colori e i fiori. E la grande cucina piemontese che unisce sapori di tradizione e gusto dell’innovazione. Clicca qui   DELITTO SULLA COLLINA PROIBITA La misteriosa morte di Américo, un bambino che cerca legna per il povero focolare della sua casa; la collina rimasta per mezzo millennio proibita ai suoi abitanti; la crisi del parroco don Fervido; la sua storia personale di assassino e cacciatore di balene; il processo a Treviso; un colpevole possibile; Maria Ultima, la misteriosa donna che poneva fine alle troppo lunghe agonie dei paesani; la rimozione collettiva di un intero borgo; le paure e i fantasmi di un passato terribile e incombente; l’enigmatica Busa dea Messa nel folto bosco della collina, che una volta all’anno si trasforma in un tempio silvestre. Un legal thriller in piena regola ambientato nel profondo Veneto del primo Novecento. Per saperne di più clicca qui.   GLI INVISIBILI CHE SONO TRA NOI Homeless, senzatetto, clochard, barboni: gli INVISIBILI tra noi. Dieci scrittori hanno provato a scrivere dieci diverse storie/testimonianze e ne hanno fatto un libro. Tutte rigorosamente in presa diretta. Il groviglio della vita, la perdita di tutto, la voragine dell’annullamento. La speranza e la disperazione. Cliccando sul titolo la cronaca della presentazione avvenuta nella trevisana chiesa di Santa Caterina il 17 dicembre 2016. E la mia testimonianza. Una lunga, drammatica intervista ad Angelo. Ex giocatore di rugby, ex imprenditore, ex padre ed ex marito. Che non vuole rassegnarsi ad essere ex. Come dice lui, ci sono uomini formica e uomini cicala. Lui è stato una cicala. Clicca qui   DALLA CINA CON MERAVIGLIA Egle ed io abbiamo vissuto l’avventura cinese. Anno intenso di viaggi, per noi. Armenia, Nagorno Karabakh, Georgia, Camargue e ora Cina. Pechino con la Città Proibita e la Grande Muraglia, Xi’an e l’esercito di terracotta, Guilin e la crociera sul grande fiume, Shanghai cioè la megalopoli del futuro. E mille altre cose. Questo è il diario di viaggio, scritto a quattro mani. Siamo stati bene insieme, abbiamo vissuto con intensità il confronto con una cultura così distante dalla nostra. Speriamo vogliate condividere leggendoci e guardando le foto (tante ma soltanto una selezione rispetto alle migliaia scattate). Clicca qui   SAN MARTINO E IL MANTELLO Il ragazzo che divise il mantello con un povero e segnò per sempre la storia religiosa e politica dell’Europa. A 1700 anni dalla nascita, la vita, l’opera, le tradizioni, la gastronomia, le curiosità, gli episodi significativi del santo più amato del mondo accompagnati da moltissime immagini inedite. Il grande artista Franco Murer ha disegnato l’immagine di copertina. Dalla città in cui Martino nacque (Szombathely in Ungheria) alla città in cui fu vescovo e fondatore (Tour in Francia). Clicca qui   ODE ALLA SOPRESSA Eccola la mia SOPRESSEIDE, il poema (rigorosamente in lingua trevisana) dedicato alla salama regina. Con le ricette del grande Bruno Bassetto, ambasciatore della cucina italiana nel mondo. Il link rimanda alla prefazione del libro, in cui, da Teofilo Folengo a Mario Soldati, ripercorro le fortune artistiche e letterarie della sopressa. L’immagine di copertina è stata realizzata presso L’OSTERIA SENZA OSTE di Strada delle Treziese, a Valdobbiadene. Clicca qui   LE MELE DI CRISTIANA (E DEI ROMANI) La giornalista Cristiana Sparvoli ha pubblicato per i tipi dell’Editoriale Programma un libro delizioso, COGLI LA PRIMA MELA, ricette e curiosità sul frutto più antico e salutare del mondo. Il libro si apre con un’intervista a me, nelle vesti latinista. Quando Cristiana mi ha chiesto di parlarle della mela nell’antichità, be, per stare nel campo del cibo, è stato come invitarmi a nozze. Se vuoi puoi leggere il testo integrale dell’intervista. Clicca qui   STORIE DEI PRA’ LONGHI Agostino Contò, scrittore trevisano trapiantato a Verona dove è responsabile della Biblioteca Civica, ha scritto un libro bellissimo radunando in silloge i racconti e le STORIE DEI PRA’ LONGHI. Memorie affidate ad un lessico lussureggiante che sta tra lingua colta e lingua popolare. Una galleria di personaggi indimenticabili, un impasto linguistico unico. Leggi la prefazione che ho scritto per questo libro. Clicca qui   SILVIO E PAOLO POZZOBON: LA MEMORIA DEI GIRASOLI È uscito per i tipi di Antilia Editrice LA MEMORIA DEI GIRASOLI, silloge degli scritti di Silvio e Paolo Pozzobon, due splendide figure. Ero particolarmente legato a Paolo, intellettuale a tutto tondo, insegnante, studioso. Personalità unica e inimitabile, dotato di profondità d’animo e d’intelligenza rarissime. Uniche anzi. Coinvolto dalla famiglia di Paolo, soprattutto dai fratelli Piergiorgio e Michele, ho dato una mano a selezionare, ordinare e sistemare il materiale. Sempre Piergiorgio e Michele hanno voluto affidarmi il compito di prefare il volume. Leggi la mia prefazione, guarda le foto della presentazione. Clicca qui   CAMARGUE, UN UNIVERSO Leggi il mio diario di viaggio in Camargue. Se la Camargue stia alla Provenza come l’anima di un’intera regione e ne rappresenti il completamento e magari la culminazione. O se invece sia un territorio in qualche modo autonomo, un continente a sé. Qui arrivarono le conquiste romane, qui attecchirono profonde religiosità nel medioevo romanico. Attorno al mulino da cui scrisse le sue Lettres si aggira il fantasma bello di Alphonse Daudet. Qui vive l’anima colorata di Vincent Van Gogh. I campi di girasole, le distese di olivi, lo scorrere placido del Rodano, l’antico villaggio in pietra dei contadini provenzali. E il parco ornitologico, paradiso della biodiversità, dove è dio il fenicottero rosa. Clicca qui   ARMENIA, NAGORNO KARABAKH, GEORGIA LA TERRA DELLE CROCI DI PIETRA Due intense settimane alle origini del cristianesimo. Culture diverse e lontane. Con mia moglie Egle, un gruppo fantastico e una guida eccezionale. L’Armenia è, prima...
Alexa Rank
1,000,001
Progetto Sport | Benessere e Prestazione - Studio professionale a Roma - Pilates, Gyrotonic(R), Gyrokinesis(R).... Nella pratica sportiva agonistica, a qualsiasi livello di qualificazione (professionistico, dilettantistico, amatoriale), l’obiettivo primario per l’atleta è il raggiungimento delle migliori prestazioni, legate alle proprie potenzialità, nel rispetto delle regole e dell’etica sportiva, tutelando la propria salute e la propria integrità fisica. La Progetto Sport è una struttura che è in grado di offrire un servizio completo per una corretta gestione di tutti quei fattori: metodologici, fisiologici, alimentari, posturali , recupero funzionale post traumatico, che condizionano la performance e che sono alla base di una razionale preparazione. ll fulcro del nostro lavoro è l’elaborazione di programmi di allenamento personalizzati tenendo conto delle esigenze (tempo a disposizione per allenarsi, situazioni ambientali, abitudini alimentari ecc…) e delle caratteristiche individuali (capacità motorie, caratteristiche fisiche e livello di prestazione). Certamente una corretta gestione del programma di allenamento non può prescindere dai test di valutazione funzionale che consentono di conoscere il proprio livello di prestazione e di verificare, nel corso dell’anno, l’andamento del programma di preparazione. Nell’ambito del fitness, invece, l’unico obiettivo è il benessere psico-fisico che può essere raggiunto solo attraverso una razionale gestione dell’attività motoria per mezzo di metodologie quali il Pilates , il GYROTONIC® , il GYROKINESIS®, con delle sedute personalizzate presso il nostro studio, tecniche che sono anche utilizzate per il recupero funzionale dopo un infortunio. Nell’ambito del fitness, invece, l’unico obiettivo è il benessere psico-fisico che può essere raggiunto solo attraverso una razionale gestione dell’attività motoria per mezzo di metodologie quali il Pilates , il Gyrotonic ® , il Gyrokinesis ®, con delle sedute personalizzate presso il nostro studio, tecniche che sono anche utilizzate per il recupero funzionale dopo un infortunio. Questi i servizi che la nostra struttura può offrire Consulenza tecnica programmi di allenamento per le discipline sportive di endurance (ciclismo, corsa, nuoto, triathlon ecc…) programmi di preparazione atletica per discipline sportive di squadra (calcio, tennis, pallavolo, basket ecc…) programmi per il fitness analisi della composizione corporea e programma alimentare test di valutazione funzionale (svolti sia in sede che su campo) sedute personalizzate di fitness e di recupero funzionale con metodo Pilates el Gyrotonic ® sedute di gruppo con metodo Pilates e Gyrokinesis ® Per quanto concerne i servizi connessi alla pratica sportiva agonistica, l’atleta deve essere in possesso del “certificato di idoneità sportiva agonistica”, peraltro obbligatorio per legge. Questi i servizi che la nostra struttura può offrire Consulenza metodologia sull’allenamento Programmazione dell’allenamento Analisi composizione corporea e programmi alimentari Test di valutazione funzionale (svolti sia in sede che su campo) Sedute personalizzate di fitness e di recupero funzionale con metodo Pilates e Gyrotonic® Sedute di gruppo con metodo Pilates e Gyrokinesis® Test per la determinazione delle misure del telaio e studio della posizione con analisi della pedalata
Alexa Rank
1,000,001
Modena Industria | Bimestrale a carattere economico distribuito sia tramite abbonamento gratuito ad oltre 5.000 aziende tra le principali della provincia di Modena. Innovazione d'avanguardia e manualità artigianale per motociclette ultraleggere in fibra di carbonio: cose che accadono solo nella Motorvalley È quasi automatico. Se si parla di motori viene da pensare subito a Modena. O, meglio ancora a Maranello. Non può essere altrimenti. È proprio da Maranello parte questa nuova storia motoristica, all'ombra quasi di un Cavallino arcifamoso. Ma non si tratta di supercar, stavolta, bensì di motociclette, sportive, di ultima generazione. Prodotti unici, realizzati con materiali ricercati, dallo stato di progettazione a quello finito. Una realtà, ancora però nella fase di startup - è sorta solo un paio di anni fa - ma forte dell'esperienza dei suoi soci fondatori (ingegneri, tecnici), tutti con un passato nel settore automotive di alto di gamma. Esperienza che ha trovato forma in Vins Motors. "Vins è il sogno realizzato di una moto votata all'estrema leggerezza - afferma Vincenzo Mattia, l'AD di Vins, che aggiunge - Un design ricercato che guarda, dove ogni componente è ottimizzato per svolgere più funzioni, per una perfetta fusione tra meccanica ed estetica. È una moto ultraleggera, la nostra, in fibra di carbonio, interamente fatta a mano, dove la lavorazione artigianale incontra le più avanzate soluzioni tecnologiche". DUE RUOTE DI NICCHIA. Pensata, progettata e disegnata per essere all'avanguardia, la motocicletta Vins è nel suo insieme un prodotto tecnologicamente avanzato. Frutto, della perfetta combinazione di soluzioni inedite nel campo motociclistico: dal telaio monoscocca in fibra di carbonio, alle sospensioni di schema non convenzionali, dove ogni componente è ottimizzato per poter svolgere più funzioni, per una totale fusione tra la componente meccanica e quella estetica. "L'accurata ricerca della leggerezza - riprende Mattia - ha portato allo sviluppo di una moto dal carattere vivace, divertente nelle prestazioni, sia nei circuiti tecnici che lungo le strade di montagna, dove il controllo sul mezzo è determinante rispetto alla mera velocità massima. Diverse le caratteristiche che la rendono unica e tra le più significative ci sono l'innovativo motore 2 tempi ad iniezione elettronica, il sistema sospensioni a triangoli sovrapposti, il telaio monoscocca in fibra di carbonio con nodo anteriore integrato e lo studio aerodinamico che sfrutta la posizione inedita del radiatore. Tutto pensato per una purezza di guida estrema, ma pure divertente". COME NASCE "Ci occupiamo della progettazione delle motociclette seguendo ogni fase di realizzazione all'interno dello stabilimento, compositi e motore compresi", afferma Mattia. Grazie ai più avanzati programmi professionali lo staff di Vins Motors è in grado di realizzare qualsiasi progetto di ricoprire tutti i processi per costruire un prodotto artigianale, ma di elevata qualità. Il Reverse engineering e Reverse CAD gli permettono di eseguire ricostruzioni e rilievi 3D, implementando il controllo qualità su un oggetto uguale o migliorato rispetto all'originale. "Essendo "artigiani moderni" - tiene a sottolineare Mattia - non possiamo fare a meno della prototipazione rapida: per questo disponiamo di una stampante 3D, con una vasta gamma di bobine (caricate e non) che vanno dal più classico ABS fino alla gomma. Realizziamo, poi a partire dal nostro disegno o da quello del cliente, il prototipo completo e funzionante della due ruote desiderata. Attraverso il nostro parco macchine e reparto compositi possiamo garantire la qualità del particolare finito, seguendo l'intero processo internamente." Ed in tema di compositi è necessario un approfondimento. Dato che, il fiore all'occhiello della nostra azienda è appunto il reparto compositi. "Siamo tra i pochi in grado di eseguire l'intero processo produttivo di un manufatto, dal disegno al pezzo finito. Per garantire la massima qualità e controllo sul prodotto finale ci occupiamo direttamente della laminazione nell'apposita Clean Room, della cottura in autoclave e della finitura finale, per un processo a 360 gradi. Siamo attrezzati per la laminazione di manufatti in carbonio sia di tipo pre-impregnato che in wet layup, in ambiente controllato con umidità e temperatura costant1. L'autoclave ci permette di trarre la massima performance meccanico-strutturale dal manufatto; senza di essa sarebbe impossibile seguire e controllare l'intero processo internamente, nonché ottenere il massimo standard qualitativo imposto dal cliente. Dopo la cottura in Autoclave il manufatto viene rifinito nell'apposita sala di finitura, per la successiva verniciatura o incollaggio". Attraverso l'utilizzo di software dedicati e del nuovo banco prova motore, inoltre si riesce ad eseguire un'analisi completa di qualsiasi motore 2 e 4 tempi per moto. UNA MOTO UNICA Mai tante soluzioni e tutte insieme così particolari ed avanzate sono state implementate su un unico mezzo a due ruote. Esse, frutto del saper fare "made in Italy", sono tutte votate alla massima semplicità, efficienza e leggerezza. Per due modelli al momento veramente unici: "Duecinquanta Competizione" e "Duecinquanta". La prima, è più per il divertimento in pista. Senza compromessi, massime prestazioni garantite dal motore due tempi a iniezione elettronica da 288cm_ che eroga 75 cavalli, raggiunge una velocità massima fino a 230km/h. Rispetto alla versione stradale è caratterizzata da un look più aggressivo in full carbon e un design dedicato delle carene, con le prese aria frontali maggiorate per assicurare una maggiore portata d'aria al radiatore. La seconda, è una moto unica, dal design moderno e originale, un nome evocativo che rimanda a motori di un passato non troppo lontano e mai dimenticato. Il nome Duecinquanta infatti identifica il nuovissimo propulsore bicilindrico a due tempi ad iniezione elettronica, di inedita nostra concezione. Un concentrato di innovazione per realizzare una moto molto ambiziosa: la sportiva stradale più leggera attualmente in produzione. Mezzi sorprendenti che si muovono per ora, in un ambito di assoluta nicchia. Ma che, nonostante la giovane età, di Vins Motors hanno iniziato a muovere i primissimi passi su di un mercato sempre più alla ricerca di prodotti si d'avanguardia che sappiano coniugare però artigianalità ed innovazione insieme. Come quelli di questa azienda. Filippo Pederzini [gallery ids="6035,6036,6037,6038,6039,6040,6041,6042,6043,6044,6045,6046,6047,6048,6049,6050"]
Alexa Rank
1,000,001
Home Page. In mezzo a due parchi naturalistici, si trova questa amena struttura con affaccio panoramico sulla Riserva Naturale del Padule di Fucecchio immersa tra i boschi della Riserva Naturale delle Cerbaie nel mezzo di una campagna incontaminata.
Alexa Rank
1,000,001
TOTH provider di servizi internet dal 1996. Creazione di siti web rivolti al commercio elettronico. Piani di marketing di supporto al sito web. Servizi di Hosting e di Housing. TOTH è provider di servizi internet dal 1996.,Da sempre interessati al mondo dei servizi telematicamente fruibili abbiamo creato, nel tempo, le strutture e le realizzazioni più all''avanguardia sfruttando la più avanzata tecnologia, sempre ''piegandola'' all''uso naturale del mezzo...,La tecnica è il media mediante il quale raggiungere un fine, non è l''applicazione della risorsa umana mezzo della tecnica, dall''evoluzione deve derivare una maggiore libertà dell''essere umano non un suo regredire a succube del sistema...,Nel 1996 siamo partiti collaborando con il progetto: ''''Video On Line'''' attivando un provider internet nel piccolo distretto telefonico di Susa (provincia di Torino), da quel momento siamo progrediti nella gestione della rete in tutto il Piemonte.,Nel 1999 i problemi derivanti dal millenium bug e dalla conversione verso la valuta unica europea ci porta alla scoperta del mondo MainFrame e alla sua integrazione con il neo-affermato WEB; da questi presupposti nasce la collaborazione con Systema S.r.l. divenuta poi Elsag Banklab (gruppo Finmeccanica). ,2001 è l''anno del ritorno al Providing di servizi di connettività con Davide.it, provider pubblico per accesso filtrato ad internet, specifico per minori.,Dal 2003 fino ad oggi l''obiettivo diviene il commercio elettronico e il suo sviluppo sia a livello software che a livello di marketing di promozione, svariate decine sono le soluzioni approntate fino ad oggi utilizzando sempre applicazioni Open Source e legate principalmente alla licenza GPL.
Alexa Rank
1,000,001
Formazione FISDIR. Benvenuti in  "Oida", il nuovo ambiente e-Learning di FISDIR."Oida" nella lingua greca vuol dire “sapere” che equivale ad “aver visto” (“so” in conseguenza del fatto che “ho visto”). Avere esperienza visiva diretta di qualcosa che accade davanti ai nostri occhi non vuol dire soltanto imparare, conoscere, capire, vuol dire soprattutto acquisire consapevolezza ed essere consapevoli di sapere.Il nostro obiettivo è fare di "Oida" il punto di riferimento su cui far convergere tutte le iniziative formative e informative siano esse di tipo formale che informale volte ad assicurare la formazione personalizzata di figure tecniche e professionisti."Oida" è pensata per una fruizione, facile ed efficace, da qualsiasi luogo ci si trovi e in qualsiasi momento si desideri lavorare, purché si abbia a disposizione un computer con connessione a Internet.I corsi in catalogo, finalizzati allo sviluppo professionale e progettati nell’ottica di una formazione continua, si rivolgono a chi fa del rapporto con le persone il proprio lavoro.Per attivare un profilo sul portale della formazione, l’utente interessato dovrà contattarci per mezzo e-mail a [email protected] comunicandoci il  numero di tessera FISDIR (che sarà la user-id per l’accesso alla piattaforma), nome e cognome, e-mail ed il corso a cui si intende iscriversi con allegata copia del pagamento da effettuare a mezzo bonifico bancario.
Alexa Rank
1,000,001
Mes carnets de voyages à l''étranger et hors de France continentale... (tout ce que vous avez toujours voulu savoir). 45 destinations décrites. Les destinations les plus récentes: Joyaux de TOSCANE et les CINQUE TERRE, Grand Ouest américain, Afrique australe: Afrique du Sud, Swaziland, Chutes Victoria (Zimbabwe), Parc Chobe Botswana) les îles des Cyclades, Malte, Inde du nord, vallées du Gange et de la Yamuna (de Delhi à Bénarès), Japon, Italie du nord (Sud Tyrol, Lacs, Lombardie), Yunnan, Ouzbékistan... MORAUTHELI http://recitdevoyage.free.fr/tous%20les%20carnets%20de%20voyages%20et%20recits%20de%20voyages/ target=_blank Tous les récits de voyages http://www.voyageurdumonde.com/ http://www.bonplanvoyage.com/ http://www.triparoundtheworld.com/ http:/www.quandpartir.com/ http:/www.routard.com http:/www.capaustral.com Récits et témoignages illustrés (nombreuses photographies, musiques MP3 ou Wav, diaporamas et videos) de voyages à travers le monde et hors de France continentale: voyage en pays étrangers, voyages dans des pays étrangers, voyager à l''étranger, territoires et départements d''outre-mer tout ce que vous avez toujours voulu savoir sans jamais oser le demander crdp, encyclopédie, mon carnet de voyage, mes itinéraires et circuits, mon carnet de voyages, mes conseils pratiques de voyage, mon récit de voyage, mes témoignages de voyages, mes récits de voyages, mes carnets de voyages, mes photos de voyages, mes diaporamas de voyages, mes vidéos de voyages, mes impressions de voyages, mon journal de bord et mes carnets de route, mon carnet de bord et mon journal, mon livre de bord, ainsi commence peu à peu un véritable tour du monde, une marche mondiale en quête de toujours plus agréables vacances, errances à travers le monde, travels arround the world, worldwide holidays, trips and journeys arround the world, es voyagistes et tours operators: voyages internationaux, Fram, Jet Tour, Vacances Transat, Look, Marmara, Asia, Visiteurs en Asie, Asia, Salaun Holidays (travels), National Tours, Jollivet, achats de cadeaux et souvenirs en rapporter aux amis, précautions sanitaires, connaître la monnaie et les possibilité de change dans le pays (retraits avec carte bancaire), les pourboires à laisser aux guides, dans les hôtels...), les décalages horaires, tout connaître de l''histoire et de la géographie des pays: relief, climat, population, économie, religions, culture et traditions (musique, danse, théâtre, arts graphiques et plastiques), sans oublier un chapitre encyclopédique sur la gastronomie et la nourriture, moines, monastère, abbaye, CRDP, wikipédia, encyclopédie Encarta, encyclopédie Universalis, guides touristiques: Hachette, collection guides VOIR, le guide du Routard, le Petit Futé, Lonely Planet, Editions MICHELIN Coll. Guide de tourisme (guide vert), Encyclopædia Universalis, guide vert Michelin, guide bleu Michelin, guides Marcus, guides Neos, Bibliothèque du Voyageur des Editions Gallimard, Collection Bibliothèque du voyageur, éditions Assimil, Guides Bleus Evasion, éditions Bonechi , Bibiothèque du voyageur aux Editions Hachette , Editions Irving Weisdorf & Co Ltd, Editions Michelin Tourisme Guides Nelles, Editions Mondéos Guides Mondéos, Editions GALLIMARD Collection Découvertes , Editions HACHETTE Tourisme, guides Mondeos l''essentiel du voyage, Editions Mondeos, Editions du voyage, collection Guide Evasion en France, vols transcontinentaux et vols intérieurs, un regard anthropologique sans être anthropologue, une démarche ethnographique sans être ethnologue sur l''étrangeté que représente l''étranger,Editions HACHETTE Coll. Guide Evasion en France, Editions Fernand Nathan, Editions la documentation française, EDL Editions, Editions Arts et Vie, Edition Mistretta, Editions GEO/Prisma Presse,Editions del Hippocampo, Lonely Planet, Collection Passions d''ailleurs aux Editions LAROUSSE magazine LOOK Live la Biennale et la Mostra Editions h.f. ullmann-Tandem Verlag GmbH magasine GEO Collection Cartoville aux Editions Gallimard Pyrénées Collection GEOGUIDE aux Editions Gallimard Loisirs Collection Le Guide Rando aux Editions Rando Ibos Pyrénées-orientales émission Echappées Belles France 5 Gaudí OpenStreetMap des milliers d''amis avec les compte Facebook ou Twitter 1997 LONDRES London 1998 LISBONNE Lisboa 1999 IRLANDE 2000 QUÉBEC 2001 TURQUIE orientale 2002 ÉGYPTE 2003 THAÏLANDE 2004 MEXIQUE 2005 GRÈCE 2006 VIETNAM 2007 INDE DU SUD 2007 ANDALOUSIE 2007 MAROC 2008 SRI LANKA 2008 CHINE 2009 CUBA 2009 CORSE (CORSICA) 2009 RAJASTHAN (et Âgrâ et Delhi) 2010 SICILE 2010 JORDANIE/PALESTINE (ISRAEL) 2011 PEROU (PÉROU) 2011 sud-ouest de la TURQUIE, autour de la Lycie 2011 Venise 2012 BIRMANIE (Myanmar) 2012 Istanbul 2012 CATALOGNE Barcelone 2012 CATALUNYA Barcelona 2012 Madagasikara 2012 MADAGASCAR 2013 MADÈRE Madère Madeira 2013 INDONESIE: Java, Bali, Celebes (SUlawesi) 2013 SINGAPOUR Singapore 2014 LAOS 2014 CAMBODGE 2014 Italie du Sud (Mezzogiorno) 2014 OUZBEKISTAN 2015 YUNNAN 2015 Italie du nord: Lombardie, Grands Lacs, Milan EXPO, Dolomites, Innsbruck (Autriche) 2015 JAPON 2016 INDE DU NORD VALLE DU GANGE 2016 MALTE 2016 CYCLADES (Grèce) 2017 AFRIQUE AUSTRALE (Afrique du sud, Swaziland, Zimbabwe, Botswana) 2017 Grand Ouest américain 2017 TOSCANE et CINQUE TERRE NOS GUIDES: Su Su en Birmanie Yangon Rangoon Rangoun A Londres, notre guide GARRETT (ou GARETH ?); en Irlande, notre guide Marie; au Québec, notre guide Claude; au Mexique, notre guide Jésus; en Andalousie, notre guide Eric; en Grèce, notre guide ΗΣΠΙΔΑ (Espida autrement dit Espérance); en Turquie orientale, notre guide Kémal; au Maroc (Maghreb), notre guide Jamel (ou Djamel) et le chauffeur Brahim (ou Ibrahim); en Inde du sud, notre guide Sanjay Mandiekar; au Sri Lanka (Ceylan), notre guide Sina; en Thaïlande, notre guide Yaé; au Viêt Nam, nos guides Phuong et Cuong; en Chine, nos guides Marc, monsieur Cheng, Mademoiselle Li Yuan, moines, monastère, abbaye, Jean, Philippe et Sophie; à Cuba, notre guide Doris et nos chauffeurs Alberto et Indio; en Corse, notre chauffeur-guide Jean-Marie (pour Ollandini); au Rajasthan, notre guide Dilip, en Sicile avec Notre guide Rosaria (et non Rosalia) et notre chauffeur Luigi pour notre réceptif Accord Viaggi/Sicil Fly, en Jordanie notre guide IYAD pour le réceptif al-Thuraya et en Palestine notre guide chétienne palestinienne HENRIETTE pour O.S. Tours & Travel; au Pérou, notre guide-accompagnateur Carlos Francisco Roca Florido pour le réceptif Solmartours, à la formation de base dans l''agro-tourisme et l''agro-développement, nos guides locales Lydia, Anna, Anna Lucia, Aurora; en Lycie notre guide Nurcan; à Madère notre guide Leonor; à JAVA notre guide Yudi; à BALI notre guide I Gede Suardana; à CELEBES, nos guides Herman et Martin avec le réceptif Panorama Destination; à Singapour: guide Goh Chai Jin dit Charles; au Laos nos guides Vilaphonh VIC et Bounpheng BOUN; au Cambodge SAM Aun; en Italie du sud Rosaria, Lora (Dilora) en Ouzbékistan, Delphine au Yunnan, Mahipal, Hanuman et Sohan en Inde du nord vallée du Gange, Naomichi au Japon, David, Fabricia, Maria, Jacqueline à Malte, Nicolas David et Philippe aux Cyclades, Michèle et Siaka Fungai rangers Erika Bernard Richard Lio en Afrique Australe, Jean Arsenault dans l''Ouest Américain - dans le sud-ouest de la Turquie en voyage promotionnel MDM (Mozaïque du Monde): notre guide Nurcan et notre chauffeur Memhet pour le réceptif ITM International Marketing Service... Palais des Doges (Palazzo Ducale) Basilique Saint Marc, place St Marc, Piazza San Marco, Campanile, Grand Canal, Pont du Rialto, îles de la lagune: Murano, Burano, Torcello, Lido... Biennale et Mostra, festival du cinéma film Luc Besson ''''The Lady'''' Michelle Yeoh David Thewlis - Michael Aris Happy World dictature voyages - Birmans Bamars BURMA censure Pascale pagodes monastères stûpas Meiktila Kalaw Shwe Lin Lun Aung Chan Thar marchés fruits légumes Pindaya Shwe Umin Bouddha ombrelle soie mûrier kyaung Shwe Yaungshwe Nyaung Shwe Lac INLE pirogues à moteur Yadana Man Aung lacustres villages pilotis piliers poteaux teck ethnies tribus Hinthas Inthas artisants Naung Thaw In Phaw Khone Nampan cigares cheroots Kaung Daing Phaung Daw Oo jardins flottants Heyaywama Nga Hpe chats sauteurs Shwe Inn Dein Nyaung Oak chinlon pêc heurs zébus buffle boeuf carriole charrette Thazin Garden Bagan Pagan Bago Pegu Pegou Dhammayazika Novices processions défilé chars ombrelles moines bonzes nonnes bonzesses Myinkapar Shwezigon hti esprits nats Gubyaukgyi Kubyaukgyi Pwasaw Ananda Shwesandaw Thatbyinnyu Sulamani Dhammayangyi Htilominlo Mingalazedi Amarapura longyis longjis dhotis pagnes sarongs Pont U-Bein Lac Taungthaman Maha Gandayon bol aumône marionnettes Mahamyat Muni Mahamuni Rakhines Arakan feuilles or Shwenandaw colline Mandalay Sagaing coucher soleil Kuthodaw Mingun Mantaragyi roi royaume empire Bodawpaya cloche Hsinbyume Myatheindan Ava Innwa Bagaya Maha Aung Mye Bonzan Irrawaddy Ayeyarwady râj colonie britannique Sule centre chiques bétel oiseau Karaweik Kandawgyi Kyaukkhtat Gyi Chaukhtatgyi Aung San Suu Kyi Bogyoke junte militaire - 2012 - ISTANBUL Sérail Sultanahmet Mosquée Bleue Sainte Sophie mosquées cami camii Somiman Ier le Magnifique Süleymaniye Hammam de Roxelane Pont de Galata Tour de Galata quartier de Péra lycée de Galatasaray rue Istiklal Tünel Taksim gare de Sirkeci quais d''Eminönü Beyoglu Yenikoy Besiktas quartier Üsküdar Grand Bazar les caravansérails (han ou hani) Kapi Karsi kasri minbar medersa écoles coraniques cimetières ottomans stèles sultans et sultanat califes et califat Islam Musulmans fontaine des ablutions Köskü Kavagi Hisari yalis en bois (konak) sarayi Lisesi Bosphore Bosphorus Corne d''Or Mar Noire Mer de Marmara croisière Îles aux Princes sultanes circoncision Misir Carsisi turban épices Grand Vizir eunuques noirs harem les femmes lokanta mosaïques Christ Vierge Pantocrator faïences d''Iznik mirhab hijab niqab Byzance Constatinople Istanbul Théodose Constantin Justinien empereurs byzantins ottomans Stamboul Osman Croisades sac janissaires loukoms baklavas épices Seldjoukides doges Venise Vénitiens Génois Gênes vapür Pierre Loti minarets coupoles dômes icônes iconoclastes Rome romain patriarche patriarcat orthodoxe schisme esclaves infidèles roumi rumi Anadolu omeyyade abbasside sunnites chiites voile derviches tourneurs Tour de Léandre Karaköy colonnes piliers obélisque basilique église Citerne pavillon kiosque Yézidis Alaouites Nusayris Noseïris Ansariyas Bedprière Salat Namaz Aube Aurore fajr duhan imsak sabah günes Midi dhur ögle Après-midi asr ikindi Soir maghrib aksam nuit isha''a yatsiesten Beyazit Amher Mahmud Bogazici oumma hippodrome aqueduc réservoir Valens Gülhane porphyre confiseries mezzés pont Köprüsü Bezmialem Abdülmecit Karaköy Abdülaziz Unkapani Hayrat Haliç Cadessi sokagi Pasa Pasha Pacha Khédive d''Egypte Palis de Dolmabahçe Palais de Ciragan Palais de Beylerbeyi Abdül-Mecit Abdül-Aziz qibla ka''ba sadirvan Théodora Comène Zoé Zeus Hera Io baroque rococo Nuruosmaniye Sehzade Yeni Camii - 2012 CATALOGNE Catalunya BARCELONE Barcelona Carcassonne, Fenouillèdes Perpignan châteaux QUéribus Peyrepertuse, aqueduc d''Ansigna, Cucugna, gorges de Galamus Oratoire St Antoine Perpignan: pl. de la Loge, cathédrale, château des rois de Majorque Forteresse de Salses-le-Château orgues d''Ille-sur-Têt village de Castelnou Ortaffa Elne (Ste Eulalie et Ste Julie) Collioure St Génis-des-Fontaines Le Boulou plaine du Roussillon (nord) pays de Salanque pays du Ribéral pays des Aspres plaine du Roussillon (sud) Côte Vermeille massif des Albères Conflent et Cerdagne Prades (église St Pierre) St Michel-de-Cuxa extérieur Corneilla-de-Conflent Villefranche-de-Conflent Mont-Louis village de Dorres randonnées St Martin-de-Fénolar Maureillas-las-Lilas St Ferréol Céret Amélie-les-Bains-Palalda Arles-sur-Tech Gorges de la Fou villages de Corsavy et de Montferrer St Laurent-de-Cerdans village de Coustouges Serralongue Prats-de-Mollo-la Preste chemins de Saint-Jacques-de-Compostelle les Cathares Ripollès Abbaye de Ripoll Sant Joan de les Abadesses Alt Empordà Cadaquès Castello d''Empuries Vestiges antiques d''Emporion Peratallada Baix Empordà Palau-sator Pals Vulpellac Giroan Gérone Figuères Vieux quartiers Cathédrale et musée capitulaire Santa Maria Bains arabes et chapelle St Pere de Galligants Eglise Sant Feliu Sant Cugat del Vallès Montserrat ermitages langue occitan catalan Barri Gotic Santa Sant Eulalia cathédrale église basilique Maria las Ramblas (Boqueria, Mercat) Plaça Reial (Place Royale) Palau Güell Plaça de la Pau (Place de la Paix) Montjuic Marché aux Fleurs Palau Nacional (Musée National d''Art de Catalogne - MNAC) Plaça d''Espanya (Place d''Espagne) et Poble Espanyol Sagrada Familia façades Passion Nativité Gloire clocher flèches Plaça de Catalunya (Place de Catalogne) Palau de la Musica Catalana Illa de la Discordia (Passeig de Gracia) Casa Batllo Avinguda Diagonal Casa Mila quartier Eixample (Quadrat d''Or) Parc Güell architecte Antoni Gaudí i Cornet maîtres Art Nouveau oeuvres Lluís Domènech i Montaner Josep Puig i Cadafalch Joseph Domenech i Estapà - 2012 Madagasikara à MADAGASCAR avec nos chauffeurs Patrick, Dominique, Jean-Jacques et Mamy et les guides des réserves Jean Lamour, Jean-Baptiste, Arthur, Jimmy, Méthode, Robinson, Charline, Justin, Agathe et Emma l''agence A la carte A Mada de Richard Philippe RAKOTOARISON HERIVOLA Monny nos hôtels favoris Chalet des Roses à Tana Le Lac à Samhambavy, Gaspard à Ranomafana Isalo Ranch à Ranohira, Baobab Café à Morondava et Tanakoay à Bekopaka Voyage privatif à la carte Olivier Pelaez du Ranch Solaris Mangily-Ifaty les bonnes adresses de restaurants Les Bougainvilliers Bougainvillées à Ambaloavao Meanbe à Belo sur Tsiribihina Mad Zébu les ateliers d''artisant en raphia cocottes en aluminium à Ambatolampy cornes de zébus Chez les Six Frères à Antsirabe lapidaire jaoillier Taillerie de la Ville d''Eau Chez Joseph Antsirabe confoseur bonbons Chez Marcel vers à soie Chez Clarisse et Haingo à Manandona Sculpture sur bois Arts Malagasy Jean et Frèreet marqueterie à Ambositra Manufacture de thé TAF Sidexam à Sahambavy forgerons Ajamba plantation et distillerie d''huiles essentielles Manakara Canal des Pangalanes Papier antaimoro Ambalavao mines gisements de saphirs Colorline Marc Noverraz Ilakaka Réserve privée Hôtel Vakôna Parc National Analamazaotra Réserve de l''Ialatsara IADE Ambohimahasoa rova palais de la reine Ambohimanga Colline Bleue gite Bakobako visite nocturne forêt primaire relief ruiniforme karstique double funérailles pisteurs lémuriens lemur microcèbe hapalemur maki catta vary eulemur Tananarive train FCE TCE détaillement locomotive motrice Mamitours en 4x4 taxi-brousse paludisme pauvreté feux de brousse brûlis charbon de bois geckos lézards iguanes caméléons serpents fossas araignées prédateurs autronésiens zébus rizières en terrasses Irondro orpaillage chutes cascades canyons sifakas ou propithèques crocodiles du nil Fianarantsoa gare thermes briques latérite cases arbre du voyageur ravenala ou ravinala sisal hotely gargote gargotte chariots et charrettes port terres rares royaume Merina vezo sakalava roi Radama Ranavalona Ratsiraka Ravalomanana Andry Rajoelina maire président Transition HAT agon barrière de corail Antaimoro ou Antemoro mora mora culte des ancêtres tombeaux Manao ahoana Veloma totems funéraires érotiques Route Nationale 7 bandits dahalo voleurs embuscades déliquance corruption Daniel Rajaona thé et théiers Radoniaina Angelo Rakotoarisoa Rakotoarison Patrimoine Mondial de l''UNESCO Patrimoine de l''Humanité de l''UNESCO pachypodiums tapias bivouac Namaza escalde et spéélo vertige Forêt de Zombitse-Vahibasia ethnies Antandroy et Mahafaly Bara Andranavory Sakaraha alaolo Tollagnaro Fort Dauphin Tuléar Toliara Canal du Mozambique cactées aride et désertique faune et flore maqsuillage masque tabaky ravitoto romazava de zébu aux brèdes mafana mangrove bungalows moustiquaires alizé et mousson langoustes et camarons gambas plage pirogue balancier Famadihana cérémonie exhumation retournement des morts fady tabous interdits grottes tombe vazimba Circuit Andamazavaky failles diaclases sacré Manjakandriana Moramanga Mitsinjo indri indri aye aye ravinstara ylang ylang Analamazaotra guide Rakotovao farwest Rova Manjakamiadana palais du roi Andrianampoinimerina avenue de l''Indépendance Araben''ny fahaleovantena hôtel de ville Lapan'' Ny Tanana Lac Anosy - 2013 MADERE Madère Madeira MADÈRE Funchal barbares Alains Romains arabo-berbères hispano-mauresque manuélin styme mudéjar Alcácer Alphonse Jean Algarve Fernand de Magellan Fernão Magalhaes colons colonisation Brésil navigateurs Révolution de Septembre, du Minho, de Patuleia Oeillets révolte Manuel Antonio de Oliveira Salazar dictature dictateur fascisme Estado Novo 1974 socialiste Mário Soares crise PIGS austérité légende amants Robert McKean (ou Robert Mac Keen) et Anna de Harfet (ou Anne d?Arfet ou Dorset) Henri le navigateur, João Gonçalves Zarco et Tristão Vaz Teixeira Bartolomeu Perestrelo découverte conquête Christophe Colomb corsaire français, Pierre Bertrand de Montluc vigne vin vendanges cépages vinification ZEE archipel Macaronésie alizés vent vinho verde poire pêra-rocha Mangualde banaes bananeraies volcans sous-marin basalte orgues Pico Ruivo supercontinent Gondwana dérive des continents forêts sempervirentes écorégion biotope écosystème bione Porto Santo îles Desertas (Désertes) ilhas ilheus îles Selvagens (Sauvages) Câmara de Lobos Machico Santa Cruz Santana Caniço de Baixo Malvasia São Vicente et Ribeira da Janela Porto da Cruz Faial vendanges raisin Malvoisie Tinta negra mole phoques moines Pointe St Laurent espada sabre noir pêche port pêcheurs Nossa Senora Estreito Campanário Ribeira Brava Madelena do Mar randonnée levadas canaux irrigation laura silva laurasilva primaire Bao Morte Quinta Grande cap falaise Cabo Girão Preikestolen Koh Phi Phi belvédère panorama mirador miradouro à-pic point de vue Fajã crique plage cirque sable noir galets São Bento transepts Ponta do Sol Porto Moniz piscines naturelles lave Seixal N-Dame Notre-Dame Ponta do Garajau Lido Riu Palace Reis Magos Ponta de São Lourenço paquebots bateaux de croisières Caniçal baleines cachalots Prainha Baia da Abra marina Quinta do Lorde Ilhéu îlot rocher Rosto Castelo Espigão Amarelo Clérigo Jorge canne à sucre distillerie Companhia dos Engehos do Norte alcool (aguardente) rhum Guindaste Rocha da Aguia casas de colmo toits chaume chaumières Navio Viuva Arco excursions plateau Paul da Serra landes maquis incendies eucalystus laurier fétide til (Ocotea Foetens) vipérine arbuste plante parc photovoltaïque éolien Festa da Tosquia Rabaçal Boca da Encumeada Estalagem auberge Corrida Serra de Agua Mountain Expeditions 4x4 jeep chemins forestiers pistes littoral côtes hameaux villages Curral das Freiras soeurs religieuses nonnes Cristóvão chapelle Eira do Serrado poncha caralhinho mexelote Jardim jardins parcs Serra Antonio Martinho faubourgs quartiers coq de Barcelos St Jacques de Compostelle Santo Domingo de la Calzada miracles Poço da Neve glacière sorbets Arieiro sommet Ribeiro Frio saxifrages orchidées chrysanthème renoncules Balcões col passe Passo do Poisso endémique autochtones faune flore genre famille botaniques Botânico Quinta do Bom Sucesso Quinta do Lago Boa Vista quintas Palheiro Ferreiro (propriété des Blandys) Orquidea Almirante Reis espèces variétés William Reid botanistes Carlos Azevado de Meneses fougères arborescentes ficoïdes palmiers pandanus cycas aloès yuccas agaves agapanthes mosaïculture irésine heliconias oiseaux de paradis Strelitzia Jacaranda Tipuana tipu Tulipier du Gabon érythrine psittaciformes perruches, inséparables, perroquets et aras Fortaleza de São João Baptista Camphrier Dragonniers A Parreira dîner-spectacle Roque bolo do caco bolo de mel pain d''épices brochette espetada bailhino braguinha guitare brinquinho Monte Terreiro da Luta gare crémaillère d''Autriche Hongrie Bohême carros de cesto luge traineau paniers d''osier carroceiros Grande Hôtel Belmonte Livramento Comboio Mercado dos Lavradores marché laboureurs rua Brigadeiro maracuja légumes fruits pimpinela annona chouchous chayottes ou christophines Praça de Peixe Visconde de Andia Broderies Adolfo Aires de Freitas Patrício et João de Deus Magno Gouveia fabrique atelier usine manufacture Ferreiros Município mairei hôtel de ville Collège des Jésuites (ou São João Evangelista) Ursule comtede Carvalhal vieillissement Garrafeiras Colheitas estufagem millésime canteiro liqueur Henriques & Henriques, la Madeira Wine Company (famille Blandy), Vinhos Barbeitos, Vinhos Justino Henriques, Filhos, Pereira d''Oliveira Vinhos, Silva Vinhos Museu Quinta das Cruzes César Filipe Gomes legs John Wetzler collectionneur orfèvre caixas de açucar fajôco Casa-Museu Frederico de Freitas Calçada de Santa Clara monastère clarisses dominicaines Franciscaines (Congregação das Franciscanas Missionárias de Maria) Gonçalo de Amarante Sainte Claire Ordre de Saint-François d''Assise maître-autel Avenida Ariaga la Sé cathédrale statue de Sissi dans le parc du Casino Infante da Vigia blason Restaurante dos Combatentes da Flor Saint Laurent Street Art exil imératrice Franz l''empereur François-Joseph Autriche Bacalhau a la narciso morue Açorda soupe sopa Baile da Rosa roses Largo do Chafariz, Avenida Arriaga, Palácio de S. Lourenço, Largo Phelps et Praça da Restauração Mur de l''Espérance tapis de fleurs chars allégoriques fleuris défilé cortège Festa da Flor João Egidio Rodrigues Isabel Borges Ecole de samba Caneca Furada Geringonca Fabrica de Sonhons Turma do Funil Furia Samba Bairro da Argentina Sorrisos de Fantasia Praça do Mar Sá Carmeiro navire caravelle caraque ou nef Robert Wijntje mâts voiles Santa Maria La Pinta La Niña gaillard dunette cale pont claire-voie des écoutilles placées sur le surbau vigie roulis cétacés croix Ordem dos Cavaleiros de Nosso Senhor Jesus Cristo Arriero et Amparo Ajuda - 2013 INDONESIE JAVA Jakarta Solo Surakarta Surabaya Mojokerto Yogyakarta kraton pasar Pasuruan Malang volcan Gunung Bromo Tengger Madura Nusa Prambanan Borobudur Bahyuwangi Monts Penanjakan Yudi Sangiran Flores Moluques Timor Papouasie Bornéo Sumatra Kalimantan Lombok Wajak Austronésiens Mataram Majapahit Demak Agung VOC Semeru Merapi Malacca Bongaya Gowa Hasanuddin Bone Palakka Arumpone Luwu Malangke Soekarno Sukarno Soeharto Suharto Komodo Sanjaya Sailendra BALI I Gede Suardana Medewi Pura Tanah Lot Hayam Wuruk Kertanegara de Singasari Ngurah Rai Revolusi bali-sasak kriss legong barong sarong sarung gamelan Tri Hita Karana Kopi Luwak subak abian kepeng Gilimanuk Agama Hindu Dharma Candi Bantar kaja Suraya kelod Brahmâ Canang Sari crémations bûcher To Manurung wesia ou vaishyas sudra ou shudra satria Shatria Sanur Denpasar Batubulan Mas Celuk Bedulu Ubud Jimbaran warung Ngaben mukur Falun Dafa Gong apotek notaris Durga Kunta Kalika Rangda Sahadewa Goa Gajah sarcophage Ubud Baturiti Batu Riti Ulun Danu Bratan Jatiluwih Luhur Batukaru Pacung Mengwi Dewi sacrifices Odal kebaya kamben bindis (ou tilaks) turban udeng Sebatu Tampak Siring Penelokan Kintamani Batur Bangli Kehen pededong-gedongan limage dents lepasaon ou kepusodel tipattaluh ou ketipatkukur tigabulanan tutugkambuhan otonan Pawukon-o Wukuo Upacara Pontong gigi vices ceinture selandong ou sabuk Ramayana pis bolong sesari Tirta Empul Gunung Kawi Danau Landih Hayu Bihi Padmasana Kintamani Gianyar Klungkung Besakih Goa Lawah salines Kusamba Saka Odalan Otonan Tumpek NyepiSang Yangh Widi Umum Malam tamarille ou tamarillo salak Taman Gili Kertha Gosa puputan Kanda Pat Sari ou Kandi Pat Sare Yama Chitragupta Bale Kambang Mahâbhârata Penataran Madeg Kiduling Kreteg Rendang Bandar Udara Bukit Rinjani Maccinibaji CELEBES SULAWESI Dayaks Philippines archipels Batacres Torajas Leang-Leang La Galigo Tallo Wajo Minahasa Semenanjung Timur Selatan Makassar Macassar gorontalo pamona buton Para Pare Bugis pinisi dewata Sangiang Serri pics Mangisi Buttu Bolang Tananti Pema Nona Lansa Noni Tangru Puang Saruran Sidrap Enrekang Makale Pongtiku Rantepao Sa''dan Plawa Pallawa Lempo Batutumonga Bolu Marante Bori PangalaAluk Todolo tongkonan Ambe Tonduk Tominaa Bassi Bulaan Karurung Kuakua esclaves Tokapua Tomakaka Tobuda tau-tau effigies layuk adat pekamberan batu rumah asap to masaki Puang Sambolinggi alang babiroussa Rumah Makan Pa''piong Manuk brochettes Babi Pamarasan arak arrack kluwek, keluwek, keluak ou atau kluak kepayang roupies rupiahs buffles bufalo kérabau ou karbau Madandan Londa Lemo Kambira Makula Buntu Kalando dons cadeaux machette parang lantang turut berduka cita sépultures (liang) (menyatakan duka mendalam anak cucu cercueils suspendus SAGADA Luzon niches tombes tombeaux sépultures sepak takraw Ma''nene Puya foetus morts-nés nouveaux-nés bébés menirs mégalithes orphelinat fanfare orchestre Yayasan Mala''bi Pa''Pompang Pa''Bas combats de coqs combats de buffles toucans calaos sangliers anoas Bonto Bonto Fort Rotterdam Néerlandais palmiers à huile silkair Garuda - 2013 SINGAPOUR guide Goh Chai Jin Charles Récit de voyage à Singapour Singapore Carnet de voyage à Singapour Singapore Séjour à Singapour Singapore MORAUTHELI Cité-État Temasek Singapoura royaume de Srivijaya (Sumatra) roi Hayam Wuruk de Majapahit Parameswara Sang Nila Utama prince de Palembang symbole du lion Indes Néerlandaises Sir Thomas Stamford Raffles comptoir commerce colonie de la couronne de Malacca aux Anglais Straits Settlements premier Premier Ministre, Lee Kuan Yew l''un des quatre Dragons Asiatiques Lee Hsien Loong People''s Action Party (PAP) péninsule malaise détroit de Johor Pulau Ujong climat tropical chaud et humide taux de fécondité dénatalité HDB (Housing and Development Board) citoyens résidents (philippins, bangladais, sri-lankais, japonais, coréens, indiens, malais, malaisiens, anglo-saxons, tamouls) bouddhistes mahayana musulmans chrétiens taoistes mandarin Détroit de Karimata île de Palau Bintan réceptif Amerasia célibat gouverneur T.S. Raffles poldérisation remblais arrasements comblement digue Palau Semakau pétrochimie industeis port porte-conteneurs une nation sécuritaire arrestation emprisonnement drogues embouteillages circulation système de taxation-télépayage électronique Electronic Road Pricing (ERP) Marina Bay gratte-ciel Gateway architecture urbaniseme Ieoh Ming Pei ArtScience Museum Singapore Flyer MBS, Marina Bay Sand Gardens by the Bay The Grove Jardin National des Orchidées (National Orchid Garden) orchidée nationale Vanda Miss Joaquim Little India église méthodiste Kampong Kapor temple hindou Sri Veeramakallamman dédié à Kali façade colorée Ministère de la Culture, de l''Information et des Arts (MICA) îlot urbain Clarke Quay Royal Selangor Pewter Center (Royal Selangor Gallery), Senor Taco, Highlander anciennes jonques chinoises (tongkangs) Colonial District) Parlement Cour Suprême cathédrale Saint Andrew City Hall OCBC Bank (Oversea-Chinese Banking Corp Ltd), Royal Group, Onera The Sail Boat Quay hôtel Fullerton Esplanade - Theatres on the Bay May Bank, HSBC, DBS, Stra Chinatown quartier chinois restaurant Yum Cha Dim Sum rouleaux de printemps, raviolis, nouilles, riz, légumes sautés beignet de banane May Bank, HSBC, DBS, Straits Trading, Bank of America Buddha Tooth Relic Temple and Museum Santa Grand Hotel restaurant Yum Cha Dim Sum rouleaux de printemps raviolis nouilles riz légumes sautés et beignet de banane - 2014 LAOS guides VIC Vilaphonh et BOUN Récit de voyage au Laos Carnet de voyage au Laos Séjour au Laos pays millions sourires million éléphants royaume vestige Plaine Jarres civilisation Dvaravati Wat Phou Vat Phu populations Thaï Nan-Chao Chine Yunnan Mongol Kubilai Khan tête empire chinois ethnie Thaï hommes libres Moyen Mékong culture khmère Fa Ngum bouddhisme Theravâdâ origines bouddhisme Petit Véhicule Bouddha d''Emeraude Wat That Luang conquis Birmanie Birmans souverain siamois thaï protectorat Auguste Pavie vice-consul commissaire général État Union française Indochine Pathet Lao Savang Vatthana Sisavang Vong trône abolition monarchie abdication Viêt Nam Viêt Minh piste Hô Chi Minh accords paix Parti révolutionnaire populaire lao République démocratique RDPL camps prisonniers politiques reine Khamphoui Chao mines ASEAN Association nations Sud-Est asiatique Perestroïka Glasnost URSS chef Etat est Choummaly Souriya Sayasone Premier Ministre est Thongsing Thammavong frontière typhons saisons plateau Bolovens population millions habitants croyances indigènes composition ethnique ethnies Lao Loum Lao Theung Lao Lao Sung Hmong Meo langues taïes-kadaïes alphabet siamois langue tonale sip L daph wan tchan t''ngai jan deuan minaa L mee nah khop chay L or koon nam L teuk PIB-PPA Parité Pouvoir Achat agriculture subsistance forêt primaire déforestation palissandre bois rose benjoin devises Vietnam Airlines Boeing 777 Réceptif ASEV Asie Sud Est Voyage François Foulon cambodge notre guide Vilaphonh VIC Sacha Bollet émission Echappées France 5 Belles Annaliese WULF Jürgen BERGMAN Berthold SCHWARZ Baw pen nyang tricycles samlos motos-taxis tuk-tuk jumbo Huay Xai chikungunya A/H1N1 frontale monnaie Kips LAK Vols arrachée Arc Triomphe Patuxay Setthathirath Wat Phra Keo Wat Sisaket Pha That Luang Marché Thalat Sao Siddharta Gautama illuminé BOUDDHA Sakyamuni Amitabha empereur Ashoka communauté monastique ascèse hédonisme Dharma Sangha Maitreya Mahayana Avalokitesvara déité Véhicule Tantrique Vajrayana Kualao bornes kilométriques pétanque Trimurti Mercure statue roi Fa Ngum siamois Ayutthaya Korat Wat Inpeng Wat Ong Teu Wat Mixai Ambassade Brunei Nam Phu Bibliothèque Nationale Palais Présidentiel Si Chiang Mai Nong Khai Anouvong Wat Xieng Nheum Talat Khan Kham Wat Phra Keo Wat Sisaket galerie gouttière sacrée eau bénite lustrale nagas dragons Nouvel An bouddhiste Boun Pii Mai Laos Chaul Chnam Thmey Cambodge Pha That Luang Setthathirath Ecole française Extrême-orient EFEO Pah Vet Wat That Luang Thai fidèles pèlerins adeptes Ton Nam potage crudités sauté curry Thalat Sao Kamu ou khamu ou Khmu villages pratiques animistes chamans Hmonglangue sino-tibétaine sinisés Hans Chinois plain pied héritage colonial foyers brasero Poêle New Lao Stove NLS Broussonetia papyrifera Col Phôn Hông Tam Tjang Nam Ngum échoppes sauces pâtes Nam Song Phou Din Daeng canoës canoés kayaks chambres air rafting montgolfières VTT escalade spéléo Ban Phatang Phou Hinlek Fai Nam Lik Vieng Kham Phou Khoun Phou Khoun Phien Fa fumerie opium vache qui rit Con bo cuoi alcool pattes ours noir collier blanc bhikkhuni cpréceptes vinaya robe sanghati uttarasanga antaravasaka kayabandhana patta bol quête aumône vaasi rasoir suuci aiguille filtre parissavana uppraspivhina añsa nisidana Muong Soua Muong Luang Phrah Arts Traditionnels Iko Katu Tai Lue âme khouan phi Wat Xieng Thong Wat Sene minicroisière sim salle prière lapis-lazuli Arbre Vie rassasi Sakkarine Wat Sene Souk Haram Manivanh Kitsalat Som pa filet Tak Bat quête écharpe vapeur jupe lao traditionnelle sinh riz gluant khai niew Phosy Couleur Café Sainamkhan River View bistrot cassolette oh lam laap kai mangoustan goji açaï litchi litchee Wat Pak Khan Wat Khili Wat Souvankhiri Xieng Khouang Ban Xang Khong Ban Xieng Lek Wat Pha Houak Airâvata Phaya Si Mahanam Phya In trois joyaux Jambupati Hos Pavillons noirs chinois Deo-van-Tri Bounkhong Wat That Wat Phra Mahathat reliquaire Dyen Sabai passerelle bambou Ban Phan Luan Wat Phan Luang Ratsouda Ram Khoundouangchan Wat Pak Ha Xaingaram crématoire Dara Market Wat Manorom bénédiction cordelette Roots & Leaves Baci nuptial phousao fiancé fiancailles phoubao Soukhouane ONG batelier Pak Ou épervier cigales latex Phou Pha Hen sentier Tam Phum Kamu Lodge Ban Yoi Hai Groupe Apple Tree gérant Olivier Trafial Lutecia Koh Samui riz cantonnais Sine Savan Sine Tjoup lao lum arbalète flèches beignets drapeau cohue Ban Xang Hai Tad Khouang Xi papillons Ban Naouane lao loum Ban Ou Ban Taphen Free The Bears eaux turquoises cascade émincés Butterfly Park légumes indica riz gluant Khao Niao khao niao moon khao niao kluay Kali Kaï Lap Kaï Saikow Say Houaa saucisse boudin sang Mok Pa Tam Mak Hung Kai Ping Som Pa Som Mou Sine Hèng Sine Lot Lao Airlines EADS consortium franco-italien Aerei da Trasporto Regionale ATR 72 Paksé Pakse Bounpheng camp réeducation napalm défoliants bombes hindo-bouddhique WAT PHU Dork Khoun café Bolovens Patrimoine Mondial UNESCO Kuruksetra Shrestapura Henri Mouhot bassins artificiels barays Suryavarman II phallique lingam symbole shivaïte frangipaniers pyramide degrés Jayavarman IV Udayadityavarman II Bhima Jarasandha kala cella voûte encorbellement yoni Kbal Spean trimurti trinité hindouiste Shiva Brahmâ VishnuPierre Sacrifices Rocher Eléphants mpreinte pied Bouddha Nafang Yai antennes paraboliques Hat Xai Khun Don Không archipel Muang Không Pon Arena Don Không ''''4000 îles'''' Don Som Don Loppadi Don Khon Don Khone Don Det arches Wat Khon Tai Li Phi Somphamit M. Noy papillotes Hua Det Khong Hang Ban Houay Hou Behanzin Doudart Lagrée amiral Grandière Dr Mougeot vapeur Argus lieutenant Garnier Vat Phuang Kaew Wat Phouang Keo nam oy kon bonbons candi Vat Hin Siew Ban Hinsiew Tai latanier ôle tripitakaPhapheng Veun Khamformalités pots vin - 2014 CAMBODGE guide SAM Récit de voyage au Cambodge Carnet de voyage au Cambodge Séjour au Cambodge Siddharta Gautama illuminé BOUDDHA Sakyamuni Amitabha empereur Ashoka communauté monastique ascèse hédonisme Dharma Sangha Maitreya Mahayana Avalokitesvara déité Véhicule Tantrique Vajrayana Ashoka Ceylan Sri Lanka stûpas Angkor empire khmer mélanésien Môns sanscri Fou-nan kampuchéa krom Chenla Chen La vassal Fou-nan Wentan Jayavarman II principautés aménagements hydrauliques (baray) culte du Dieu-roi (Devaraja) Shiva Vishnou Vishnu Chams Jayavarman VII Champa bouddhisme Theravâdâ Petit Véhicule mahayana Kubilai Khan Theravada rivalités interdynastiques Angkor Thom décadence Chey Chetta II tribut de vassalité Viêt Nam Cochinchine suzeraineté Ang Duong Paul Doume Gia Long Ang Chan II annexion Norodom Ier Son Ngoc Thanh révolte des ombrelles nationalisme khmer Sisowath Monivong Norodom Sihanouk Battambang Siem Reap Son Ngoc Thanh guérilla indépendantiste Accords de Genève indépendantistes Khmers issarak Viet Minh neutralité Viêt Cong piste Ho Chi Minh Khmers rouges maoïste Angkar Parti communiste du Kampuchéa (PCK) général Lon Nol coup d''état Kampuchéa mines Khieu Samphân Pol Pot Saloth Sâr Norodom Sihamoni PPC, le Parti du Peuple Cambodgien PSNC Parti du Sauvetage National du Cambodge CNRP - Cambodia National Rescue Party PDH Parti des Droits de l''Homme Sam Rainsy Le premier ministre Hun Sen Mékongmôn-khmères cursive sanskrit pali crise asiatique balance commerciale riels monoculture hévéa Nouveau Poêle Lao (New Lao Stove ou NLS) textile grèves manifestations réprimées violence cadastre Sam AUN réceptif TÂM Travel tuktuk tuk-tuk insurrection collectivisation Phnom Penh ruines camps de rééducation persécutions religieuses Douch Duch Kang Kek Ieu Nuon Chea Khieu Samphân Ieng Sary Ieng Thirith riz paddy ornements allégoriques terre vernissée arêtes faîtière Stoeng Treng Stung Treng Krong Stueng Traeng Wat Khat Takyaram Tonle Sekong propagande affiches Kanakpak Pracheachon Kâmpuchéa KPK Heng Samrin Chea Sim Sorsor Mouy Roy Sambor Mékong Kampi dauphins d''eau douce Orcaella brevirostris dauphin de l''Amazone Inia geoffrensis Kratie Krong Krachen Viêtminhs Odom Sambath Preah Soramarith Phsar Kratie écharpe gargote fête de la Clarté Qingmingjie Prek Te carrelet tumulus funéraires cham Khmers islam islamisés hévéas Chup Kampong Cham Wat Nokor Phnom Santuk Kampong Thom Sambor Prei Kuk site pré-angkorien Prey Pros Prey Pros River Rest tro u bicorde Siem Reap krolann haricots rouges à l''étouffée Raffles Somadevi Nouvel An Bouddhique Chaul Chnam Thmey Bouddhisme Mahayana Hinayana dynastie Jayavarman II Indravarman Ier Roluos Baray de Loleï, Prah Ko Bakong Yaçovarman Ier Phnom Bakheng Baksei Champkrong Harshvarman Ier Phimeanakas Pré Rup Rajendravarman II Suryavarman Ier Baphuon Udayadityavarman II Jayavarman VI Angkor Vat Suryavarman II Angkor Thom Bayon Prah Khan Ta Prohm Jayavarman VII bassins (baray) Chaussée des Géants gardiens dvarapala yaksa asura deva anastylose Porte Sud tour visage tour-visages temple montagne temple-montagne arcs et voûtes en encorbellement Bayon prasat sanctuaire mont Meru galerie Aiâvata éléphant tricéphale apsaras danseuses célestes Baphûon, la Tour de Cuivre Ecole Française d''Extrême- Orient (EFEO) Jacques Dumarçay Pascal Royère inauguration épopée Ramayana Mahabharata statuaire ronde bosse Sras Srei ablution Terrasse des Eléphants Terrasse du Roi Lépreux Enfers Yama nagas serpents dragons Prasat Suor latérite grès rouge Preah Khan Circuit douves bibliothèque racine fromagers Eat Khmer Food Restaurant Angkor Vat Wat gopura Vishnu bassins épopée hindoue Mahabharata conflit Pandava Kaurava Krisna (avatar de Vihnu) Barattage de l''Océan de Lait Géants mythe cosmologique Ta Prohm Ta Phrom faux-fromagers Tetrameles nudiflora figuiers étrangleurs Ficus gibbosa balustrades-nagas Tomb Raider Deux frères Jean-Jacques Annaud Lara Croft Angelina Jolie Indiana Jones lingam symbole phallique yoni symbole féminin Banteay Srei André Malraux Koh Ker Phnom Bahkeng danses d''apsaras danseuses célestes Rig-Véda Mahabharata Patrimoine Oral et Immatériel épouses Gandharvas Indra bénédiction Robam Choun Por Robam Kaine ballet royal Moni Mekhala Robam Nesat amrita nectar d''immortalité démons Pub Street Tonle Sap Chaong Kneas silures pâte de poisson prahoc Réserve de la Biosphère Po Banteaychey Khong Mouch Wat Svai Smiles of Angkor Artisans d''Angkor laquage Chantiers-Ecoles de Formation Professionnelle (CEFP) société d''économie mixte apprentis ouvriers Asian Square fruit du dragon (pitaya) Airbus A321 Vietnam Airlines Mébon Occidental - 2014 ITALIE du sud Mezzogiorno Pouilles Basilicate Campanie Italie méridonalelow-cost Transavia First Class Città dello Sport Le grand sud italien Dolce vita italienne Oxstuni Salento Lecce Otrante Guide: Rosaria Un séjour en Italie du sud Récit de voyage en Italie du sud Carnet de voyage en Italie du sud - Romulus Rémus Rome Lombards carolingienne Francs Arégis II Bénévent Spolète sarrasines Calabre Roger II de Sicile Gargano Benoît VIII Guaimar III de Salerne Guillaume Bras de Fer allégeance Saint-Empire romain germanique Apoulie Hohenstaufen Charles Ier d''Anjou royaume des Deux-SicilesEmpire austro-hongrois Risorgimento Giuseppe Garibaldi Expédition des Mille Victor-Emmanuel II de Savoie Apennins Abbruzes volvans éruption explosion Apulia Lucanie Garigliano Policastro ''''La botte italienne''''apulia puglia - SAN GIOVANNI San Giovanni Rotondo Padre Pio Francesco Forgione Pietrelcina Capucins stigmates Hôpital Civil de Saint François hôpital Casa Sollievo della Sofferenza Jean-Paul II Bienheureux Saint François d''Assise latium lazio Monte Cassino Gran Sasso Avellino Grottaminarda Sant''Agata di Puglia O.N.C. (office National des Combattants) blé dur battaglia del grano il ferro alla patriaRenzo Piano Kansaï Centre Georges Pompidou New York Times Zentrum Paul Klee Berne crypte Mimmo Paladino Marko Ivan Rupnik Santa Maria della Grazie Via Crucis Monte San''tAngelo - CASTEL DEL MONTE Cerignola Manfredonia Manfred Frédéric II de Sicile Castel del Monte Parco nazionale dell''Alta Murgia Murgiesplan octogonal épopée Rollon traité de Saint-Clair-sur-Epte Robert Ier le Riche Guillaume le Conquérant Guillaume Ier Guillaume Longue Epée Guillaume le Conquérant Roger Borsa Sybille de Conversano Robert Guiscard Maures Tancrède de Hauteville Roger Bosso Frédéric Barberousse Henri Hohenstaufen - ALBEROBELLO trulli péninsule salentine Salento truddu furnieddhi nuraghi Alberobello BariSan Nicola Masseria Papaperta chiancarelle mozzarella treccia lait de bufflonnes orecchiettes turrula Caterina bellum Arbore Bello selva Ferdinand d''Aragon feudataire Conversano Giangirolamo II Acquaviva surnommé le Borgne Guercio Syrie goubba chiance serraglia tavolato solaio Rione Aia Piccola spaghetti all''amatriciana alla carbonanra maccherini tagliatelle fettuccine cannelloni farfalle fusilli ravioli tortellini salami prosciutto - MATERA Lamarmora Rione Monti Corso Vittorio Emanuele Antonio Curri Cosme Damien Gesu Trullo Sovrano Cataldo Perta Largo Martellotta ânkh menorah chandelier oeil oudjat Horus sasso sassi Gravina Caveoso Barisano Carlo Levi Christ Eboli Vittorio Veneto Governo hypogée Palombaro lungo Spirito Santo Chiesa Mater Donini Liuggi Guerricchio Duomo Angela Via delle Beccherie cucu del Sedile Egidio Romualdo Duni Giuliano palazzi Gradoni municipio Monterrone Pietro Caveoso Maria de Idris Giovanni Casa Grotta di Vico Solitario Ridola Corso Piazza Giovanni Pascoli Calata Domenico Ridola Lanfranchi Stefano de Putignano Philippe Neri Oratoire Clarisses Santa Chiara Museo Nazionale Domenico Ridola Calixte Prospère Lucia Fontana Vico Giuseppe Ascanio Persio Don Giovanni Minzoni Potenza Agri Montecaglioso Picerno Vietri di Potenza Tanagro Battipaglia Pontecagnano Tyrrhénienne Salerne Sorrente Castellammare di Stabia dei Congressi - CAPRI Hervé Vilard Monts Lactarius Pozzano Equense Seiano Montechiaro Massa Bocca Punta Campanella Capo sorrentine Marina Grande Punta Scugnizzo Saut Tibère Salto di Tiberio Villa Jovis Tiberio Chivica Grotta Bianca Maravigliosa Arco Naturale Massullo Adalberto Libera Kurt-Erich Suckert Curzio Malaparte Faraglione Faraglioni di Mezzo Tragara Tuoro Marina Picolla Ventroso Verde Carena dell''Arcera Azzurra Sirana Caterola Tiberius Anacapri Ciro cabriolets décapotables Capri watch Carabinieri Jean Cocteau jet-set Rainier Grace Kelly Richard Burton Elizabeth Taylor Marisa Berenson Penelope Tree David Bailey Valentino Aristote Onassis Jackie Kennedy Piazzeta Limoncello cédrats cédratiers Botteghe Giovannetti Caprese Gioielli Salvatore Ferrugamo Buonocore Massa Richmond La Palma Quisisana Chartreuse Saint Jacques Certosa di San Giacomo Matteotti prussien Alfred Friedrich Krupp Giardini di Augusto bolchevique Lénine stèles intellectuels Maxime Gorki Alexander Bogdanov Belvedere Migliara Camerelle Pigna Citrus medica Anacapri Solaro Colette Moravia Graham Greene Viale Cimetero Caposcuro Capodimonte Axel Munthe San Michel suédois Axel Munthe Suède espadrilles trattoria antipasti primo secondo contorni dolci bressaolapasta di mandor gelati gelateria nouilles millet maccheroni alla norma parmesan parmigiano alle sarte misto per assagiare gnocchi cavatielli Pouilles paccheri orecchiette pizza margherita napoletana bruschetta arancino ricotta parmigiano reggiano ou le grana padano CaciocavalloProvolone caffé caffe capuccino moka espresso caffè con latte moca latte macchiato corretto ristretto lungo lungo ma non americano - AMALFI côte amalfitaine mafia mûafât omerta silence pizzo Sacra Corona Unita Cosa Nostra Stidda brigade squadra catturandi Procida Ischia Seiano Sant''Angelo Monte Crocione Amalfi Atrani Cava de Tirreni Cetara Conca dei Marini Furore Maiori Minori Positano Praiano Raito Ravello Sant''Egidio del Monte Albino Scala Tramonti Vietri sul Mare Cap Scannato Coqs Isolotti li Galli Giuseppe Arcimboldo maniériste di Masina localité Vettica Maggiore Maria Assunta majoliques Sottile San Gennaro Fiordo di Furore Praia ravins vertigineux corniche Conca Azzura Marini Pancrace Corso Salerne code maritime Tabula de Amalfa Flavio Gioia raz de marée Marinella paccheri entrelacés néomauresque Paradis sarcophages Pélée et Théti Crucifix mitre lutin bronze Michelangelo Naccherino marqueté plan basilical Castiglione Cosma Marmorata e Mare Castello Thoro-Plano Arechi Salerne Barone Schola Medica Salernitana Posidonia Longomare Lungomare Luiggi Gerci Fiume Irno Tibero - POMPEI Pompéi Vésuve Vesuvio subduction tribus osques lainier foulons blanchisseurs teinturiers tisserands vespasiennes Vespasien dégraisser urine chrysargyre Pline le Jeune Tacite l''Ancien Vulcanalia nonum kal septembres calendes cendres scories pierre ponce bombes volcaniques nuées ardentes paroxysme moulages plâtre pétrifiée Gianni Tramparulo Esedra Viale delle Ginestre acanthes marine Herculanum Nola Sarno Nocera Stabies Cardo Decumanus Mercurio regio insula Caserne Gladiateurs velarium velum Odéon Lattari graffitis stuc Temple d''Isis thermopolium auberge bistrot comptoirs Cithariste Ceii Ménandre Menandro pompéiennes Maiuri atrium laraire impluvium auvent tablinum octostyle pavements exèdres Diane macabre Etrusques Samnites Phéniciens Stabies Abondance Abbondanza vicolo di Tesmo Rapinasi Optati Maison de M. Epidius Rufus palestre frigidarium tepidarium caldarium vestibule vestiaire apodyterium Giuseppe Fiorelli Siricus bistrot caupona débauche plèbe bordel lupanar Balcon Suspendu Balcone Pensile taverne louve lupus Priape Forum Jupiter arcs honorifiques triomphe decurions duumvirs Tribunal Bourse du Commerce Laine Capitolium triade Jupiter Junon Minerve Tempio di Giove Germanicus ordres Eumachia Pietas Livie Auguste Concordia Augusta atelier-boutique Cellini camées - NAPLES Massa Sebastiano saupoudré cendres Ottaviano caldeira caldéra évacuation Champs Phlégréens brûlants îlots Vivara Procida Nisida panache de fumée secousses apocalyptiques Pouzzoles Monte Nuovo Vedi Napoli e poi muori Goethe Stendhal Dumas Père Elme Sant''Elmo Vomero Pizzafestival TTT Lines il peso non si pesa obèses MSC Spendida Nuovo Trieste i Trento Carlo Caffe Gambrinus Plebiscito dell''Ovo Oeuf Mascalzone Latino skipper Vincenzo Onorato Fondatzione Mascalzone Latino America’s Cup Lungomare Caracciolo Giardini del Molosiglio Cesario Console Riviera di Chiaia Consulat des Etats-Unis Sannazao Francesco Posillipo Rione Lauro stade San Paolo Sebeto Aragonais Aragon Anjou Angevins Tunnel della Vittoria Umberto Ier Toledo Ferdinand Fernando Gran Caffe Gambrinus Art Nouveau Arts Déco Palazzo Real San Francesco di Paolo calabrais Joachim Murat Maschio Angioino Nuova Marina bénédictine San Giovanni a Mare del Mercato Spinelli Erasmo ai Granili Maddalena Trivigliano - FIUGGI minéraux goutte maladies rénales Boniface VIII Michel-Ange Alcide de Gasperi Giulio Andreotti Sparagato Garibaldi Burba Luigi Moretti Anticolona Pantano Mont Ernici An Mille Grandi Martini Alessandrini Anticoli di Campagna colles ante Fonte Bonifacio VIII Grand Hôtel Palazzo della Fonte SPA Festival delle Città Medieval Prenestina Notre-Dame Reine de la Paix Regina Pacis Marsi père capucin Domenico Arsenio Garibaldi Burba Alfredo Tosti Cesare Aureli Ugolin da Belluno Hymne à la Création Vecchia Fiuggi Pensione Villa Gaia Giovanni Battista Giovenale Galimberti italo-américain Sir Charles Forte Soeurs Faoili Teresa, Cecilia Antonia Porta della Portella Luigi Ridolfi Alfredo Tosti Gran Grand Hotel San Domenico di Cocullo Porta dell''Olmo Vetere Maggiore Pietro Saints Apôtres Pierre et Paul Saint Blaise San Biagio il ghetto ebraico di anticoli bulle Paul IV Cum nimis absurdum Sermoneta Terracina lois mussoliniennes racistes Statut Civic Anagnino Piazza Spada Léonard de Vinci - 2014 ouzbekistan oUZBEKISTAN Uzbekistan Guide: Lora (Dilora) Russes Etat Sibérie bronze bactro-margienne Oxus indo-aryens autochtones indo-européens Tazabagyab Khwarezm Iraniens Turkestan Scythes iraniens OuzbékistanSogdiens Samarcande Boukhara Bactriens Bactres Balkh Maracanda achéménide Bactriens Khorezm Syr-Daria Amou-Daria Zeravchan Afrasiab légendaire Huns Hephtalites Qarakhanides Karakhanides Cyrus II Parthie Mer Caspienne zoroastrisme Mésopotamie macédonien Alexandre Grand Darius III Transoxiane Séleucos IerSéleucides Parthes Scythes Koutchéens Kouchan Tadjikistan Indus Mille Nuits Route Soie route croyancesHuns blancs Sassanides Kôktürks louve Asina Qutlugh Qutayba ibn Muslim Talas califes Abbassides Irak Movaraunahr Binkent Tachkent Qarakhanides Temudjin Gengis Khan Ma wara''un-NahrTchagataï potentats Conquérant Amir TimourGengis Khanépouse Saray Mulk Khanum alias Bibi Khanoum ottoman Chaybanides Bâbur Babour Khan Ouzbeks Muhammad Shaybânî Hindū-Kūsh Pakistan Chaybanide Britanniques Russes Grand Jeu général Mikhaïl Tcherniaïev colonisation colons protectorats Turkestan russe RSS autonome Karakalpakie Kazakhstan russification intensif Coton pérestroïka Mikhaïl Gorbatchev CEI Communauté Almaty Karimov Andijan tutelle malversations fraudes fiscale Premier ministre Rustam Azimov Gulnora Karimova Spetsnaz Tian Shan Hissar-Alaï Tadjikistan Kirghizistan Afghanistan Adelunga Toghi Amou-Daria Syr-Daria Ouzbékistan Tadjiks Kirghizes Kazakhs Tatars Karakalpaks Coréens Turcs meskhètes IDH ONU UNESCOWorld Factbook CIA orthodoxie russophones judaïsme catholicisme baptistes kakis plaqueminiers primeurs riz luzerne fourragères sériciculture Ferghana usine Chevrolet Daewooéconomie informelle remous sociaux voyageurs Balance commerciale Echanges commerciaux Editions Uzbekistan Airways Inflight Olizane Courrier International OpenStreetMap Wikipédia Wikitravelvents poussière averses météo short bermuda matière grasse tuberculose diphtérie tétanos poliomyélite hépatites A Btyphoïde universels web wi-fi connexion wifi filmer photographier acquitter droitsGijduvan Rishtan Richtan Boukhara éké yomouth Marguilan ikat soum ouzbek UZS Megatour Delora Lora boukhariote Arts Vie Cléo Kuoni Asia Jet Tours RFI Radio France Internationale Camille Josiane Guy Francine Michèle Andrée Jean-Marie Viviane Jean-Pierre Fanny Amina Annie voyages Pascale blogs Mohamed Mohammed Muhammad Mehmet Mohand Archange Gabriel révélation Sharia chiisme interprétation salafiste confréries soufies as-soubh al-fajr adh-dhouhr al-maghrib al-''icha génuflexion prosternations Ramadan jeûne abstinence aumône Fâtima Ali Mu''awiya Hassan Hussein Hasan Husein Fatimides Omeyades Omeyyades Ottomans sultans califes wahhabites Misbaha tolérance soufisme rigoriste athéisme soviétique Afghanistan tchador hijab adhâri ablutions Zoroastrisme zoroastrien zoroastre Ahura Mazdâ ordonnancement chaos Zarathoustra avestique sanskrit dualisme Bien Mal Spenta Mainyu Angra Mainyu Parsis Tour dakhmā Nasālāsar charognards Paradis Purgatoire Iraniens Eranshahr Norouz Tadjikistan Ouzbékistan Azerbaïdjan Kazakhstan Kirghizistan Afghanistan Salars Qinghai Kurdistan Khwarezm  Xorazm en ouzbek  Kharezm, Kharism, Khorezm Khwârezm-Shahs Turkménistan Sem fils Noé Keivah Khiva vassal Palvan-Yap paix Guendema Ourguentch chakhristan Itchan Kala UNESCO madrassa médersa Mohammed Amin Khan mathématicien statue Abou Abdallah Muhammad Ben Mūsa ''al-Khuwārizmī ''al-Khorezmi algèbre algorithmes Matiniaz Divanbegi Ota Darvoza Palvan Oori Kalta Minor manâra phare ziggourats akkadien idoles caravaniers Nukus Zurmala Jarkurgan Surkhondaryo Khorasan Varakhsha Kalon Kalyan Islam-Khoja Khiva Zindan prison menottes fers empalés précipités Koukhna Ark majolique vitrifié glaçurer Abdullah Djinn islimi svastikas ghirih kitabkhana mo''arraq Kourinich Khana iwan turco-moghole bastion Akchikh-Bobo tandyr tandoor jarre Mohammed Rakhim Khan Arab Mohammed Khan tchaikhana Tea House Farrukh non nân naan khlièb Palais Tach Khaouli Ichrat Khaouli Ak Koutloug Mourad Inak Alla Khouli Khan Juma Jama Masjid koch vis-à-vis tour gulsasta sardoba tim Alla Kouli Khan pishtak Kath Grand Vizir Isfandyar Arts Appliqués Allakouli Khan hujra khanagha Abulghazi Bahadur Anoucha tissage lutrins ébénistes marqueterie Palvan Darvoza Saïd Niaz Cheliker Bey Beg Saïd Allauddin Toza Bogh Koubai Khidza Chirgazi Khan Nikoh Tuy Beshik Tuy Bechikh Toy Sunnat Tuy fiançailles marieur entremetteur rites rituelsrumol-berdi engagement dastarkhan Katta Tuy Nikoh ukish oshpaz karnai surnai tambourins dayereh sarpoykiydi manteau matelassé chapan communauté mahalla porte-flambeaux escorte turma turban calotte dobpa dopa doppe bottes souples kavich chimildik paranja suzani suzaines preuve vœux kelin salomi cotonniers Gossypium capsules bourres Corée sud cargos Lada Chevrolet Deawoo étendues sablonneuses semi-désertiques Kizil-Koum Pamir phasmes sangliers tortues varans serpents marmottes désert pelage степь Gazli carrioles ânes mulets ballots convoyé asinien roi-héros iranien Syāvouch Buqaraq baraka royaume Kushan général Qutayba ben Muslim Tougchada KhorassanMerv rabad Avicenne Abu Ali Ibn Sînâ savant encyclopédiste al-Biruni al-Boukhârî compilateur hadiths Namezgokh Astrakhanides Nâdir Shâh Muhammed-Rakhim-Khan Manghit Staline Faïzoulla Khodjaïev purges Arabon Komil B&B Bed and Break caravansérail Jourabek Tchor Minor turcoman Khalif Niazkhoul bassin haouz Termez Denaou salines salpêtre Palais Sitoraï-Makhi-Khosa Palais Ermitage Saint Pétersbourg intérieure daroum premier Congrès Soviet Arts Décoratifs Blanc Moradov Octogonal turbans chalma ikat soufi Naqshbandiyya tronc mort un vieux mûrier mosquée femmes Abdoul Faïz Khan chapeliers Tim Tok-i-Tipak Furuchon rue Khakhikat Kakikat Po-i-Kalon Mir-i-Arab joailliers Tim Tok-i-Zargaron Khodja Nouroubod piédestal fureur destructrice Alim Khan Mosquée Kalon dôme bleu Kok Goumbaz mihrab pavillon mollah prêche gouldasta bleu turquoise Ouloug Beg Abdoul Aziz Khan coupoles Mogok-i-Attari koch Gichduwan torsadées changeurs Tok-i-Sarrafon Nadir Divan Begi Koukeldach tympan fabuleux colorés simurgh simorgh Nasr-Eddin Hodja Eshoni Pir mannequins Ovatsiya créatrice Irina Sharipova khan atlas adras zardouzi Ismaïl Samani Tchachma Ayoub Mouhammad al-Boukhari mazar archéologue Chichine pillage faravahar ange gardien trompe pendentifs Job Modar-i-Khan Reghistan Regiisthan Registan Bolo-Haouz citadelle Ark chapiteaux muqarnas peints Old House calotte couvre-chef national dopa dobpa dopy doppilar encore doppe Ouïgours Ouyghours tiubetek toki terme dérivant turc tülbent toki tchousti nom lieu Tchoust Kourban Uraza-hayit cornes bélier kouchkorchor motifs kalampour bodom piltadouzi takhya Badahshan Badakhchan yourte iourte Karakalpakistan démontable feutre esgui murs khana treillis bois orte xalag haalga thoone toono perches hunnu piliers bagana toile imperméable berdzine armature tündük kirghiz shanrak kazakh laine grise boz üy Kizilkum Vobkent Koufa divani Moyen-orient Abdullah Narzullaev Ibodullo Narzullaev céramiste Alisher Abdoullah Narzullaev Narzoulayev maître Moustabchira Barakaeva Dilorom touneurs caravansérail Rabat-i-Malik qarakhanide Shams-al Mulk Abdullah ibn Iskandar II karis Serafschan Karatau Guissar-Altaï gorges Sarmish pétroglyphes animaux localité Debaland lœss Kerbala mémorial mont Hayatbashi culmmine pelmini manty sacrée Tchachma Chashma marinkas Koshrabad Aïdarkul cheik camp yourtes Yangikazgan Yangi Kazgan chameaux dromadaires Camelus dromedarius bactrianus coussinets bât paupières narines fourrure bosses graisse ouïes dombra dotar feu camp Chang''an Xi''an Hans Tang soldats pilleurs convoitise brigands bandits turco-byzantines karakalpake ouzbeke courges potirons katlama tchorek tandir Och plov vodka wódka pilaf chachlik kébab tovuk kabob samsa somsa samoussa sanbosag  laghman manty pelmini chuchvara ragoûts kovuram nakhot tchurak dimnama bechbarmak kovum saili mastava mashhurda chourpa tchorba lagman tchutchvara tchorba mampar pistache cumin  loy moy chaï tasses carafe bouilloire Navoï Dehibaland Debaland Ziadin Mirbazar Katta-Kurgan Nexia Samarcande Samarkand Samarqand Maragand papetiers Ulugh Beg khanat Djaghataï persophone Karim Bek rue Gagarine hôtel Konstantin ko''chasi Mirzo Ulugbek Gour-Emir magasin Gou Gum Orient Finans Bank stade Dinamo dorixona statue Tamerlan Amir Temur Haykali Roukhabad Old City rue Jomly nougat Chir Dor Tilia Kari Registan Plaza corniches muquarnas céramique glaçurée mo''arraq Chir-Dor Oulough Beg Yalangtouch dakhma Cheïbanide Tchorsou Tchorsu Toshkent Bibi Khanoum Saray Mulk Khanum princesse masjid-i jami'' grand Coran Osman Saray Mulk Khanoum Sharq Shirinliklari kovurma pot-au-feu butternut Chah-i-Zinda Koussam-i-Abbas timouride Davlet Kouchbegi Qadi-Zadeh Roumi Koussam Ibn Abbas Khazret Khizr Voyageurs Mir Saïd Barakah Chah Rokh Miran Chah Mohammad Sultan archéologique Afrasiab Observatoire astronomique Ali Quchtchi Jai Singh II mahârâja Jaipur à Delhi Jaipur Mathurâ Ujjain Vârânasî sextant géant russe Viatkine mâché dégustation cave Khovrenko Kanagan Association Konigil Meros Zarif Mukhtarov kogozgars pilons roue godets aubes arbre cames foulons Khorassa Balkhi bombyx maître polisseur mukrakash Kashgariy Qoshg''ariy Dimitri Filatov chimiste œnologue russe Michael Khovrenko Pierre Roy Boiseaumarié Office international Kiev exposition concours Prodexpo-2014 Shirin dégustation Rkatsiteli Bayan-Shirey cognac vins dessert brandy Tables sultaniennes zij-e soltâni alcool recueil Al-Jâmi''us-Sahih études international Dorus-Hadith Khortang Khartank Pushkin Platan Chakhrisabz Karshi Kyzylkarvan Sarikul Dzham Gulistan Charvadar Nakhchab Ashkhabad Termez Termiz Qashqadaryo barrage-réservoir Chimkurgan Kesh Kash Kish Mish complexe Dorous Siadat complexe Dourout Tivolat Kok Gumbaz Jahangir Omar Cheikh crypte Hazrat-i Imam Shah Rukh descendance Barlas Cheikh Chamseddin Koulyal Taraghay Goumbaz-Sayyidan Arbat cyrillique G''allaoraol défilé Djailanouti graffitis Djizak Jizzax Steppe Faim Golodnaïa Step Xovos Guliston Chinoz Tachkent Тошкент massif Chalka Tchatch Chach-tépa City Palace Markaziy Hyatt Regency comme vis-à-vis Dedeman Sylk Road restaurant al-Aziz rue Abdulla Qodiriy canal Burdjar Monument Courage complexe Kast-Imam Bibliothèque nationale Ma''Rifat Markasi Centre Lumière Simpoziumlar Saroyi Congrès Mémorial Hazrati Imam Khazrat Imam Institut Imam al-Boukhari Nomzgokh Kokand Khan Mirza Ahmed Kushbegi Abou Bakr Mohammed Kaffal Chachi philosophe poète docteur Islam Barak Khan Teliachaïakh Muyie Mubarak Mufti fatwas National Arts Ozbek Liboslari Galereyasi Centre Barkamol Avlod Chorsu Tchorsou Torzou avenue Beruniy Khodja Akar Vali Ozbek tsar Alexandre III tour panoramique centre ville Musée Arts Appliqués Métro Place Amir Timu Khamza Turkeston Mustakillik Maidoni Ministère Finances Moliya Vazirligi Sharof Rashidovsalle Opéra ballet Alisher Navoï Lotte City Tashkent Zaravshan Matbuotchilar Agat hongrois Lewckuu Mustafa Kema Ataturk Rakatboshi Appliqués Décoratifs Polovtsev diplomate russe Novoiy marché Alay Bazaar Alaisky Bazar dit également Oloy Bozori restaurant Tarona rue Kari Niyazov Qori-Niyazi Métro ligne Chilonzor stations Amir Temour Khiyoboni Lénine Staline Karl Marx fontaine jets Tours Uzbekistan Uzbetchka Musée Amir Timur Timourides Amir Timur Museum Bek Mirzo Ulug''Beg Dormition Assomption matin  ertaleb outro rakhmat spassiba sou vada khona nomiér Qui ? Kim ? Kto ? un bir adin dix on diécit'' cent bir yuz sto ming tyciatcha bardes sôzanda khalifa hâfiz banquets (toy ou tuy) beshkarsak rythmique frappement épaules buste méditation destan dastan ballade épique dotâr ghaychak narrant héros turcs kata achoula appel récitatif solo duo improvisé mélodie non mesurée assiette hâfiz porte-voix khalqui chant lyrique ghazal ou gazel munâjât soufi dhikr yalla terma féminins doyre Musique savante Shashmaqom mâgom interpréter maqôm cycle suite irakienne azérie ouïghoure tadjike Shashmaqom Shashmaqam vocales instrumentales urbains multiculturels transoxanienne Mâwarâ-al-nahr Shashmaqom dont l’origine remonte à l’époque préislamique théorie musicale poésie mathématiques islamique talentueux Shashmaqom vocale instrumentale idiomes mélodiques rythmiques littérature concepts solo archet cordes vent percussionsluths dotâr tanbur vièles sato ghijak cadre tambourins dayereh karnai surnai instrumentale œuvre partie vocale (nasr) séries complexe Shashmaqom répertoire pièces instrumentale (magom) musiciens système notation standard structure musicale élémentaire richesse splendide transmission orale élève préserver valeurs spirituelles Vents nay qarnay surnay Cordes pincées dombra dotâr rabâb tambûr târ Cordes frottées satô ghaychak kobyz Cordes frappées tchang daf doyre nagara - 2015 YUNNAN, capitale Kunming carnet de voyage Guide: Delphine MORAUTHELI Récit de voyage au Yunnan Carnet de voyage au Yunnan Séjour au Yunnan récit de voyage, carnet de bord, carnet de route, gastronomie cuisine nourriture climat patrimoine mondial humanité universel UNESCO, ni hao, ville de l''Eternel Printemps, royaume de Dian, général Zhuang Qiao, Chu, ressources minières, mines, Nan-Chao ou nánzhào, Song, tang, Ming, Qin, Yuan, dynastie, Tibet, tibétains, dai, bai, miao, yao, yi, hani, hans, naxi État Pyu Laos Thaïlande vietnam Birmanie Burma Bamar Myanmar Shenglong Duan Siping Mongols Hui musulmans arabes perses ouighours Asie centrale, d''Europe orientale et centrale par Gengis Khan Jin Kubilai Khan, le frère de Möngke empire impérial règne successeurs Qing chemin de fer voie ferrée Hanoï Kuomintang dont Tchang Kaï-chek Sun Yat-sen les communistes à la tête desquels Mao Zedong invasion japonaise en Mandchourie Mandchous nationalistes soviétiques Reusses Russie URSS la Seconde Guerre mondiale, les Alliés Guerre anti-japonaise USA Américains Chinois Tchang Kaï-shek provinces comptés régions Kham Grand Bond en Avant et de la Révolution culturelle relief montagnes montagneux relief climat tropical tropique du Cancer forêts tropicales du Xishuangbanna plateaux arides des contreforts de l''Himalaya cols Hong-La fleuves rivières Mékong (Lancang Jiang), fleuve en fureur ou Salouen (Nu Jiang), fleuve bleu Yangtse Giang-Tse (Jinsha Jiang) fleuve rouge (Hong Jiang) topographie gorges canion saisons pluie mousson ruiniforme Yuanyang Shilin Guizhou subtropical pluvieux ethnies minorités ethniques folklorique touristes touristique moines monastères thangka culture langue Zhuang écriture Dongba propriétaires terre fertile Kaiyuan maraîchères fruits légumes élevage moutons chèvres yaks tabac cigarettes cigares manufacture Hongmei Honghe Baisha minerais minéraux ressources charbon commerce trafic Triangle d''Or Dapuan et Sutsong architecture hameaux villages villes portes fortifications enceintes TO T.O. Arts et Vie réceptif Road travel accompagnatrice guides Delphine locales Jenny Linda compagnie aérienne China Southern Lucky Air passagers flotte Boeing 737 Airbus CZ348 porte embarquement photos interdites interdiction soie broderies batik thé pu''er pu''erh renminbis kuais jilaos maos fenscarte bancaire change conversion bureau tours operators fêtes tritionnelles festivals nourriture gastronomie mets repas restaurants baozi raviolis táozá jiaozi paludisme malaria moustiques société sociales scolarité écoles études cycles université inscription gratuit gratuité primaire enfants lycée obligatoire service militaire loyers sécurité sociale retraite vol CZ3415 Canton Guangzhou télévision TV CCTV chaînes retard Changshui International Airport Yunnanfu Cité arbres fleurs roses camélias azalées mahayana véhicule Yuantong si, Temple de la Compréhension Putuoluo déesse Guanyin Bouddha de Mile Milefo Maitreya, un Bodhisattva Bouddha Shakyamuni déesse féminine divinité aux Mille Bras sampai prosternations bouddhiques Marché aux Fleurs et aux Oiseaux Xi''an Zheng He amiral Islam grandes expéditions maritimes hôtel Long Way Palais du Gouvernement Provincial édifices New Camellia Hotel établissement Jin Jiang déjeuner dormir chambre dîner Luyu Tea Wholesale Centeralta, Centre du thé Luyu nationalités Haigeng sheng cha lao bing infusion théière briques couronnes caravannes caravanier galettes wulong à l''osmanthus oolong plantations feuilles cueillette art théâtre danse musique spectacle danseuses Yang Liping Wu Sangu Mingfeng phoenix Mingfeng phénix gouverneur Chen Yongbing Zishi pavillon Baoyun montagne sacrée Jizu Harmonie Suprême (Taihe Dian) tuiles Tongwa charpente Lingxing bronze Grande Cloche ère Xuanhua Hubei Yongle diamètre tonnes hauteur altitude surface périmètre Chongzhen Shunzhi traitre bonzaïs hectares palmiers bonzaïs Dengwen convives marches escaliers CZ3408 incidents Paris Roissy Charles de Gaulle dégustation mosaïque population Forêt de Pierres Noires de Naigu cérémonie funéraire enterrement obsèques incinération crémation réincarnation funèbres dépouille défunt éclater pétards cérémonial karst kras karstique érosion calcaire lolo Tsingy Bemaraha Madagascar Slovénie hulusi bijoux Monnaie du Pape ou Lunaire (Lunaria annua) tortue buffle lions gardiens Jing Hua Shi Fu copieux Hong Yan Fleuve Rouge bouilli sautés nouilles Yuanyang Kaiyuan habitants population individus manganèse hydrocarbures industries Malipo masures épiceries tenue vestimentaire costume coiffe coiffure bébé culotte fendue Shadian militaires contrôles policiers police Chang''an infiltrations terroristes attentats mosquée fidèles Gejiu table ronde plateau tournant Yan Zhu Abang Hmong Thaï grand marché forain de Long Bon litchis terre crue adobe pisé malodorants durians cochons porcs viande séchée baie Halong Lào Cai Nansha crête pics Ailao Qingkou plan esthétique admirer panorama belvédères Longji Guangxi sangle front charge Xinjie Yunti mariage arrangé fiancés amoureux mariée robe rouge blanche Lao si chuan odeurs mouches étals vendeurs travail charrue araire Laohuzui Shengcun Wangdian Jianshui Zhu Family Garden Hotel ceinture Butou Jinli Nanjie Jianxin Nanjie Jianxin Sichuan Zhu Weiqing Guangxu frères Chengzao Yuan Shikai Xiangmanglou temple de Qufu Kong miào philosophe philosophie religions grand maître Confucius péninsule Shandong lettrés exil perfection hommage jouer joueurs Mah-jong taïchi gymnastique Shiqikong qiao pont Tachong Lujiang chef-d’oeuvre architecture Tuanshan Tushou résidence palais ancienne famille Zhang marchands négociants chevaux familles pauvres expropriation expropriés explusés Huang Lory Yuan riz délices sésame pâtes Lujianghe Lu Jiang toilettes rivière souterraine stalagtites stalagmites colonnes piliers assemblages bois Chao Yang Lou balade pied Jinliman rue avenue ruelle Xianmon Xingmeng Fenghuang district Tonghai Kublai calife abbasside Ibn Affan Xian Zhu Yuanzhang Kubilai Kubilaî famine corruption monuments stèles kiosque chapeau conique paille trigrammes divination du Yi Jing (Yi King) médecin médecine traditionnelle acupuncture taoiste Najiaying céramique golfe persique Yuxi Hongtashan groupe cigarettier porcelaines blanches bleues bleues orgue bambou instruments masque paléontologique archéologiques anthropologie Yangtsé Siddhartha Gautama Vajrayana Bouddhisme tantrique Diamant Illumination Eveil nirvana dharma samsara roue vie Padmasambhava fondateur ordre secte Guru Rimpoche cultes bonpos bons lamaïsme Nyingmapa Bonnets Anciens réformateur Tsongkhapa chef spirituel Dalaï-Lama Panchen Lama Tashilhunpo Shigatsé Sonam Gyatso pouvoir théocratique gouvernement appelé Gaden Phodrang traité de Chö-yon succession Gedhun Choekyi Nyim prisonnier emprisonné indépendance révolt manifestations Gyancain Norbu parti armée révolutionnaire libération nationale Jhator Ciel vautour eau démembré charognards zoroastriens Parsis taôisme voie Lao Tseu Laozi contemporain astrologue astrologie alimentation yin yang Kongfuzi Han Wudi doctrine préceptes principes canons monnaie Bananiers lotus ananas Musella lasiocarpa Xiangyun greniers grains séchoirs Laozhangying tombes tombeaux battage moissons récoltes Yunnanyi Longxinghe Wud sandales Tengchong Baoshan escadrille aviaterécoltes ail oignons indigotier (Indigofera tinctoria) motifs décors ornés Admiration Chongsheng Santa toits empilés pagodes Qian Xun Ta stûpa zedi Chongsheng reliques reliquaires Fengyou période époque combattants célstes démons diables enfers Lokapalas Yakshas Virudhaka Vaisravana Dhritarashtra Virupaksha Juying Chi (étang réflexion) Kai Yi’s Kitchen Lù Shibao Shan Trésor Pierres Jiangchuan Niujiexiang ShibaoShan rupestres gravures effigies Baoxiang chemins randonnées randonneurs mules muletiers Jianhu Lijiang Palace Mu Mus Mexiezhao jade Yulong Xueshan Heilongtan Kailash Pumi Peter Goullart Forgotten Kingdom Jenny Dayechang Dayan Cité Interdite Mosos tunique jupe mille plis guêtres animistes peaux société matriarcale parc jardin Wangulou Guangmen place Sifang Yuhe Voeux Xuyuanpai Noir Yulong Xueshan Alequi Fish Na-Xi Concert Hall Show Ancient Music tambours gongs cymbales luth (pipa) cithare (erhu) flûte traversière (dizi) orchestre dirigé Xuan Ke Yuhu Qin Shi Huang immortels Xu Fu vie éternelle élixir Japon Shingu Kumano cinabre Yorinobu seigneur féodal Kishu hématite longévité Joseph Rock austro-américain géographe Botanise National Geographic Shangri-La ShangriLa Baisha Yufeng fresques Dabaoji chef Tusi bengshi Tuiles Vernissées (Liuli Dian Liuli Gong) Kwan-yin pengshizhi Yingxiang Xin Dajie Fuguo tableau estampes Yulong Haba Mishixiang graines sarrasin infusion tisane Lashihai Yangzi Jiang Jinsha sable méandre courbe coude Shigu Lancang Nu Jiang (Salouen) Thanlwin Myit commémorant Morts Laojunshan voitures Peugeot Porsche Cayenne berlines SUV Volkswagen Santana taxis voitures modèle Jetta grand-mère Yang-tse Hutiào Xiá Saut du Tigre bonjour tashi delek Shambhala Yulong Xue Shan Haba Xue Shan canyon rives rapides Zhongdian drapeaux drapeaux Gyalthang Sakurakim Shangrila Old Town détruites incendie brûlée Deqin Nujiang Mékong Sumtseling Dongzhulin Songzanlin) Chongchonggang Kagyupa Gelupa Gulugpa Baimang Dratsang Tsongkhapa disciples adeptes fidèles pèlerins Damarenqing Kezhujie Samantabhadra, Drolma, Manjusri (Wenshu) Qingba Yama mâlâ égrène chapelet svastikas beurre rance pâtisseries beignets fourrés bol breuvage choux potirons Zhaxidele Baiji Coq Blanc Cent Poulets Guishan Si Zhuangjing Tong moulin géant androgyne Dukezong Qianlong - 2015 ITALIE DU NORD TRENTIN HAUT ADIGE SÜDTIROL LOMBARDIE GRANDS LACS VERONE INSSBRUCK LOCARNO MORAUTHELI Récit de voyage au nord de l''Italie Carnet de voyage nord de l''Italie Récit voyage en Italie nord Carnet voyage en Italie nord MORAUTHELI 2015 ITALIE du nord: Dolce vita italienne Dolomites Grands lacs Südtirol Trentin Haut-Adige Vérone Innsbruck Suisse Autriche Col du Brenner Bergame Brescia Milan Vénétie Dolomites HautAdige Südtirol Tentin Trente Concile Pères Gaule cisalpine Triple Entente traité Saint Germain en Laye WelschTirol Venezia Tridentina italianisation germanophones allemand régime fasciste AnschlussHitler nazi Troisième Reich Bolzano Befreiungsausschuss Südtirol Comité libération indépendance Tyrol Sud statut autonomie région canton Grisons Isarco relief territoire montagneux sillon longitudinal fleuve rivières rude climat PIB falaises vallées systèmes karstiques Déodat Gratet Dolomieu géologue minéralogiste roche calcique carbonate calcium magnésium océan Téthys fin Trias sédiments plissement dépôts Fréjus bénédictine Sacra San Michel Suse Susa pics Pustertal Val di Pusteria Brixen Bressanone Rio Terenten Terento Famille Volgger airbnb domysil billet sites circulation transports San Giorgio langue maternelle école enseignement randonnée Sentiero circolare dei Piramidi di terra e Vecchi mulini Sentier Demoiselles coiffées vieux moulins balade marche promenade Mulini di Terna Cheminées Fées Pyramides terre torrent Terner Maso Flitschlof Lago di Braies Tre Cime di Lavaredo crochet Vénétie Cortina d''Ampezzo Rienza a Per Dolomites Bruneck Brunico Prags Braies Sant Veit Croda del Becco mètres altitude chapelle hôtel Pragser Wildsee cabane ponton pilotis sentiers LandroToblach Dobbiaco parcours Auronzo et Misurina refuges Cima PiccoLocatelli Santissima Trinita Castello Zanna Eisack Isarco BRIXEN Bressanone Grödnertal Val Gardena Neustift NovacelCongrégation chanoines réguliers Saint Augustin Engelsburg Puits merveilles scènes peintes Nicholas Schiel Croce So soleil domus maison dôm Hôtel villas Bianca Convento di Sabiona Sankt Ulrich Ortisei Sant''Ulrico e dell''Epifania del Signore Antoine Cristina Selva WölkensteinCol Grödner Joch Passo  Gadertal Val Badia Ehrenburg Casteldarne Sterzing Vipiteno MERAN Merano BOZEN Bolzano plateau Ritten Renon Reifenstein Castel Tasso Jaufenpass Monte Giovo Passeiertal Val Passiria Saltaüs Saltusio fête tyrolienne costumes chapêaux plume traditionnels Schloss Tirol Castel Tirolo Adige Etschimpératrice Sissi Nicolo Barbara polyptiques Sarentina Chiesa dei Domenicani Giovanni retabpanneaux orgues Soprabolzano Klobenstein Collalbo INNSBRUCK Franzensfeste Fortezza François II Stift Wilten Nostra Signora sotto Quattro Colonne Immaculée Conception avenue MariaTheresienStraße Arc Triomphe Triumphpforte Léopold II Marie-Louise Servitenkirche Joseph AnnasäuSainte Anne Rathaus l''Hôtel vilSpitalskirche Hôpital SaintEsprit Marktgraben Burggraben Golden Dachl Petit Toit d''Or Maximilien Ier balcon somptueuse maison Helbling Hofgasse HofkirchePalais Impérial Kaiserliche Hofburg cénotaphe Godefroy Bouillon Clovis Roi Arthur Artur Chapelle d''Argent Jardin impérial Hofgarten restaurant menu Fischerhausl Herrengfasse Dom Sankt Jakob Saint Jacques Innpont Innbrücke berges rivages Stadtturm beffroi Matrei am Brenner oriels foins fenaison clochers bulbe Ahrntal Val Aurina Tures Aurino éperon rocheux château médiéval Castel Taufers Prettau Predoi Kasern hameau Source Rocher Trinkstein Giorgio Lungo alpinistes Schloss Casanova TRENTO Tridentum Saint Vigile Concile Trente Crucifix concilium assemblée évêques cardinaux prélats protestantisme Martin Luther Calvin ContreRéforme œcuménique Vatican pape papauté guerres Vigilio Bologne Pretorio Palais prétorien résidence fortifiée Neptune Francisco Saverio ordreJésuites fronton reine NeachiDiego LainezVia Rodolfo Belenzani Padergnone Lasino et Arco itinérairetrajet distance Riva del GardaMonte Rocchetta villégiature Lombards Longobardi Pavie capital duché Milan Hohenstaufen communes libres ligues lombarde famille Visconti Sforza Habsbourg Risorgimentosoulèvement irrédentisme Piémontais Piémont Préalpes Magenta Solferino Villafranca province autonome fleuve Pô lacs glaciaires glaciers Ligures et Gaulois berghem Romains Barbares Goths Huns Attila Vandales Lombards Francs Charlemagne BERGAME CittBassa Piazza della Repubblica parti Guelfes Colleoni Rivo Bonghi Gibelins Suardi patrimoine humanité mondial Unesco funiculaire Città Alta Vecchia Nuova fontaine Alvise Contarini Palazzo delRagione palais raison tour torre civica remparts murailfortifications forteresse portes Campanonenuovo Scamozzionovecchio chapellle Colleoni marbre polychrome basilique Santa Maria Maggiore baptistère Lac Garde Lago di Garda Lago di Benaco Limone sul Garda plateau Tremosine panorama rives tunnels Gargnano Toscolano Gardone Salo presqu''île Sirmione Rocca Scaligera Scaligere créneaux Sant''Anna alRocca Lac Majeur Lago Maggiore Verbano Arona château Angera statue creuse bronze Saint Charles Borromée San Calo Borromeo surnommé Sancarlone citadelles sculpteurs sculptures Siro Zanelet Bernardo Falcoli FrédéricAuguste Bartholdi Statue Liberté NewYork Isola isole Borromée IBorromées Belgirate excursion Lago Maggiore Express Stresa IsoPescatori et IsoBelembarcadère bateauRegina Palace villasBavano Verbania et PallanzaIsoSuperiorel''Ile île Pêcheurs gothique romane style époque San Vittore Saint Ambroise Milan Saint Gaudenzio Novara Saint François SaetSaintCharlesBorromée portraits bustesIsoInferiore Carlo III Borromeo Galleria Berthier peintures murales murailles tableaux maîtres jardins italienne Mottarone téléphérique Conelli Cairoli Carlotta Fontana église paroissiale baroque rococo fresques stucs compagnie publique navigation Gestione Governativa Navigazione Laghi Maggiore di Garda e di Como abbaye couvent monastère ermitage Santa Caterina del Sasso Carciano Baveno Verbania Pallanza Intra néo Luino Malpagga Cannero Riviera Madonna della Pietà Cannobio Brissago Isola di San Pancrazio Ascona Santi Pietro e Paolo Santa Maria delMisericordia Cardada pique-nique trains Express Cents Vallées Centovalli Express Val Vigezzo Melezza viaducs Tegna Intrana Camedo Re Santa Maria Maggiore Ribellasca Trontano Masera Val d''Ossogare quai Domodossola Brig col Simplon ToceCastello Visconteo Vogogna Castel Lac Côme Lago di Como Lario Autosilo Valducce thermes romains cathédraSanta Maria Assunta Duomo Dôme Broletto opéra ThéâtreTeatro Sociaarca piliers corniches Cavour Garibaldi Mafalda di Savoia Alessandro Volta Tempio Voltano Cernobbio San Vicenzo clocher campanile Argegno village Ossuccio Santa Maria Maddalena in Ospedaletto soComacina Lenno Tremezzo avec VilCarlotta parc fleuri fleurs Flaubert Stendhal Reine Victoria Menaggio Cadenabbia ferry Bellagio bac voitureSan Giovanni Battista Salita Serbelloni Giacomo VERONE Vérone Corso Porto Nuova avenue Scaligers Porta Brà place rue Palazzo delle Grande Guarda Barbieri arènes amphithéâte Arena Castelvecchio pont Ponte Scaligerodei Borsari Portoni Borsari Horloge Torre del Gardello façade Maffei Piazza del Erbe forum romain lion Saint Marc Madonna Verona colonne monument Tribune Capitello Via Cappello Arco del Costa Piazza dei Signori passerelles Mercato Vecchio Lamberti Loggia del Consiglio o Palazzo del Governo nécropole mausolée Anastasia Santa Maria Matricolare bossu gobbo vestiges ruines séisme tremblement terre 1117 Gorgetto messe office cérémonie Ponte Pietra Stefano Giorgio in Braida Santuario Madonna di Lour Seconde Guerre mondiale autrichienne Casa di Giulietta Roméo Romeo Juliette légenhistoire tragédie Capuleti et MontecchiDivine Comédie Dante Montaigu Crémone rivalité conflit jalousie Mathieu Bandello Arthur Brooke auteur anglais William Shakespeare dramaturge drame romantique Romeo and Juliet amants malheureux Rosaline mariage union amoureux Pâris frère Laurent Tybalt duel meurt mort otion poison filtre balcon Mercutio amour exil Mantoue narcotique bien-aimée poignardé BRESCIA Santa Giulia zone archéologique Capitolium Capitole temple colonia civica Augusta Brixia Auguste empereur brica briga roi Didier Désirée Ermengarde Pépin Bref Empire carolingien quartier Carmine Renaissance horloge astronomique jaquemarts marteaux Paolo VI Popolo del Pégol Rotonda paléochrétienne édifice Vittoria Il Torrione premier gratte-ciel Pallata médiévales Moyen Age soulèvement unité unification San SalvatoreSanta Giulia Museo della Città colline Cidneo Coltrina Prigionieri Francesi Mirabella Labus Temple Capitolin Jupiter Junon Minerve Foro Musei bénédictins augustins Santa Maria in Solario San Salvatore Coro delle monache Choeur Moniales cloître Cara bataille Désirée Amazones choeur croix or Desiderius incrustations pierres reliquaire en ivoire Domus dell''Ortegglia mosaïques sarcophages victoire ailée bijoux camées fibules armes Floriano FerramoNicolo Orsini Ottaviano Luzzago somptueux mausolée Martinengo Ospite Eccelente pinacothèque Pinacoteca Tosio Martinengo Poretto Raphaël Raffaello Sanzio Vénitien Lorenzo Lotto oeuvres Moretto vrai nom Alessandro Bonvicino Giovanni Gerolamo Savoldo Girolamo di Romano il Romanino miniaturiste Antonio Cicognara maniérisme Antonio Rasio paupérisme misérabilisme Giacomo Ceruti  16981767 dit Pitocchetto Collection Arts Appliqués Milan EXPO 2015 Nourrir PlanèteEnergieVie portraits grotesques Arcimboldo Giuseppe Arcimboldo Arcimboldi Arcimboldus pavillons pays World Avenue agriculture développement écologique France Italie Japon Chine Russie Qatar Oman Lac d''Iseo  Lago d''Iseo  Sebino grande île lacustre Italie  Monte Isola Pisogne ville Fazango del Vescovo Tour Evêque Grand Pegul Lovere Comte Luigi Tadini collectionneur art italien fondateurAcadémieBeauxArts bâtiment néoclassique amiral Paolo Emilio Thaon di Revel Sainte Claire Sanctuaire InstitutSœurs Charité V.Emanuele II belvédère sommet vue panoramique in Valvendra Soca Florian Ferramola Saints Faustino Jovita peints San Zenone Passirano Marone Isodi Loreto néogothique Sulzano Sale salle Marasino Taverno Bergamasca Carzano Peschiera Maraglio Ceriola Cure Sensole Castello Oldofredi glaces gelaterie gelateria oratoire Oratorio dei Disciplini Andrea écrivain patriote pays Gabriele Rosa Sarnico MILAN Donato ticket métro ATM tarif prix agglomération Vittorio Emmanuele II chef-d''oeuvre architecture gothique flamboyante ex-æquo ex-voto Napoléon Ier Bonaparte napoléoniennes Toscane Florence Rome Grazie Medeghino mercenaire Gian Giacomo Medici crypte Saint Barthélémy écorché maître-autel Trésor tefano alla Fonti Crucifix d''Alibert Croce di Ariberto d''Intimiano Jacopino da Tradate vitrail vitraux salTintoret peintre Gaspare Vismara Galerie Victor Emmanuel II Scala théâtre lyrique Léonard Vinci - 2015 - JAPON capitale Tokyo Notre guide: Naomichi Récit de voyage au Japon Carnet de voyage au Japon Récit voyage au Japon Carnet voyage au Japon MORAUTHELI zori jika-tabi Yukata kimono tabi geta NéerlandaisKoshichi Tawayara Dôtonbori Minami Namba Shōwa URSS Nagasaki Pearl Harbor Hawai Guomindang Canton Shanghai Nankin Mandchoukou Shōwa Russie Corée Taiwan Mandchourie Philippines Mutsuhito tsuyu akisame cyclones Kanagawa commodore Matthew Perry shogunat Tokugawa Ieyasu Ashikaga Mongols Minamoto Mikado shogun bakufu régents Fujiwara Tohoku Kobe Kubilai Khan Jimmu Amaterasu Ojin Yayoi Yi, Hani Dai Wurm Aïnou période Jomon Tōhoku Kantō Chūbu Kansai Chūgoku métro train Rapid Express Yamanote Shinkansen Japan Railpass Japan Railways Hokusai Hiroshige El Niño typhons pluies réchauffement climatique gai-jin Otori Jade Paravent mangas Stupeur et tremblements Amélie NOTHOMB dames cour Fukushima réacteur énergie électricité centrale Yamato Bouddha Bouddhisme moines prêtres o-jigi san sama consensus chrysanthème sabre avril sakura automne ramen printemps momiji érables feuilles cerisiers fleurs Honshu Hokkaido Kyushu Shikoku en Okinawa Kansaï genkan tsunami Osaka toire hai ie arigato gozaimasu domo arigato gozaimasu gomen nasai sumimasen onegai shimasu hajimemashite ohayo gozaimasu konnichiwa konbanwa oyasuminasai sayonara mata ashita itadkimasu kanpai hashi okome mizu cha (kocha) ryokucha toire en Meiji Taisho Heisei Shiragaraki Nagaoka-kyo Hiejo-kyo Kuni-kyo Kizugawa Asuka Ootsu Jomon Kofun Fukuyama Mahāyāna keijidosha Hatsukaichi shashi-gawara kinshachi shachihoko chiwen Shirasagi-jō podotactile Himeyama Kōkoen Banshu Shamo Nojo JAL Sky Building Dai-Itchi Florentijn Hofman Tadao Ando Kita Umeda Yodo Kumano Kamaikaze Shingu Xu Fu Qin Shi Huang Di Juncus effusus hanao dai ha igusa Miyajima Hiroshima Kyoto Nara Fujisan gofuku Lolita jeunes filles Anglais Français Lacs Ashi Kawaguchi-ko Kamakura Tokyo ikko Chuzen-ji hikikomori sekaini Okinotorishima Senkaku Tōhoku Shinzō Abe Forces japonaises d''autodéfense FJA Shinkansen MacArthur MITI METI Rinno-ji Tosho-gu Taiyuin-byo Futara-san Kegon Asakusa Senso-ji Lusée Edo Hakubustukan Nagoya Mont Norikura-dake Takayama Ogimachi Koumokuten et Tamonten bodhisattvas kondo Chu-mon Nandai-monmacha Todai-ji Ginkaku-ji, Heian-jingu, Fushimi-Inari, Ninna-ji, Chishaku-in, Kodai-ji, Byôdô-in, Eikan-dô, Daitoku-ji Maruyama Hageten Shin Nishi Hongan-ji Higashi Hongan-ji jinrikisha Otowa-no-taki Sakanoue Tamuramaro Kiyomizu DeraKiyomizu Dera kannon tempura Satsuma go kamon horigotatsu Ninjas fenghuang phœnix Nijô Karamon Yoshimitsu tsukubai kuchi Ryôan-ji Kinkaku-ji Myōshin-ji rinzai kapuseru hoteru Jodo Dai-ni Tower Yasaka Matsunoo-taisha Shijo-dori sanmon Chion-in tanukis chiens viverins (Nyctereutes procyonoides) Pontocho Gion Kawaramachi Chang''an geikos Xi''an Little Boy Kurashiki Itarian Viking Pulizia BBQ Kenzō Tange origami Dôme Genbaku no ko no zō Sakado Sasaki Ujina Motoujina Park shochu awamori shinto Dan-no-ura pagode gojū-no-tō stūpa shintoisme cerfs sika (Cervus nippon) torii Itsukushima-jinja Miyajimaguchi Haikai Hokku Basho Haiku Dogen Sugaruma Kanazawa Omicho Kazue-machi Higashi Kenroku-en Naga-machi geisha maiko Sekigahara YSagami Wakamiya Tsurugaoka Hachiman-gū Hachiman Sanetomo ginko biloba Sanetomo Kugyo Hokuzan Namerikawa koto Kaidō Sagami Daruma Shin-ji Ike Koizumi Junsaku ibuki Linear chuo Shinkansen densha-otaku Kencho-ji gozan Daigaku Zenji Tanuki-mon Bonshō Hōjō Butsuden Senju-Kannon danka seido tennösei Tsuru, Otsuki, Uenohara Otsuki Maglev kakebuton futon shikibuton tanto ren et li yi xin zhi cheng ryokan Ryōbu shintō Kūkai sensei yosegi-kaeizu Hakone-Machi-ko Ashinoko Hakone-jinja Seki-sho fumerolles Owakudani Togendaiko Kokka shinto caldeira Hakone Izu shinbutsu shūgō korokke Nagita wasabi Yaizu Hamana bundai ou chabudai zabuton agura wo kaku seiza Candeo Hotel Yorono-taki yuba Aspergillus flavus var. oryzae kōji-kin amidon Piago Handa Shop Hanakomichi Konishicho Handa Onishi Aijira Tenri Kenkyukai ratooning rice Tenri Honmichi oshinobu Pindola Bharadraja ou Binzuru arhats Kasuga Taisha matsuri Setsubun Mantoro Obon Mantoro Kasugayama Shikinen zôtai Kofuku-ji Fujiwara-kyo Hijo-kyo (Nara) Fujiwara no Kamatari Kiyonori Kikutake Nihonbashi théâtre kabuki Nakamuraza nabemono Hakubustukan Ryōgoku Kokugikan sukiyaki shintô Asakusa-jinja Sanja Sama Sanja Matsuri,sumos Katsura Chugushi Keihan Ginshachi shimenawa nemuri-neko Yomei-mon  kana hiragana katakana kanji Omizuya Mizaru Iwazaru Kikazaru Omote-mon ou Nio-mon Nio Shinyosha hanzi Chan Hidetada Ishidorī Gojūnotō daimyio Rinnō-ji Shōdō Shōnin Amida, Senju-Kannon Sanbutsudō Shōyō-en Sorinto Homotsuden Joso Kinugawa Kasukabe, Koga, Toshigi, Kanuma Tone Kinugawa Koshigaya Tōbu nihongo Zaibatsu Hachiko Kototoi-dori Love Hotels Shibuya Crossing Jingumae Omote-sando Kiddy Land Oriental Bazaar Altea Plaza Softbank robot Pepper Aldebaran Gothic Lolitas Chuo Sumitomo Building, Mitsui Building, Keio Plaza Hotel et NS Building Mode Gakuen Cocoon Tower Takeshita-dori Unagi no kabayaki Awashima Hokyoin-to Tatsumi-ya Avalokiteshvara Guānyīn mikesai Nijubashi Skytree Shitamachi Senso-ji Kaminarimon Hōzōmon Nakamise-dori Joukoro Kototoi-dori Uotami azuki uki yaki mochi Ueno japonica Rakuzo  Sanco Inn Tsuruma ou Tsurumai Gokiso Biyo Toyotomi Minamoto no Yoritomo, bushi bushidō Shoku Nihongi wushi saburau buke kuge Toyotomi Hideyoshi Oda Nobunaga Mode Gakuen Nikken Sekkei Ryounkaku Uguisudani hanami Aum Shinrikyō Chiyoda, Marunouchi et Hibiya Sotokanda Akihabara Tsukiji Aneda, Minaoto ku Ginza Tapas Taps Amida Gojū-no-tō Tō-kondō Nan''endō Hokuendō Chū-kondō hirahata achiki Kannon Aizen-do Aizen Myōō Maha Vairocana Godai-do Fudo, Kosanze, Gundari, Daiitoku et Kongoyasha-myōō Jizô Ôjizô-sama Cercis siliquastrum Sanjūsankasho Utaga-hama Bandō Daiyagawa Chuzenji-ko Yukawa Akechidaira Icha Asian Grill Nagasaka Shinkyo Yamasugeno-jabashi Daiya manju daifuku Haiden Okunoin pinyin Futara-san jinja Ōkuninushi, Takiribime et Ajisukitakahikone Chuzen-ji Mont Nantai Yasha-mon ou Botan-mon Umarokya (bleue) Kendara (blanche) Abastumara (verte) et Bidara rouge) Taiyu-in-byo Iemitsu Nio-mon Niten-mon Jikoku Komoku Bisha-mon ZochoJinja Maruyama Inari Maiden hinzen shiki kannushi miko Kazue-machi Kaga Toshiie Maeda Ohori-dori Chaya kimusuko Asanogawa Ohashi Naka-no Hashi Higashi magasin Hakuza Hikarigura takenoko shiitake binzasara waraji makura Caffe Karyudo Kamitaira Nanto inekari koï Doburoku momi genmai hakumai doburoku uruchimai mochigome Vigna angularis sakazuki koshihikari et akitakomachi Morus alba L. Broussonetia papyrifera Shokawa washi Ainokura Shirakawa et Gokayama Gassho-zukuri yukatabira Gion Matsuri Chichibu Matsuri haori  tokonoma shōjigami oshiire washitsu Seiryu Nakabashi Takayama Kami Nomachi, Kami Sannomachi akadaru ou kazaridaru sakabayashi Marishiten-dake Tsurugaike Fujimi-dake Hida Mae-Hotaka, Kita-Hotaka, Karasawa-dake, Yarigatake, Oku-Hotaka terminus Tatami-daira yoshiki washlet Hongu Ginrei Zhuang et Baiyun Zhuang onsui senjô benza Koban Nohi Hirayu / Shin-otaka line Honokidaira seiketsu JR Limited Express Wide Gifu Gero Nagara Oasis21 Hideki Casai d''Obayashi Corporation, Spaceship Aqua Suehiro Sakae Nakanokuchibeya, Genkan Oroka Nagoya-jô Kisoji N''EX (Narita Express) Sunroute myrica rubra Shoya hanakatsuo karebushi kezurikatsuo Onosho mono no fu komo koga rōnin eta hinin yamabushi shugendō yagura SHashizume-ichi-no-mon Kahokuzaka Kahoku Saigawa Naga-machi Nomura Takada Sanjikken nagaya Kenrokumachi Kenroku-en Kasumigaike yukitsuri Nishiki shabu-shabu kishimen yuzu gomadare ponzu nabe shuan yangrou Yuan Wakamiya-oji jinrikisha shari neta makizushi nori Gin no sara demae aga renkon Kanazawa Hongan-ji Danmaya Suisan Tsuzumi-mon Aokusa-machi Omicho-Ichiba Mystays mino zushi Honmaru Owari kinshachi ou shachihoko Ninomaru Shoin Kano Sadanobu et Kano Tanyu fusuma - 2016 - Inde du nord, vallées sacrées du Gange et de la Yamuna entre Delhi et Bénarès (Varanasi) Guides: Mahipal, Hanuman et Sohan Récit de voyage en Inde du nord, vallée du Gange Carnet de voyage en Inde du nord, vallée du Gange Récit voyage en Inde du nord, vallée du Gange Carnet voyage en Inde du nord, vallée du Gange Uttar pradesh Madhya Pradesh AGRA Agra taj Mahal Empire Moghol Mughal Nâdir Shâh Jahan Muntaz Mahal empereur Akbar Jahangir Aurangzeb pietra dura marbre blanc noir patrimoine mondial humanité UNESCO palais mausolée pavillon temple pavillon Diwan-I Am cénotaphes tombeaux chhatris minarets funéraire portail pistakh épouses concubines chapiteaux consoles grès rouge spectacle Kalakriti Cultural & Convention Center bollywood coupoles dômes GWALIOR Gwalior Shvetahuna royaumes rajputes rajpoutes statues monolithiques Tirthankaras jains Man Mandir Rao Man Singh clan Tomar Chandella temple Bandichor Gurdwana guru gourou Sikhs Hargobind Teli-ka Mandir lignée Shisodia Rathor râja Padmapâla frère Mahîpâla Sas-Bahu Teli-ka-Mandir grottes temples rupestres prophète Adinath Mahâvîra réincarnation transmigration mantras prières pardon éveil moksha Jai Vilas lustres Datia palais Govind colline citadelle fort forteresse Rajgarh ORCHHA Orchha castes varna jati ruines vestiges dieux jungle dévotion divinité dieux déités Vishnu Vishnou shikhara Jhansi Shiva Kshastriyas nobles Vaisays dalits Intouchables discriminations tribus populations tribales constitution Bundelâ Bundelkhand fleuve rivière affluent Rudra Pratap Singh capitale Tikamgarh Orchhâ architecture construit bâti édifié défaite victoire Chaturbhuj temples sanctuaire saint des saints Bir Singh Deo raja maharaja rao Lakshmi Narayan Ramayana barattage mer lait shikhara KHAJURAHO Khajuraho temples érotiques Kamasutra sexe sacré nudité statues pornographique nues nus orgie orgiaque dimorphisme sexuel ambivalence Kâma Manmatha chef Eros Brâhma Tantra tantriques postures positions caresses préliminaires Pârvatî védisme amour grâce beauté nymphes courtisanes Padmini amantes embrassent copulation coit aphrodisiaques art masturbation fellation cunnilingus missionnaire levrette 69 cuillères enclume roseau charrue Andromaque union crabe grand 8 suspendue sodomie zoophilie Varâha avatars démon Hiranyaksh nagas génies Lakshmana rajâ Chandelâ Yasovarman incestueux Linga lingam forme phalliques phallux pénis vulve lèvres clitoris bouche sexe féminin yoni Krishna désir accouplements souvent acrobatiques exploits partenaires postures bestiales triviales formes voluptueuses courbes sensuelles désirs séduction attributs beauté jeux amoureux shakti Narasimha Kandarya-Mahadeva Vidyadhara Devi Jagadamba déesse Devî tétons aréoles mamelons pubis mont vénus shakhas médaillons registres panneaux panthéon Mahâbharata Râmâyana frises gopis naïves bergères jouant flûte grandes épopées scènes reliefs tantrika prostitution plaisir 64 positions amoureuses caste Mallinga Vatsyayana maîtres Bhabhravya Gotamukha Gonikputra aninaux mythiques féminité masculinité adhikaranas texte obscène immoral mariages unionsjains Parshvanath parc Panna jeep Mahindra tigre Bengale Panthera tigris tigris forêt singes langurs gris langurs antilopes nilgaut Boselaphus tragocamelus vaches bleues sambars Cervus unicolor Rusa unicolor chitals cerfs axis Axis axis cervidés tortues étoilées Inde Geochelone elegans gavial Gange Gavialis gangeticus rivière Ken léopard indien Panthera pardus fusca lynx sangliers cascades Pandav Pandava VARANASI Bénarès Varanasi crémation incinération Ghâts Maa Ganga Mère Gange impur purifier pollué pollution bain se baigner baignade libérer âme défunts morts cadavre macabre spectacle bûcher bois feu enflammer prières prêtres transewer égout Varuna Asi aéroport Lal Bahadur Shastri arti Aarti Godowlia mendiants pauvres pèlerins pèlerinage marches escaliers sâdhus renonçants barques coupelles bougies Dashashwamedh Vishwanath autelsbrâhmanes foule fidèles flammes fumées odeurs couleurs bruits embouteillage trishaw rickshaw tuk tuk Ahalya Bai Munshi Rana Raja Someshwara Manasarowar Kedar Harishchandra immersion Man Mandir Lalita Manikarnatika Doms concessionnaires Scindia Ghât rani satis veuves sacrifice vieille ville Chowk oratoires Skanda Purana écrit Gyanvapi Masjid Panchganga émeutes mutinerie Révolte des Cipayes thé lait épices chaiwallah  Durga Shri Guru Ravidass campus Université Babaras Hindu University Bharat Kala Bhavan Durgakund musée Bharat Mata Mandir Shiv Prasad Gupta Durga Prasad Khatri Mahatma Gandhi SARNATH site bouddhique sermon prêche naissance Lumbini Bodh Gaya éveil illumination Kushinagar nirvana communauté Shanga doctrine Dharma croyances décès brahmanisme Jagat Singh dîvân ministre pradakshina) ombrelle Stupa DharmarajikaColonne Pilier d''Ashoka Mulagandha Kuti Vihara reliquaire Dhamek Dharma Chakra monastère Chaukhandi Bhadravargiya métier Jacquard quartier de Godoulia Jalsain cinq éléments linceul civière cendres sanyasin combustion brûlés DELHI Patna Pataliputra royaumes rivaux Pallava Ska Vakataka MagadhaChera Chola Pandya Gupta Patan Ujjain Kânauj Pala Chalukya Qûtb ud-Dîn Aibak dynastie Esclaves Mamelouks Muizzî Khalji Tughlûq Sayyîd Sikandâr Lodî Dilli Sher Shahi Shahjahanabad invasion afghano-moghole Lal Kot Qila Rai Pithora Siri Tughlaqabad Jahanpanah Ferozabad Dinpanah Purana Qila Shahjahanabad New Delhi Shanti Vana Meena Urdu bazar bazaar iwan salle prière cour haram minbar plutôt petit mihrab Patel Gali Dariba Kalan Chandni CHowk Gurudwara Bangla Sahib Gourou Harkrishan doctrine Maharaja Ranjît Singh Amritsar massacre incendie 5K Khalsa sikhs amritdaris Kesh Kangha Kachera turban pagri Kawra Kirpan keski chuni Bhagat Giani Zail Montek Singh Ahluwalia Manmohan Langar cantine communautaire Granth repas bénévoles donateurs repas gratuits Sri Aurobindo ashram CNG Compressed Natural Gas Ala-i-Minar Mehrauli Quwwat ul-Islam Dhilî Râi Pithora architecture Ghurid pylône Chandragupta II script Brahmi Qutb Minar versets Coran calligraphiés cannelures encorbellements muqarnas Îltutmish Fîrûz Shâh Tughlûq Ala-i-Darwaza Imam Zamin kbar Adham KhanMughal Jewels & Crafts triporteurs - 2016 - MALTE nos guides: David, Fabricia, Maria, Jacqueline - 0 -néolithique indépendance Royaume-Uni Angleterre Anglais Français Italiens Siciliens Tunisiens Arabes musulmans islam religion Sicile Italie Tunisie Maghreb achipel maltais îles Malte Gozo immigration colonisation Phéniciens Romains Grecs comptoirs navires flotte navigation ère chrétienne civilisation préhistorique Préhistoire populations vague culture agriculture éleveurs outils âge du bronze fer acier port se Méditerranée bateaux galères colonies Carthage langue sémitique Normands Empire jihad djihad calife Aghlabides Fatimides Ifriqiya archéologie Mdina Medina Rabat citadelle faubourgs vassaux Byzance byzantins berbères esclaves chrétiens pillage razzias dhimmis abid Comte Roger Croisades croisés Saint-Empire romain germanique Anjou Aragon Maltais Espagne juifs pape Clément VII Charles Quint villes remparts fortifications fossés douves murs épidémie de peste Turcs ottomans Constantinople Istanbul Grand Siège 1565 1530 soldats troupe armée Marsaxlokk Jean Parisot de La Valette hommes pertes Chevaliers Bataille de Lépante guerres puniques Patras Venise Vénitiens bataille navale vaisseaux défaite victoire janissaires triple voeu: chasteté, pauvreté et obéissance Révolution française confiscation biens Bonaparte Napoléon Campagne d''Egypte rade mouillage criques souveraineté dissout réformes abolition de l''esclavage Inquisition Roi de Naples britanniques Hospitaliers traités d''Amiens de paris et de Vienne chantiers navals exploitation coloniale émeutes révoltes constitution Seconde Guerre Mondiale Deuxième Mussolini offensive bombardements position stratégique ravitaillement canal de Suez Victoria Cross George Cross maisons édifices morts victimes blessés détruites rasées drapeau défaite 1942 1943 général Rommel alternance nationaliste conservateurs travaillistes partis politiques Commonwealth République Présidente Premier Ministre démocratie libérale 1964 1974 1987 Chambre des députés mandat élections LP PN Joseph Muscat Marie-Louise Coleiro Preca Libye Céphalonie Afrique du Nord Europe Moyen-Orien ''''Botte'''' conteneurs cargots Gzzejjer taSan Pawl St Paul St Luc naufrage jugement Rome Commo Kemmuna Cominotto Kemmunett Ta'' Dmejrek point culminant Histoire géographie géologie sous-continent, l''Apulie épôts de calcaire tendre coquillages fossiles craie 90 millions d''années océan Téthys Alpes collision surrection plaques tectoniques Crétacé Miocène Pliocène relief karstique sismique calanques érosion hydraulique cours d''eau ruisseaux wied oued Chadwick Lakes nappe phréatique saumure dessalement usine osmose climat sec sécheresse aride aridité pluviométrie ensoliellement végétation maquis démographie fécondité Union européenne densité élevée espérance de vie hommes femmes enfants ethnique religions catholicisme romain communauté étrangère etrangers population maghrébine Espace Schengen émigration Lampedusa Somaliens, Erythréens toponymes et patronymes parlers dialectaux siculo-arabes dialectes ifriqiyen alphabet latin insulaires habitants activité active PIB revenu Commission européenne nationalité privatisation entreprises banques adhésion Union européenne en 2004 collaboration URSS Chine négociations référendum Zone euro en 2008 ressources alimentaires agriculture énergie commerce extérieur déficit balance des échanges fret maritime industries main-d''œuvre productive impôts finances fiscalité attrayante touristes tourisme budgétaire chômage inflation seuil de pauvreté critères de Maastricht Jekk joghgbok M''hemmx mn''hiex - 1 - pèlerinages libérer lieux saints Jérusalem royaume États latins d''Orient ordre de Saint-Jean marchands amalfitains hôpitaux patronage de St Jean-le-Baptiste frères moines laïcs convers soins aux malades concile de Troyes en 1129 guerre sainte Reconquête ibérique prêtres ou chapelains statuts frères d''armes ordre religieux-militaire Templiers forteresse de Bethgibelin Krak des Chevaliers Saladin Saint-Jean-d''Acre grand maître de l''Ordre, Jean de Villiers Terre sainte pour s''installer à Chypre Rhodes conquise la chrétienté contre les Sarrasins Philippe le Bel Mehmed II et Soliman le Magnifique trahison du grand chancelier d''Amaral Philippe de Villiers de L''Isle-Adam l''empereur Charles Quint déménage Barberousse  1529 Alger Tripoli noblesse société castes familles nobles aristocates guerre de course pirates corsaires 1792 1798 l''abdication Ferdinand de Hompesch  Paul Ier de Russie Rome Sun Flower Fabricia marques de voitures véhicules trajet trafic pluie températures sources récupération réservoir sources norias irrigation tours de guet Défenses paysans attaques signaux de fumée Marfa forteresses Marsalform oliviers vignoble oliveraies coton vergers d''agrumes amandiers caroubiers c^priers câpres acacias Libye allergies Naxxar, Birguma, Msida (avec l''Université), Marsa et enfin, Floriana faubourg le Grand port presqu''île de Xiberras Contre-Réforme catholique protestants baroque rococo moderne patrimoine mondial de l''humanité univers UNESCO inscrit classé république tours globigérine moucharabieh Opéra théâtre bow-windows balcons oriels Ste-Catherine d''Italie et à Notre-Dame de la Victoire statues Auberge de Castille et Léon jardins d''Upper Barraca panorama belvédère les Trois Cités batterie de canons Merchants Marchands Castellania façade co-cathédrale Episcopat séculier horloge cadrans diable nef chapelles voûte en berceau pavement marbre polychrome marqueterie marqueté boiseries chaire orgues dorures or fin Nicolas Cotoner et Ramon Perellos Antonio Manoel de Vilhena Manoel Pinto da Fonseca vestibule musée princes Altesse Eminentissime l''Oratoire tableaux peintres Caravage (Michelangelo Merisi da Caravaggio) St-Jérome Fra Michel Angelo livres enluminés et des vêtements sacerdotaux brodés Auvergne Provence Allemagne Bavière Catalogne Navarre Castille Portugal célèbre café, le Caffe Cordina reine Victoria Palais des Grands Maîtres ou Palais Magistral maître d''oeuvre en est le même, Gerolama Cassar porches cours intérieures alcôves blasons armoiries Salle du Trône chambre antochambre Salle des Ambassadeurs Tapisseries (des Gobelins) restaurant Il-Gifen Saint-Paul-le-Naufragé (St-Paul Shipwrecked) bragioli, des paupiettes de boeuf heurtoirs de portes Sacra Infermeria Bastion St-Lazare Ricasoli court-métrage Malta Experience Fontaine des Tritons quais Lascaris embarcadère écoliers île Manoel Sliema Notre-Dame-du-Mont-Carmel archevêché (Triq L-Arcisqof) Aaron''s Kitchen Palais Archiépiscopal Stuffat Tal Fenek ou Fenkata, un copieux ragout de lapin établissement fréquenté piazza plazza Palazzo Carniero Casa Rocca Piccola hôpital Bighi Kalkara rues Lvant et Ste-Ursule Porte - 2 - Machrek bassin Abu ''l-Gharaniq Muhammad II ibn Ahmad sultan émir 870 fouille archéologues archéologie libérer liberté rahal, domaine terrien barons Frédéric II expulse convertis conversion communauté Islamic Cultural Centre Tripoili Mouammar Kadhafi Maria mini croisière Gzira salam Sliem ghalik Marija ferrys ferries compagnie Captain Morgan Cruises Sea Below base sous-marine Creek ou Lazaretto Pieta Elisabeth II Baie San-Elmo Barriera jardins et ascenseur d''Upper Barraca paquebots de croisière sont accostés Paola cales sèches commerce Isla, l''ancienne Senglea Claude de La Sengle échauguette Il-Gardjola Birgu, l''ancienne Vittoriosa décor de films et accueille les Studios Cinématographiques Tigné navette traversier Toni sites Vittoriosa (Il-Burgu), Bormla (Cospicua) et Senglea (L-isla) e Marc''Antonio Zondadari Xatt Juan-Bautista Azopardo Claude de la Sengle Citta Invicta Jean Parisot de La Valette rues Pawlu-Boffa et il-Mina-il-Kbira ruelles Jean L''Evesque de La Cassière Grégoire XIII cardinaux Paolo Passionei Hilda Tabone Misrah-ir-Rebha apparat Lorenzo Gafa Ste-Croix Saint Laurent, martyr chrétien espagnol Xatt il-Form ou Xatt ir-Rizq Marine barque dghajsa Carnival Cruise Line (CCL) Constellation Celebrity Cruises - 3 - scolarité études école niforme obligatoire cantine gratuite cours dispensés primaire secondaire maternelle collège baccalauréat université vacances scolaires grève durée hebdomadaire de travail est de 40 heures jours fériés salaire minimum moyen retraite pension taux de cotisations sociales impôts taxe foncière ni de taxe d’habitation ni de droits de succession mais une TVA formation loyer des logements sociaux hôpitaux publics système de santé obésité l''Eglise et la famille mères célibataires adoption mariage arrangé avortement divorce séparation adoption mariage gay tradition nataliste procréer procréation FIV prostitution racolage cohabitation concubinage NAXXAR: Palazzo Parisio Jacqueline Profession de Foi Premières Communions Fête-Dieu Marquis Scicluna pavillon de chasse les marbres viennent de Carrare ou de Sienne escalier monumental corridor salons tableaux galerie armures salle de bal apothéose flore jardin botanique espèces exotiques tropicales Amérique Asie Afrique Ceiba speciosa (ou Ceiba speciosa, de la même famille que le baobab ou le kapokier), le Erythrina crista-galli Sapindus saponaria festas processions course place avenue allée boulevard Peace Band Club jolies demeures MOSTA Ste-Marie (N-D de l''Assomption) au dôme imposant Rotunda de Sta Marija Assunta Georges Grognet Rotonde bombe détonateur coupole ex-votos exvoto ATTARD: jardins et palais San-Anton ornementaux Gouverneur Sir Arthur Borton sculptures sculptures volières et serres d''orchidées fontaines palmiers, cyprès, jacarandas, araucarias, bougainvillées palmier bas Sago du Japon (Cycas revoluta), pied d''éléphant (Beaucarnea recurvata) et autres plantes exotiques ou non: rosiers, yuccas, fleurs de Noël, œillets, pamplemoussiers Argotti Shakespeare Festival chaque été et des récitals de musique de chambre ou de jazz Antoine de Paule maison de campagne résidence d''été maison de campagne têtes couronnées la reine Marie de Roumanie, l''impératrice de Russie Marie Feodorovna, le roi Edouard VII Mikiel Anton Vassalli francophilie TA''QALI: village d''artisanat verre soufflé Mdina Glass céramique et poterie Bristow Potteries orfèvrerie en filigrane d''argent Musée Wignacourt, Grotte de St-Pal, catacombes St-Augustin (Santu Wistin) Ste-Marie-Mère-de-Jésus (Ta''Giezu) Bottegin Palazzo Xara dessert imqaret maqrut pâte de dattes amandes liqueur de bajtra, de figue de Barbarie collégiale St-Paul sur le parvis Alof de Wignacourt Chapelains lieu de culte privé collections Francesco Catania Croix de Malte à 8 pointes huit trésor reliques rosaire urn châsse vitrine Neapolitan Bambino Mattia Preti, Antoine Favray et Francesco Zahra gouverneur romain Publius guérison miraculeuse miracles ermite espagnol Juan Benegas de Cordoba Jean-Paul II et Benoît XVI paléochrétiennes hypogées labyrinthe niches ou loculi abris antiaériens Sainte Agathe de Catane païens fresques MDINA, cité du silence Zondadari parcs hôtels particuliers villas Mesquita stratagème assaillants assaut décisif Howard Gardens, des jardins-promenade Porta Real l''ingénieur français Charles François de Mondion tremblement de terre général Masson l’un des ensembles architecturaux embuscades à l''ennemi architecture siluco-normande (ou sicilo-normande) Casa Inguanez, du cloître des bénédictines Palazzo de Piro Fontanella tea garden Fontanella tea garden siècles Falzon prieuré des Carmélites l''Annonciation et la chapelle St-Roque Sofia Gourgion style éclectique néogothique pierres tombales Mattia Preti - 4 - Marsaxlokk anse sirocco Mustapha Pacha Piyali, amiral de la flotte gondoles barques luzzu luzzijiet œil phénicien à tort œil d''Horus ou d''Osiris oculus Birzebbuga Playmobil SIGGIEWI The Limestone Heritage pierre chaux constructions bâtiments roches sédimentaires couleurs patine couche dépôts accumulation calcaire corallien évolution des techniques d''extraction carrière carrier mécanisation scies camion Dodge D15 tapis roulant élévateur cabane de pierre sèche girma encorbellements matrone artiste britannique Mark Verry falaise de Dingli itinéraire pittoresque Buskett Garden Onorato Visconti Angelo Dorini Verdala Palace Dingli Cliffs île de Filfla îlot abruptes Ste-Marie-Madeleine précipices radôme radar Hugues Louvens de Verdalle L-Imnarja, la fête fêtes familiales, réceptions de mariage, concerts et autres évènements STMicroelectronics située à Kirkop QRENDI mais tout près de Zurrieq moulin à vent , connu sous le nom de Tax-Xarolla meules Wied iz-Zurrieq vallon encaissé pêcheurs des promenades en mer Blue grotto (Taht il-Hejja grottes Grotte Bleue couleurs phosphorescentes cyanobactéries a cucina di Bettina les temples mégalithiques de Hagar Qim et de Mnajdra soleil de plomb Skorba, Ta'' Hagrat et Tarxien hypogée de Hal Saflieni accueil exposition film animation intempéries structure métallique recouverte d''une bâche desquamation des blocs Hagar Qim rilithon ou trilithes piliers ou orthostates linteau tables ou autels époque ouvertures plan polylobé en trèfle sacrifices d''animaux, des holocaustes et des rituels d''oracles solstice d''été absides bétyles pierres sacrées idoles monde arabe sexe masculin féminin statuette Vénus Musée archéologique J.-G. Vance gravures en spirales pierres piquetées d''indentations observatoire observation astronomique ou de calendrier - 5 - Xemxija et Meillieha Bay plage Ghadira Selmun Palace Popeye Village, un décor de film parc de loisirs Cirkewwa Blue Lagoon aux eaux turquoises baigneurs et estivants domination Nadur Mgarr Ghajnsielem localité géants Xaghra temples de de Ggantija monumentales Cairn de Barnenez dans le Finistère superficie dimensions figurines blocs parfaitement équarris menhirs domens cromlec''h tessons de poteries mur d''enceinte Fliegu hippodrome sémaphore de Ta''Kenuna Ghaxaq et Gharghur blé, l’orge, les oignons, les pommes de terre, les fraises murets haies vallée de Kercem voûte Ghajn il-Kbira Fontana Cottage Industry boutique magasin souvenirs Sacré-Coeur Wied ix-Xlendi station balnéaire lovée au fond d''une anse Théâtre Astra collines reboisements L-Ghasri L-Gharb Dwejra Bay: Azure Window et Fungus Rock Triq id-Dwejra, dans la localité de San Lawrenz mer intérieure nommée Inland Sea effondrement tunnel naturel Blue Hole cheminée plongeurs spot emblématique  La Fenêtre d''Azur Victoria (Rabat) aqueduc des fermes Ir-Rabat Ghawdex Ta''Savina Nativité de Marie Hôtel de Ville (Kunsill Lockali) le montage Gozo 360° Gran Castello Sinan Pacha basilique St-Georges bronze moule de John L. Grima Gian Battista Conti Giuseppe D''Arena dais maître-autel Pietru Pawl Azzopardi Santucci meses et office quotidiens franciscains Triq Sant''Indrija (St-André) étal étalage devanture Sicile Cap Carbonara Corse - 2016 - CYCLADES nos guides Nicolas David et Philippe récit de voyage, carnet de bord, carnet de route, gastronomie cuisine nourriture climat patrimoine mondial humanité universel UNESCO, d''Aristote, de Sophocle, de Pythagore, de Périclès, de Phidias, d''Homère ou d''Ulysse, climat méditerranéen , culture des oliviers, Péloponnèse, Mont Olympe, Grèce antique et Grèce byzantine, ROMAINE, BYZANTINE, CROISADES, OTTOMANE, dans le Péloponnèse, Cnossos... récits homériques, guerres médiques (Perses), les Athéniens ,guerre puissance de la Macédoine Alexandre le Grand Civilisation Minoenne en Crète et dans d''autres îles méandres grecs, Mésopotamie et Phénicie , La grande sculpture grecque , le kouros (jeune homme nu debout au repos) et la koré (jeune fille drapée), drapé mouillé, poteries et vases, L''ordre dorique, L''ordre ionique, colonnes à cannelures , chapiteau corinthien à feuilles d''acanthe, l''architrave, la voûte et de l''arc dans l''architecture, les Empires romains d’Occident et d’Orient, Byzance, Constantinople et Istanbul, Constantin converti au christianisme le Grand Schisme d’Orient la naissance de l’orthodoxie, la vénération d''icônes, les iconoclastes les Croisés puis par les turcs de Mehmet II, le Canal de Corinthe de la Mer Ionienne, à l''ouest, à la Mer Egée, à l''est, remarquable théâtre antique l''arc de décharge, la guerre de Troie dans l''Iliade et l''Odyssée, Achille et Hector le troyen, Pénélope, un joli port les Francs puis les Vénitiens à l''époque des Croisades, à flanc de colline, à l''ombre d''une forteresse , la pression croissante des Ottomans, ICONOSTASES et EX-VOTO, POPES, NONNES, la Voie sacrée, classicisme dans la sculpture et la plastique, Propylées, artisanat artisans culture civilisation coutumes traditions histoire historiques géographie géographiques sites monuments paysages costumes langues linguistique dialectes folklore folkloriques traditionnelles habitat habitations déesse Athéna, théâtre antique à Dionysos l''Odéon romain, l''Agora que domine le Temple Vestiges temple de l''Antiquité , la dictature des colonels (Georgios Papadopoulos), Costas Caramanlis et Andréas Papandréou Archipel des îles Cyclades Néolithique obsidienne Milo Milos Asie mineure âge du bronze idoles de marbre de Paros statues modernité tombes tombeaux sépultures millénaire l''Attique petits royaumes guerriers s''organise à partir de Mycènes récits homériques Doriens et Ioniens sanctuaire cités indépendantes Perses (appelés Mèdes) deux guerres médiques première Ligue de Délos roi perse Xerxès trières rade de Salamine, la flotte tribut Philippe II de Macédoine contre la Phocide le règne de Philippe II pirates Asie Mineure querelles théologiques christianisme catholicisme Infidèles musulmans Terre Sainte quatrième croisade, en 1204, république de Venise, Vénitiens États féodaux (duché de Naxos doge les Turcs puissance turque et ottomane grecques amiral Barberousse Barbarossa Sublime Porte tribut occupation gouvernement patriarche évêque soulèvements nationalistes suscités par les Russes traité d''Andrinople accordant son indépendance à la Grèce 1981 Communauté économique européenne (C.E.E., rebaptisée Communauté européenne en 1992 et Union Européenne en 1993) laxisme intégration Zone euro 2001 JO 2004 une grave crise budgétaire a crise migratoire péninsule des Balkans 24 îles sont habitées Syros capitale administrative tectonique des plaques continentales tremblements de terre secousses séismes climat méditerranéen aux étés secs mariage avortement IVG espérance de vie pays d''immigration le phénomène migratoire chômage SMIC religions deux Églises orthodoxes autocéphales superstition mauvais oeil mati talisman endettement abyssal autarcie et d''autosuffisance banques système bancaire une fiscalité défaillante mariée à la corruption cadastre dilapidation prévarication secteur secondaire tertiaire PIB PNB éonomie souterraine boom économique envolée des prix de l''immobilier la crise qui sévit depuis 2008 Tinos le port du Pirée des consortiums chinois touristes destination touristique des mesures d''austérité draconiennes pays émergents les PIGS: Portugal, Irlande, Grèce et Espagne Spain fuite des capitaux catalogue Héliades à l''horizon mythes mythologie croyances cultes une architecture typique de maisons blanches et d''églises aux dômes le plus souvent bleu azur les hordes de touristes et les grandes chaleurs ferries et parfois des bateaux rapides bus locaux le vieux port d''Ormos 212 mètres de dénivelée gastronomie nourriture mets plats auberge restaurant tavernes taverna mezzés euilles de vignes farcies, tarama tzatziki yaourt feta, fava pita sanswich grec galette ou pain moussaka magirevta brochettes (souvli) psari poissons vin au kilo ou litre poulpes, calamars, anchois, maquereau frais ou séché au soleil (gouna) dorade, sardine fromage feta boissons (pota) vins locaux ouzo anis desserts (glyka) boulangeries pâtisseries confiseries zaharoplastio gâteaux à la crème, baklavas ou zadaïf, agmydalota (bouchées aux amandes), loukoums ou halva (nougats) SANTORIN Théra Sainte Irène Santa Irini, nom qui évolue en Santo Rini puis Santorini escouades de quads bateaux de croisières grève des ferries maisons blanches blanchies à la chaux, terrasse, réservoirs et citernes un climat ensoleillé, très venteux et sec l''éruption cataclysmes cône volcanique mythe de l''Atlantide et de celui des dix plaies d''Égypte diamètre et les cendres volcaniques diamètre et les cendres volcaniques AKROTIRI: la vue sur la caldeira, le village perché, le site archéologique préhistorique, la Plage Rouge (Red Beach) les uns en circuit et d''autres en séjour hôtel Atlantida cuisine typique, copieuse, et variée gros haricots blancs (ou yigandes) à la sauce tomate la domination latine nom de La Ponta la conquête turque la forteresse du Goulas marche et balade randonnées les sarments de vigne et les grappes de raisin de la sécheresse et des vents violents l''Assyrtiko vatriété un vin blanc doux, le Vinsanto, câpriers boutons floraux ou caprons Nicals Savid et Philippe nos guides, la civilisation cycladique, rues pavées dalles rue des Telchines fouilles un haut degré de civilisation blocs de tuf ateliers boutiques salles de bains à l''étage, reliées à l''égout mosaïques fresques des scènes de la vie de tous les jours pêcheur de dorades scènes des marines et des paysages coryphènes la pierre ponce et la pouzzolane construction toit et toiture hangar archéologues St-Helens Vésuve Pompéi décombres fuite fuir coulées pyroclastiques, refroidissement climatique la cave Venetsanos à Megalochori, PYRGOS Kallistis Tourde Kallisté le rocher de Skaros stockage de l''eau de pluie une usine de désalinisation d''eau de mer produit l''essentiel de l''eau courante un labyrinthe de ruelles concentriques, coupoles bleu azur ou grenat représentations du Christ pantocrator inspirées de l''art byzantin le Jugement Dernier le kastro (ou kastelli) enceinte fortifications muraille des grottes et des ermitages le monastère fortifié Profitis Elias le prophète Elie panorama belvédère point de vue vignobles un village pittoresque et authentique muscat un jeu de cartes ou tavli (backgammon) Venetsanos Winery route en lacets serrés vue plongeante saisissante Perissa la colline d''Emborio station balnéaire pentes abruptes du Mesa Vouno déjeuner à Fish Tavern Fratzeskos la très longue plage grotte et ermitage FIRA (ou PHIRA) Thíra Imerovigli boutiques, bars, chemin escarpé à pied ou à dos d''âne, ou un petit téléphérique télécabines mûletiers Firostani le Cap Agios Nikolaos Elia Taverna Olive Tree le rocher de Skaros sur le flanc Théosképasti site exceptionnel d''OIA petit port d''Ammoudi sites troglodytes le séisme dévastateur de 1956 l''île de Thirassía prisé par la jet-set mini croisière dans la caldeira cosmopolite goélette port d''Athinios caïque Pegasus cratère du volcan sur l''îlot NEA KAMENI la Nouvelle Brûlée l''îlot calcaire d''Aspronissi l''île de Paléa Kaméni l''Ancienne Brûlée escale Mikri Kaméni fumerolles instruments de mesure qui auscultent son activité le tangage projette des embruns sur le pont une chapelle dédiée St-Nicolas un paysage lunaire voire martien une petite crique aux eaux tièdes de couleur rouille parées de vertus thérapeutiques port de Korfos appelé aussi Ormos Korfou marches de l''escalier Manolas (ou Manolos) Potamos Hagios Nikolaos rochers ruiniformes blancs sertis de tuf volcanique rouge Ammoudiou ou Ammoudi PAROS Antiparos les îlots inhabités Despotikó et Strongylo calcaire transformé en marbre par métamorphisme le plus translucide au monde hefs-d''œuvre de la sculpture antique (notamment la Vénus de Milo Saliangos embarquement accostons débarquons le Superjet, un navire catamaran la compagnie Seajets Aliki hôtel Galatis buffet Taverna Balcony installée sur une jetée plage de sable doré salines marais salants baie anse garrigue maquis épineux un quartier résidentiel de grandes villas Musée du folklore des Cyclades de Benetos Skiadas autodidacte maquettes et miniatures Folégandros Parikia capitale de Paros Pounta (mentionnons sa chapelle Agios Krios) Revmatonisi, Fira, Diplo, Kavouras bars cafétérias château vénitien (Frankish Castle) le réemploi de tambours de colonnes demeures pleines de charme Panagia Ekatontapiliani (ou Panaghia Katapoliani) bâtiments cellules de moines Musée ecclésiastique Justinien Ste-Hélène, la mère de l''empereur Constantin sanctuaire paléochrétien baptistère ex-votos Naoussa Kolympithres la péninsule de Korakas la Révolution d''Orloff (prémices de la guerre d''indépendance grecque) la cave Moraitis Winery arcades et d''escaliers maintenant fleuris de bougainvillées bougainvilliers les stars du showbiz (Nikos Aliagas ne destination à la mode a localité de Lefkes (ou Lefkos) la mer Egée était infestée de pirates qui pillaient les côtes ''Aghion Pandon (ou Agii Pandes) sommet la Sainte Trinité Agia Triada Pisso Piso Livadi le métropolite Augoustinos Kantiotes halva, un gâteau de semoule à la cannelle caïque Egeostissa le Naxos Star de la Panteleos Cruises Shipping Company DELOS Rhénée ou Rineia la colline Cynthe (Kynthos) inscrit au patrimoine mondial de l''UNESCO en 1990 l''École française d''Athènes le dieu suprême Zeus sa maîtrese Léto ses jumeaux Apollon et Artémis vent de nord (le Meltemi) La mer moutonne l''échelle de Douglas force 5 sur l''échelle de Beaufort brise mal de mer habitants Cariens des fêtes somptueuses avec des hymnes et des compétitions sportives en l''honneur d''Apollon Lac Sacré asséché tyran Pisistrate le trésor de la ligue purification port franc commerceMithridate, roi du Pont décime la population et détruit tout Malte refuge le quartier dit du Théâtre mosaïques remarquables ornent le sol des riches demeures d''époques hellénistique et romaine maisons de Cléopâtre Dionysos Trident Mont Cynthe vestiges ruines gradins l''Agora puis la Voie Sacrée portiques colossal Kouros Naxiens torse et bassin l''Allée des Lions symboles deux socles supportant de colossaux phallus la Société archéologique d''Athènes pour accueillir les découvertes une remarquable collection de statues et des stèles Diadumènedes poteries, des ustensiles et des armes la Terrasse MYKONOS la communauté homosexuelle gay un promontoire rivage un dédale de ruelles où l''on se perd héros Mycon, fils du roi Aniou la nymphe Rios Phéniciens conquise par Hayreddin Barberousse, amiral de Soliman le Magnifique navires britanniques (HMS Romney) et français (Sibylle) l''héroïne nationale, Manto Mavrogenous chef-lieu Chora l''avant-port de Tourlos paquebots pigeons mouettes pélicans mascottes de Mykonos Agia Anna à coupole grenat le restaurant En Plo Panagia Paraportiani et la Petite Venise (Mikri Venetia) Agios Nikolaos (St-Nicolas) Panagia Paraportiani (dédiée à Notre Dame) ses escaliers entièrement chaulés une colline fortifiée par les Vénitiens de la famille Gisi les maisons de capitaines et riches marchands embarcations bateaux navires Alefkandra les moulins (Kato Myli) la meunerie farine blé 28 moulins placettes proprettes la Maison de Léna rue Panachrantrou Agia Panachra Agia Kyriaki les îles d''Ios, Sikinos, Antiparos et Paros, Kithnos, Kea, l''île étirée de Makronisos Airbus A320 la compagnie lituanienne de charter low-cost Small Planet Airlines la rivière Acheloos Potamos et le lac Thessalia sterea Ellada la côte albanaise au niveau de Saranda le lac de Lugano et le nord du Lac Majeur (Cannero, Juino). La Suisse le glacier Grosser Aletschgletscher qui descend de l''Eiger Brest St-malo Fort la Latte Cap Fréhel Presqu''île de Quiberon et Belle-Ile - 2017 AFRIQUE AUSTRALE Guides Michèle et Siaka Fungai rangers Erika Bernard Richard Lio Cape Town Montagne de la Table Table Mountain Lion''s Head hyrax ou daman panorama visite tour Waterfront quais City Bowl Hout Bay Duiler Island île aux phoques otaries à fourrure Péninsule du Cap de Bonne Espérance Parc National Boulder''s Beach plage aux pingouins les Manchots du Cap la route des vins Franschloek Stellenbosch Paarl Simon van der Stell protestants huguenotss vigne vignoble cépages vins pinotage prison de Robben Island Victor Verster quartier malais diamantaire Diamond Wholesalers taille prospection tanzanite pierre précieuse diamants Slave Lodge Gardens Houses of Parliament quartier Bo-Kaap des esclaves malais cathédrale anglicane Greenmarket Square Durban marché indien mosquée Hottentots Bertha Mkhize Street Market Juma Masjid aux dômes dorés stade Moses Mabhida Stadium Gooderson Dumazulu Lodge & Traditional village reconstitué ou krall Les zoulous, tout comme les  Basotho, Xhosa, Swazi  et Matabele, sont issus de la peuplade ngoumi huttes circulaires enclos épineux palissade chants et danses musique djembés xylophones dot en bétail pourle mariage costume traditionnel sorcière/astrologue ou sangoma et le guérisseur/herboriste ou inyanga guerriers sagaie zèbres Réserve Zulu Nyala d''Hluhluwe girafes guépard robe pelage vitesse roulades rhinocéros noirs et blancs herbivores BIG FIVE phacochères sangliers marcassins koudou kudu mâle femelles buffles dangereux impalas vautours gnous antilope naine dik-dik Madoqua, des singes gris cercopithèques bleus poste frontière Lavumisa-Golelaprovince Gauteng Mpumalanga Malelane Malalane Crocodiles River Matsamo/Jeppe''s Reffe cobe waterbuck hippopotames plongées apnée grognement jardin botanique Lowveld National Botanical Garden de Nelspruit Hazyview Casa do Sol Hotel Kruger la plus grande réserve animalière e Parc national Gonarezhou au Zimbabwe et avec le Parc national Limpopo au Mozambique dans le grand Parc transfrontalier du Limpopo cyclone Dineo rangers EchoAfrica guides African Eagle afrikaans afrikaners lycaon léopard singes grivets ou vervets aire de repos, Rest Camp de Skukuza pistes tortue lion et sa lionne oiseaux jabiru échassier rollier multicolore rugissement féroces manaçant touraco hyènes tachetées montagnes Drakensberg magnifiques lys blancs et arums sauvages excursion au site de Blyde River Canyon vêtements imperméables capes déluge averse grès de Wolkberg les chutes d''eau Bourke''s Luck cascades cataractes Three Roundavels lac Blydepoort Dam Middleburg The Corn & Cob village ndébélé reconstitué pour les touristes couleurs perles de verre colliers ruban femmes-girafes murs peints de couleurs vives motifs géométriques ville minière or terrils gisement aurifère du Witwatersrand Transvaal aéroport international O. R. Tambo casino Emporium Emperor''s Palace faubourg résidentiel Fourways à Sandton buffet de grillades barbecue dîner boma boeuf biltong bobotie Pretoria Voortrekker Monument un boer chef voortrekker Blood River jacarandas quartier d''Arcadia ambassades Union Buildings présidence monument aux soldats morts au Bois Delville Soweto SOuth WEstern TOwnship politique d''apartheid ségrégation raciale maisons de brique bidonvelles tôles coupe du monde de football vuvuzelas Orlando west restaurant Sakhumzi. un ancien shebeen, bar illégal rue Vilakazi archevêque anglican Desmond Tutu (prix Nobel de la Paix) Nelson Rolihlahla Mandela Madiba (1918-2013) ANC African National Congress partis Mémorial Hector Pieterson émeutes massacre policier tir à balles réelles la conscience noire créé par Steve Biko Cry Freedom héros Street Art, le niçois Pignon Ernest Pignon Sam Nzima, sérigraphie SIDA Kliptown Warwick Nasrec FNB (First National Bank) Stadium Peermont Metcourt Rosetta''s Queen of Nil colon colonisation Bantous Bochimans Khoïs Ngoumis xhosas Mapungubwe royaume empire Portugal Hollande Pays-Bas France Angleterre Portugais Diego Cao Bartolomeu Dias Cap des Tempêtes les Hollandais des Provinces-Unies Compagnie néerlandaise des Indes orientales (VOC) Révocation de l''Edit de Nantes populations khoïsan Guerres Cafres Britanniques Settlers Sans KwaZulu-Natal avec à leur tête le roi Shaka Grand Trek Etat libre d''Orange république Indiens autonomie colonies lois ségrégationnistes Péril Noir discrimination désobéissance civile boycott manifestation de Sharpeville vagues de grèves manifestations arrestations emprisonnement Pieter Botha Frederik de Klerk embargo sur les ventes d''armes négociations élections multiraciales Commonwealth Commission vérité et réconciliation Thabo Mbeki Jacob Zuma populiste corruption scandales famille d''industriels Gupta échec des réformes clandestins immigrés victimes bilharziose malaria moustique paludisme mousticaire répulsifs Malarone taxis Rikki''s Baz Bus tie & dye (tissus teintés) boerewors brochettes marinées breddie braai viandards he Capetonian la Cie Turkish Airlines Nation Arc-en-ciel trois capitales Bloemfontein Lesotho la dérive des continents (en lien avec la tectonique des plaques) côtes plaines sous-sols ressources minéraux Kimberley désert du Kalahari oint culminant étant le Thabana Ntlenyana Mafadimassif montagneux zone volcanique, Pilanesberg faune et flore de grande diversité climats et saisons hiver type méditerranéen mais venteux vent Sutherland dans les Montagnes Roggeveld froid mégadivers biodiversité mammifères Vasco de Gama religions colored métis sepedi sesotho zwazicultes syncrétiques issus des religions animistes africaines chômage pauvreté classes moyennes criminalité meutres viol cambriolages sociétés de sécurité clôtures barbelées ou électrifiées émeutes xénophobes pandémie affirmative action ou affirmative aksie (discrimination positive) fermiers réforme agraire redistribution PIB salaire Tourisme 4x4 chauffeurs tout terrain. - République du Botswana est un pays d''Afrique australe enclavé Namibie Zambie Parc de Chobe étrange appendice qu''est la Bande de Caprivi langue de terre Angola rivière Kwando traité Heligoland-Zanzibar entre l''Empire allemand et le Royaume-Uni différend frontalier Cour Internationale de Justice de La Haye en 1996 indépendance Commonwealth Gaborone plateau désertique avec le Kalahari religion chrétien SIDA peuplement les San (communément appelés Bushmen) et les Khoïkhoï Tswanas Ndebeles tribus clans colons Boers gouvernement britannique met le Bechuanaland mines diamant et or compagnie sud-africaine De Beer PIB PPA miracle africain exception du continent Suisse de l’Afrique moitié du Parc Kruger 450 espèces d''oiseaux (aigles pêcheurs, aigles martiaux, calaos, marabouts, vautours, martins-pêcheurs, aigrettes, oies, cormorans…) luxuriantes plaines inondables et forêts denses d''acajou, teck et autres bois durs site du Delta de l''Okavango nombreuses hardes d’éléphants d’Afrique hippopotames troupeaux d’éléphants et de buffles quantité d’antilopes est présente: parmi lesquelles les kudus, les cobes à croissant, les cobes Lechwe, les cobes des roseaux, les hippotragues noirs, les antilopes rouannes, les guibs harnachés et les pukus impalas Safari-croisière guide anglophone Richard Zambezi National Park bouses phacochère réceptif sera Kalahari Tours & Safaris 4x4 bateau à fond plat et à plate-forme d''observation Linyanti Kazakii ou Kasikilimarais Waterbuck cornes mâles femelles crocodiles pluvier armé aigle pêcheur ou pyrargue martins-pêcheurs chenaux au milieu des prairies marécageuses éléphantes gigantesque troupeau de buffles querelle cornes aigrettes garzettes et pique-boeufs joli calao à bec jaune troupeau d''une centaine ou davantage de gracieux impalas sauts extraordinaires hippopotames cormorans africains anhingas marabouts oiseaux Reedbuck happé par la gueule d''un crocodile ranger Lio des dizaines d''éléphants: une série de troupeaux de femelles accompagnées de leurs derniers nés et d''adolescents matriarche se baignent et se roulent dans la boue braconniers oies ouettes d''Egypte pâturages agitant ses grandes oreilles en grondant sur un ton grave puis dresse brusquement sa trompe vers le ciel en barrissant baobab africain parfois dit du Sénégal girafe papillons jaunes - Royaume du Swaziland Ngwane petit pays enclavé roi Mswati  Afrique du sud et Mozambique indépendance Commonwealth Grande Épouse et Indlvukazi Blancs colonisation langues siSwazi ou Zwazi pays très défavorisé pauvreté SIDA mortalité espérance de vie Indice de Développement Humain (IDH) poste frontière à Lavumisa/Golela culture du maïs, des patates douces, du coton, de la canne à sucre ananas ville Manzini marché local souvenirs ethniques Malkerns fabrique de bougies fantaisie décoratives atelier Swazi Candles acide stéarique et stéarine Ezulwini et de sa Happy Valley tonnerre orage cyclone Dineo fabrique de verre soufflé Ngwenya Glass Factory  verre recyclé pierre de kisii stéatite pierre à savon saponite sculture cirage finition boutiques Matsamo/Jeppe''s Reffe artistique - République du Zimbabwe pays enclavé au sud par l’Afrique du Sud, le Botswana à l’ouest, le Mozambique à l’est et la Zambie au nord religion  syncrétistes animistes-chrétiens VIH/Sida orphelins British South Africa Company (BSAC ou Compagnie britannique d''Afrique du Sud), Cecil Rhodes premier ministre régime ségrégationniste apartheid Rhodésie du sud Fédération de Rhodésie et du Nyassaland Commonwealth Robert Mugabe est le président crise agraire expropriation fermiers blancs d''où une crise alimentaire minorités persécutées exode massif de populationdéfavorisés hyperinflation visa payant entrées multiples extension de circuit Chutes Victoria Falls survol en hélicoptère bureaux d''agences touristiques locales balade à dos d''éléphant rafting saut à l''élastique pont Livingstone Bridge guide Fungai d''African Eagle réceptif hôtel a''Zambezi River Lodge toits de chaume parc ouvert fleuve Zambèze bras singes vervets ou grivets papillons arghel tulipiers du Gabon embardadère têtes totémiques croisière apéritive au crépuscule soleil couchant sagaie mini croisière fluviale vautours, iguane, crocodiles, pintade de Numidie hippopotames cocktail suivi d''amuse-gueules et boissons à volonté nuage embruns cataracte faille canyon plateau Zambie rive rivage pas assez de recul (cf. Iguaçu et Niagara) David Livingstone, l''explorateur écossais statue crâne d''éléphant blanchi Basses Eaux Hautes Piscine du Diable - Devil''s Pool ou Devil''s Cataract) débit hauteur record 108 m. bungi Main Falls Horse Shoe Falls Rainbow Falls Armchair Falls Eastern Cataract fracas masses d''eau phacochère mangoustes grondement déluge douche capes trempés jusqu''aux os arc-en-ciel tarif options budget - 2017 OUEST AMERICAIN guide québécois Jean Arsenault Far West Wild West Conquête de l''Ouest Ruée vers l''Or tribus amérindiennes autochtones indigènes indiens Montagnes Rocheuses Native Americans Détroit de Béring migration mongoloïdes découvertes archéologiques Mound Builders tertres tumulus Cheyennes, Crows, Sioux, Hurons, Iroquois, Cherokees et Creeks Pueblos Apaches troglodytes Navajos Comanches roquois Saint-Laurent trapeurs de l''Amérique viking Leif Erikson Christophe Colomb Amerigo Vespucci puissances européennes colons colonies colonisation Nouveau-Monde Nord-Ouest Canada Plymouth Pères Pélerins puritain Pilgrim Fathers Mayflower navigateurs royaume de France, Jacques Cartier et Samuel de Champlain Espagnols Mexique Nouvelle-Espagne Californie, Nevada, Nouveau-Mexique, Arizona, Texas et Floride épidémies massacres guerres les treize colonies britanniques persécutions Louis Jolliet et Jacques Marquette Cavelier de La Salle Grands Lacs Mississipi Missouri exploration Acadie Louisiane guerre de Sept Ans Paris Fontainebleau George Washington Utrecht Baie d''Hudson San Ildefonso traite négrière esclaves noirs plantations tabac coton Philadelphie Virginie Benjamin Franklin premier Congrès continental insurgés déclaration d''indépendance 4 juillet 1776 Constitution Fédéralisme dix amendements (Déclaration des Droits) Boston Tea Party Thanksgiving Day Compagnies démocratie Destinée manifeste Mythe de la Frontière Texas Fort Alamo San Jacinto Guadeloupe Hidalgo l''Oregon Farwest Grandes Plaines L''Oklahoma traite des Noirs planteurs abolition Abraham Lincoln États confédérés d''Amérique Fort Sumter lieutenant-général Ulysses S. Grant Robert E. Lee les lois Jim Crow introduisent la ségrégation raciale filons mines afflux aventuriers chemin de fer transcontinental coolies chinois Wounded Knee chef Big Foot l''armée de Custer à Little Big Horn Sitting Bull et Crazy Horse carnage scalpés exterminés Réserves révolution industrielle Eldorado New-York Chicago San Francisco séisme de 1906 (faille de San Andreas) puissance américaine Triple-Entente présidence de Woodrow Wilson Roaring Twenties Prohibition Ku Klux Klan (KKK) suprémacistes Dust Bowl Wall Street krach Franklin Delano Roosevelt New Deal Franklin Delano Roosevelt Calvin Coolidge et Herbert Hoover chômage Pearl Harbor Alliés Axe Harry S. Truman superpuissance Conférence de Yalta l''ONU plan Marshall Organisation du traité de l''Atlantique nord (OTAN) NASA crise des missiles de Cuba John F. Kennedy embargo mouvement afro-américain des droits civiques Martin Luther King ou Malcolm X scandale du Watergate Richard Nixon Gerald R. Ford Jimmy Carter pour un mandat Ronald Reagan Guerre froide échecs en Corée, au Vietnam, Afghanistan ou au Proche-orient Union soviétique Guerre du Golfe ''attentats terroristes islamistes George W. Bush 11 septembre 2001 Twin Towers du World Trade Center terrorisme Afghanistan puis en Irak subprimes Barack Obama Afro-Américain Donald Trump Hillary Clinton Denali Whitney Alaska Badwater supervolcan Saint Helens, mont Rainier sismique Alaska, Arizona, Californie, Colorado, Hawaï, Idaho, Montana, Nouveau-Mexique, Nevada, Oregon, Utah, Washington et Wyoming Hautes Plaines Black Hills Elbert hauts plateaux Grand Bassin (Great Basin) Sierra Nevada Pacific Coast Ranges Puget Sound bzird estuaires mosaïque de climats d''Hawaï Cascades aride gulf stream courant froid du Labrador ouragans (hurricanes) perturbations pluies neige la Californie connaît un climat de type méditerranéen nappes de brouillard Le phénomène El Niño L''immensité reliefs Appalaches tornades immigrés clandestins clandestins d''Hispaniques WASP (White Anglo-Saxon Protestant) métissage prolifération des sectes protestantes armes à feu délinquance, criminalité et exode en milieu rural chimie, l''informatique (Silicon Valley),grenier de le planète fuseaux horaires Pacific Time Mountain frenchies swabbing scanner corporel formulaire ESTA (Electronic System for Travel Authorization) passeport électronique biométrique visa l''utilisation ludique récréative usage thérapeutique (douleurs chroniques, soins palliatifs cannabis marijuana autodéfense milices Walgreens, Duane Reade, CVS ou Rite Aid drugstores bus kneeling Interstate Highways autoroutes pick-ups et par les trucks limitations vitesses MPH (miles per hour) infractions amendes sévères transport ferroviaire motels Starbucks café américain obèses obésité OGM stérilisation beurre de cacahuètes steackhouse doggy bag taxes pourboire service gratuity tip hug (l''accolade) serviabilité entraide SAB cartr banciare Indian reservation réceptif go west tours francophone compagnie Silverado Phoenix - CALIFORNIE: aéroport tolérance communautés gratte-ciel buildings quartier Broadway Street Transamerica Pyramid Salesforce Tower hôtel Sam Wong Dragon''s Gate Market Cable Car California Today special limousine pont Oakland Bay Bridge île-prison d''Alcatraz île de Yerba Buena île artificielle de Treasure Island fameux Golden Gate Pacifique Fog City style Art Déco Sausalito bohème hippies bobos Angel Island parc Japanese Tea Garden Music Concourse et le Spreckels Temple of Music San Francisco De Young Museum maisons victoriennes de Haight Ashbury homos gays LGBT drogués et des nudistes La Maison Bleue Maxime Le Forestier Castro Mission Dolores Park grands magasins (Macy''s) (Disney Store, Apple, Nike, Zara...) Hyatt tramway restaurant Cathay House croisière quais Fisherman''s Wharf conserveries Al Capone évadés détenus prisonniers otaries ou lions de mer de Californie (Zalophus californianus) rue pentue et serpentiforme de Lombard Presidio et Embarcadero Hyde Leawenworth lacets Coit Colombus Avenue Berkeley embouteillages Modesto boeuf vaches Black angus abeilles amandiers buffet du Shangri-La Days Inn YOSEMITE National Park cultures légumières, vergers et vignobles trajet Merced et Mariposa musée de la mine Great Smoky Mountains Miwok et Paiute Patrimoine mondial de l''humanité cascades séquoias Half Dome El Capitan chute Bridalvell Falls San Joaquim River pinèdes humides pique-nique Dogwood Blossoms (Cornus nuttallii) papillons Adelpha californica Wawona Road avec un arrêt à Tunnel View glacier érosion Fresno et Bakersfield vallée de San Joaquim HomeTown Death Valley Vallée de la Mort degrés Fahrenheit Celsius Ridgecrest moisson puits de pétrole fermes isolées rouillées pickups Mojaves le chaînon Amargosa à l''est et le chaînon Panamint désertique Mesquite Sand Dunes série Star Wars buissons de créosotier et de prosopis (Prosopis juliflora) oasis de Furnace Creek Wrangler Junction - NEVADA: prostitution prostitution Festival Burning Man Black Rock Brigham Young président de l''Église de Jésus-Christ des saints des derniers jours Mormons missionnaires mormonisme barrage Hoover mafias Sin City ville du péché casinos comme Circus Circus The Mirage ou Excalibur scandale lac Lake Mead Las Vegas Blvd Fwy Strip Wynn Encore, du Casino Treasure Palazzo Venetian pont du Rialto, de la Place Saint-Marc palais vénitiens pastiches Caesars Palace dont l''image est liée à la chanteuse Céline Dion Paris-Las Vegas avec réplique de Tour Eiffel Casino Bellagio fontaines musicales Mandarin, MGM, Tropicana, Excalibur Luxor, Mandalay Elvis Presley spectacle sur Fremont Street Experience près des casinos Four Queens et Golden Nugget pépite d''or tyrolienne SlotZilla chapelles de mariage express (Wedding chapels) Valley od Fire couleur flamboyante des rochers de grès pétroglyphes laissés par les hommes de la Préhistoire Arch Rock, Piano Rock, Windstone Arch et les Beehives Seven Sisters, Visitor Center faune (tarentule du désert, les serpents Gopher et California Kingsnake lézard Chuckwalla et des animaux naturalisés: mouflon canadien Bighorn, puma Basketmakers Anasazis White Domes Atlatl Mesquite - UTAH: BRYCE CANYON Saint-George poids lourds et transports en commun pesage Virgin River Cedar Ruby''s Inn cité ouvrière (company town) famille Syrett Bryce View Lodge. Dîner BBQ (barbecue) au Ebenezer''s Barb & Grill visiteurs amphithéâtres naturels hoodoos Paunsaugunt pinacles cheminées de fées ou Demoiselles Coiffées colonnes piliers roches calcaires sédimentaires calcification Pink Cliffs, Gray Cliffs, White Cliffs, Vermillon Cliffs et Chocolate Cliffs hématite oxyde de fer limonite sentier falaise Rim Trail Inspiration Point grandiose panorama boucle Navajo Loop chandelle comme Thor''s Hammer Sunrise Bronze Evening Primerose (Oenothera biennis L.) écureuils dorés Golden-mantled Ground Squirrel sapins pins épicéas Salt Lake City Veterans Memorial bourgade Red Panguitch Sevier Yuba Parti démocrate au sein d''un État républicain conservateur temple Square centre-ville downtown lynchage de leur prophète, Joseph Smith Bible Amish Grand Lac Salé Tabernacle Great Salt Lake City Union Pandora, Apple, Gap Assembly Hall bibliothèque The Family History Library archives généalogiques microfilms bureaux Church Administration Building centre communautaire Rodeway The Mormon Conference Center Tabernacle Choir bénévoles choristes orchestre symphonique orgue Music and the Spoken Word émission dominicale hebdomadaire cantiques chants Grammy Award spirituals, chansons du folklore américain apostolat l''Ange Moroni révélation The Mormon Battalion Monument Capitole Logan steak seafood salad restaurant Sizzler Lac de l''Ours - WYOMING: Idaho Bear Lake plaques d''immatriculation minéralogiques Famous Potatoes élections poste de gouverneur Afton Afton arc de triomphe bois de wapitis ou elk (Cervus canadensis) trophées cervidés élans (Alces) cerf hémione Mule deer (Odocoileus hemionus) l''antilope d''Amérique ou Pronghorn Antilocapra americana refuge saloon vins californiens Folie à Deux - Ménage à Trois alerte météo Extreme Urgence Weather trou de Jackson ou Jackson Hole station de shi sports d''hiver Million Dollar Cowboy satatues diligence Wells Fargo Davy Crockett El Abuelito Mountain Modern Hotel orage Grand Teton Pic Gannett trappeurs les autochtones Shoshones Chapel of the Transfiguration, une minuscule chapelle rondins feuillus et conifères se partagent les bosquets Jenny Lake Colder incendies tempêtes altération hydrothermale du fer grêle caldeira Caldera effondrement d''un volcan sur sa chambre magmatique magma coulée éruption couche de cendre hiver volcaniq MONTANA Livingston Econo Lodge Sport Family Dining Historic Setting Gardiner Mélissa, Jean-Baptiste Mac Tyer Angel Terrace, Canary Spring, Grassy Spring cafétéria de Canyon Village chutes Lower Falls Lookout Point, Grand View mares de boue de Mud Volcano, à la source du dragon Dragon Mouth inhalation de sulfure d''hydrogène émanant du chaudron Sulfur Caldron col enneigé de Sylvan Pass William Frederick Cody, alias Buffalo Bill exterminateur affameur capitale mondiale du rodéo hôtel Irma décor tournée théatrale viande rôtie fondante spécialité huitre bacon Holiday autoroute monotone reliefs tabulaires school bus sheriff Greybull shérif Safety Glass éclatement du parebrise Devil''s Tower médicaments église catholique du Sacré-Coeur image pieuse de Nuestra Señora Virgen de Guadalupe gare grands silos à céréales trains chemins de fer Gillette Pilot car Safety car Tenslep Creek barrières anti-congères des mouflons canadiens Pokey''s Rapid City monolithe intrusion de magma roches phonolite Arapahos Kiowas, Lakotas - SUD DAKOTA: Spearfish centre géographique des Etats-Unis USA United States of America Travelodge Keystone Mont RUSHMORE traité de Fort Laramie monument Mount Rushmore National Memorial présidentiel (South Dakota) le président Calvin Coolidge têtes sculpteur Gutzon Borglum sculptures monumentales Thomas Jefferson Theodore Roosevelt John Adams Abraham Lincoln cérémonie naturalisation serment d''allégeance au drapeau Pledge of Allegiance Korczak Ziólkowski Ziolkowski Rosebud Little Bighorn cavalerie de Custer clan Oglala Indian Museum of North America (Musée indien d''Amérique du Nord) Native American Cultural center (Centre culturel amérindien) Thunderhead Mountain sacré Henry Standing Bear Peaux-Rouges sacrilège Shiv Smarak - retour en WYOMING: Lusk melting-pot avant-poste militaire ravitaillement Fort William Fort John Red Cloud défaite casernements bâtiments de l''Etat-major Cheyenne Terry Bison Ranch (voisin du The Senator''s Steakhouse) Microtel - COLORADO: assurance Obamacare le général William Larimer nomma la ville Denver City Kansas James W. Denver capitale United States Mint (16th Street) piétonne orthogonales quadrillage visite niveau One mile above sea level granite blanc feuilles d''or l''onyx marbre rose carrière de Beulah marbre blanc la rotonde, un magnifique escalier d''honneur balustres dôme coupole Chambre du Sénat Représentants Congrès Colfax Avenue free piano Temple des Francs-Maçons (The Masonic Temple Building) Daniels and Fisher Tower immeubles Colorado Convention Center The Big Blue Bear diplômés encore coiffé mortarboard mortier ou toque de forme carrée SDF mendiant Denny''s Vail Dillon Reservoir  charmante et paisible arcades et maisons peintes. Du kitsch qui ferait penser à la Bavière ou au Tyrol Grand Junction Ramada centre commercial Rimrock Market Place, au restaurant Golden Corral - retour en UTAH: Arches Park Canyonlands une zone semi-désertique fortes amplitudes thermiques Park Avenue Viewpoint et Courthouse Towers promenade balade dunes pétrifiées Three Gossips tour de Babel The Organ and Courthouse Towers Balanced Rock North Windows Turret Arch zénith solstice d''été The Parade of Elephants et par la fameuse Double Arch Parc d''Etat de DEAD HORSE POINT corniche canyon évaporation de potasse société Intrepid Potash bassin du Paradox Green River localité Tamarik affluent Moab Monument Valley Tribal Park superbe Wilson Arch Monticello lac-réservoir de Carrol Bluff (Mexican Hat) puis à Olijato - ARIZONA: Tsé Bii''Ndzisgaii Indiens Hopis Grès de Chelly en 4x4 des buttes-témoins manganèse inselbergs Three Sisters, Camel Butte et Elephant Butte. Arrêt pour le point de vue John Ford Point John Wayne cheval Rain God Mesa tambour flute hogan maison traditionnelle Page barrage Glen Canyon Dam Glen Canyon, Marble Canyon avions Cessna Grand Caravan vol Air Tours Horseshoe Bend Wahweap Marina Wahweap Bay, Alstrom Point et Gunsight Bay Padre Bay Cookie Jar Butte et encore Last Chance Bay. Sans oublier les îlots Gregory Butte ou Padres Butte. Retour au-dessus de l''Arizona avec Cummings Mesa avec Tower Butte Antelope Island Lechee, Willow Springs Camerone parc national du Grand Canyon plateau de Kaibab collision des plaques tectoniques point de vue de Desert View tour d''observation Tusayan, au sud de Grand Cayon Village compagnie Grand Canyon Airlines équilibrage de la charge compagnie Papillon Tours Lac Powell forêt immenses formations rocheuses comme la Tower of Ra South Rim Trail randonnées marcheurs Mather Point Yavapaï Viewpoint Grandview Grand Canyon Skywalk Hualapai Peach Springs Seligman Route 66 mother road baber shop barbier Angel Delgadillo Kingman - retour en NEVADA: LAUGHLIN surnommée Little Las Vegas imposant hôtel-casino Colorado Belle Tropicana Circus Circus Enterprises également propriétaire du Edgewater Laughlin Mandalay Resort Group MGM machines à sous Aquarius Casiono Resort et par le Golden Nugget Needles - retour en CALIFORNIE: AmboyRoy''s Café & Motel délabré Roy Crowlle tournage de films JOSHUA TREE Josué Dry Bristol Lake Cleghorn Lakes craquelé White trashes Déchets blancs exclus du système rejetés Yucca brevifolia Sud-Ouest des États-Unis espèce de yucca arborescent agaves cactées épineux. pin piñon (Pinus monophylla), le genévrier californien (Juniperus californica), le chêne arbustif turbinelé(Quercus turbinella), le chêne Tucker (Quercus john-tuckeri) et le Chêne Muller (Quercus cornelius-mulleri) la vallée cachée derrière des chaos rocheux, The Hidden Valley le panorama de Keys View vue époustouflante sur la Coachella Valley Golfe de Californie lacs salés (Salton Sea, Laguna Salada) The Big One tremblement de terre dévastateur Applebee''s fermes d''éoliennes (Wind Farms) Palm Springs magasins outlets ou magasins d''usines palmier à jupon ou palmier de Californie (Washingtonia filifera) lieu de villégiature très apprécié des stars hollywoodiennes riches retraités californiens homosexuels Cabazon outlets Norwalk, Los Angeles mexicain Casa Adelita Guesthouse Observatoire Griffith Glendale Berverly Hills superbes et spacieuses villas smog pollution centre des affaires colibri calliope à plastron rouge en vol stationnaire West First Street et de South Grand Avenue. Du Music Center Mairie City Hall Hôtel de ville The Dance and Door Peace on Earth Walt Disney Concert Hall (Frank Gehry) inox Liliane veuve Blue Ribbon Garden A Rose for Lilly porcelaine de Delft ''El Pueblo est enclavé entre Chinatown et Downtown Cathédrale Notre-Dame des Anges (Rafael Moneo) street art l''école des Beaux-arts Ramón C. Cortines - Central High School for the Visual and Performing Arts (Coop Himmelb) El Pueblo de Nuestra Señora la Reina de los Ángeles l''église de Nuestra Señora la Reina de los Angeles Pico House Garnier House rue Olivera marché étals Las Cienegas Avila Adobe Maison de Eloisa Martinez de Sepulveda Hollywood Boulevard Grauman''s Chinese Theatre empreinte des pieds et des mains dans du ciment frais Norma Talmadge Marylin Monroe, Fred Astaire, John Wayne, John Travolta, Clint Eastwood Hollywood Walk of Fame  la Promenade de la célébrité stars vedettes personnalités hollywoodiennes cinéma, de la musique, de la télévision et de la radio trottoir Mohamed Ali Mary Pickford et Douglas Fairbank Joanne Woodwar Stanley Kramer Olive Borden, Ronald Colman, Louise Fazenda, Preston Foster, Burt Lancaster, Edward Sedwick, Ernest Torrance Jennifer Lopez Charles Aznavour doit y trouver place au cours de l''été 2017 Maurice Jarre, Sarah Bernhardt, Maurice Chevalier, Michèle Morgan) Robin William, pour Elton John Mickey Superman Dolby Theatre (architecte David Rockwell - 2001) Oscars du cinéma faillite de Kodak La La Land Cadillac d''Elvis Presley Universal Studios spectacle de cascade Waterworld basé sur le film éponyme de Kevin Reynolds petit train dans le Studio Tour Colonial Street King Kong et les T-Rex 360° 3D effets spéciaux Flash Flood inondation azttraction The Great Los Angeles Earthquake Jaws Lake (littéralement Lac des mâchoires) Dents de la Mer Jaws on fire quartier de villas de Colonial Street film d''horreur scène de Psycho (Psychose) Alfred Hitchcock Norman Bate War of the Worlds La Guerre des Monde Steven Spielberg crash turbines queue sièges Fast and Furious enneigés Hogwarts Castle bâti The Wizarding World of Harry Potter Jurassic Park effets dynamiques Transformers Santa Monica Venice Beach la jetée Santa Monica Piers Bubba Gump Shrimp Company Restaurant and Market chaîne internationale crevettes facsimilé journal Greenbow County Dispatch film Forrest Gump - 2017 TOSCANE et CINQUE TERRE guide accompagnateur Philippe autres guides: Marina, Silvia, Marco, Anna, Chiara Romulus et Rémus Rome Empire romain Byzance invasions Lombards dynastie carolingienne des Francs papes papauté princes Arégis II duc de Bénévent duché de Spolète guerre conflits incursions sarrasines l''Empire Byzantin Normands Calabre Roger II de Sicile croisades Saint-Sépulcre à Jérusalem région du Gargano Benoît VIII Guaimar III de Salerne bataille Sarrasins Guillaume Bras de Fer allégeance au Saint-Empire romain germanique duc d’Apoulie couronne impériale des Hohenstaufen Charles Ier d''Anjou (frère de St Louis) royaume des Deux-Siciles Guerre de Succession d''Espagne l''Empire austro-hongrois Risorgimento Giuseppe Garibaldi l’Expédition des Mille Victor-Emmanuel II de Savoie séismes sismique tremblements de terre Apennins sont des chaînes de montagnes Abbruzes volvans éruption explosion Apulia Lucanie Garigliano golfe de Policastro ''''La botte italienne'''' climat méditerranéen misère pauvreté chômage organisations criminelles comme la mafia ndrangheta calabraise racket l''économie souterraine prostitution Montecatini Alto Montecatini Terme Pistoria Prato thermes Piazza Piazzeta Palazzo place Via palais Popolo Bagni Nievole San Santa Sant Saint St Leopoldine Tettuccio Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Richard Strauss, Pirandello Galilée Galileo Galilei Copernic Renaissance Rinascimento Quattrocento Cinquecento Marches Ombrie Latium plaines et montagnes climat méditerranéen Empire romain d''Occident dodécapole cités-états république grand-duché UNESCO patrimoine mondial humanité Maria Assunta Assomption vitraux marbres de Carrare basilique cathédrale église chiesa chiese Duomo baptistère chaire pupitre pulpito Tamerici Martino Padiglioncino Tamerici Excelsior puis les Thermes Tettuccio établissements funiculaire collines Jacopo et Filippo Torre del Carmine ou Tour de l''Horloge dell''Ore Oro horloge cadran antihoraire Rocca di Castel Vecchio Vieux Pont Ponte Pietro Apostolo Nuovo Le Maschere Monsummano poète Giuseppe Giusti Triplice Autriche austro-hongrois Monastero delle Benedettine Santa Maria a Ripa monastère couvent fleuve Arno Oltrarno rivage Palais Pitti Piazza della Signoria statue David de Michel-Ange Michelangelo vue panoramique esplanade galerie de l''académi Galleria dell''Accademia Forte di Belvedere Jardin Bardini Badia Fiorentina dôme coupole synagogue sinagoga Piazza della Libertà San Miniato al Monte serpentinite verte Porte Porta forteresse fortifications enceinte villas universités Medicea famille dynastie des Médicis San Francesco, San Domenico Schifanoia Mino Romolo Michelozzo pour Giovanni di Cosimo Laurent le Magnifique Fiesole fra Angelico artiste savant toscan peintre sculpteur théâtre Primerana Badini Palazzo Vscovile (le palais épiscopal) musée museo mâchicoulis Fiesolano Nicodemo Ferrucci crypte Senesi Petruccio Betto Maestro del Bigallo Vierge à l''Enfant portrait Madonna coll Bambino Girolamo Florence Firenze Berceau de la Renaissance Guido di Pietro Di Mariano Filipepi dit BOTTICELLI Leonardo di ser Piero da Vinci, dit LEONARDO DA VINCI Michelangelo di Lodovico Buonarroti Simoni, dit MICHEL-ANGE Raffaello Sanzio, plus connu sous le nom de RAPHAËL Tiziano Vecellio, plus communément appelé TITIEN ou Le Titien florentine Fiorenza fleur Frédéric Ier Welf Guelfes Gibelins empereur pape empire papauté Hohenstaufen monnaie florin corporation des changeurs et banquiers (Arte del Cambio) médecins lainiers medici Grand Duc Jean-Gaston haute couture, comme Roberto Cavalli, Gucci, Ermanno Scervino et Ferragamo), du mobilier (ébénisterie), du travail du cuir (Braccialini), de la porcelaine (Richard Ginori), de la carte décorée, du bronze et de l’orfèvrerie Galerie des Offices tourisme visiteurs voyageurs Galerie des Offices (Galleria degli Uffizi) reçoit près de deux millions de visiteurs, tandis que la Galerie de l''Académie (Galleria dell''Accademia) Arc de Triomphe des Lorraine Santissima Annunziata restaurant-pizzeria Le Botteghe di Donatello pizza portails voûte façade architecture prouesse architecte Arnolfo di Cambio Reparata Giotto di Bondone ou Ambrogiotto di Bondone nefs jusqu’à l’intervention de Filipino Brunelleschi Panthéon Invalides Sophie Constantinople San Giovanni Battista de Nicolò Barabino pastiche portes en bronze immense fresque du Jugement Dernier Vasari campanile clocher Andrea Pisano puis par Francesco Talenti grands maîtres Luca della Robbia symbole Lorenzo Ghiberti porte du Paradis inondation crue catastrophique style byzantin Christ du Jugement dernier Pantocrator Repubblica Orsanmichele d''entrepôt Loge aux Grains Arte della Lana Arti Arts Francesco da Sangallo autel retables l''Orcagna piliers Camimala Mercato del Porcellino (Porcelet) sanglier Vacchereccia maçonnerie pierre bouchers, tripiers et tanneurs Couloir ou Corridor Vasari buste de Benvenuto Cellini Corridoio Vasariano arches pont couvert Anna Maria Luisa collections Lanzi copie Baccio Bandinelli oeuvres éphémères de l''artiste suisse Urs Fischer Two Tuscan Men Big Clay # 4 Persée tenant la tête de Médusede Cellini Hercule Centaure Polyxène Patrocle gradins Jérôme Savonarole, fondateur de la théocratie Borgo dei Greci Croce Croix cloître dell''Antella Dante Alighieri Pazzi Biliothèque Libreria Lungarno Zecca Nicolo Gimignano Cisterna citerne puits Francigena torri chemin route Valdelsa Moen Age féodal murailles peste crise déclin chute guerres hostilités conflits vin vigne vignoble Vernaccia bastion Bastione ordre hospitaliers religieux chevaleresque Geronimo Jérusalem appellation DOCG (Dénomination d''Origine Contrôlée et Garantie) Giovanni Lumi Cugnanesi Becci Diavolo Cortesi Dondoli Omo Rognosa Chigi Salvucci Grossa collégiale Mainardi puis la Via Diacceto granges Azienda Agricola Fontanleoni agroturistico agrotourisme Troiani Sangiovese Chianti Piatto di salsicce toscane formaggio e bruschetta charcuteries fromage Cantucci (ou Cantuccini) al vino santobiscuits aux amandes Sienne Siena capitale province région Palio delle Contrade quartier paroisse jumeaux Senius et Aschius Remus Romulus rois lombards incursions razzia sarazines batailles siennois Montaperti Conseil des Neuf Fortezza Armando Diaz Vespucci Fontebranda vallon vallée brique Mille Cateriniana Sapienza contrada course Opera Metropolitana Salimbeni Sopra Monte dei Paschi Tolomei Cristoforo louve Pubblico Mangia municipalité Quercia piste chevaux cavaliers cravaches vainqueur Cità Cité romano-gothique stylophores acquasantiere astorino de Pastorini béniteirs fonts baptismaux cuve allégorique Piccolimini Cecco marqueterie de marbre polychrome Duccio di Buoninsegna Domenico Beccafumi opus sectile Francesco di Niccolaio e Nanni di Piero Beccafumi appella della Madonna del Votto livres enluminures Liberale da Veronna et Girolamo da Cremona psautiers Chigi Saracini Bar Pasticceria Nannini LUCQUES (LUCCA) principauté souveraine ville punique puis romaine dell''anfiteatro Frédéric Barberousse commune conquêtes Français troupes armées territoire monuments prospérité commerce soie courtines Passeggiata delle Mura premier roi d''Italie Victor-Emmanuel II Antico Corticella pilastres Carrara Napoléon Bonaparte Lorenzo Bartolini in Foro forum antique Raffaello et Baccio de Montelupo transept abside procession Guidiccioni Chiasso Sant''Andrea Saverio Geminiani violoniste compositeur Zita Tindaro Igor Mitoraj artiste Chiavi Guinigi Frediano byzantine Ascension Vierge Marie Fattoria il Poggio Montecarlo Piombinoi industries sidérurgie, notamment Lucchini SpA (Severstal Group) et Sollac/Mittal minerais de fer Ile d''Elbe Elba ferry Toremar isola Palmaiola archipel toscan Portoferraio, Marciana, Marciana Marina, Campo nell''Elba, Rio Marina, Rio nell''Elba, Capoliveri et Porto Azzurro mers ligure et tyrrhénienne péninsule relief mont Capanne altitude carrières calcaire étrusques population insulaire Carthaginoise, Phocéenne Fabricia Ferraja Cosmopoli victoires bonapartistes traités de paix Angleterre Espagne refuge exil Moulins Poggio Martello Linguella Anglese Stella Falcone arsenal rade Terra Mare Sebastiano Lambardi Tentazione Vigilanti Palazzina Napoleonica dei Mulini moulins plages Biodola et de Procchio l''îlot de Scoglietto Napoleonica Pauline Borghese Elisa Baciocchi Royal Clipper voilier paquebot croisière Stato dei Reali Presidi Longone Bianco Nero lemonite hématite magnétite Lavolla Focardo bae militaire caserne Calamita Ginevro Il Fosso, La Fortezza, Il Baluardo village Festa dell''Uva  Flamingo Matteotti Pontedra Piaggio Costruzione Meccaniche Nazionali Rinaldo scooter Vespa scooterss trains avions otocyclettes vélomoteurs triporteur tuktuk ingénieur Corradino D''Ascanio Enrico Innocenti Lambrate Lambretta guêpe Bajaj Gilera Puch Aprilia Guzzi Vespino acteurs célèbres films cinéma Audrey Hepburn et Gregory Peck William Wyler Fellini Sydney Pollack Franca Prosperija Dick Smart designers ACMA années 1950 APE Cassone, Calessino ou Pentaro PISE Pisa Aurelia Charlemagne puissance maritime Venise, Gênes et Amalfi Meloria Cammeo Carlo Salomone et la Piazza Daniele Manin Miracoli poème de Gabriele D''Annunzio arcades propriétés acoustiques écho style roman pisan colonnes porphyre Tino di Camaino Rainier de Pise (Ranieri Scacceri, troubadour) tour penchée Camposanto est le cimetière monumental Riviera de la Versilia, à Lido di Camaiore Manarola Riomaggiore, Corniglia, Vernazza et Monterosso al Mar. Le classement Unesco inclut également Portovenere Val di Vara Podesteria Podestat La Spezia Sestri Levante tunnels viaducs chemin de fer dell''Artiglieria Scalinata Pezzali passerelle long escalier Lardarina Sainte Marguerite d''Antioche ruisseau Buranco Oratoire oratorio pasta trofie ou trofiette au basilic pâtes Volastra Scoglio Galera Grotte de Arpaia dite aussi Grotte Byron villégiature Pitelli Volotea - 2018 Séjour d''un mois en immersion au JAPON FUJISAWA futon tatami ZENGYO banlieue sakuras quartier Oba parc Hikichigawa autour de la rivière Sakai Mankai, la pleine floraison variété somei yoshino, blanche aux tons roses hanami, la contemplation Pique-nique familial dans le parc Obajoshi (ancien château) samurai samourai calendrier hebdomadaire des tris sélectifs bennes pour des ordures dûment triées, contenants lavés campagne paysans aisés cultures champs maraîchage pousses de bambous vaches riz azalées et glycines Enoshima, petite île (38 ha) de Fujisawa en baie de Sagami Temple dédié à Benzaiten, l''une des Sept Divinités du Bonheur Sanctuaire Zuisinmon La déesse Benten fit émerger la grotte d''un méchant dragon...et l''amadoua en l''épousant Sanctuaire Hetsu-no-Miya Jinja Aigle pêcheur (Pygargue) moderne Saifukuji (Énoshima Daishi), le seul temple bouddhiste de l''île Sanctuaire Okutsuno-miya glace granité (kakigori) au thé macha et haricots rouges L''accès aux grottes d''Enoshima Iwaya n''est plus possible depuis le typhon d''octobre dernier Ile aux toursites et aux amoureux KAMAKURA Sanctuaire Goryo-jinja Temple Hase-dera dédié à la miséricodieuse Kannon à 11 têtes Bouddha Amida Erables japonais (momiji) Moulin des sutras Statue de Jizô, bodhisattva protecteur des enfants décédés Grotte Benten-kutsu, déesse des arts jardins zen de mousse de gravier Kotobu-in dédié au Daibutsu, le Grand Bouddha Du temple primitif ne reste que la statue de bronze datant de 1252 suite au tsunami de 1498 Curieux accès au sanctuaire Zeniarai Benzaiten mêlant shinto et bouddhisme On y lave l''argent pour s''enrichir Sasuke Inari-jinja, autre lieu caché au milieu d’une forêt Un esprit à l''apparence de renard (Inari) aurait conseillé Minamoto pour vaincre le clan Taira et établir le shogunat de Kamakura (XIIe s.) Tsurugaoku Hachiman-gû. deux étangs représentent les clans adverses pavillon des fêtes: mariages, Setsubun (Fête du lancer de haricots Discipline japonaise (files) sur le quais de gares files matérialisées au sol queue Kita Kamakura nord village hameau localité Engaku-ji, le grand temple zen (fondé au XIIIe s.) magnifiques pivoines tir à l''arc (kyudo) parc Meigetsu-in bambouseraie porte portail entrée Kencho-ji Tokei-ji Jochi-ji YOKOHAMA 2e ville du Japon (avec 3,7 M d''habitants) et 1er port ville développée après Meiji, détruite par un séisme en 1923 puis par la guerre et aujourd''hui moderne voilier Nippon Maru (1923) en acier sur les quais Mirai 21 Hôtel Intercontinental Yokohama Grand Landmark Tower, le plus haut gratte-ciel japonais (296 m.) construit en 1993 Anciens entrepôts douaniers Yokohama Red Brick Warehouse (1900-13 Breizh Café Yamashita Park Ancien paquebot transpacifique Hikawa Maru désarmé en 1960 Sur la colline de Yamate, les anciens quartiers occidentaux créés après la réouverture des ports japonais en 1853 Ancien quartier colonial français Harbour View Park British House, ancien consulat anglais (1937) Berrick Hall, ancienne maison de commerce import-export (1930) Cimetière des étrangers établi en 1859 avenue commerçante de Motomachi-dori Chinatown Sakuras illuminés au jardin Sankei-en Jusqu''en 1930, il appartenait à un riche marchand de soiries jeunes mariés udons et ramens La résidence de la famille Yanohara est construite dans le style gassho-zukuri et a environ 300 ans. Elle provient du village montagnard de de Shirakawa-go Fubuki, les pétales dispersés des sakuras TOKYO Shinjuku Passages cloutés en diagonale temple de l''électronique Déjeuner à Kabuki-cho jardin Shinjulu Gyoen Ginza quartier du luxe Théâtre Kabuki-za Créé en 1889 et reconstruit après 1945 Un spectacle évoquant le 150e anniversaire de la Restauration Meiji cuisine française Tsukiji Honganji (1931-34) de style indien Cha zen, initiation à la cérémonie du thé moulin à thé macha Bolides Nissan en vitrine Nissan Concept 2020 Vision Gran Turismo Nezu-jinja dans le quartier Bunkyo au nord de Tokyo Réputé pour son immense jardin d''azalées petits torii vermillons Visite du parc du Palais impérial Anciennes maisons de gardes impériaux Yasukuni-jinja, sanctuaire shinto et nationaliste controversé Les soldats japonais morts depui Meiji y sont vénérés, y compris les criminels de la dernière guerre PENINSULE D''IZU train panoramique Ito Panorama vers le Fuji comme suspendu dans le ciel depuis le plateau Darumayama (982 m.) la côte ouest, le port de Heda Shirahama, le sanctuaire près de la plage poisson séchage d''algues La plage blanche de Shirahama, l''une des plus belles du Japon mont Omuroyama, un volcan éteint ancien ryokan Tokaikan construit en 1928 Centre culturel depuis 2001 ryokan Yushindo poisson séché ferry pour l''île d''Oshima Seven Islands Tairyo shima hanto O-shima est la plus grande des 7 îles de l''archipel Les îles sont rattachées administrativement à Tokyo Le volcan actif Mihara-yama culmine à 758 m caldeira plusieurs cratères bouches fumerolles vapeur d''eau La dernière éruptions explosive remonte à 1986 il entre en activité environ tous les 3 ans 40 cônes secondaires se sont formé dans une caldeira de 4km de diamètre Pique-nique de bento, venteux La végétation finit toujours par gagner Atami, sur la péninsule d''Izu en péninsule d''Izu, une ville de onsens pour les Tokyoïtes KYOTO gare moderne de Kyoto, l''une des plus grandes du Japon Fushimi Inari-taisha, le plus grand sanctuaire du Japon Erigé en 711, il est dédié à la déesse du riz Inari Une boucle de deux heures de marche sous des allées de plus de 10.000 toriis Sanjusangen-do (XIIIe s.) aux 1001 statues bouddhiques 33 travées et 118 m. de long, c''est la plus longue structure en bois du monde Kyoto National Museum un des 5 théatres de mikos et geikos, le Miyagawacho Kaburenjo spectacje de musique chant et danse le thème est Les cygnes volant au Paradis Illuminations du parc du château shogunal de Nijo-jo présentation Kimono Roboto la gare, oeuvre de Hiroshi Hara inaugurée en 1997 20e anniversaire ryokan rue Akezu-no-mon près de l''hôtel Lida fameuse baignoire à couvercle pour garder le bain au chaud Ohara, Kyoto champêtre merveilleux temple Sanzen-in fondé en 804 verdure deux jardins de mousses, arbres et statues Hosen-in fondé en 1013, connu pour la beauté de son jardin tranquille lithophone son de l''eau sur des graviers dans un suikinkutsu (un pot en céramique) Méditer, contempler en prenant sucreries et thé macha planches tachées de sang provenant du château de Fushimi après que les guerriers de Tokugawa se soient suicidés losque lee château a été pris d''assaut en 1600 carpes koï chemin menant au Jakko-in à travers la campagne tanukis porte-bonheur toiture traditionnelle en lamelles de cyprès murs en Lattis enduit de torchis Jakko-in établit en 594 Au XIIe s. l''impératrice douairière Kenrei Mon''in du clan Taira s''y retira après la défaite navale face au clan Minamoto salle principale a été incendiée le 9 mai 2000 et reconstruite en juin 2005 Statue en ivoire de Jizo Bosatsu Jizo japonais enfantin portant un bavoir offert par une mère en deuil Higashiyama, vers le Chemin de la Philosophie Ginkaku-ji ou Jisho-ji dit d''argent Le shogun Yoshimasa (XVe s.) n''eut pas le temps de le recouvrir d''argent comme son grand-père avait recouvert d''or le Kenkaku-ji un chef-d''oeuvre de jardin de sable zen toits en bardeau de cyprès Pas un cop mais une sorte de phénix pousse-pousse chaussures jika tabi est la chaussure japonaise traditionnelle que porte l''ouvrier du bâtiment, le jardinier ou le tireur de pousse-pousse autel de pierres habillées dédiées à Jizo qui aide les âmes des enfants décédés Otoyo-jinja des souris qui montent la garde du sanctuaire au lieu des lion-chiens habituels Koun-ji Kumano Nyakuoji Nanzen-ji, temple suprême du zen japonais établi à la fin du XIIIe s. Sanmon, porte colossale du XVIIe s. dédiée aux victimes lors de la prise du château d''Osaka Suirokaku, l''aqueduc de brique construit en 1890 par les Occidentaux pour supporté un canal destiné à la navigation Chion-in fondé au XIIe s. Sanmon, la plus colossale porte du Japon (24 m. de haut) du XVIIe s. Parc Maryama-koen de près de 9 ha Yasaka-jinja Etabli au VIIe s. puis rééeifié mille ans olus tard, il est dédié au kami Susa-no-o, déesse de la mer Romon, le portail vermillon quartier de Gion touristes il ne faut pas toucher les maikos et les geikos Pont Shijo et restaurant chinois Toka Saikan en direction de Pontocho estaurant d''okonomiyaki (ce que vous aimez) Sagano, à l''ouest de Kyoto pont Togetsu-kyo (Lune traversant le pont) sur la rivière Oigawa Réalisé au IXe s., il fut déplacé ici au XVIIe s. Tenruy-ji fondé au XIVe siècle par le shogun Ashikaga entre la rivière Katsura et la bambouseraie, temple principal de l''école zen Rinzai Tenryu-ji et le premier des gozan (5 grands temples) de Kyoto sublime jardin organisé autour d''un étang et de rochers, connu sous le nom de Sogenchi-teien Peinture du dragon des nuages réalisée en 1899 bambouseraie d''Arashiyama dite aussi forêt de bambous géants de Sagano Puisse la Paix régner sur le monde Rakushisha, ancienne demeure (XVIIe s.) d''un célèbre poète de Haiku, Mukai Kyorai Gio-ji, vestige d''un temple plus vaste du XIIe s. la danseuse Gio délaissée par son amant s''y retira Adashino Nenbutsu-ji Adashino Nenbutsu-ji céèbre pour son cimetière avec 8.000 statuettes bouddhiques et stupas forêt de Kimono de la gare de Sagano NAGOYA shinkansen Nozomi bec de canard AOI et Shuri-chan san tours JR Nagoya University of the Arts ISE, haut de la religion shinto brasseries de sake grillerie de châtaignes Shima Hanto site du Grand Sanctuaire, le Kotaijingu ou Naiku dédié au kami Amaterasu, déesse du soleil et ancêtre de la famille impériale Uji, pont de cyprès, passerelle entre le monde profane et le monde sacré site est vénéré depuis 2000 ans au coeur d''un bois de gigantesque cyprès ablutions sanctuaires rebâtis tous les 20 ans sur l''espace contigu le kami trouve refuge dans le petit abri tout au fond du terrain l''''abri du kami cheval messager apportant aux esprits les prières. On attend un nouveau cheval blanc du Palais impérial Shuin-cho, le livre du bon pèlerin à ne pas confondre avec le Gôshuin-chô plus touristique Toyouke ou Geku le Geku est dédié à Toyouke Omikami, la déesse de l''agriculture, des récoltes, de la nourriture... a été fondé il y a 1500 ans les fameux cyprès vieux de 700 ans jusqu''à 60 m. de hauteur trajet par la route Ise Shima Skyline de 16km elle culmine à 555 m. au mont Asamayama Toba, arrivée au ryokan Hidemaru Hangokoro banquet royal pour dîner avant le bain au onsen l''aquarium de Toba, les petits poissons tropicaux colorés et coraux calamars Alligator gar (Atractosteus spatula) Huso huso (Acipenser ruthenus) Nautilus pompilius un morse (Odobenus rosmarus) crabe bleu étoile de mer anémone de mer Hippocampe (Hippocampus) dauphins requins Capybara (Hydrochoerus hydrochaeris) piranas Piranha rouge (Pygocentrus nattereri) Ibis rouge (Eudocimus ruber) Labre à tête de mouton (Semicossyphus reticulatus) Rascasse japonaise (Pterois lunulata) congre la petite île dans le port de Toba. Pas de démonstration ce jour de pêche d''huîtres perlières par des plongeuses Ama serre tropicale Python vertarboricole (Morelia viridis) chat pêcheur ou chat viverrin (Prionailurus viverrinus) Poissons docteurs à l''oeuvre (Garra rufa) Alligator d''Amérique (Alligator mississippiensis) Meoto Iwa, les roches mariés de Futami symbole des divinités créatrices du Japon: Izanagi (divinité masculine, le gros rocher) et Izanami (divinité féminine, le petit) Entre eux, une corde tendue : la shimenawa, tressée à partir de paille de riz au-dessus du bassin pendent quelques gohei (bandes de papier blanc plié en éclair) le sommet du G7 a réuni ici les dirigeants d''Etats et de gouvernements, les Présidents de la Commission et du Conseil européens les 26-27 mai 2016 Karuizawa, église catholique St Paul chutes hémicirculaires de Shiraito 20 mètres de haut et 150 mètres de large Cette eau issue de la fonte des neiges du Fuji, s''infiltre et jaillit ici après 10 ou 15 ans falls cascades Volcan Asama (2568 m.) Parc volcanique de Onioshidashi es plus violentes éruptions récentes datent de 1108 et 1783 coulées de lave la petite ville (6700 hab.) de Kusatsu ville de onsens dans laquelle des eaux sulfureuses et acides doivent être refroidies ryokan Kojimaya pour prendre le thé l’une des trois sources thermales les plus célèbres du Japon et la plus abondante à la sortie de la source, la température de l''eau varie de 50 à 90°, donc non utilisable telle quelle un établissement présentant un système traditionnel de refroidissement, Yu-momi ou battage de l''eau plus simplement, la technique courammment utilisée est Yu-batake ou champ d''eau qui permet de refroidir l''eau et de décanter les sédiments les bains peuvent se limiter aux pieds. Ca tombe bien car il fait froid par ce temps gris et à 1200 m. d''altitude tThermalistes en yukata (kimono léger) et haori (veste) et chaussés de getas le village by night mascotte petit déjeuner japonais village de Sanadamachiosa près de Ueda Daihakuzan Shinkoji mémorial Sanada Kojo rappelle les luttes de ce clan contre les Tokugawa au XVIe s. grande cascade Yasaka Otaki près de Omachi un filet d''eau Takagaryama, un large point de vue au-dessus de Omachi le superbe château de Matsumoto dit du corbeau en raison de sa couleur (opposée à celui d''Himeji) Construit au XVIe s. (à l''époque du châyeau de Chambord) par le clan Ogasawara un édifice bien conservé car son seul rôle fut une démonstration de puissance face aux rivaux Shirahone Ebisaya à Azumi macaque à face rouge japonais (Macaca fuscata), le singe à l''habitat naturel le plus septentrional Shiojiri (cul salé) dans une brasserie de sake éventail de sake selon la finesse et les degrés Chapelle de mariage 4 des 5 lacs du Mont Fuji (Fuji Goko): Shojiko, Motosuko, Saiko et Kawagachiko Machida en passant par Takasaka et Sakudaira Blindé des Forces d''Autodéfense (FAD) Mont Asamat Obuse (préfecture de Nagano) ville spécialisée dans les confiseries à base de châtaignes Musée Okusai estampes un emblème: les 3 châtaignes la station de ski de Hakuba Happo-one des Jeux olympiques d''hiver de 1998 ryokan Goryukan après le bain en yukata (kimono) et (veste) haori copieux repas banquet bombance repus replets mets savoureux oursin langouste en bus jusqu''à 1433 m à Ogizawa un trolleybus traverse le tunnel Kanden de 6,1 km jusqu''au barrage de Kurobe (1470 m) le seul funiculaire souterrain au Japon pour Korubedeira (1828 m.) le seul téléphérique au Japon sans pylônes le long de sa portée (1,7 km) jusqu''à Daikanbo (2316 m.) un second trolleybus, le plus haut du Japon (2450 m.), passe à l''intérieur d''un tunnel de 3,7 km sous le sommet du mont Tateyama (3015 m.) pour aller au terminal de Murodo (2450 m.) un mur de neige de 17 mètres d''épaisseur (19 début avril et plus de 20 mètres parfois) Tateyama Snow Wall refuges Fumerolles sulfureuses The Tateyama Mountain Range Chubu Sangaku National Park produits frais sacs de riz, produit de base tout est emballé (sur)emballé fruits et légumes viandes rayons de produits de la mer fameuse viande persillée de boeuf wagyu sushi sashimi réductions au supermarché le soir sur les produits frais périssables Emballé c''est bien ! mais après il faut respecter le calendrier hebdomadaire des divers tris sélectifs cordon bleu chefs suisiniers grande cuisine reconnue labellisée étoilée takoyaki à base de petits morceaux de pieuvre (tako), légumes et pâte spécialité d''Osaka mayo et de sauce otafuku mayonnaise des copeaux de katsuobushi (bonite séchée) pique-nique hanami (contemplation des sakuras) riz au curry doux zaru soba (nouilles de sarrasin froides) et algues merlan et sauté de légumes sauce aigre douce champignon maitake, porc, oignon, soupe (pousses de soja et oeuf) salade de mizuma, myoga et shiso yarika (calamar) sauce mentsuyu, champignons eringi et bacon, racines de lotus avec sauce au sésame, sardines BBQ oeufs brouillés et épinards, soupe miso, sauté de carottes, poivrons et miettes de thon, tofu, gombo, copeaux de bonite et sauce soja galettes de pâtes à raviolis déjeuner avec des sardines grillées déjeuner shirasu don (alevins, oeufs de poissons, légumes, riz) saucisse à Chinatown de Yokohama: 126 plats au choix et à volonté pour environ 13,50€ Granité kakigori au thé macha et uji kintori (haricots rouges) menu soy soup, ramen et porc rôti plus riz et thé Sauté de boeuf Langue de boeuf grillée Porc grillé Ecole de Cuisine et Nutrition Hattori Bouillon de Paris enseignes Le Marcasson d''Or tempura... au Marugame restaurants Onioshidashi poisson pour la Fête des garçons Kodomo no hi: le 5 mai, fête des carpes et des garçons japonais (les filles ont la fête des poupées, Hina matsuri, le 3 mars)... fondues - 2018 Voyage sur l''Île de La REUNION guide accompagnateur MAX Afrique continent africaine Dîna morgabin découverte inhabitée navigateurs Vasco de Gama Madagascar Mozambique Portugais Diego Dias Pedro de Mascarenhas Mascareignes archipel Santa Apolonia Maurice Seychelles dérive Gondwana bateaux anglais et néerlandais Jacques de Pronis, gouverneur Français mutins malgaches Saint St Ste Paul Pierre escale Compagnie des Indes orientales esclavage esclaves colons colonie lariages mixtes métissage métis créoles Indiens Chinois ségrégation le Code Noir Marrons fugitifs échappés les Hauts Malouin Bertrand-François Mahé de La Bourdonnais, gouverneur traité de Paris en 1814 catastrophes climatiques de 1806-1807 (cyclones, inondations), la culture du café canne à sucre St Denis capitale chef-lieu abolissions libres libérés 1802 Le 20 décembre 1848, l’abolition de l''esclavage est finalement proclamée par Sarda Garriga engagés Tamouls crise économique héros aviateur Rolland Garros département d’outre-mer Michel Debré devient député répression de la culture créole et des actions autonomistes ''''déportation'''' d''enfants dans la Creuse mouvements sociaux manifestations autonomisme indépendantisme régions ultrapériphériques de l’Union européenne aides Fonds européen de développement régional (FEDER) réseau de fibre optique (Fiber to the Home) ADSL internet toponymes océan Indien relief accidenté Piton des Neiges (3070 m.) culmine point culminant Col cratères bouches cônes effondrements érodés érosion éteint actif Cilaos, Mafate, Salazie escarpé falaises ravines végétation villages hameaux îlets rivières cascade grottes tunnels de laves littoral climat vents alizés saisons été austral hiver dépressions tropicales trombes d''eau déluge précipitations diluviennes températures douceur faune et flore espèces endémiques lagons ceinture récifale récifs coraliens départementalisation ETHNIES, LANGUES ET RELIGIONS Cafres Tamil Nadu(les Malbars) et le Gujarat (les Zarabes) Petits Blancs ou Yabs Métropolitains Zoreilles ou de Métros langue vernaculaire le hakka, le cantonais, le gujarati, l''ourdou, l''arabe, le tamoul, le malgache, le mahorais et le comorien christianisme hindouisme islam judaïsme Guan Di rites africains animistes et de nombreuses superstitions PIB habitant économie croissance Maldives coût de la vie sous le seuil de pauvreté transferts financiers perfusion assistanat généralisé (RSA, CMU, ASSEDIC...) l''économie souterraine important chômage population active L''agriculture subventions sucre (premier producteur européen) vanille orchidée fécondation manuelle riz lentilles ou grains zone économique exclusive (ZEE) boom touristique épidémie de chikungunya, attaques de requins baleines et dauphins revenus ressource économique grands groupes réunionnais comme Quartier Français, Groupe Bourbon ex-Sucreries Bourbon, grande compagnie Grand Trail plus connu sous le nom de Diagonal des Fous randonnées ou des activités aquatiques plongée surf spot plages réceptif sera PASSION Outremer Editions Dominique Auzias Hachette Gallimard Loisirs les saisons sont inversées records d''ensoleillement nombreux microclimats orientation degrés mm d''eau Leu Rose Philippe Benoît André Jardins d''Héva Hell-Bourg (Salazie) Etoile de Mers Relais Commerson Le tampon Gilles Auberge Restaurant Ti''Bonheur Chez Céline et Josian à Entre-Deux (Accueil paysan) Chez Aliette et Paris Farandole (tranche d''espadon rôti, camarons et coquilles St Jacques avec une délicieuse sauce aux agrumes et accompagnés de gratin de citrouille, caviar d''aubergine, frites...) L''Isabelle Hôtel Le Vieux Cep cuisine plat typique est le cari massalé sauce saveurs d''épices: gingembre, de curcuma, de girofle, de piment, de cannelle et de poivre accompagnement haricots rouges, lentilles, pois du Cap ou fèves poulet cari de poulet au jacquier, cari de poulet au gingembre, cari de crevettes à l''ananas, gratin de citrouille, gratin et tartelette de chouchou légumes feuilles bouillis les brèdes: lianes de chouchou (connu ailleurs sous le nom de chayotte ou de cristophine) ou de citrouille, feuilles et tiges de morelle ou mafane, feuilles tendres de mouroungue ou mouronge, feuilles de cresson, de radis ou de navets, cœurs de choux plats de boucané, une viande fumée au feu de bois lard L''aubergine, la bringelle rougail saucisse sauce très piquante à base de piment, gingembre et échalote dessert patates douces samousas, bonbon piments, piment farci fritures rhum ordinaire est le rhum agricole Charrette Isautier production artisanale grande diversité de punchs bière est notamment produite par la brasserie de Bourbon vin de Cilaos traditionnel, est un apéritif transports chemin de fer routes réseau interurbain Cars jaunes Transdev Citalis Kar''Ouest AlterNéo CarSud Alizé NLR (Nouvelle Route Littorale) GR1 GR2 dengue paludisme malaria moustiques décalage horaire volcanisme dorsale centrale indienne plaques tectoniques Point chaud dit de la Réunion millions d''années Trapps du Deccan perforer la croûte terrestre îles volcaniques plateaux sous-marins l''enclos Fouqué planèzes exutoires de la caldeira Grand Brûlé glissement de terrain chambre magmatique sous-jacente Rivière des Remparts Plaine des Sables sommet sommitale Cratère Dolomieu Chapelle de Rosemont Formica Leo sismicité observations mesures capteurs intensité secousses tremblements gonflement émanations de gaz l''imminence magma brûlant type volcan bouclier hawaiien plasticité fusion boudins lave cordée laves pahoehoe lave à gratons (laves aa) morphologie colonisation végétation lichens mousses arbustes plateau continental classement patrimoine mondial de l''humanité par l''UNESCO desserte routière isolé isolement sentiers toponymes ravitaillement La Possession marrons fuyards chasse électrification énergie solaire panneaux photovoltaïques défiscalisation La Nouvelle technologie Microgrid pile à combustible hydrogène cyclones GISELLE GAMEDE HYACINTHE incendies avion Dash 8 utilisé pour épandre des produits retardants explorateurs austronésiens créolité criollo café arabica originaire d’Ethiopie Bourbon café caféiers production plantation planteurs culture épidémies crise concurrence Antilles Bourbon pointu arabica Ethiopie moulins à canne balances centres de Réception (collecte) le pesage et l''échantillonnage camions baleines cétacés coproduits paille chaume résidus bagasse mélasses rhumeries fourrages course Grand Raid est un ultra-trail Diagonales des Fous inscrits participants course coureurs arrivés abandons classés Trail de Bourbon Zembrocal Trail vainqueurs Jocelyne PAULY ex-æquos à Benoit GIRONDEL et François D''HAENE dénivelé positif bovins boeufs Mon prochain voyage nos prochains voyages avec Salaun Holidays Vacances Transat Capitales Tours Nouvelles Frontières
Alexa Rank
1,000,001
SICASA - Gli specialisti della nuda propriet - Genova centro, levante, ponente - Liguria - Riviera Ligure - Milano - Come calcolare il valore della tua Nuda Propriet - Calcolo delle tebelle - SICASA Immobiliare Genova. SICASA SI OCCUPA DI NUDA PROPRIET A GENOVA, IN LIGURIA E IN TUTTA ITALIA. RIVOLGITI A NOI PER INVESTIMENTI E VALUTAZIONI DI NUDA PROPRIET. LA NUDA PROPRIET DI UN IMMOBILE FA UN INVESTIMENTO IMMOBILIARE DI MEDIO-LUNGO TERMINE, SENZA RISCHI, PER MEZZO DEL QUALE PU ACQUISTARE UNA CASA DA UTILIZZARE O RIVENDERE IN FUTURO CON SIGNIFICATIVI VANTAGGI SIA NEL PREZZO DI ACQUISTO CHE PER QUANTO CONCERNE GLI ONERI FISCALI E DI GESTIONE. TABELLA DI CALCOLO PER LA NUDA PROPRIETA CON SICASA IL NOSTRO CODICE CIVILE CONSENTE DI SPEZZARE IN DUELA PROPRIETA'' DA UNA PARTE L''USUFRUTTO E DALL'' ALTRA LA NUDA PROPRIETA'' PER SAPERNE DI PIU CHIAMA SICASA GLI SPECIALISTI DELLA NUDA PROPRIETA'', COME VENDERE LA CASA MANTENENDO L''USUFRUTTO VITALIZIO SICASA SARA A VOSTRA DISPOSIZIONE PER SPIEGARVI, PER SAPERE I VANTAGGI FISCALI CHIAMA SICASA, L''ACQUISTO DI UNA NUDA PROPRIETA'' UN INVESTIMENTO SENZA RISCHIO E RIVENDIBILE A QUALUNQUE MOMENTO CHIAMA SICASA GLI SPECIALISTI DELLA NUDA PROPRIETA'', L''USUFRUTTO DIRITTO ABITATIVO,CALCOLI TABELLA SULLA NUDA PROPRIETA ENTRA NEL MONDO DELLA NUDA PROPRIETA CON SICASA GLI SPECIALISTI SUL SETTORE DELLA NUDA PROPRIETA'',DETTAGLI SULLA COMPRA/VENDITA IN NUDA PROPRIETA'' CON SICASA, COSE'' LA NUDA PROPRIETA, COME FUNZIONA LA VALUTAZIONE DI UNA NUDA PROPRIETA CHIAMA SICASA E PER SAPERNE DI PIU SULLA RIPARTIZIONE DELLE SPESE ORDINARIE E STRAORDINARIE A CHI COMPETE CHIAMA SICASA SAREMO GLIETI DI SPIGAGARVI TUTTI I DETAGLI DELL MONDO DELLA NUDA PROPRIETA'' SOLO CON SICASA VALORE E PREZZO DETERMINATO DALLA DURATA DELLA RISERVA DI GODIMENTO DEL BENE (USUFRUTTO, ABITAZIONE). SE LA RISERVA VITALIZIA, OVVERO VITA NATURAL DURANTE, IL VALORE DETERMINATO IN BASE ALLASPETTATIVA DI VITA DEL BENEFICIARIO DEL DIRITTO ED IN FUNZIONE DEL VALORE DEL BENE. L''ASPETTATIVA DI VITA IL NUMERO PREVISTO (IN SENSO STATISTICO) DI ANNI DI VITA RESIDUA AD UNA CERTA ET E NON DA CONFONDERSI CON LA COSIDETTA VITA MEDIA.IL VALORE FISCALE SPESSO VENGONO CITATE LE LE COSIDDETTE TABELLE DEL NOTAIO: SI TRATTA DI TAVOLE CHE SONO DIVULGATE DAL MINISTERO DELLE FINANZE PER DETERMINARE IL VALORE FISCALE DELL''USUFRUTTO AI FINI DELLA TASSAZIONE PER L''ACQUISTO. CHI ACQUISTA UNA NUDA PROPRIET, INFATTI, HA DIRITTO A UNO SCONTO SUL PAGAMENTO DELLA TASSA DI REGISTRO, IPOTECARIA E CATASTALE. TALE SCONTO DIMINUISCE CON IL CRESCERE DELL''ET DELL''USUFRUTTUARIO E QUINDI CON UNA LOGICA COERENTE RISPETTO AL VALORE DI MERCATO. TUTTAVIA, ESSENDO RIPARTITE PER FASCE DI ET E SENZA DISTINZIONE TRA SOGGETTI DI SESSO MASCHILE O FEMMINILE, QUESTE TABELLE NON POSSONO ESSERE PRESE A RIFERIMENTO PER DETERMINARE IL PREZZO DI MERCATO DI UNA NUDA PROPRIET. CONTENUTO DEL DIRITTO DI PROPRIET ART. 832 DEL CODICE CIVILE ITALIANO IL PROPRIETARIO HA DIRITTO DI GODERE E DISPORRE DELLE COSE IN MODO PIENO ED ESCLUSIVO, ENTRO I LIMITI E CON L''OSSERVANZA DEGLI OBBLIGHI STABILITI DALL''ORDINAMENTO GIURIDICO. L''USUFRUTTO ART. 978 DEL CODICE CIVILE ITALIANO L''USUFRUTTO UN DIRITTO CHE CONSISTE NEL POTER GODERE DI UN BENE, E DEI RELATIVI REDDITI, DI PROPRIET ALTRUI MA CON UNA LIMITAZIONE, IMPORTANTE E FONDAMENTALE: IL DIVIETO DI ALTERARE LA DESTINAZIONE ECONOMICA DELLA COSA STESSA. AD ESEMPIO, SE L''USUFRUTTO HA PER OGGETTO UN''AREA, L''USUFRUTTUARIO NON PU COSTRUIRVI, OPPURE TRASFORMARE, UN FRUTTETO IN ORTO, O UN GIARDINO IN PARCHEGGIO. AL PROPRIETARIO DEL BENE RESTA SOLO LA NUDA PROPRIET. CIO LA PROPRIET SPOGLIATA DEL POTERE DI TRARRE UTILIT DALLA COSA. NEL CASO DI UN BENE IMMOBILE L''USUFRUTTUARIO HA PERTANTO ANCHE LA FACOLT DI DARE A TERZI IL BENE IN LOCAZIONE. L''EVENTUALE CONTRATTO DI LOCAZIONE, TUTTAVIA, NON POTR PERDURARE OLTRE LA DURATA DI CINQUE ANNI DAL DECESSO DELL''USUFRUTTUARIO. USO E ABITAZIONE LA DISTINZIONE TRA VALORE E PREZZO E'' FONDAMENTALE IN TUTTI I CASI NEI QUALI PU ESISTERE, COME NEGLI IMMOBILI, UN VALORE DI STIMA MEDIO CONDIZIONABILE DA FATTORI LEGATI ALLA DOMANDA E ALL''OFFERTA DEI BENI OGGETTO DELLA PERIZIA. IL VALORE DI UN BENE IMMOBILIARE NON SEMPRE COINCIDE CON IL REALE PREZZO CHE IL MERCATO GLI RICONOSCE IN QUANTO ESSO DIPENDE DA FATTORI SOGGETTIVI. LA NUDA PROPRIET, PER CHI ACQUISTA, UN INVESTIMENTO PURO E QUINDI NELLA DETERMINAZIONE DEL PI PROBABILE PREZZO DI MERCATO, NECESSARIO TENER CONTO DEL PROFILO DEL POTENZIALE ACQUIRENTE. IL VALORE DELLA NUDA PROPRIET COSA VUOL DIRE NUDA PROPRIET? IL DIRITTO DI PROPRIET DI UN BENE IMPLICA ANCHE CHE DA ESSO POSSIBILE TRARNE UN GODIMENTO OVVERO UTILIZZARLO OPPURE RICAVARNE UN REDDITO IN FUNZIONE DELLA NATURA DEL BENE STESSO. AL DIRITTO DI PROPRIET SONO CONNESSI, E NE FANNO PARTE, I DIRITTI REALI DI GODIMENTO E, IN PARTICOLARE, IL DIRITTO DI USUFRUTTO. NEL CASO DI UN IMMOBILE IL DIRITTO DI USUFRUTTO CONFERISCE AL TITOLARE IL PIENO DIRITTO DI USARE E ABITARE OLTRE CHE DI GODERNE GLI EVENTUALI FRUTTI CON LA LIMITAZIONE DI NON POTERNE CAMBIARE LA DESTINAZIONE. IL NOSTRO CODICE CIVILE CONSENTE DI SPEZZARE IN DUE LA PROPRIET: DA UNA PARTE L''USUFRUTTO (ART. 978 C.C.), CIO IL DIRITTO DI UTILIZZARE LA CASA (GODERNE I FRUTTI) E, DALL''ALTRA, LA NUDA PROPRIET, OVVERO LA PROPRIET SENZA IL DIRITTO DI UTILIZZO. LA NUDA PROPRIET DI UN BENE CONSISTE QUINDI NELLE PROPRIET SPOGLIATA DI UNO I PI DIRITTI REALI DI GODIMENTO PER UN TERMINE PRESTABILITO O PER TUTTA LA VITA DEL O DEI TITOLARI DI TALI DIRITTI. LA POSSIBILIT GIURIDICA DI SCINDERE I DIRITTI REALI DI GODIMENTO DEL BENE (USUFRUTTO E DIRITTO DUSO E ABITAZIONE) DALLA PROPRIET, E LE VARIE FORME DI VENDITA POSSIBILI. VENDERE LA NUDA PROPRIET SIGNIFICA IN SINTESI CEDERE A TERZI L''IMMOBILE MANTENENDO TUTTAVIA SU DI ESSO IL PROPRIO DIRITTO DI GODIMENTO CHE PU ESSERE PIENO, OPPURE SOLO LIMITATO ALL''USO O ALL''ABITAZIONE, PER TUTTA LA VITA OPPURE PER UN TERMINE PREFISSATO. CHI VENDE LA NUDA PROPRIET DI UN IMMOBILE PU RISERVARE PER S O PER PER UNA O PI PERSONE DESIGNATE IL DIRITTO DI USUFRUTTO O IL DIRITTO DI ABITAZIONE. NEL PRIMO CASO EGLI PU ABITARE OPPURE LOCARE IL BENE PERCEPENDONE LAFFITTO MENTRE, NEL SECONDO CASO, PU UNICAMENTE ABITARE LIMMOBILE E NON PU CEDERE A TERZI QUESTO DIRITTO POICH STRETTAMENTE PERSONALE. NORMALMENTE PREFERIBILE UTILIZZARE LA RISERVA DEL DIRITTO DI ABITAZIONE (ART. 1022 C.C.) CHE, CON OPPORTUNI ACCORGIMENTI CONTRATTUALI, PI ADATTO SIA ALLE ESIGENZE DEL VENDITORE, CHE DELLACQUIRENTE INVESTITORE. CHI ACQUISTA ART. 1020-1021 DEL CODICE CIVILE ITALIANO . L''USO CONSISTE NEL DIRITTO DI UTILIZZARE UN DETERMINATO BENE E, SE FRUTTIFERO, DI RACCOGLIERNE I FRUTTI LIMITATAMENTE AI BISOGNI PROPRI E DELLA PROPRIA FAMIGLIA. . L''ABITAZIONE SI BASA SUL DIRITTO DI ABITARE UNA CASA LIMITATAMENTE AI BISOGNI PROPRI E DELLA PROPRIA FAMIGLIA. ENTRAMBI SONO DIRITTI PERSONALI OSSIA STRETTAMENTE LEGATI ALLA PERSONA TITOLARE DEL DIRITTO E, QUINDI, IN QUANTO TALI, NON CEDIBILI. AD ESEMPIO A DIFFERENZA DELL''USUFRUTTUARIO DI UN APPARTAMENTO CHE PU CONCEDERE IN LOCAZIONE L''IMMOBILE GODUTO, AL TITOLARE DEL DIRITTO DI ABITAZIONE VIETATA LA LOCAZIONE DEL APPARTAMENTO, PENA LA PERDITA DEL SUO DIRITTO. PER TUTTO IL RESTO SI APPLICANO LE NORME PREVISTE PER L''USUFRUTTO. IL DIRITTO DI ABITAZIONE COSTITUISCE UNO DEI DIRITTI EREDITARI DEL CONIUGE SUPERSTITE: A SEGUITO DELLA MORTE DI UNO DEI CONIUGI, L''ALTRO HA DIRITTO DI ABITARE LA RESIDENZA FAMILIARE (SE DI PROPRIET DEL CONIUGE) E DI USARE I MOBILI CHE L''ARREDANO PER TUTTA LA DURATA DELLA SUA VITA (VEDI ANCHE ART. 540 C.C). RENDITA VITALIZIA ART. 1872 DEL CODICE CIVILE ITALIANO LA RENDITA VITALIZIA PU ESSERE COSTITUITA A TITOLO ONEROSO, MEDIANTE ALIENAZIONE DI UN BENE MOBILE O IMMOBILE O MEDIANTE CESSIONE DI CAPITALE. LA RENDITA VITALIZIA PU ESSERE COSTITUITA ANCHE PER DONAZIONE (769 E SEGUENTI) O PER TESTAMENTO (587 E SEGUENTI), E IN QUESTO CASO SI OSSERVANO LE NORME STABILITE DALLA LEGGE PER TALI ATTI (602 E SEGUENTI, 782). DIRITTI DELL''USUFRUTTUARIO L''USUFRUTTUARIO PU DISPORRE DEL SUO DIRITTO, PU CIO CEDERLO, DARE IN LOCAZIONE IL BENE, E CONCEDERE IPOTECA SU DI ESSO;HA IL DIRITTO DI AVERE IL POSSESSO DEL BENE IN USUFRUTTO;HA IL DIRITTO DI CONSEGUIRE I FRUTTI (NATURALI E CIVILI) IN TEMPI DI CRISI IL MERCATO IMMOBILIARE CERCA DI TROVARE DELLE SOLUZIONI CHE SIANO EFFICACI E SI RIVOLGANO AD UN PUBBLICO SEMPRE PI VASTO, AL FINE DI FACILITARE GLI ACQUISTI. LA NUDA PROPRIET IL VALORE DELLIMMOBILE DECURTATO DELLUSUFRUTTOE QUESTO SIGNIFICA CHE SI PU VENDERE LA PROPRIA CASA MANTENENDO IL DIRITTO DI ABITARLA O DI AFFITTARLA FIN QUANDO SI IN VITA, O IN BASE AD UNA DATA STABILITA IN FASE DI CONTRATTO. COME FUNZIONA LA NUDA PROPRIET LUSUFRUTTARIO, OVVERO IL PROPRIETARIO DELLIMMOBILE, PU DECIDERE DI VENDERE LUSUFRUTTO O DI AFFITTARLO. SOLITAMENTE COLORO CHE SCELGONO QUESTO TIPO DI OPERAZIONE SONO PERSONE ANZIANE, SENZA EREDI, CHE SE NON DECIDONO IN FASE TESTAMENTARIA DI LASCIARE LA PROPRIA CASA A QUALCUNO, LA VEDREBBERO INCAMERATA TRA I BENI DELLO STATO. IN QUESTO MODO RIESCONO A RICAVARE DEI CONSISTENTI MEZZI FINANZIARI CHE GLI PERMETTONO DI VIVERE SERENAMENTE GLI ULTIMI ANNI DI VITA, ASSICURANDOSI PER UN TETTO DOVE POTER PASSARE IL RESTO DEI PROPRI GIORNI. IL NUDO PROPRIETARIO INVECE LACQUIRENTE, CHE HA IL DIRITTO DI PROPRIET DELLIMMOBILE, MA NON PU GODERE DELLUSO. LO SCOPO INFATTI QUELLO DI ADIBIRLO IN UN SECONDO TEMPO (DOPO LA MORTE DELLUSUFRUTTARIO) E QUALORA LO SI VOLESSE, PU ESSERE CEDUTO IN QUALSIASI MOMENTO A TERZI. SOLITAMENTE UN INVESTIMENTO ALTAMENTE REMUNERATIVO, CHE RISULTA ESSERLO ANCORA DI PI QUANDO LA DURATA DEL DIRITTO DI USUFRUTTO DURA POCO. ED ECCO IL MOTIVO PER CUI BENE POTERLO FARE CON PERSONE AVANTI CON LET. USUFRUTTO A TEMPO IN QUESTO CASO SI PU GODERE DELLUSUFRUTTO PER UN DETERMINATO LASSO DI TEMPO E NEL CASO LUSUFRUTTARIO MUOIA DURANTE QUESTO PERIODO, ECCO CHE LA NUDA PROPRIET DIVENTA AUTOMATICAMENTE PROPRIET DEL NUDO PROPRIETARIO. COME SI DETERMINA IL PREZZO DURANTE LA FORMAZIONE DEL PREZZO VANNO AD INCIDERE UNA SERIE DI FATTORI CHE SI AGGIUNGONO ALLA CLASSICA QUOTAZIONE SUL MERCATO (STATO DELLIMMOBILE, UBICAZIONE ECC.) E RIGUARDANO LET DEL VENDITORE E IL NUMERO DI PERSONE CHE SI RISERVANO IL DIRITTO DI USUFRUTTO. IN QUESTI CASI GLI OPERATORI DEL SETTORE IMMOBILIARE DICHIARANO CHE CON LA NUDA PROPRIET SI PU PUNTARE AD UN RIBASSO SUL PREZZO DEL MERCATO CHE PU OSCILLARE TRA IL 20 E IL 50% IN MENO. CHI PAGA LE SPESE STRAORDINARIE E ORDINARIE DI MANUTENZIONE LE SPESE DI MANUTENZIONE ORDINARIA SONO A CARICO DELLUSUFRUTTARIO, MENTRE QUELLE STRAORDINARIE DEVONO ESSERE PAGATE DAL NUDO PROPRIETARIO. IN QUESTE RIENTRANO TUTTI QUEI LAVORI CHE ASSICURANO LA STABILIT DEI MURI MAESTRI, DELLE TRAVI, DEL TETTO, DEI SOLAI, DEGLI ARGINI, DEGLI ACQUEDOTTI E ANCHE DELLE MURA DI CINTA. GENOVA CENTRO SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA EST SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA OVEST SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA LEVANTE SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA CARIGNANO SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA ALBARO SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA QUARTO SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA QUINTO SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA NERVI SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA BOGLIASCO SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA PIEVE LIGURE SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA SORI SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA SANTA MARGHERITA SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA PORTOFINO SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA ZOAGLI SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA RAPALLO SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA CHIAVARI SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA STURLA SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA FOCE SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA CASTELLETTO SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA CENTRO STORICO SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA CARICAMENTO SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA MULINETTI SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA PIEVE LIGURE SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA PEGLI SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA VARAZZE SICASA IMMOBILIARE NUDA PROPRIETA GENOVA FINALE LIGURE SICASA IMMOBILIARE Via di porta soprana 63r 16123 Genova. Chiamaci allo 010.275.92.29 o allo 335.567.03.95 . Sicasa servizio nuda propriet. SICASA NUDAPROPRIETA LIGURE, NUDAPROPRIETA''LIGURIA NUDA PROPRIETA RIVIERA LIGURE, NUDA PROPRIETA'' LIGURIA, NUDA PROPRIETA LEVANTE LIGURE, NUDA PROPRIETA PONENTE LIGURE NUDA PROPRIETA CENTRO LIGURIA OFFERTA SICASA NUDAPROPRIETA'' LIGURE, NUDAPROPRIETA''LIGURIA NUDA PROPRIETA RIVIERA LIGURE, NUDA PROPRIETA'' LIGURIA, NUDA PROPRIETA LEVANTE LIGURE, NUDA PROPRIETA PONENTE LIGURE NUDA PROPRIETA CENTRO LIGURIA Rivolgiti a noi per Investimenti e Valutazioni di Nuda Propriet. Calcolo tabelle della Nuda Propriet. Come calcolare il valore della tua Nuda Propriet - Acquisizione e Acquisto di Nuda propriet - Ottenere un vitalizio - Usufrutto - Diritto d''uso - Disponibilit Genova centro, levante, ponente - Liguria - Riviera Ligure - Milano. valutazione dell usufrutto, vendita in nuda proprieta'', valutazione della tua casa in nuda proprieta'' ,casa in nuda proprieta'', diritto abitativo nella nuda proprieta'', eta'' dell usufruttuario, come calcolare la eta dell usufruttuario nella nuda proprieta'', diritto di usufrutto, mantenere l''usufrutto, compravendita in nuda proprieta'', nuda proprieta'' nell codice civile, vantaggi della nuda proprieta'' SICASA SPIEGA IL funzionamento della nuda proprieta dalla A ALLA Z OFFERTE NUDA PROPRIETA LIGURIA E MILANO CON SICASA VANTAGGI DELLA NUDA PROPRIETA TASSAZIONE AGEVOLAZIONE PRIMACASA TUTTO DA SAPERE CON SICASA SULLA LA COMPRAVENDITA DELLA NUDA PROPRIETA'' BENEFICI FISCALI CON LA NUDA PROPRIETA'' INFORMATI CON GLI SPECIALISTI DI SICASA SICASA NUDA PROPRIETA'' CASE, APPARTAMENTI ,VILLE, BOX E NEGOZI IN NUDA PROPRIETA DA SICASA COMPRAVENDITA RIVIERA PONENTE , RIVIERA LEVANTE E GENOVA NUDA PROPRIETA DA SICASA SPECIALISTI DELLA PIENA PROPRIETA, SICASA NUDA PROPRIETA'', DIRITTO DI ABITAZIONE ,DIRITTO DI USO,USUFRUTTO VITALIZIO CALCOLO TABELLA DEL VALORE ETA PER LA NUDA PROPRIETA'' CON SICASA CRISI CRESCE IL MERCATO DELLE VENDITE IN NUDA PROPRIETA INVESTIMENTO SICURO,ASSEGNO CIRCOLARE IN TASCA RIVENDIBILE IN QUALUNQUE MOMENTO CON SICASA SENZA IMU TASSE E IMPOSTA SOLO NUDA PROPRIETA SPIEGA SICASA CONOSCENZA CARATTERE GIURIDICO TUTTO CHE DEVI SAPERE SULLA NUDA PROPRIETA TABELLE CALCOLO VALORE ETA TASSE BENEFICI INVESTIMENTO SICURO COSA LA NUDA PROPRIETA'' E COME FUNZONA , SICASA STUDIO DELLA NUDA PROPRIETA'' ,COME VENDERE E CALCOLARE LA NUDA PROPRIETA'' E USUFRUTTO NELLA CRISE PERCHE COMPRARE O VENDERE LA NUDA PROPRIETA'' COMPRA CASA SCONTO NUDA PROPRIETA'' I MOTIVI PERCHE COMPRARE E VENDERE LA NUDA PROPRIETA'' RAGIONE FISCALI EREDITARIE PER COMPRARE E VENDERE LA NUDA PROPRIETA'' DIRITTO DI USUFRUTTO VENDE E MANTIENI IL POSSESSO DELLA ABITAZIONE PER TUTTA LA VITA USUFRUTTO VITALIZIO O PER TEMPO DETERMINATO PERIODO USUFRUTTO A TERMINE VENDE LA NUDA PROPRIETA'' E EVITA SUCCESSIONI CALCOLO VALORE DELLA NUDA PROPRIETA'' LIQUIDITA'' IMMEDIATA MODALITA DI CALCOLO PER LA NUDA PROPRIETA'' E USUFRUTTO VITALIZIO VENDE LA NUDA PROPRIETA'' E AFFITTA IL TUO USUFRUTTO COMPRA E RIVENDE QUANDO VUOI LA NUDA PROPRIETA'' GOLFO TIGUGLIO NUDA PROPRIETA RIVIERA PONENTE RIVIERA LEVANTE NUDA PROPRIETA'' LIGURE DIRITTO ABITATIVO GENOVESE NUDA PROPRIETA MARE MEDITERRANEO ANZIANI GENOVESI COME CALCOLARE IL DIRITTO ABITATIVO ABITARE E VENDERE A GENOVA NUDA PROPRIETA'' NEL CODICE CIVILE RIVIERA LIGURE NUDA PROPRIETA, APPARTAMENTO, VILLA INDIPENDENTE ,CASA A SCHIERA NUDA PROPRIETA, MEDIATORE PER LA NUDA PROPRIETA'', MAR LIGURE NUDA PROPRIETA,SANTA MARGHERITTA PORTOFINO CHIAVARI NUDA PROPRIETA CELLE ,VARAZZE FINALE,ALASSIO, LAIGUEGLIA, BORDIGHERA NUDA PROPRIETA IMMOBILE DI PRESTIGIO NUDA PROPRIETA'' COMPRIAMO NUDA PROPRIETA SICASA COMPRA VENDITA NUDA PROPRIETA VENDITA NUDA PROPRIETA APPARTAMENTI IN NUDA PROPRIETA CASE IN NUDA PROPRIETA VILLE IN NUDA PROPRIETA CASE A SCHIERE IN NUDA PROPRIETA VILLETE IN NUDA PROPRIETA NEGOZIO E BOX IN NUDA PROPRIETA NUDA PROPRIETA ALBARO ,NUDA PROPRIETA NERVI, SICASA NUDA PROPRIETA QUARTO NUDA PROPRIETA QUINTO NUDA PROPRIETA BOGLIASCO NUDA PROPRIETA FOCE NUDA PROPRIETA CARIGNANO NUDA PROPRIETA NUDA PROPRIETA CASTELLETTO SICASA NUDA PROPRIETA SAN MARTINO NUDA PROPRIETA SANFRUTTUOSO NUDA PROPRIETA VISTA MARE NUDA PROPRIETA PORTOFINO NUDA PROPRIETA SANTA MARGHERITTA NUDA PROPRIETA CAMOGLI NUDA PROPRIETA PIEVE LIGURE NUDA PROPRIETA RECCO NUDA PROPRIETA SORI NUDA PROPRIETA VARAZZE NUDA PROPRIETA CELLE SICASA NUDA PROPRIETA VARIGOTTI NUDA PROPRIETA LAIGUEGLIA COME RICAVARE UN REDDITO DELLA NUDA PROPRIETA COME VALUTARE LA NUDA PROPRIETA'' GLI SPECIALISTI DELLA NUDA PROPRIETA A GENOVA LIGURIA RIVIERA LIGURE RIVIERA LEVANTE CENTRO E RIVIERA PONENTE E POSSIBILIE CON LA FORMULA DELLA NUDA PROPRIETA RICAVARE UN CAPITALE DALLA PROPRIA CASA SENZA RINUNCIARE AD ABITARCI VENDETE LA CASA IN CONTANTI E CONTINUATE A VIVERCI CONTENTI CON LA NUDA PROPRIETA COME CALCOLARE UN IMMOBILE IN NUDA PROPRIETA'' CON SICASA IMMOBILIARE, COME CALCOLARE IL VALORE DELLA NUDA PROPRIETA'' CON SICASA ,COME VALUTARE L'' USUFRUTTO CON SICASA, COME VALUTARE IL DIRITTO D''USO E DI ABITAZIONE CON SICASA, SCOPRI COME CALCOLARE IL VALORE DELLA TUA CASA IN NUDA PROPRIETA CON SICASA. VOCI CORRELATE ALLA NUDA PROPRIETA'': DIRITTO DI ABITAZIONE, DIRITTO D''USO,E USUFRUTTO CHIAMA SICASA PER SAPERNE DI PIU, COME VENDERE LA NUDA PROPRIETA'' CON SICASA, COME CALCOLARE E ACQUISIRE UN IMMOBILE IN NUDA PROPRIETA'' CON SICASA, DOVE RIVOLGERTI PER SAPERE TUTTO SULLA NUDA PROPRIETA'' SICASA GLI SPECIALISTI DELLA NUDA PROPRIETA'', VANTAGGI DELL INVESTIMENTO IN NUDA PROPRIETA'' CON SICASA, NUDA PROPRIETA'' INVESTIMENTO IN CRESCITA CON SICASA, VIAGER STA PER NUDA PROPRIETA'' CON SICASA,
Alexa Rank
1,000,001
Home - Rifugio Champillon Adolphe Letey, Doues. Rifugio Champillon Adolphe Letey, Doues Il Rifugio Champillon Adolphe Letey, inaugurato il 3 Luglio 2005, è situato a monte dell’alpeggio Tza di Champillon su un dosso panoramico da cui si gode un bel panorama sul vallone di Ollomont e sulla Bassa Valpelline a quota 2465mt prende il nome dallo storico primo cittadino di Doues, Adolphe Letey, sindaco dal 1951 al 1990. Sua l''idea e suo il merito per aver sempre creduto ed investito sull''importanza del turismo in piccole realtà come quella di Doues. Sostando con la propria autovettura a Plan Detruit a 2000mt di quota si accede al rifugio dopo un brevissimo tragitto a piedi attraverso il sentiero che si snoda per circa un''ora tra i boschi e le montagne della conca di Champillon rendendo il rifugio una meta ideale per tutte le tipologie di utenze (escursionisti professionisti, famiglie e bambini). Servizi Consapevoli dell''importanza che ha l''essere connessi alla rete internet, abbiamo pensato ad un servizio wi-fi, aperto in alcune fasce orarie della giornata, per facilitare la consultazione di mail, di bollettini meteo e degli itinerari. Un servizio indirizzato a completare, non a snaturare, l''offerta di un''esperienza unica come quella di dormire in rifugio. La natura che si manifesta ogni stagione con un rinnovato abito è capace di attirare tutta l''attenzione su di sé anche con un semplice tramonto, un''alba, un temporale o ancora una nevicata improvvisa fuori stagione. La montagna è anche contemplazione e ristoro; è il piacere di rilassare la mente e il corpo, dopo una lunga camminata, usufruendo della nostra zona relax, lasciandosi cullare e riscaldare dal fuoco nei bracieri, oppure di leggere un libro, della nostra biblioteca, comodamente seduti davanti alla stufa aspettando di cenare. Chi Siamo La voglia di prendere in gestione il Rifugio Champillon nasce da un profondo amore per la montagna e dal desiderio di condividere la nostra passione e le bellissime atmosfere che ci hanno accompagnato nel corso della vita con tutte quelle persone che non hanno la fortuna di goderne nel quotidiano. Questa scintilla ci ha uniti nel progetto comune di ricreare un''atmosfera e un ambiente allegro per i nostri ospiti, ai quali garantire un servizio competente, educato e cortese per la cura del loro benessere attraverso una cucina sana ed equilibrata dove la materia prima è il fondamento della qualità del prodotto finale. Prezzi Abbiamo immaginato un soggiorno confortevole, senza ulteriori costi aggiuntivi sui servizi base come la doccia o la rete wi-fi. Abbiamo scelto di utilizzare prodotti della filiera locale a km zero per offrire una cucina genuina, fresca e della tradizione. Non esitate a contattarci per concordare la nostra migliore offerta. Itinerari , Il Territorio Circondato da una moltitudine di itinerari il Rifugio Champillon è in grado di soddisfare le esigenze più variegate e mette d''accordo amatori ed esperti della montagna. Può essere una tappa o una meta ma anche un luogo di assoulto relax. Il Rifugio Champillon, inoltre, incontra e collabora con il Tor des Geants, prima ed unica gara che coinvolge un''intera Regione. Il percorso si snoda lungo le due Alte Vie della Valle d''Aosta con partenza ed arrivo a Courmayeur per un totale di circa 330km (200 miglia) e 24.000 metri di dislivello positivo, seguendo per prima l''Alta Via n.2 verso la bassa Valle e ritornando per l''Alta Via n.1. Il passaggio ai piedi dei 4000 valdostani rende il percorso di una bellezza unica.  Questo trail non è solo una manifestazione sportiva agonistica, ma anche un importante mezzo di promozione turistica per il territorio valdostano ed i comuni coinvolti contando tra i suoi iscritti 75 nazionalità diverse. Consulta la geolocalizzazione dei sentieri. Tour des Combin Il Tour des Combin è un trekking per escursionisti esperti percorribile da luglio a settembre. Si sviluppa per circa 100Km, ad un’altitudine che oscilla tra i 1300 e i 2800mt, ed ha una durata di circa 7 giorni. Il tracciato entra dalla Svizzera in Valle d’Aosta attraverso il Colle del Gran San Bernardo (2450mt), Scende fino al borgo di Saint-Rhemy percorrendo la Via Francigena, prosegue verso i territori di Saint-Oyen e di Etroubles, si inoltra nel vallone di Menouve fino all’alpe Pointier per poi arrivare al col di Champillon. Dal colle si raggiunge il Rifugio Letey, per poi dirigersi verso il col Fenêtre Durand, dove entra nuovamente in territorio elvetico. Alta Via numero 1 L’Alta Via N.1, denominata alta via dei giganti, è un itinerario escursionistico dallo scenario incomparabile: si sviluppa infatti ai piedi dei massicci più elevati d’Europa quali il Monte Rosa , il Cervino e il Monte Bianco. Questo itinerario offre, oltre ai superbi esempi di architettura naturale delle Alpi (basti pensare all’elegante piramide del Cervino) impareggiabili testimonianze di architettura rurale, strettamente legate alla vita degli alpeggi, come le costruzioni tradizionali Walser della Valle di Gressoney e dell’Alta Valle di Ayas. Tracciata lungo la sinistra orografica della Dora Baltea, l’Alta Via n.1 è percorribile da chiunque poiché si snoda lungo sentieri ben tracciati, con larghezza media di 80 cm. e interamente segnalati. L’itinerario conduce da Donnas a Courmayeur, con 17 tappe giornaliere che richiedono in media 3-5 ore di marcia ciascuna. E'' percorribile nei mesi estivi e si sviluppa nella media e alta montagna, mantenendosi ad una quota media di 2000 metri e sfiorando in alcuni tratti i 3000mt (sul Col Malatrà si raggiungono i 2925 mt). Il Canale Ru du Mont Un’antica leggenda narra che il vecchio Ru du Mont portava l’acqua dal vallone di Ollomont ai soleggiati pianori di Doues, grazie a un’ardita opera di ingegneria idraulica che aggirava le ripide pareti rocciose tra questi due ambienti. Un guardiano dell’acqua, chiamato allora garde-ruisseaux, ne controllava ogni giorno il percorso; in questa sua mansione era sempre accompagnato da un serpente bianco, che in realtà era la forma animale della Fata che tutelava il Ru stesso. Una specie di genius loci, di spirito protettore femminile di antichissima origine. Quando l’incarico di guardiano passò a una nuova persona, questa, infastidita dalla presenza del candido serpente, lo uccise. Così facendo, uccise la Fata tutelare delle sorti del Ru, che iniziò subito a riempirsi di crepe e a franare. Tutti i tentativi di ricostruirlo da allora fallirono. Solo nel 1949, perforando la montagna con un tunnel alto mediamente un metro e ottanta, largo un po’ più di un metro e lungo circa 800 metri, si riuscì a realizzare il nuovo Ru. Il Canale irriguo Ru de By Le passeggiate lungo il canale irriguo Ru de By offrono un ottimo colpo d’occhio sulla Conca di By, sulle montagne della Valle Centrale e sul maestoso Gran Combin. L’itinerario sarebbe di difficoltà Turistico se non fosse per due tratti esposti, ma attrezzati e superabili facilmente, che ne fanno salire il livello di difficoltà a Escursionistico. L’itinerario è lungo 19,2km (tra andata e ritorno) con dislivello basso. Foto Gallery, Galleria Fotografica La nostra galleria fotografica è sempre in aggiornamento, visita il comprensorio del Rifugio attraverso le nostre immagini Come raggiungerci Coordinate del Rifugio Champillon 45° 50'' 59.6" N 7° 16'' 09.2" E Dal parcheggio al Rifugio Dal parcheggio di Plan Détruit si prosegue a piedi lungo la strada poderale per poi svoltare a sinistra dove inizia il sentiero che costeggia il Ru de By. Otrepassato la capellina proseguire sino ad incrociare la strada poderale che sale sino all''alpeggio Pessinoille, da qui si può imboccare sulla sinitra il sentiero contrasegnato dai segnavia TDC (all''interno della figura del rombo giallo con bordo nero e la scritta nera TDC), oppure dal segnavia 1 (all''interno del triangolo giallo con bordo nero e la scritta nera 1). Da Torino e Milano Arrivando in autostrada da Torino o Milano si esce al casello autostradale di Aosta Est. Dopo s''imbocca il tunnel in direzione Gran San Bernardo. Al primo bivio seguire (sulla destra) per Valpelline, proseguire per circa 3km fino ad incontrare la deviazione per Doues, qui svoltare a sinistra e seguire la strada regionale 29 sino a Doues capoluogo. Da qui seguire le indicazioni per Champillon e proseguire per circa 12km lungo la strada che termina in località Plan Détruit (2078mt), facilmente riconoscibile dal piccolo piazzale a destra e dal laghetto alla sinistra. Dalla Svizzera Attraversato il Tunnel del Gran San Bernardo o valicato l’omonino colle, proseguire in direzione Aosta per circa 25km fino centro all’abitato di Variney dove si svolta a destra seguendo le indicazioni per Valpelline, proseguire per circa 3km fino ad incontrare la deviazione per Doues, qui svoltare a sinistra e seguire la strada regionale 29 sino a Doues capoluogo. Da qui seguire le indicazioni per Champillon e proseguire per circa 12km lungo la strada che termina in località Plan Détruit (2078mt), facilmente riconoscibile dal piccolo piazzale a destra e dal laghetto alla sinistra. Dalla Francia Attraversato il Tunnel del Monte Bianco o il colle del Piccolo San Bernardo proseguire in direzione Aosta (autostrada: uscita Aosta Ovest o ss26). Alla rotonda in prossimità dell''ospedale Parini (riconoscibile da una coppa dell’amicizia in pietra posta nel centro) prendere a sinistra seguendo l''indicazione Gran San Bernardo per proseguire sulla ss27 fino a Variney dove si svolta a destra seguendo le indicazioni per Valpelline, proseguire per circa 3km fino ad incontrare la deviazione per Doues, qui svoltare a sinistra e seguire la strada regionale 29 sino a Doues capoluogo. Da qui seguire le indicazioni per Champillon e proseguire per circa 12km lungo la strada che termina in località Plan Détruit (2078mt), facilmente riconoscibile dal piccolo piazzale a destra e dal laghetto alla sinistra. Links utili consigliati Meteo Meteo Regione Valle d''Aosta Trasporti Traforo del Monte Bianco Traforo del Gran San Bernardo Passo del Piccolo San Bernardo Viabilità Autostrade SAVDA Pullman VITA Pullman Trekking Unione Guide Valle d''Aosta Geosentieri Valle d''Aosta Tor des Geants Trekking VDA Fondazione Montagna Sicura vProgetto VIVA Varie Forte di Bard Itinerario dei Vini Funivie Monte Bianco Link Istituzionali Comune di Doues Regione Valle d''Aosta Unité des Communes valdôtaines Grand-Combin Love VDA Questura di Aosta
Alexa Rank
1,000,001
TEAM CENTURION - ACCADEMIA JIU JITSU BRASILIANO |. Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Sei alla ricerca di una palestra a Firenze e dintorni per imparare a difenderti nei casi di violenza domestica, stupri, molestie sessuali e bullismo? Add Element Add New Row Add Element Edit Parent ElementEdit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element [op_popup_elements][op_popup_content_element data-style=""][/op_popup_content_element][/op_popup_elements] Add Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element RICHIEDI 2 LEZIONI GRATUITE! Add Element Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Magari ti sei trovato in una o più di queste situazioni:Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element -- SPACER -- Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element TUO figlio NON vuole andare a scuola, a causa del bullismo Add Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element I perdigiorno molestano la tua ragazza Add Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element NON hai saputo reagire di fronte ad un'aggressione di tipo sessuale Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element -- SPACER -- Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element NON hai saputo difenderti in un'aggressione di gruppo Add Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element -- SPACER -- Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Il vicino di casa ti ha menato varie volte, e NON sai più cosa fare Add Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element -- SPACER -- Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Ti hanno derubato senza pietà davanti a moglie e figli e NON hai saputo PROTEGGERLI Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element In teoria, lo Stato, le Forze dell'ordine, gli amici, parenti, ecc, dovrebbero aiutarti IN QUESTE situazioni Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element I giornali, internet, sono pieni di notizie in merito.E finché non le vivi in PRIMA persona, NON puoi capire che l'UNICO che può metterti in salvo, sei te stesso. Add Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Nel tuo quartiere, nella tua città, ci sono decine, se non centinaia di palestre dove, in teoria, dovresti imparare a difenderti… Peccato che i salti mortali che impari a fare in quelle palestre, servano a poco o nulla in una AGGRESSIONE DI STRADA. Add Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Nella stragrande maggioranza dei casi, ogni volta che due esseri umani vanno alle mani, o si trovano in mezzo ad una rissa, finiscono a terra.Se sei piccolino, magrino, difficilmente puoi cavartela CONTRO un avversario più robusto di te. Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Se hai qualche KG di pancia in più, e vai a terra in un combattimento di strada, hai poche chance di rialzarti e venire fuori illesoEdit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element -- SPACER -- Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element 1 Se sei una donna, PEGGIO ANCORA, perché gli stupri (di regola) avvengono A TERRA. Add Element Add Element Add Element Add Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element 2 Quindi, sei sempre a rischio di finire a terra di fronte ad un'aggressione, qualsiasi essa sia. Add Element Add Element Add Element Add Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element 3 Se NON sai come uscirne indenne, sei MESSO MALE, MOLTO MALE. Add Element Add Element Add Element Add Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Eppure, c'è un'ARTE MARZIALE grazie alla quale, i più piccoli, i più deboli, possono avere la meglio CONTRO i più forti, ed aggressiviEdit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element -- SPACER -- Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Quest'ARTE MARZIALE, è il Jiujitsu Brasiliano! Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Ho iniziato a praticare questo sport quasi due anni fa, mi presentai in palestra fuori forma, pesavo 110kg, senza fiato e con poche speranze. Adesso parlo da Campione Italiano cintura blu 85.5kg e posso dire solo grazie al Team Centurion, e al suo fondatore: Mario Puccioni, un maestro non solo di bjj ma anche di vita. Se siete in cerca di un gruppo unito, dove tornare in forma e diventare forti sia fisicamente sia mentalmente, potete e DOVETE venire a trovarci! Alessandro Casati Team Centurion Due anni fa mi iscrissi in una palestra di arti marziali miste, e con curiosità,mi accinsi a praticare le varie discipline che vi venivano insegnate, fra cui anche il corso di BJJ tenuto dal Maestro Mario Puccioni. Col passare del tempo,il mio interesse e la mia dedizione per questa arte marziale è aumentata sempre più,anche grazie al Maestro e ai compagni del team Centurion. Da quando pratico questa disciplina sono più forte, più sicuro di me stesso,più consapevole dei pericoli e degli ostacoli che si possono trovare nel cammino della propria vita e su come affrontarli .Su quest'ultimo aspetto il Maestro Mario Puccioni si sofferma molto, esternalizzando i concetti che insegna,portandoli da un contesto sportivo ed interno alla palestra alla tipica "rissa da strada". Il team Centurion è un gruppo forte ed affiatato,in cui non mancano le botte e le risate, capitanato da un Maestro capace ed esperto. Oss! Marco Taddei Team Centurion Sono oramai 4 anni che io e mio figlio Manuel siamo appassionati all'arte soave. Inizialmente ero al ricerca di una disciplina che ci permettesse di raggiungere una buona forma fisica ed al contempo infonderci principi di lealtà e sano agonismo. Casualmente venni a conoscenza di un corso che si teneva a Prato e mi misi in contatto con il maestro Mario Puccioni che ci invito' per un paio di lezioni di prova. Confesso che non avevamo idea di cosa si trattasse ma, restammo fin da subito entusiasti sia della disciplina che del maestro che e' dotato di una forte personalita' ma al contempo di un gran senso dell'umorismo e ci fece sentire parte di un gruppo che nel tempo si e' andato sempre piu' a rafforzare, oltre ad un team siamo un gruppo di amici che condividono la stessa passione. Il fatto di essermi avvicinato in non piu' tenera eta', e' un grande rammarico purtoppo ma, devo ammettere che le soddisfazioni non sono comunque mancate, ogni volta che esco dal tatami dopo aver lottato con i miei compagni ed aver scaricato tutte le tensioni accumulate, mi sento un uomo migliore. Manuel dal canto suo , ha partecipato e vinto svariati tornei e, l'avergli fatto conoscere questa disciplina che ha contribuito a formagli il carattere positivamente e' una delle mie piu' grandi soddisfazioni. FORZA CENTURION!!! Luciano Demuru Team Centurion Mi sono avvicinato al bjj nella primavera del 2012 non più giovanissimo. Dopo tanti anni di pratica di arti marziali (in particolare wushu) e sport da combattimento (pugilato, sanda, thai boxe), ho sentito la necessità di espandere le mie conoscenze in ambito di lotta a terra. Da giovanissimo avevo praticato judo per un paio di anni, ma niente di più. La prima esperienza è stata a dir poco traumatica...... mi spiego meglio. Avete presente in leone? Si sente sicuramente forte, no? Ma se il leone lo mettete in una vasca di squali cosa fa? Ecco, questa è stata la mia prima sensazione. Il senso di impotenza era netto. E questo mi ha affascinato. Il bjj era tutto un mondo da scoprire, con tanto sudore e applicazione ma supportato da una sorta di fratellanza con i compagni di accademia. Una delle prime cose che il maestro Mario mi ha detto sono state: "quando lotti non puoi mentire". Penso che il valore aggiunto più importante di questa disciplina sia proprio questo, la sincerità. E vi assicuro che in un mondo dove regna la menzogna questa qualità è più unica che rara. Il bello del metodo d'insegnamento proprio del team Centurion è che non si sclerotizza soltanto sulle tecniche "buone" in gara, ma esercitiamo anche tecniche applicabili in un contesto reale. Della serie "fare i punti non ti salva la vita". Attualmente l'accademia è come una seconda famiglia per me. Quali risultati ho avuto? Principalmente mi sento un padre e un marito migliore, riesco ad essere più performante nel mio lavoro, sono migliorato fisicamente (più forza e flessibilità). Insomma, mi sento realmente un Uomo migliore. E scusate se è poco. Consiglio la pratica del bjj a tutti; e quando dico tutti intendo realmente proprio TUTTI! Emiliano Team Centurion Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Il Team Centurion è la più antica accademia di Jiu Jitsu Brasiliano sia a Firenze che in ToscanaEdit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Nata a Firenze, la nostra accademia di Jiu Jitsu Brasiliano opera in diverse città della regione e ha l'obiettivo di offrire un insegnamento professionale, così da aiutare i nostri affiliati a raggiungere gli obiettivi che si sono posti nel migliore modo possibile.Dove imparerai un'arte marziale divertente, tramite la quale socializzare in un ambiente sano e amichevole.Un metodo di cultura del corpo, con il quale ottenere una perfetta forma fisica SENZA noia.Uno sport agonistico accessibile a tutti, dove si gareggia a contatto pieno ma senza colpi in facciaUn metodo che insegna delle nozioni utili nella difesa personaleUna base imprescindibile per le MMAUn'Arte a tutto tondo, intesa a sviluppare la persona umana in tutte le sue parti costitutive: cervello, carattere, fisico e SpiritoUna Via per la ricerca di sé e per l'ampliamento della propria coscienzaE' convinzione radicata dei nostri istruttori che una corretta pratica in quest'arte possa migliorare la qualità della vita da tutti i punti di vista. Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Cosa stai aspettando, richiedi subito 2 lezioni GRATUITE! Add Element Add New Row Add Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Si, voglio le 2 lezioni GRATUITE! Add Element Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Add Element Add New Row Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element TEAM CENTURIONEdit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Add Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element PRIVACY Add Element Add Element Edit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element SOCIALEdit ElementClone ElementAdvanced Element OptionsMoveRemove Element Add Element
Alexa Rank
1,000,001